Errore fondamentale di attribuzione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'errore fondamentale di attribuzione (o "errore di corrispondenza") - nella psicologia sociale - rappresenta la tendenza sistematica ad attribuire la causa di un comportamento, proprio o di un altro individuo, principalmente alla personalità (attribuzione disposizionale), sottostimando l'influenza che l'ambiente o il contesto può avere nel determinare tale comportamento (attribuzione situazionale).

Per esempio, se una persona dona dei soldi ad un mendicante appena fuori da una chiesa, la tendenza è quella di considerarsi generosa (attribuzione disposizionale), spesso però non si tiene conto di fattori situazionali quali ad esempio la desiderabilità sociale, ossia il bisogno di farsi vedere persone per bene agli occhi degli altri, soprattutto in luoghi affollati, o ancora la necessità di dimostrare l'appartenenza ad un certo status sociale.

Anche lo status di "persona acculturata" attribuito spesso ai conduttori di quiz televisivi evidenzia ancora una volta la tendenza all'attribuzione disposizionale a spese di un'indagine situazionale approfondita, la quale dovrebbe tener conto del fatto che spesso il conduttore conosce le domande in anticipo, ed espone le risposte esatte in modo enciclopedico leggendole in realtà dai monitor.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Castelli, "Psicologia Sociale Cognitiva", Editori Laterza, 2004
  • [1]
  • [2]
Psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Psicologia