EsseGesse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il trio della EsseGesse è uno dei sodalizi, composto da Giovanni Sinchetto (1922-1991), Dario Guzzon (1926-2000) e Pietro Sartoris (1926-1989), più celebri e longevi del panorama del fumetto italiano, una sigla con la quale sono cresciute varie generazioni di lettori di fumetti, e non solo in italia.

Dopo alcune esperienze come autori singoli, i tre decidono di mettersi insieme con la sigla EsseGesse (che contiene e richiama le tre iniziali dei loro cognomi) per realizzare il loro primo personaggio corale, Olenwald il Nibelungo - creato graficamente da Franco Donatelli - pubblicato sulla Gazzetta dei Piccoli dal n. 8 del 19 febbraio al n. 25 del 18 giugno del 1950 (come supplemento al quotidiano di Torino La Gazzetta del Popolo). Nello stesso anno disegnano su testi di Andrea Lavezzolo il personaggio di Kinowa.

Agli inizi degli anni cinquanta propongono alcuni nuovi personaggi all'attenzione del pubblico. Due di questi, Capitan Miki (1951) ed Il grande Blek (1954), pubblicati dalla Editoriale Dardo saranno tra i fumetti più apprezzati del periodo.

Questo periodo che si concluderà nel 1965 con l'interruzione della collaborazione con l'Editoriale Dardo sarà caratterizzato da un predominanza della presenza delle serie firmate EsseGesse in edicola con vette di quattrocentomila copie a settimana. La loro è un'organizzazione del lavoro scientifica con la quale il trio di autori riuscirà a produrre molte storie una dietro l'altra fino all'inevitabile fisiologico declino[1].

Negli anni sessanta, con un'altra loro creazione - Alan Mistero - tenteranno, peraltro con poca fortuna, anche di imporsi nella veste di editori. Risultati più lusinghieri otterranno invece con il Comandante Mark (1966) edito dalla Daim Press (la futura Bonelli), fumetto che resterà per anni (fino al 1990) nelle edicole.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 50 anni fa, Il Comandante Mark, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 22 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti