Er Monnezza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Er Monnezza
Er Monnezza in Il trucido e lo sbirro
Er Monnezza in Il trucido e lo sbirro
Saga ER MONNEZZA
Autore Umberto Lenzi, Dardano Sacchetti
1ª app. in Il trucido e lo sbirro (1976)
Ultima app. in Il lupo e l'agnello (1980)
Interpretato da Tomás Milián
Voce italiana Ferruccio Amendola
Sesso maschile
« Pe' salva' 'na ragazzina, con un rene un po' malato, er Monnezza se n'è annato! Cor Tufello e Primavalle, Tormarancia e Tiburtino, Garbatella e Trionfale, come so' ridotto male... come so' ridotto male! »
(Er Monnezza in Il trucido e lo sbirro)

Er Monnezza, soprannome di Sergio Marazzi, è un personaggio fittizio, creato dallo sceneggiatore Dardano Sacchetti e dal regista Umberto Lenzi, e interpretato dall'attore Tomás Milián, protagonista dei film Il trucido e lo sbirro, diretto da Umberto Lenzi nel 1976, La banda del trucido, diretto da Stelvio Massi nel 1977, La banda del gobbo, diretto da Umberto Lenzi nel 1977, e Il lupo e l'agnello, diretto da Francesco Massaro nel 1980.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Er Monnezza nasce nel 1976 con il film Il trucido e lo sbirro, per proseguire con altre due pellicole: La banda del trucido e La banda del gobbo, entrambe del 1977.

Con Nico Giraldi, detto "Nico er Pirata", è uno dei due personaggi che hanno reso noto in Italia Tomás Milián, anche grazie all'inconfondibile voce prestatagli da Ferruccio Amendola.

Molti confondono Er Monnezza con Nico Giraldi, protagonista della serie diretta da Bruno Corbucci, ma i due, nonostante le somiglianze del look e il fatto che sia lo stesso Milián ad interpretarli, fanno parte di due serie totalmente diverse: più sul versante del poliziottesco quella con Er Monnezza, più sulla commedia quella con Nico Giraldi. Ulteriore elemento di confusione è costituito dal fatto che nel film Uno contro l'altro, praticamente amici (1981), lo stesso Milián interpreta un personaggio del tutto simile nel look a quello interpretato nei film del Monnezza, chiamato anch'esso "Er Monnezza". Personaggi simili compaiono inoltre in Il figlio dello sceicco (1977), Il lupo e l'agnello (1980) e in Manolesta (1981).

Per creare il personaggio, Tomás Milián si è ispirato a Quinto Gambi, un suo amico "pesciarolo" di Tor Marancia nonché sua controfigura ufficiale nelle scene d'azione.[1]

Ad aumentare la confusione anche il film del 2005 Il ritorno del Monnezza, interpretato da Claudio Amendola in omaggio a entrambi i personaggi di Tomás Milián. In questo film Claudio Amendola interpreta il ruolo di Rocky Giraldi, che è un poliziotto, è soprannominato "Er Monnezza" ed è il figlio di Nico Giraldi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Er Monnezza è il soprannome di Sergio Marazzi (ma in La banda del trucido si chiama Sergio Maraschi). Nel film La banda del gobbo impersona un meccanico ladruncolo figlio di un ladro e di una prostituta, ed ha un fratello, più pericoloso e spietato di lui, di nome Vincenzo, soprannominato "Il Gobbo", personaggio sempre interpretato da Tomás Milián, che però è senza la barba e con una gobba sulla schiena. Anche il Gobbo viene doppiato da Ferruccio Amendola. Nel film La banda del trucido Er Monnezza gestisce un ristorante assieme alla moglie.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Tifoso della Roma, Er Monnezza si distingue soprattutto per il linguaggio vernacolare romanesco pieno di turpiloquio. Il suo look consiste in una tuta da meccanico, semplici scarpe bianche Adidas, capelli ricci, barba folta e un po' di trucco sugli occhi.[2] In La banda del trucido, il film che fa emergere di più le caratteristiche del personaggio, er Monnezza ha un ristorante ("La pernacchia"), e tiene una sorta di scuola per aspiranti ladri, intitolata F.I.G.A. (Federazione Italiana Gratta Antiviolenza).

La famiglia[modifica | modifica wikitesto]

In La banda del trucido è presente la famiglia del Monnezza: la moglie Maria, aspirante attrice di un film di serie B intitolato Torna a casa Spermula, e il figlio, er Monnezzino.

Le avventure[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Il trucido e lo sbirro.

In Il trucido e lo sbirro er Monnezza aiuta un poliziotto a salvare una bambina gravemente malata, rapita da una banda di criminali.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: La banda del trucido.

In La banda del trucido collabora nuovamente con la polizia, per catturare un pericoloso malvivente.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: La banda del gobbo.

In La banda del gobbo er Monnezza è messo un po' da parte, a favore del fratello il "Gobbo", che lo maltratta. Er Monnezza in questa sua ennesima avventura architetta con il fratello una feroce vendetta, ai danni dei suoi ex soci.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Il lupo e l'agnello.

In Il lupo e l'agnello er Monezza è chiamato er Cuculo. Il bandito si rifugia in casa di un parrucchiere per signora che si finge omosessuale. I due s'alleano per sconfiggere l'avara suocera del secondo e rifugiarsi a Montecarlo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pino Corrias, La vita da film del vero Monnezza, in la Repubblica, 22 maggio 2005, p. 37. URL consultato il 5 aprile 2011.
  2. ^ Alberto Pallotta, Quel "fenomeno" der Monnezza, Milano, Un mondo a parte, 2005, ISBN 88-89481-04-8.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Pallotta, Quel "fenomeno" der Monnezza, Un mondo a parte, 2005, ISBN 88-89481-04-8.
  • Manlio Gomarasca, Monnezza e i suoi fratelli. Guida al cinema poliziesco di Tomas Milian, Milano, Nocturno, 2006.
  • Duranti Pierpaolo e Mucciacito Erminio, Tomas Milian. The tough bandit, the rough cop and the filthy rat in italian cinema-Tomas Milian. Il bandito, lo sbirro e Er Monnezza + CD Audio

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema