Erhard Loretan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Erhard Loretan (Bulle, 28 aprile 1959Grünhorn, 28 aprile 2011) è stato un alpinista svizzero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Compie la sua prima spedizione nelle Ande nel 1980. Nel 1982 compie l'ascensione del suo primo Ottomila scalando il Nanga Parbat. Nel 1986 Loretan compie un'ascesa eccezionale all'Everest salendo in sole 40 ore, arrampicando di notte senza l'ausilio dell'ossigeno supplementare. Nel 1995, all'età di 36 anni, diviene il terzo uomo a salire i 14 Ottomila ed il secondo dopo Reinhold Messner a salirli senza l'ausilio di ossigeno supplementare.

Il 23 dicembre del 2001 causa involontariamente la morte del figlio Ewan di 7 mesi, scuotendolo per qualche istante per farlo smettere di piangere, ignorando la sindrome del bambino scosso. Viene condannato il 12 febbraio 2003 a 4 mesi con la condizionale.

Il 28 aprile 2011, giorno del suo 52-esimo compleanno, muore in un incidente durante l'ascensione del Grünhorn, cadendo per oltre 200 metri.[1][2] In un successivo articolo su Le Temps, la sua compagna si attribuirà la responsabilità dell'accaduto.[3]

Cima Anno
Nanga Parbat 1982
Gasherbrum II 1983
Gasherbrum I 1983
Broad Peak 1983
Manaslu 1984
Annapurna 1984
K2 1985
Dhaulagiri 1985
Everest 1986
Cho Oyu 1990
Shisha Pangma 1990
Makalu 1991
Lhotse 1994
Kangchenjunga 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN37728348 · ISNI: (EN0000 0001 1948 682X · GND: (DE119515563 · BNF: (FRcb14048051c (data)