Episodi di Watchmen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Watchmen (serie televisiva).

La prima stagione della serie televisiva Watchmen, composta da nove episodi, è trasmessa sul canale statunitense HBO dal 20 ottobre[1] al 15 dicembre 2019.

In Italia, la stagione va in onda in prima visione in lingua italiana sul canale satellitare Sky Atlantic dal 28 ottobre[2] al 23 dicembre 2019. È trasmessa in lingua originale sottotitolata in italiano dal 21 ottobre al 16 dicembre 2019, in simulcast con HBO.[2]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 It's Summer and We're Running Out of Ice È estate e stiamo finendo il ghiaccio 20 ottobre 2019 28 ottobre 2019
2 Martial Feats of Comanche Horsemanship Prodezze marziali dei guerrieri comanche a cavallo 27 ottobre 2019 4 novembre 2019
3 She Was Killed by Space Junk È stata uccisa da rifiuti spaziali 3 novembre 2019 11 novembre 2019
4 If You Don’t Like My Story, Write Your Own Se non ti piace la mia storia, scrivi la tua 10 novembre 2019 18 novembre 2019
5 Little Fear of Lightning Una leggera paura dei fulmini 17 novembre 2019 25 novembre 2019
6 This Extraordinary Being Questo essere straordinario 24 novembre 2019 2 dicembre 2019
7 An Almost Religious Awe Un'ammirazione quasi religiosa 1º dicembre 2019 9 dicembre 2019
8 A God Walks into a Bar 8 dicembre 2019 16 dicembre 2019
9 See How They Fly 15 dicembre 2019 23 dicembre 2019

È estate e stiamo finendo il ghiaccio[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante i disordini razziali di Tulsa del 1921, un bambino afroamericano perde i propri genitori. Nella Tulsa del 2019, un poliziotto viene gravemente ferito da un membro del Settimo Cavalleria, un gruppo clandestino i cui membri indossano la maschera del vigilante Rorschach e compiono atti di terrorismo contro le minoranze a cui il pluridecennale governo del Presidente Redford concede dei risarcimenti statali: da quando la polizia di Tulsa è stata decimata in un loro attacco qualche anno prima, è stata varata una legge che permette agli agenti di operare a volto coperto per nascondere la propria identità, oltre che di servirsi di vigilanti autorizzati. Tra di loro c'è Angela Abar, ex poliziotta afroamericana che, sotto l'alias di Sorella Notte, opera per conto dell'amico e commissario della polizia di Tulsa Judd Crawford.

Angela fa interrogare un sospettato dell'attacco a un altro vigilante, l'agente Wade Tillman, e anche grazie alle sua capacità deduttive scopre un covo della Cavalleria: fanno irruzione, ma i terroristi scelgono la morte piuttosto che rivelare qualcosa. Più tardi, Crawford subisce un'imboscata mentre si trova da solo e Angela riceve una telefonata anonima che la indirizza a un albero nella campagna di Tulsa: lì, trova il cadavere del commissario, impiccato a un ramo, e un anziano uomo di colore in sedia a rotelle, il bambino del prologo. Nel frattempo, in una tenuta di campagna isolata dal mondo, un redivivo Adrian Veidt si intrattiene coi suoi due domestici.

Prodezze marziali dei guerrieri comanche a cavallo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Angela porta l'anziano nel proprio nascondiglio da vigilante per interrogarlo: l'uomo, Will, sostiene di essere suo nonno e di essere a conoscenza di un complotto in atto, di cui faceva parte anche Crawford, e di averlo ucciso per questo. Angela non crede alle sue parole e decide di non rivelare niente alla polizia, che ritiene che Crawford sia rimasto vittima di una rappresaglia del Settimo Cavalleria. Tuttavia, dopo che un esame del DNA le rivela che Will è effettivamente il nonno che non ha mai conosciuto, decide di indagare e scopre una veste del Ku Klux Klan in uno scomparto segreto a casa di Crawford. Decisa a fare chiarezza sulla vicenda, fa per portare Will alla centrale di polizia, ma l'intera sua automobile viene sollevata da terra e portata via da un magnete gigantesco piovuto dal cielo. Intanto, alla sua tenuta, Veidt mette in scena una rappresentazione teatrale delle origini del Dottor Manhattan utilizzando i suoi domestici, in realtà una serie infinita di cloni.

È stata uccisa da rifiuti spaziali[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'agente speciale ed ex-vigilante Laurie Blake, a capo della task force anti-vigilanti dell'FBI, viene inviata a Tulsa per indagare sull'omicidio di Crawford. Durante il funerale di quest'ultimo, fa la conoscenza di Angela e sventa con lei un attentato della Cavalleria a Joe Keene Jr., senatore repubblicano dell'Oklahoma e figlio di quel Keene che mise al bando i vigilanti nel 1977. Nel corso dell'indagine, Laurie trova dei segni di ruote sulla scena del crimine e lo scomparto segreto vuoto a casa Crawford, iniziando a sospettare un coinvolgimento di Angela nell'occultamento delle prove. Dopo aver concluso uno dei tanti flussi di coscienza telefonici senza risposta inviati al Dottor Manhattan nel suo esilio marziano tramite una cabina speciale, Laurie si vede piovere davanti l'auto di Angela. Nel frattempo, Veidt testa infruttuosamente sui suoi cloni una tuta pressurizzata e viene ripreso da un fantomatico guardiacaccia, che gli intima di non venir meno agli accordi riguardanti la sua prigionia. In segno di sfida, Veidt indossa nuovamente il suo costume da Ozymandias.

Se non ti piace la mia storia, scrivi la tua[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: If You Don't Like My Story, Write Your Own
  • Diretto da: Andrij Parekh
  • Scritto da: Damon Lindelof e Christal Henry

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La facoltosa Lady Trieu compra un appezzamento di terra da una famiglia dell'Oklahoma, appena prima che qualcosa di proveniente dallo spazio vi si schianti. Angela trova delle pillole nella carcassa della sua auto, affidandole segretamente a Wade perché le faccia analizzare, per poi disfarsi delle prove del coinvolgimento di Will, sotto gli occhi di un vigilante misterioso. Sempre nella macchina, Laurie trova del DNA appartenente a Will e conclude che l'auto potrebbe essere stata trasportata da uno degli avveniristici velivoli delle Trieu Industries, l'azienda che ha rilevato le imprese di Veidt dopo la sparizione di quest'ultimo. In un colloquio presso il suo Millennium Clock, una meraviglia del mondo in fase di costruzione, Lady Trieu fa intendere ad Angela di essere a conoscenza di ciò che tiene nascosto: Will infatti è segretamente suo ospite e, mostrando di essere capace di camminare, dichiara a Treu e che a breve farà qualcosa a proposito di Angela. Nel frattempo, Veidt testa i limiti aerei della sua prigione lanciando i corpi dei suoi servitori con una catapulta.

  • Durata: 52 minuti
  • Guest star: James Wolk (Joe Keene Jr.), Lily Rose Smith (Rosie Abar), Adelynn Spoon (Emma Abar), Jolie Hoang-Rappaport (Bian), Dustin Ingram (Agente Petey), Jessica Camacho (Pirata Jenny).
  • Ascolti USA: telespettatori 707.000 – rating 18-49 anni 0,2%[6]

Una leggera paura dei fulmini[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Little Fear of Lightning
  • Diretto da: Steph Green
  • Scritto da: Damon Lindelof e Carly Wray

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985, un giovane Wade sopravvive all'attacco della creatura aliena a New York, soffrendo per il resto della vita di stress post-traumatico. Nel presente, parla a Angela delle pillole, venendo intercettato da Laurie tramite una microspia piazzata sulla sua scrivania: secondo le analisi, le pillole sono Nostalgia, un farmaco che permette di rivivere dei ricordi. A una delle sedute di terapia di gruppo per sopravvissuti dell'attacco, Wade viene ingannato dalla Cavalleria e condotto nella loro base, dove sta testando un teletrasporto. Lì, il senatore Keene gli rivela di essere l'eminenza grigia dietro alla Cavalleria, in combutta con Crawford per mantenere una tregua tra le due parti, ma di non essere spinto da motivi razziali: promettendogli di liberarlo dal suo trauma in cambio di una mano nel neutralizzare Angela, Keene gli mostra un videomessaggio del 1985, in cui Veidt svela di essere l'artefice dell'attacco di New York al futuro Presidente Redford, di cui ha già pianificato l'elezione. Wade si fa intercettare mentre Angela gli confessa dell'occultamento delle prove e Laurie la fa arrestare, non prima però che questa ingerisca tutte le Nostalgia. Veidt, catapultatosi in una tuta pressurizzata, si ritrova su una luna di Giove e vi scrive sulla superficie un SOS con i cadaveri dei suoi domestici, fotografato dalla sonda spaziale Juno. Viene riportato indietro dal guardiacaccia, che lo arresta per non aver rispettato i termini dell'accordo.

