Episodi di The Mentalist (prima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: The Mentalist.

Mentalist logo.png

La prima stagione della serie televisiva The Mentalist è stata trasmessa negli Stati Uniti dal 23 settembre 2008 dalla CBS. In Italia questa stagione è stata trasmessa in prima visione dal 28 aprile 2009 su Joi.

Nella Svizzera Italiana la prima stagione è stata trasmessa dal 26 agosto al 4 novembre 2009 sul canale RSI LA1, mentre in Italia è stata trasmessa in chiaro dal 2 settembre 2009 su Italia 1.

I primi episodi sono caratterizzati dal fatto che Jane sorride quasi sempre poco prima della sigla. Ciò avviene più raramente dopo l'episodio Gli amici di John il Rosso.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Pilot John il Rosso 23 settembre 2008 28 aprile 2009
2 Red Hair & Silver Tape Capelli rossi e nastro argentato 30 settembre 2008 28 aprile 2009
3 Red Tide Marea rossa 14 ottobre 2008 5 maggio 2009
4 Ladies In Red Signore in rosso 21 ottobre 2008 5 maggio 2009
5 Redwood Foresta rosso sangue 28 ottobre 2008 12 maggio 2009
6 Red Handed Mano rossa 11 novembre 2008 12 maggio 2009
7 Seeing Red Visione in rosso 18 novembre 2008 19 maggio 2009
8 The Thin Red Line La sottile linea rossa 25 novembre 2008 19 maggio 2009
9 Flame Red Rosso fuoco 2 dicembre 2008 26 maggio 2009
10 Red Brick & Ivy Mattone rosso ed edera 16 dicembre 2008 26 maggio 2009
11 Red John's Friends Gli amici di John il Rosso 6 gennaio 2009 2 giugno 2009
12 Red Rum Rosso di rabbia 13 gennaio 2009 2 giugno 2009
13 Paint It Red Dipingilo di rosso 18 gennaio 2009 9 giugno 2009
14 Crimson Casanova Casanova rosso cremisi 10 febbraio 2009 9 giugno 2009
15 Scarlett Fever Rossa di febbre 17 febbraio 2009 16 giugno 2009
16 Bloodshot Rosso come la vendetta 17 marzo 2009 16 giugno 2009
17 Carnelian, Inc. Omicidio a luci rosse 24 marzo 2009 23 giugno 2009
18 Russet Potatoes Patate rossastre 31 marzo 2009 23 giugno 2009
19 A Dozen Red Roses Una dozzina di rose rosse 7 aprile 2009 30 giugno 2009
20 Red Sauce Sugo rosso 28 aprile 2009 30 giugno 2009
21 Miss Red La ragazza dai capelli rossi 5 maggio 2009 7 luglio 2009
22 Blood Brothers Rosso segreto 12 maggio 2009 7 luglio 2009
23 Red John's Footsteps Le orme di John il Rosso 19 maggio 2009 14 luglio 2009

John il Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio si apre con un caso del CBI (California Bureau of Investigation) della durata di pochi minuti. Questo episodio serve solo per introdurre il personaggio Patrick Jane, non è collegato con il caso successivo, che viene introdotto e risolto sempre nell'episodio pilota. Una ragazza scomparsa viene ritrovata morta, l'accusato è il figlio dei vicini, ma Jane capisce quasi immediatamente cosa è successo realmente in una famiglia solo all'apparenza perfetta: Jane, consulente del CBI, lascia che la madre della ragazza uccida il marito, che aveva una relazione con la sua stessa figlia, e che poi l'aveva uccisa quando questa aveva deciso di non avere più rapporti col lui. Ciò causa la sospensione di Jane dal CBI.

Nonostante Jane sia sospeso, l'agente Cho lo informa di un duplice omicidio che sembra sia ad opera del serial killer John il Rosso (Red John nella versione originale) e Jane non esita a recarsi sulla scena del crimine. Un uomo e una donna vengono trovati morti nella loro abitazione, gli agenti del CBI credono che siano vittime di John il Rosso ma Patrick Jane non è della stessa idea e fa sì che si scopra il vero assassino del duplice omicidio: l'assassino è un "copycat" (un killer-fotocopia), il dottor Linus Wagner. Si scopre che John è arrivato a uccidere undici donne. Durante il secondo caso, l'agente Grace Van Pelt viene aggregata alla squadra di Lisbon nel CBI. In seguito dei flashback ci riportano a cinque anni prima: Jane è ospite di un talk show dove finge di essere un medium e dice di essere un detective paranormale. Interrogato su John il Rosso, un serial killer che ha ucciso almeno otto donne, Jane lo prende in giro, definendolo come un "piccolo uomo, brutto e tormentato". Il serial killer decide quindi di vendicarsi uccidendo la moglie e la figlia di Jane.

  • Ascolti Italia: telespettatori 1.596.000 - share 7,48%[1]

Capelli rossi e nastro argentato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Patrick Jane e il nucleo investigativo del CBI questa volta dovranno trovare il colpevole dell'omicidio di una donna trovata in un vigneto della Northern Napa County. Nelle indagini vengono affiancati dallo sceriffo locale Thomas McAllister. Lo stesso McAllister viene inizialmente sospettato dell'omicidio ma Jane sa già chi è il vero colpevole.

  • Ascolti Italia: telespettatori: 1.828.000 - share 9,52%[2]

Marea rossa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sulla spiaggia di Santa Marta viene ritrovata affogata una ragazza, i primi sospetti sono sugli amici surfisti della ragazza morta, ma gli interrogatori di questi ultimi non portano inizialmente a nessun risultato, obbligando Patrick Jane a mettere l'uno contro l'altro per incastrarli tutti.

  • Ascolti Italia: telespettatori 1.879.000 - share 7,41%[3]

Signore in rosso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jason Sands è un consulente finanziario di successo, il quale si era arricchito alle spalle dei suoi clienti, che si crede sia scomparso ma in realtà è stato aggredito e ucciso all'interno della sua abitazione, dove viene ritrovato il corpo. A questo punto Patrick crede che l'unico modo di incastrare i numerosi sospettati dell'omicidio sia creare un tranello.

  • Ascolti Italia: telespettatori 1.678.000 - share 7,60%[3]

Foresta rosso sangue[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Due ragazze a bordo di un'auto sono scomparse: arrivato sul posto, Jane fa ritrovare agli uomini affiancati dallo sceriffo Nelson una delle due ragazze, Cara Palmer, ormai morta. L'altra ragazza è fuggita dal luogo del delitto ed è la prima sospettata. Jane teme che la ragazza fuggita, Nicole Gilbert, non possa essere colpevole e ritiene che sia stata rapita o uccisa. La ragazza viene trovata in un supermercato gravemente ferita e viene ricoverata in ospedale, accusando perdita di memoria e diverse ferite: Jane l'aiuterà a recuperare la memoria, riportandola infine sulla scena del crimine, fino a risalire all'omicida.

Mano rossa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La mano mozzata del boss del Casinò Calida, James Meier, si trova appena al di là del confine tra California e Nevada, dalla parte californiana. La mano è segnata con la scritta "43", stesso metodo usato dalla mafia in passato contro i ladri. In questo caso Jane scopre subito l'assassino, ingannandolo e consegnandolo infine agli agenti del CBI.

Visione in rosso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ad una ricca ereditiera viene predetto che a breve morirà. Dopo l'omicidio, i sospetti ricadono sul figlio, tagliato fuori dal testamento. La vicenda è incentrata su Kristina Frye, la sensitiva che aveva predetto la morte della donna: tra il forte scetticismo di Jane nei confronti della sensitiva/truffatrice, l'indagine va avanti e in seguito alla "falsa" seduta spiritica architettata da Jane e dalla squadra del CBI prima della lettura del testamento, viene scoperto l'omicida.

La sottile linea rossa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il testimone di un caso riguardante spacci di droga viene trovato brutalmente assassinato in un motel assieme alla fidanzata. Concorrendo con la polizia di Davis, la squadra del CBI guidata da Lisbon arriva all'arresto del principale sospettato, Rick Carass, ma Jane, con l'aiuto della squadra, riesce a incastrare il vero colpevole.

Rosso fuoco[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Su richiesta del capo della polizia di Marquesa, Trey Piller, la squadra si reca a Marquesa, una piccola città californiana, dove le indagini si svolgono intorno ad un omicidio causato da un incendio doloso.

Mattone rosso ed edera[modifica | modifica wikitesto]

Sophie Miller, la psichiatra che aveva avuto in cura Patrick Jane durante il suo ricovero in un ospedale psichiatrico a causa dell'esaurimento nervoso a seguito dell'omicidio della sua famiglia perpetrato da John il Rosso, chiama Jane a seguito della morte di un ricercatore di un college. Il CBI viene chiamato ad indagare il giorno stesso e Jane, con un inganno, riesce a far confessare l'assassino.

