Vojska Republike Srpske

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Esercito della Republika Srpska)
Војска Републике Српске
Vojska Republike Srpske
Esercito della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina
Emblem Republika Srpska Army.svg
Stemma
Descrizione generale
Attiva 12 maggio 1992 -
6 giugno 2006
Nazione Repubblica Serba Repubblica Serba
Tipo esercito
Comandanti
Degni di nota Ratko Mladić

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Esercito della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina (in serbo: Војска Републике Српске (ВРС); in bosniaco e croato, Vojska Republike Srpske (VRS)), anche definito Esercito Serbo-Bosniaco, era l'esercito della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina.

A partire dal 2003, quest'arma iniziò ad integrarsi con l'Armata della Repubblica di Bosnia ed Erzegovina (controllata dal Ministero della Difesa della Bosnia ed Erzegovina) e nel 2005 fu stanziato un contingente unico comprendente serbi, bosniaci e croati per aiutare le forze armate statunitensi in Iraq[1].

Il processo di inserimento nelle forze armate è stato completato il 6 giugno 2006.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'esercito venne fondato il 12 maggio 1992 dalle forze armate della vecchia Armata Popolare Jugoslava, l'esercito dell'ex Repubblica Federale Socialista di Jugoslavia dal quale la Bosnia e l'Erzegovina si erano separate lo stesso anno. L'esercito contava circa 80.000 soldati durante la Guerra in Bosnia (1992-1995).

Il VRS era composto quasi interamente da ufficiali serbi ortodossi e da reclute provenienti dalla Bosnia ed Erzegovina. Le formazioni militari che combatterono per la Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina comprendevano inoltre diverse unità paramilitari serbe, così come russi, greci e altri volontari pronti a combattere per la causa serba. Erano inoltre presenti pochi bosniaci musulmani, per la maggior parte provenienti dalle aree di Teslić e Derventa (il maggiore Ismet Đuherić e la sua compagnia consisteva di 120 uomini, composti da serbi e croati) nel nord del Paese.

Il VRS è uno di alcuni dei gruppi che sono stati accusati di crimini di guerra in Bosnia contro i bosniaci e i croati. Il leader del VRS era il generale Ratko Mladić, che venne accusato davanti al Tribunale Penale Internazionale per l'ex-Jugoslavia di genocidio (così come altri ufficiali serbi di alto grado) e venne arrestato il 26 maggio 2011.

Il 6 giugno 2006 l'Esercito della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina è stato abolito ed integrato nelle Forze Armate della Bosnia Erzegovina.

Equipaggiamento[modifica | modifica wikitesto]

Inventario dei velivoli della Forza Aerea della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Forza Aerea della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina.

È nota comunemente con la sua prima denominazione, Ratno Vazduhoplovstva i protivvazdušna odbrana Vojske Republike Srpske, o con la sua versione abbreviata RV i PVO RS. Dal 1º giugno 2004 le Forze aeree della Repubblica Serba di Bosnia ed Erzegovina vengono ufficialmente chiamate:

1[2] Puk Vazduhoplovstva i protivvazdušna odbrana Vojske Republike Srpske o V i PVO VRS
1º Reggimento Aeronautico e Forza di Difesa Aerea dell'Esercito della Repubblica di Srpska.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nedim Dervisbegovic, Il primo plotone armato unito della Bosnia stanziato in Iraq, signonsandiego, 2 giugno 2005. URL consultato il 26 settembre 2007.
  2. ^ Pronunciato "Prva" che in lingua bosniaca, in lingua croata e in quella serba significa: primo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]