Ernesto Aurini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ernesto Aurini (Teramo, 3 maggio 1873Chieti, 18 dicembre 1947) è stato un pittore, fotografo, disegnatore e caricaturista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Ernesto Aurini, 1904

Aurini è un esponente del mondo artistico abruzzese. Nella caricatura espresse la sua vena satirica, riprodotta in centinaia di disegni, schizzi, vignette, con cui riempì i giornali umoristici dell'epoca: da Il linguacciuto a Lo stracciato, da Il Piccolo Sasso a L'asino di Podrecca.

Contribuì all'istituzione della "Cetra", primo nucleo dell'Istituto musicale "Gaetano Braga", anche nelle vesti di artefice della decorazione della sala del ridotto dell'ottocentesco Teatro Comunale.

Come fotografo curò, tra l'altro, tutta la parte fotografica delle opere di Francesco Savini "Sancta Maria Aprutiensis", "Gli edifici teramani nel Medioevo" e "Il Duomo di Teramo". Questa sua campagna fotografica realizzata sull'architettura medievale teramana,si compone di oltre sessanta immagini che mostrano numerosi angoli ed edifici della città oggi scomparsi.

Trasferitosi a Chieti si sposò con Giulia Fasoli, dalla quale ebbe i figli Vittoria e Renato. A Chieti aprì, con il cognato Fasoli, lo studio fotografico-artistico “Aurini e Fasoli”, in cui sperimentò nuovi procedimenti di tecnica fotografica come la fotografia a colori su lastre di vetro.

Alcuni suoi quadri, arazzi e caricature sono stati acquistati dalla Provincia di Teramo ed esposti nella Biblioteca regionale Melchiorre Dèlfico.

Quadri sono posseduti anche dal Museo Nazionale d'Abruzzo con sede in L'Aquila.

È fratello dell'archeologo e critico d'arte Guglielmo Aurini.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Biblioteca regionale Melchiorre Dèlfico di Teramo, conserva dipinti, arazzi e una collezione di caricature in album, oltre ai numerosi periodici ai quali Aurini collaborò;
  • Pinacoteca civica di Teramo, conserva numerosi dipinti con vedute, tra le quali alcune del Gran Sasso;
  • Il suo archivio fotografico è andato perduto.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ernesto Aurini - un artista abruzzese, a cura del centro Servizi Culturali di Chieti, Editrice Itinerari, Lanciano, 1983.
  • Fausto Eugeni, Le caricature de "Lo Stracciato", in Notizie dalla Delfico, Teramo, n. 3/1996, pp. 3–21.
  • Pittori e Pittura dell'Ottocento italiano, vol. 6, p. 34, De Agostini, Novara, 1997-1998.
  • Ernesto Aurini, in Fotografi abruzzesi dell'Ottocento e del primo Novecento, a cura di Corrado Anelli e Fausto Eugeni con saggio introduttivo di Cosimo Savastano, Edigrafital, Teramo, 2002, p. XXXVI e tav. 15-19.
  • Ernesto Aurini, in Conosciamoci e facciamoci conoscere. teramani noti e meno noti, a cura di Alida Scocco Marini, Teramo, Edigrafital, febbraio 2005, p. 29.
  • Lucio De Marcellis, Aurini Ernesto, in "Gente d'Abruzzo. Dizionario biografico", Castelli (Te), Andromeda editrice, 2006, vol. 1, pp. 167–172.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN263132523 · ISNI (EN0000 0003 5529 0490 · SBN IT\ICCU\CFIV\005181 · LCCN (ENn86027533 · WorldCat Identities (ENlccn-n86027533