Ernest-Charles Lasègue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernest-Charles Lasègue

Ernest-Charles Lasègue (Parigi, 5 settembre 1816Parigi, 20 marzo 1883) è stato un medico francese. Ricevuto il dottorato all'università di Parigi nel 1847, nonostante egli inizialmente avesse intrapreso gli studi da filosofo, fu grazie agli scritti del medico Armand Trousseau che cambiò idea.

Studi[modifica | modifica sorgente]

Venne subito utilizzato dal governo francese che nell'anno successivo notando un'epidemia di colera nel sud della Russia decisero di inviarlo per degli studi sulla malattia, divenne successivamente professore dell'ospedale Necker dove rimase fino alla sua morte. Egli è stato impegnato in diverse attività, nel 1860 il suo interesse si spostò verso le malattie mentali, arrivando ad essere uno dei primi medici a descrivere l'anoressia nervosa e il complesso di persecuzione.

Scoperte[modifica | modifica sorgente]

A lui si deve la scoperta dell'eponimo segno di Lasègue, significativo sia nella sciatalgia che nei problemi riguardante i dischi vertebrali

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 73973095