Gli amici di John il Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio inizia con un flashback: un anno prima Jared Renfrew viene arrestato in casa sua per l'omicidio della figlia della domestica, che non ha commesso. Convinto dal presunto omicida, Jane decide di provare a farlo uscire di prigione in cambio di informazioni su John il Rosso. Contro il volere del capitano Virgil Minelli, Jane compie le sue indagini: entrato nella casa del fratello di Renfrew, Jane viene convocato per l'ennesima volta da Minelli e decide di licenziarsi. La squadra del CBI, con a capo Lisbon, decide di dare una mano a Jane, cercando un collegamento tra John il Rosso e il carcerato: sorpresi da Minelli, inizialmente il capitano decide di sospendere l'intera squadra, per poi concedergli una settimana per aiutare Jane. Il collegamento tra John il Rosso e Renfrew risale al 1998: Renfrew era stato arrestato ed era finito in cella con Orvalle Tanner, partner di John nel suo primo omicidio conosciuto. Scoperto ciò John riesce ad accedere al computer della polizia, ottenendo le medesime informazioni appena scoperte dal CBI. L'obbiettivo di John è quello di uccidere Renfrew, dopo che questi fosse uscito grazie all'aiuto di Jane. Parte della squadra torna nella casa dei Renfrew per incastrare il vero killer: svelatosi, il CBI riesce a scagionare Renfrew. Durante la scorta, Renfrew riesce ad uscire dall'auto e a fuggire a piedi: aveva già previsto la fuga, facendosi aiutare da alcuni amici. Renfrew fugge in Messico e sentitosi al sicuro chiama Jane: il CBI rintraccia la chiamata in un motel di Tijuana ma John il Rosso, che aveva già rintracciato Renfrew grazie agli stessi presunti "amici" di Renfrew, anticipa il CBI, lo raggiunge e uccide sia lui sia una prostituta, dodicesima vittima femminile di John. Prima di morire Renfrew lascia un indizio sull'identità di John (scritto su un muro con il proprio sangue), interpretabile in "He is Mar".

Rosso di rabbia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cody Elkins, un ragazzo sedicenne scomparso, viene trovato morto, e le tracce sulla scena del crimine farebbero pensare ad un sacrificio wicca, e quindi alla "strega" del paese come probabile colpevole. Su autorizzazione di Minelli, il CBI entra nell'abitazione della "strega", sulla quale si concentreranno le prime indagini. Successivamente gli inquirenti si concentrano su Daniel, un compagno di scuola di Cody, ma il vero assassino è Michael, il padre di Cody.

Dipingilo di rosso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Harry Lashley viene trovato morto nella stanza di A.P. Caid, mentre un dipinto italiano del valore di 50 milioni di dollari è stato rubato dalla stessa stanza. Jane riesce a ricostruire subito la scena: Lashley sorprende il ladro che ha rubato il dipinto e questo lo uccide; un uomo della compagnia di Caid, dopo aver spento le telecamere, sale insieme alla segretaria nell'ufficio di Caid per fare sesso ma, trovato il cadavere, l'uomo decide di spostarlo e d'inventarsi una scusa per esser entrato nella stanza di Caid e per aver trovato il corpo di Lashley. Le indagini portano a Širali Arlov (Sebastian Roché), un magnate russo del petrolio che si era visto soffiare il dipinto a un'asta proprio a causa di Caid, che aveva fatto un'offerta più alta della sua. La squadra del CBI scopre che Lashley aveva dei precedenti penali e inoltre aveva pagato 20.000 dollari per farsi fare due copie del dipinto: Lashley era complice del ladro che aveva rubato il dipinto. Caid ritorna alla sua compagnia e svela di aver commissionato a Lashley le copie del dipinto originale, dicendo che l'originale è nel suo caveau. Nonostante ciò, Jane scopre quasi immediatamente che il quadro è un falso, una delle copie. Andando contro il parere di Lisbon, Jane prende con sé gli agenti Cho e Rigsby e vola verso Los Angeles. Arriva ad Arlov e riesce a sottrargli il dipinto, scambiandolo con un falso. Lisbon e Jane ritornano alla compagnia di Caid per restituirgli il dipinto originale: dopo aver riportato il quadro a Caid, e Jane, dato che era un'altra copia, sceglie di darlo alla fiamme, e svela senza danni ingenti il vero ladro e assassino.

Casanova rosso cremisi[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Contea di Napa. Claire Wolcott viene uccisa mentre è a letto con il suo amante: il marito, Keith Wolcott, è politicamente collegato al procuratore generale e riesce a ottenere che le indagini vengano affidate al CBI. Dalla scena del crimine Jane nota che l'amante è ferito: rintracciato, si scopre che è Paul Fricke, che nel frattempo ha fasciato il braccio ferito. Keith Wolcott viene interrogato da Lisbon e da Cho e in seguito le indagini si dirigono verso l'assistente di Claire Wolcott, Natalie: quest'ultima cercava di ricattare la Wolcott consegnando le foto del suo tradimento al marito, ma sapeva che il ricatto avrebbe potuto essere un insuccesso perché Keith Wolcott controllava i movimenti finanziari e sapeva che la moglie lo stava tradendo. Infine il CBI decide di mandare Cho in avanscoperta per attirare il killer in una trappola escogitata da Jane e di cui è consapevole, stranamente e non come al solito, Lisbon. Si scopre che il killer voleva commettere un omicidio passionale e quindi lui mirava a Paul Fricke e non Claire Wolcott. Dopo l'arresto ammette a suo malgrado, sotto l'esortazione di Jane, che è dispiaciuto di aver sbagliato persona.

Rossa di febbre[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante una festa una donna precipita da un balcone dentro la sala. Nel frattempo al quartier generale del CBI Jane ha ipnotizzato un sospettato di duplice omicidio: mentre lo sta interrogando viene interrotto da Lisbon, contraria ai suoi metodi pro ipnosi, che gli comunica del nuovo caso e Jane abbandona il sospettato nel momento in cui entra l'avvocato. La festa era stata voluta dalla stessa vittima, essendo a capo del comitato delle donne del Country Club. Jane scopre che le chiavi di Scarlett Marquesa sono sparite, poiché qualcuno le ha rubate. Recatisi al Country Club, Rigsby e Jane cominciano a interrogare alcune donne presenti alla festa: tra le altre, Mandy sostiene che una relazione tra il marito della vittima, Victor Marquesa e Asra Adami sia impossibile. Asra Adami fugge ma su consiglio di Jane, Rigsby e Van Pelt ritrovano Asra Adami mentre è a letto con la stessa Mandy. Ritornati al CBI, mentre Lisbon e Van Pelt interrogando Asra Adami, Rigsby trattiene Mandy: a questo punto arriva Cho che rivela a Rigsby e quindi, volontariamente, anche a Mandy, che la cassaforte della vittima verrà aperta lunedì mattina. Rigsby e Jane si chiudono nella stanza della cassaforte, riuscendo a incastrare Patience, che aveva rubato le chiavi della Marquesa, entrando nella stanza della cassaforte. Contemporaneamente Cho, Van Pelt e Lisbon interrogano un fornitore di farmaci, scoprendo che Scarlett Marquesa era una spacciatrice. Lisbon decide di mettere Cho e Rigsby a sorvegliare Patience, che oltre a diventare l'erede di Scarlett alla guida del Country Club avrebbe preso il suo posto nel "ruolo" di spacciatrice, ma questa dissuade i due agenti dal sorvegliarla. Allertati da una ragazza, i due agenti entrano nella stanza dei massaggi e trovano Patience uccisa. A questo punto Jane incastra l'omicida: dice alle donne rimanenti che presto il CBI effettuerà un arresto ai danni di Victor e che Oscar, il figlio dei Marquesa, verrà dato in affidamento: disperato, il killer si rivela a Jane. L'episodio si conclude con Rigsby che esce con Jackie, una ragazza del Country Club, sotto la sguardo sorpreso e divertito di Lisbon, Jane e Cho, e soprattutto sotto quello attonito di Van Pelt.

Rosso come la vendetta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Quartier generale del CBI, Sacramento. Jane è appena arrivato in ufficio, assieme alla squadra, quando gli arriva un messaggio riguardante una presunta bomba piazzata nelle vicinanze dell'edificio. Jane esce in strada e, seguito da Lisbon, cerca nel parcheggio riuscendo a trovare l'ordigno dentro a un furgone: assieme alla bomba vi è un uomo, James Medina, che cerca invano di liberarsi ma ormai, a venti secondi dall'esplosione della bomba, l'unica cosa che Lisbon e Jane possono a fare è scappare il più lontano possibile dal furgone; attardatosi, Jane viene sobbalzato dall'esplosione e dopo essersi rialzato dalla caduta si accorge di aver perso la vista e viene ricoverato all'ospedale, riuscendo a farsi dimettere quasi subito, nonostante rimanga momentaneamente cieco. Ritornato al CBI, Van Pelt riesce a trovare un collegamento tra la Lynch Halstead e Jane: otto anni fa Jane aveva una cliente in comune con la Lynch Halstead, Carol Gentry, che poco dopo si suicidò. In seguito Jane sviene e viene nuovamente curato. Continuando le ricerche Van Pelt trova un ulteriore contatto, Jill Lamont, moglie di Paul Kraeger, che tradiva la consorte. Il ragazzo di Van Pelt, l'avvocato Dan Hollenbeck riesce ad entrare nel quartier generale del CBI, con la scusa di vedere la stessa Van Pelt. Subito dopo prende di sorpresa Rigsby, lo stordisce e lo incatena con le sue stesse manette nel bagno. Fatto ciò rimangono solo in tre nell'edificio: Van Pelt, Hollenbeck e Jane. Svegliato da Van Pelt, Jane capisce subito che qualcosa non quadra e quando intuisce che sono rimasti solo loro tre, tenta di andarsene ma viene fermato da Hollenbeck, che ha capito le sue intenzioni. A questo punto Van Pelt viene contattata da Lisbon: assieme a Cho trovano Paul Kraeger, diventato un barbone e ossessionato da Jane (che aveva causato il divorzio tra lui e sua moglie e di conseguenza aveva perso tutto ciò che possedeva) e da Medina (che l'aveva licenziato dalla Lynch Halstead) e che ha un figlio che si fa chiamare Dan Hollenbeck. Il figlio di Kraeger esce dall'edificio puntando un'arma contro Jane e Van Pelt, quest'ultima ammanettatasi con le sue manette; trovando un diversivo, Jane colpisce Hollenbeck e tenta la fuga, raggiungendo e riuscendo a mettere in moto la vettura di Van Pelt. A causa della sua cecità, la fuga dei due non va lontano e vengono raggiunti da Hollenbeck che viene freddato da Lisbon. L'episodio si conclude con Jane che recupera la vista.