Questo essere straordinario[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante Laurie tenti di farle autorizzare una lavanda gastrica temendo che l'overdose di Nostalgia possa ridurla in stato vegetativo, Angela sceglie di rivivere i ricordi del nonno, recluta del corpo di polizia di New York nei tardi anni trenta. Will si è rifatto una vita con un'altra sopravvissuta del massacro, che continua a tormentarlo; presto, si imbatte nel razzismo radicato all'interno della polizia e, dopo essere stato quasi linciato dai colleghi per aver arrestato un membro del misterioso "Ciclope", salva una coppia da un'aggressione indossando un cappuccio e diventa così un beniamino della stampa. Spinto dalla moglie, decide di combattere le ingiustizie e investigare sul Ciclope nei panni di Giustizia Mascherata; le sue azioni ispirano altri vigilanti, tra cui Captain Metropolis, che lo invita nei Minutemen, e con cui Will comincia una relazione segreta. Oltre a dover nascondere la sua etnia agli altri Minutemen, però, lui e le sue preoccupazioni riguardo il Ciclope finiscono per venire nuovamente sminuiti. Alcuni anni più tardi, Will scopre che il Ciclope è un piano del KKK volto a utilizzare il controllo mentale sugli afroamericani per farli uccidere tra di loro, tramite un proiettore speciale. Vistosi rifiutare ancora una volta un aiuto da parte di Metropolis, Will fa irruzione da solo nel quartier generale del Ciclope, compiendo una strage e distruggendone i prototipi. La moglie lo abbandona e torna a Tulsa col loro figlio piccolo. Nel 2019, Will usa proprio una forma modificata del Ciclope per spingere Crawford a impiccarsi docilmente, rinfacciandogli l'appartenenza di suo nonno al KKK. Al suo risveglio, Angela si ritrova da Lady Trieu, che, essendo le Nostalgia una sua tecnologia, è riuscita a darle le cure necessarie.

Un'ammirazione quasi religiosa[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: An Almost Religious Awe
  • Diretto da: David Semel
  • Scritto da: Stacy Osei-Kuffour e Claire Kiechel

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante la disintossicazione dalle Nostalgia, Angela rivive diversi episodi della sua infanzia a Saigon, tra cui la morte dei genitori per mano di un terrorista e quella della nonna, venuta per portarla via dall'orfanotrofio in cui viveva. Laurie, che ha ascoltato Angela raccontare le memorie di Will in uno stato di incoscienza, si reca dalla vedova di Crawford per aggiornarla sulle indagini, ma anch'essa si rivela parte del complotto; catturata dalla Cavalleria, Laurie scopre da Keene che il piano del moderno Ciclope consiste nel catturare e uccidere il Dottor Manhattan, per assorbirne i poteri e vendicarsi con essi delle inegueglianze sociali verso i bianchi. Nel frattempo, Angela scopre da Trieu, alleata di Will nel contrastare la minaccia della Cavalleria, che il Dottor Manhattan non si trova su Marte come comunemente creduto, bensì proprio a Tulsa, dove vive sotto le sembianze di un normale essere umano. Tornata a casa, Angela si confronta col marito Cal, dichiarandogli il proprio amore prima di fracassargli il cranio con un martello, estraendo da esso un oggetto simile al simbolo dell'idrogeno di Manhattan, al che Cal s'illumina di blu. Nel frattempo, Veidt subisce senza particolare interesse il processo-farsa del Guardacaccia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dominic Patten, ‘Watchmen’ Gets Official Late October Debut Date From HBO, Deadline Hollywood, 3 settembre 2019. URL consultato l'11 settembre 2019.
  2. ^ a b Watchmen: ecco la data di uscita in Italia, Sky TG24, 16 ottobre 2019. URL consultato il 16 ottobre 2019.
  3. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: ‘Watchmen’ debuts, ‘The Walking Dead’ dips again, TV by the Numbers, 22 ottobre 2019. URL consultato il 22 ottobre 2019.
  4. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: ‘Watchmen’ holds, ‘The Walking Dead’ takes another hit, TV by the Numbers, 29 ottobre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2019.
  5. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: NFL leads, ‘The Walking Dead’ slips again, TV by the Numbers, 5 novembre 2019. URL consultato il 5 novembre 2019.
  6. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: ‘Rick and Morty’ premiere wins the night, ‘Shameless’ returns low, TV by the Numbers, 12 novembre 2019. URL consultato il 12 novembre 2019.
  7. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: ‘Watchmen’ improves, ‘The Walking Dead’ takes the win, TV by the Numbers, 19 novembre 2019. URL consultato il 19 novembre 2019.
  8. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: ‘The Walking Dead’ stays on top, ‘Rick & Morty’ dips, TV by the Numbers, 27 novembre 2019. URL consultato il 27 novembre 2019.
  9. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: ’90 Day Fiancé’ takes the win, ‘Shameless’ rebounds, TV by the Numbers, 4 dicembre 2019. URL consultato il 4 dicembre 2019.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione