Erminio Rullo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erminio Rullo
Erminio Rullo Avezzano 2017.jpg
Erminio Rullo con la maglia dell'Avezzano Calcio
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Olympia Agnonese
Carriera
Giovanili
1999-2001 Lecce
2001-2002 Inter
2002-2004Lecce
Squadre di club1
2003-2007 Lecce 95 (1)
2007-2008 Napoli 11 (0)
2008-2009 Triestina 35 (0)
2009-2011 Napoli 1 (0)
2011-2012 Modena 32 (0)
2013-2015 Lecce 9 (0)
2015 Messina 9 (0)
2015-2016 Martina 8 (0)
2016-2017 Olympia Agnonese23 (0)[1]
2017 Avezzano 0 (0)
2017- Olympia Agnonese0 (0)
Nazionale
2000 Italia Italia U-16-15 5 (1)
2003 Italia Italia U-20 2 (0)
2004 Italia Italia U-21 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º settembre 2017

Erminio Rullo (Napoli, 19 febbraio 1984) è un calciatore italiano, difensore dell'Olympia Agnonese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Lecce e Inter[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Casoria (Napoli), muove i primi passi da calciatore nella Polisportiva Boys Melito: successivamente si trasferisce al settore giovanile del Lecce. Nel 2001 è girato in prestito all'Inter, dove vince il Campionato Primavera: tornato a Lecce vince il titolo giovanile per altri due anni consecutivi, sempre contro i nerazzurri in finale. Il 31 agosto 2003 esordisce in Serie A, nell'incontro perso 4-1 in casa della Lazio.

Con l'arrivo di Zdeněk Zeman sulla panchina giallorossa nella stagione 2004-05, Rullo trovò un posto da titolare come terzino sinistro: giocò 35 partite di campionato e segnando anche una rete (il 5 dicembre 2004 contro il Livorno). Nel campionato 2005-06 scese in campo in 31 occasioni senza mai segnare.

In totale con il club salentino ha collezionato 98 presenze (77 in Serie A, 18 in Serie B, 3 in Coppa Italia) e un gol, fino a metà della stagione 2006-07.

Napoli e prestito alla Triestina[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 gennaio 2007, dopo aver cominciato la stagione con il Lecce, Rullo viene acquistato dalla squadra della sua città natale, il Napoli, durante il calciomercato invernale e con la compagine partenopea raggiunge la promozione nella massima serie, collezionando 7 presenze in campionato. Tuttavia spesso viene relegato in panchina o tribuna. Nella stagione 2007-2008 colleziona 4 presenze, venendo perlopiù relegato in tribuna.

Il 26 giugno 2008 è ingaggiato con la formula del prestito dalla Triestina, con la quale disputa il campionato di Serie B. Indossa la maglia numero 3 e colleziona 35 presenze in campionato e una in Coppa Italia. Nel luglio 2009 fa rientro al Napoli per fine prestito e viene aggregato alla prima squadra. Nel corso della stagione 2009-10 trova spazio soltanto in Coppa Italia e colleziona i primi minuti in campionato solo alla penultima giornata contro l'Atalanta, subentrando nel corso dell'incontro ad Andrea Dossena.

Modena[modifica | modifica wikitesto]

Anche nella prima parte della stagione successiva gli è precluso ogni spazio in prima squadra, cosicché il 10 gennaio 2011 passa a titolo definitivo al Modena, con cui firma un contratto biennale.[2] Esordisce col club gialloblu il 23 gennaio 2011 nella partita Modena-Ascoli (0-0). Alla fine della stagione 2011-2012 rimane svincolato.[3]

Ritorno al Lecce[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2013 firma un contratto annuale con il Lecce.[4] Ritorna a vestire la maglia giallorossa l'11 agosto seguente nella partita Ternana-Lecce (2-4 dts) valida per il secondo turno di Coppa Italia. Il 6 novembre dello stesso anno torna al gol, 9 anni dopo l'ultimo, in Coppa di Lega Pro nella sfida persa contro il Grosseto per 2-1. Il 25 agosto 2014 la società Lecce comunica di aver rinnovato per un'altra stagione il contratto del giocatore.[5]

Messina[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2015 passa a titolo definitivo al Messina[6].

Lega Pro e serie D[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017, dopo aver militato in Lega Pro con il Martina e in serie D con l'Olympia Agnonese, ha indossato per un breve periodo la maglia dell'Avezzano Calcio[7][8].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Vanta 5 presenze e 1 gol in Under-15, due presenze in Under-20 e una presenza in Under-21.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 9 maggio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppa Italia Coppe continentali Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2003-2004 Italia Lecce A 11 0 CI 1 0 - - - 12 0
2004-2005 A 35 1 CI 0 0 - - - 35 1
2005-2006 A 31 0 CI 1 0 - - - 32 0
2006-gen. 2007 B 18 0 CI 1 0 - - - 19 0
gen.-giu. 2007 Italia Napoli B 7 0 CI 0 0 - - - 7 0
2007-2008 A 4 0 CI 4 0 - - - 8 0
2008-2009 Italia Triestina B 35 0 CI 0 0 - - - 35 0
2009-2010 Italia Napoli A 1 0 CI 1 0 - - - 2 0
2010-gen. 2011 A 0 0 CI 0 0 UEL 0 0 0 0
Totale Napoli 12 0 5 0 0 0 17 0
gen.-giu. 2011 Italia Modena B 17 0 CI 0 0 - - - 17 0
2011-2012 B 15 0 CI 1 0 - - - 16 0
Totale Modena 32 0 1 0 0 0 33 0
2013-2014 Italia Lecce LP 8 0 CI+CI-LP 2+3 0+1 - - - 13 1
Totale Lecce 104 1 9 1 0 0 113 2
Totale carriera 192 1 15 1 0 0 207 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2001-2002
Lecce: 2002-2003, 2003-2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 25 (0) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ Diario gialloblu di Lunedì 10 gennaio Archiviato il 27 settembre 2011 in Internet Archive. Modenafc.net
  3. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  4. ^ Formalizzato l'accordo con Rullo uslecce.it
  5. ^ Rinnovato il contratto di Rullo uslecce.it
  6. ^ Cessione Rullo al Messina - U.S. Lecce - Sito ufficiale
  7. ^ Gioia Chiostri, Colpo in entrata per l'Avezzano Calcio: Erminio Rullo ufficializzato al Dei Marsi, Info Media News, 11 luglio 2017. URL consultato il 25 luglio 2017.
  8. ^ Luca Pulsoni, Avezzano, via Rullo e Cassese. Difesa da rifare, Marsica Sportiva, 29 agosto 2017. URL consultato il 29 agosto 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]