Omicidio a luci rosse[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il governatore della California viene informato tramite una lettera anonima che qualcuno morirà in mattinata nel deserto del Mojave in un preciso punto segnato dalle coordinate fornite dallo scrittore anonimo nella lettera. Arrivati nel punto prestabilito, Lisbon, Cho, Rigsby e Jane stanno per tornare in auto quando dal cielo piove il cadavere di David Whittaker, paracadutista e vicepresidente della Carnelian, un'azienda di investimenti. L'omicida decide quindi di sfidare nuovamente la polizia, dicendo che ucciderà ancora finché la compagnia non farà delle scuse pubbliche. Lisbon e Jane vanno ad interrogare Randall Faulk, presidente dell'azienda: le indagini si dirigono verso un registro di tutti quelli rimasti insoddisfatti e/o che ce l'avevano con la compagnia e tra questi viene arrestato Lee Skelling. Interrogato da Cho e da Jane, Skelling viene rilasciato ufficialmente su ordine di Lisbon per mancanza di prove ma secondo Jane è innocente. Un altro messaggio viene inviato dallo scrittore anonimo: Jane intuisce il pericolo e ritorna a casa di Faulk, arrivando con dieci minuti d'anticipo e riuscendo a salvarlo, nonostante l'ordigno non esploda a causa di un piccolo difetto. Jane e Lisbon ritornano a casa di Skelling che, ascoltando la radio della polizia, capisce che verranno da lui e fugge prima. Mentre gioca a paintball, Nadia Sobell, che voleva passare alla concorrenza, viene uccisa. Ingannato da Jane, l'assassino viene arrestato e patteggia una pena con Jane confessando nella sala interrogatori del CBI.

Patate rossastre[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carl Resnik arriva alla sede del CBI portando un grosso sacco, convinto che nel sacco ci siano delle patate, mentre in realtà contiene un cadavere, poiché ipnotizzato. Il tutto porta ad un'associazione che pratica e insegna l'ipnosi come metodo curativo: a capo vi è Royston Daniel, uno dei terapisti dell'ipnosi più autorevoli. Rick Tiegler, braccio destro di Daniel, viene arrestato e, portato al CBI, confessa l'omicidio di Mary Beth Hendrix nonostante fosse ubriaco e sotto l'effetto dell'ipnosi. Van Pelt va ad interrogare Daniel e lo porta al CBI dove assiste all'interrogatorio guidato da Cho: ad un certo punto Rigsby entra e cerca di spaccare la faccia a Daniel, fermato da Cho e dalla squadra. Jane scopre che Rigsby è stato ipnotizzato, cercando di aiutarlo, invano. Rigsby, ancora ipnotizzato, arriva all'associazione, entrando nell'ufficio di Daniel: qui lo trova legato alla sua sedia mentre accanto a lui c'è Lindsay Hendrix, sorella della vittima, che aveva ipnotizzato sia Rigsby sia Tiegler. Daniel prova a farlo uscire dal trans ma la Hendrix lo fa zittire con lo scotch. Jane, che aveva messo un localizzatore GPS nella giacca di Rigsby, raggiunge anch'egli il tetto dell'associazione ma la Hendrix gli punta una pistola contro. Jane fa uscire allo scoperto Lisbon che però viene presa di sorpresa da Tiegler, che sta dalla parte della Hendrix. In questo stallo messicano Jane rischia quasi di farsi buttare dal tetto da Rigsby ma, prendendo tempo, riesce a farlo uscire dal suo stato ipnotico e Rigsby, ripresosi, atterra la Hendrix mentre Lisbon disarma Tiegler.

Una dozzina di rose rosse[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles. Felix Hanson, ex deputato della California, viene trovato morto nella Hollywood Walk of Fame: nella sua auto viene rinvenuta della droga. A Burbank Lisbon e Jane vanno ad interrogare Gabriel Fanning ai Poseidon Studios: qui scoprono che Henson aveva personalmente investito 10 milioni di dollari in una pellicola. I due vanno quindi a Malibù, nella villa degli Hanson: secondo la moglie, Hanson non usava droga o farmaci mentre la figlia dice che si è disintossicata da anni e scoprono che Hanson aveva deciso di ritirare il suo investimento nel film, cercando anche di uscirne, perché quest'ultimo era stato pesantemente modificato da Fanning. Gli agenti Cho e Rigsby vanno a prendere lo spacciatore Frederick Ross, ma questi riesce a sfuggire ai due agenti. Lisbon e Jane ritornano ai Poseidon Studios e l'agente di Fanning, Mitch Cavanaugh, viene arrestato per possesso e uso di droghe, che in realtà sono usate e possedute da Fanning stesso. Cavanaugh, interrogato da Cho, consegna Ross al CBI: lo stesso Cho, Van Pelt e Rigsby vanno a prelevare Ross e lì trovano anche Sydney Hanson, la figlia di Felix. Interrogata, la ragazza ammette che fa ancora uso di droga, aiutata dal fidanzato Brandon Fulton che si riforniva da Ross. Entrato nella residenza degli Hanson, Felicia spara a Fulton, che possedeva l'arma dell'omicidio. Sulla scena del film si ritrovano Sydney e Felicia Hanson, mentre Jane assiste vicino al regista: Sydney mette alle corde la madre che, di fronte ai presenti, confessa d'aver costretto Fulton a uccidere il marito e poi d'aver attirato Fulton in casa propria per finirlo.

Sugo rosso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ed Diedricksen, pseudonimo di Eddie Russo, un supervisore di una sala giochi viene trovato morto sulla riva di un fiume: si scopre che spacciava droga ai ragazzini della sala giochi e che aveva un passato nella mafia, posto sotto la protezione dei federali. Era il contabile del clan mafioso dei Battaglia di Philadelphia: beccato con una grande quantità di droga dai federali, collaborò vendendo informazioni ai federali e incastrando alcuni dei capi della famiglia Battaglia; tra gli altri si salva il capo clan, Santino "Sonny" Battaglia, ora in pensione. Dopo aver interrogato la moglie di Diedricksen, che aveva accolto la squadra del CBI puntando un fucile contro Lisbon, Cho e Van Pelt, quest'ultima va da John "Tiny" Callahan assieme a Rigsby. Contro il volere di Lisbon, Jane si reca a Palm Desert per incontrare il boss siciliano Battaglia, che ultimamente si sta dedicando al golf. Rigsby e Cho vanno a parlare nuovamente con il capo di Diedricksen, scoprendo che la vittima aveva una relazione con lo sceriffo Knox: quando Diedricksen venne trovato in auto assieme a Callahan con un quantitativo elevato di droga, Callahan finì incarcerato mentre Diedricksen venne scagionato dalla Knox stessa. La Knox, che era stata convocata ufficialmente dal CBI come persona informata sui fatti del caso Russo, tenta il suicidio ma viene trovata e salvata da due agenti di polizia. Per incastrare l'assassino, Jane inventa un piano all'oscuro di Lisbon portandosi dietro Rigsby e Van Pelt.

La ragazza dai capelli rossi[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Pelican Cove, Sausalito. Jim Gulbrand, amministratore e fondatore della società di software Gaia Matrix, è scomparso. La squadra del CBI, arrivata al molo, scopre il cadavere di Jim Gulbrand attaccato all'ancora della barca. Cho e Van Pelt vanno alla sede della Gaia Matrix, situata nella città di Berkeley, venendo accolti da Stuart Hanson, un invalido a capo della sicurezza della società. Rigsby e Jane invece vanno ad interrogare la fidanzata di Gulbrand, Brooke Harper. Scoperto che "Brooke Harper" è un nome falso, Rigsby e Cho, ritornano alla clinica per parlare con la psichiatra ma questa riesce a fuggire beffando i due agenti. Rintracciata da Jane e Cho, viene arrestata: interrogata nella sala del CBI, prova a prendersi gioco di Jane, ma questi è più furbo di lei. La donna, rimasta al CBI, viene nuovamente interrogata da Jane: sfidato dalla psichiatra, Jane le svela che ha scoperto il suo vero nome, ovvero Lindsay Smith e che conosce buona parte della sua vita. La Smith decide quindi di scappare dal CBI con la chiave datale da Jane, ma viene tenuta sotto controllo dalla squadra grazie a un localizzatore GPS. La Smith si reca alla stazione ferroviaria puntando un'arma contro Hanson, che la porta dove si trova la cassetta con i 10 milioni di dollari di Gulbrand: mentre la Smith apre la cassetta e trova la borsa con i soldi, Hanson si alza dalla sedia a rotelle e va contro la Smith, facendosi dare la borsa contenente i soldi, poco prima di essere arrestato da parte di Rigsby e di Cho mentre Van Pelt si occupa della Smith.

Rosso segreto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Justin Prentis, studente di una scuola privata, viene trovato morto. L'assassino si nasconde dietro una leggenda locale inerente ad un taglialegna assassino, tale Zachariah e della setta Z-Crew che attraverso particolari rituali per costringere al silenzio e alla paura tutti gli studenti. Arrivati sulla scena Jane scopre quasi subito che il ragazzo era stato sepolto vivo. Con uno stratagemma Jane riesce ad aver un colloquio con i compagni di Prentis senza che l'insegnante assista e riesce a intuire che il killer è il capo dello Z-Crew. La squadra del CBI rimane nei pressi della scuola privata, indagando sull'omicidio ma una ragazza della scuola, Cassy, scompare: Jane, volontariamente allontanatasi dalla ricerca della ragazza, sorprende il preside McLain in fuga assieme alla giovane Cassy. Portati al CBI, Cassy confessa di aver avuto rapporti sessuali consenzienti ma indesiderati con il preside McLain, che quindi viene incriminato per abuso di minore. Justin, la vittima che era innamorato di Cassy lo aveva scoperto ed è stato ucciso per questo motivo. Durante la cerimonia del fuoco sacro, un avvenimento caratteristico della scuola, Jane tramite uno stratagemma riesce a far confessare il giovane ragazzo che ha ucciso Justin.

Le orme di John il Rosso[modifica | modifica wikitesto]

  • Ascolti Italia: telespettatori 2.377.000 - share 9,63%[4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Crocket State Memorial Park di San Angelo. L'episodio parte con un'osservazione di Rigsby fatta a Cho dopo aver visto il corpo della vittima: il killer ha volontariamente lasciato un cadavere nell'unica zona di competenza del CBI nel raggio di 100 miglia anche se avrebbe potuto lasciarlo ovunque, ma Cho pensa sia una coincidenza. Le indagini sono coordinate dallo sceriffo Ted Hardy. Dopo che il corpo di Emma Plasket, la vittima, viene nuovamente scoperto per farlo vedere anche al resto della squadra, Jane rimane colpito dal fatto che l'assassino abbia dipinto le unghie dei piedi della vittima con il sangue della stessa, proprio come fece John il Rosso con la moglie di Jane e i tagli inferti alla vittima sono il chiaro simbolo del modus operandi del serial killer; nonostante ciò, anche Lisbon pensa che sia solo una coincidenza. Pochi secondi dopo un aereo in cielo disegna il simbolo di John, smentendo di fatto i pareri di Cho e di Lisbon. La gemella di Emma Plasket, Maya, è stata rapita.

Van Pelt risale alla "RJ Solutions", una società di San Francisco mentre Cho e Rigsby trovano la casella postale della società che ha commissionato il simbolo in cielo. Interrogando i genitori, la squadra scopre che le gemelle Plasket facevano uso di droga da mesi, risalendo al fidanzato della vittima, un ladro con una scarsa reputazione di nome Mace. Arrivato a casa di Mace, il ladro riesce a scappare ma deve arrendersi quando viene rintracciato e arrestato dal team di Lisbon in collaborazione con la polizia. Interrogato al CBI, Mace rivela che un uomo l'aveva avvertito per telefono di non proseguire la relazione con Maya, altrimenti le sarebbe successo qualcosa. Mace non tiene conto della telefonata e prosegue il rapporto con Maya: qualche settimana dopo Mace dice di essersi svegliato con accanto una testa di maiale, altro avvertimento a interrompere la relazione. Jane e Lisbon ritornano alla residenza dei Plasket e qui Jane scopre una telecamera e un trasmettitore nella stanza delle gemelle: qualcuno le stava spiando. Dopo essersi procurati il mandato, Cho e Rigsby aprono la casella di posta e vi trovano una lettera di una certa Rosalind Harker, residente ad Hattiesburg, indirizzata a Roy Tagliaferro, che Jane deduce essere John il Rosso. Una delle pochissime possibilità per arrivare più vicino a John il Rosso è parlare con Rosalind Harker, tra le poche persone a conoscere l'identità di John il Rosso ed essere ancora in vita: arrivati alla sua abitazione, Jane e Lisbon scoprono che la ragazza è cieca. Persuadendo la Harker, Jane riesce a convincerla a parlargli di Roy Tagliaferro; inoltre nell'abitazione è presente il simbolo di John il Rosso. La donna da una descrizione abbastanza accurata di Roy Tagliaferro, dicendo a Jane che lui preferisce la musica di Bach, suonata dalla donna nelle occasioni in cui era insieme a lui. Inoltre solo un'altra persona, amica di Tagliaferro, è venuta nella casa della Harker: un uomo chiamato Dumar, accanito fumatore che voleva smettere e che quel giorno aveva portato a casa un peluche acquistato in un negozio. Su suggerimento del capitano del CBI Minelli, Van Pelt trova dei risultati interessanti cercando nel database "Cut Iron", la versione inglese del cognome "Tagliaferro": la Cut Iron Properties Inc. acquistò un terreno agricolo proprio quando Tagliaferro arrivò in città, otto mesi prima.

Individuato il terreno, Jane vorrebbe intervenire subito e fare irruzione nella proprietà, ma Lisbon si arrabbia perché non si può fare senza un mandato. Lo sceriffo suggerisce il giudice più vicino e Lisbon parte. Rimasto solo con Hardy, Jane lo convince a fare irruzione nella proprietà per salvare la ragazza.

Jane e lo sceriffo Hardy raggiungono ed entrano nella residenza di Tagliaferro alla ricerca di Maya Plasket e trovano quasi subito una botola, dove Maya è tenuta prigioniera. Contemporaneamente Cho e Rigsby visionano i filmati del negozio nel quale venne venduto il peluche in possesso della Harker nel giorno del ringraziamento, giorno nel quale l'amico di Tagliaferro, Dumar, tornò a casa Harker portando con sé il peluche oltre a delle sigarette: i due agenti scoprono chi aveva acquistato quegli oggetti nel negozio e quindi anche chi è Dumar, ovvero lo sceriffo Hardy, che quindi è amico e complice di John il Rosso.

Ormai sicuro di prevalere su Jane, Hardy si rivela essere Dumar Tanner, figlio di Orvalle Tanner, il primo complice di John il Rosso, morto in carcere dieci anni prima. La fattoria stessa era la vecchia proprietà dei Tanner ed era stata acquistata da John il Rosso. Poco dopo interviene Lisbon, che ha solo fatto finta di andare a cercare il mandato per l'irruzione: inizialmente il piano di Jane prevedeva la sua entrata dopo l'arrivo di John il Rosso ma Lisbon è certa che John se ne era già andato. Nonostante abbia una pistola puntata contro, Hardy cerca di scappare ma viene preso e atterrato da Lisbon.

Liberata Maya dalla sua prigionia tutto sembra essersi concluso nel migliore dei modi, con Hardy svenuto sulla barella dell'ambulanza che lo sta portando in ospedale, dove cureranno le sue ferite; Rigsby e Cho ritornano a Sacramento, mentre Lisbon compila delle carte prima di portare Maya a casa e Jane e sull'uscio della casa. Improvvisamente, Hardy riesce a liberarsi delle manette con una sua chiave, sottrae l'arma a un poliziotto e lo uccide con due colpi e punta l'arma su Lisbon.

Quando sta per sparare a Lisbon viene ucciso da Jane, con un fucile. Prima di morire Hardy si prende gioco di Jane, che rimane scioccato dagli avvenimenti (è la prima volta che uccide una persona) e dalla morte di Hardy che interrompe la traccia che avrebbe potuto portarlo a John il Rosso.

L'episodio si conclude con Lisbon e Jane che accompagnano Maya dalla sua famiglia e con Jane che sembra ritrovare un momento di pace

In seguito il caso rimarrà noto negli uffici del CBI come "caso Tanner".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ auditel 02-09-2009, su antoniogenna.wordpress.com.
  2. ^ auditel 02-09-2009, su antoniogenna.wordpress.com. URL consultato il 01-02-2010.
  3. ^ a b auditel 09-09-2009, su antoniogenna.wordpress.com. URL consultato il 01-02-2010.
  4. ^ auditel 06-01-2010, su serialtv.it.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione