Episodi di Sonic Underground

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Sonic Underground.

La serie televisiva di Sonic Underground consiste in 40 puntate.

Titolo italiano Titolo inglese Prima TV Francia Prima TV USA Prima TV Italia
1 Marcia nuziale Wedding Bell Blues 6 gennaio 1999 4 ottobre 1999
2 In cerca della regina To Catch a Queen 10 gennaio 1999 31 agosto 1999
3 Ritorno a casa Moobodon 13 gennaio 1999 1º settembre 1999
4 Il prezzo della libertà The Price of Freedom 17 gennaio 1999 2 settembre 1999
5 Il ballo delle debuttanti Underground Masquerade 20 gennaio 1999 3 settembre 1999
6 Fidarsi è bene ma... Tangled Webs 24 gennaio 1999 6 settembre 1999
7 Chi ha paura dell'acqua? The Deepest Fear 27 gennaio 1999 7 settembre 1999
8 Amnesia Who Do You Think You Are? 31 gennaio 1999 8 settembre 1999
9 L'ultimo resort The Last Resort 3 febbraio 1999 9 settembre 1999
10 Venite fuori ovunque voi siate Come Out You Wherever You Are 7 febbraio 1999 10 settembre 1999
11 Il vincitore prende tutto Winner Fakes All 10 febbraio 1999 13 settembre 1999
12 La casa del riccio è il suo castello A Hedgehog's Home Is Her Castle 14 febbraio 1999 14 settembre 1999
13 I manufatti Artifact 17 febbraio 1999 15 settembre 1999
14 Mosconi all'attacco Bug! 21 febbraio 1999 16 settembre 1999
15 Tonico velocizzante Sonic Tonic 24 febbraio 1999 17 settembre 1999
16 Amicizia e tradimento Friend or Foe? 28 febbraio 1999 20 settembre 1999
17 La testa tra i giochi Head Games 3 marzo 1999 21 settembre 1999
18 Una prova di coraggio When in Rome... 7 marzo 1999 22 settembre 1999
19 Il furbastro sulla corona The Jewel in the Crown 10 marzo 1999 23 settembre 1999
20 Tre ricci e una culla Three Hedgehogs and a Baby 14 marzo 1999 24 settembre 1999
21 Il giorno delle Dune Dunes Day 17 marzo 1999 27 settembre 1999
22 La Piramide perduta Mumy Dearest 21 marzo 1999 28 settembre 1999
23 Litigio a tradimento Hedgehog in the Iron Mask 24 marzo 1999 29 settembre 1999
24 Una gente per sei Six Is a Crowd 28 marzo 1999 30 settembre 1999
25 La maledizione della fortezza volante Flying Fortress (1) 31 marzo 1999 1º ottobre 1999
26 L'inizio Beginnings (2) 4 aprile 1999 30 agosto 1999
27 Dove nessuno raggiungerà l'isola No Hedgehog Is an Island (3) 7 aprile 1999 5 ottobre 1999
28 Prendendo pur di conoscervi Getting to Know You (4) 11 aprile 1999 9 ottobre 1999
29 Tira Pugni New Echidna in Town (5) 14 aprile 1999 7 ottobre 1999
30 Dove non sorge l'armonia Harmony or Sommething (6) 18 aprile 1999 8 ottobre 1999
31 Il paese contro la crisi Country Crisis 21 aprile 1999 11 ottobre 1999
32 Chioma nello spazio Haircraft in Space 25 aprile 1999 12 ottobre 1999
33 Un guaritore Healer 28 aprile 1999 13 ottobre 1999
34 La scelta di Sonia Sonia's Choice 2 maggio 1999 14 ottobre 1999
35 Il grande intenerimento The Big Melt 5 maggio 1999 15 ottobre 1999
36 Chi dorme non entra in azione Sleepers 9 maggio 1999 18 ottobre 1999
37 Fuga dalla prigione Bartleby the Prisoner 12 maggio 1999 19 ottobre 1999
38 Tutti contro la distruzione The ART of Destruction 16 maggio 1999 20 ottobre 1999
39 Il ciondolo del salvataggio The Pendant 19 maggio 1999 21 ottobre 1999
40 Addio, pericoli virtuali! Virtual Danger 23 maggio 1999 22 ottobre 1999

L'inizio[modifica | modifica wikitesto]

  • Origini, parte 1
  • Scritto da: Ben Hurst e Pat Allee

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La regina Aleena racconta che sotto alla sua guida, il pianeta Mobius era bello, pacifico e prospero. Ma nello stesso giorno in cui ella partorì i suoi tre figli, il malvagio Dottor Robotnik usò la sua tecnologia per conquistare il mondo, inquinandolo e robotizzando non solo parte dell'ambiente, privandolo della vita, ma anche la maggior parte dei cittadini civili, trasformandoli in suoi cyborg, mentre ricchi, benestanti e nobili li lasciò in libertà per far circolare l'economia. Dopo aver passato pochi giorni nascosta con i suoi figli, l'Oracolo di Delphius svelò alla regina una profezia secondo la quale i suoi bambini la ritroveranno e formeranno il Consiglio dei Quattro per cacciare Robotnik. Per avverarla, la regina abbandonò i suoi figli separati: Sonia alla villa di Lady Windimire, Sonic in una casa civile abitata da due sposi e Manic alla casa di un sobborgo povero. Manic tuttavia viene rapito da uno zingaro che, ignaro del contenuto della cesta, lo porta al suo cappo Ferrell, il quale, prende Manic come suo figlio e lo addestra a rubare e a suonare la batteria come passatempo. Sonia cresce venendo educata come una dama, impara la ginnastica, il karate e a suonare il pianoforte. Sonic invece cresce allegro con i genitori adottivi, scopre che il suo cibo preferito sono i Chili dog e impara a suonare la chitarra. Ben presto però, i suoi genitori adottivi gli dicono a malincuore di abbandonarli e andare dallo zio Chuck, venendo subito dopo arrestati dai robot di Robotnik e la loro casa bruciata. Anni dopo, Sonic aiuta zio Chuck e i Combattenti per la Libertà in svariate missioni per sabotare Robotnik; in una di queste fa esplodere una base venendo successivamente identificato. L'Oracolo allora svela la profezia a Sonic, scoprendo di avere un fratello e una sorella, con i quali si riunisce dopo aver suonato un brano assieme; anche Robotnik viene informato della profezia dall'Oracolo e decide quindi di assumere Sleet e Dingo come suoi fidi cacciatori di taglie per catturare i ricci e robotizzarli; i due cacciatori, con alcuni SWATbot catturano Lady Windimire, Ferrell e zio Chuck ad insaputa dei tre fratelli. Costoro, riunitisi, scoprono con dispiacere tramite l'Oracolo che Lady Windimire, zio Chuck e Ferrell, dopo l'arresto, sono stati robotizzati e, consapevoli della profezia, ricevono una pergamena e decidono di partire alla ricerca della madre.

  • All'inizio dell'episodio compare una statua che riproduce re Acorn di Sonic SatAM.
  • Canzone: Someday, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo, somiglia vagamente a Jump dei Van Halen. Assieme a Where There's a Will, There's a Way di Una prova di coraggio è l'unico brano, in tutta la serie, dove la band non usa i propri strumenti/medaglioni.

Prendendo pur di conoscervi[modifica | modifica wikitesto]

  • Origini, parte 2
  • Scritto da: Ben Hurst e Pat Allee

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Dr. Robotnik ordina a Sleet e Dingo di trovare e catturare i ricci, ma non appena Dingo vede l'immagine di Sonia se ne innamora perdutamente. Il trio si sta organizzando per partire immediatamente seguendo la pergamena datagli dall'Oracolo ma vengono attaccati da uno SWATbot, prontamente disattivato da Sonic e Manic ma nel mentre giungono i due cacciatori. Sonia riesce a far cadere Dingo e Sonic, approfittando della distrazione del canino (che ha inavvertitamente fatto svenire Sleet), carica i due fratelli e schizza nel sottosuolo verso un'uscita sotterranea di Robotropolis. I ricci raggiungono una giungla dove incontrano Gandar, una specie di leone muscoloso senza coda, membro dei Combattenti per la Libertà. Gandar ha l'incarico di addestrare i ricci a combattere e insegna quindi a Sonic a controllare la sua velocità, a lui e a Sonia come fare un attacco rotante e a Manic ad usare le sue bacchette come frecce. Affinate le abilità, Sonic, Sonia e Manic vengono magicamente teletrasportati da Gandar nel monastero di Thelonious, un cane antropomorfo, per la seconda parte dell'addestramento. Qui sono costretti ad affrontare un mostro ma non riescono a batterlo. Avendo quindi imparato che per farcela devono collaborare, i ricci ricevono i loro medaglioni.

  • Il nome di Thelonious è in riferimento al pianista jazz Thelonious Monk.
  • Canzone: Working Together in Harmony, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo. Si tratta di un allegro brano charleston avente la stessa velocità di Beating Around the Bush, singolo degli AC/DC presente in Highway to Hell.

Dove non sorge l'armonia[modifica | modifica wikitesto]

  • Origini, parte 3
  • Scritto da: Ben Hurst e Pat Allee

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Furibondo per l'incapacità di Sleet e Dingo nel non essere riusciti a catturare i ricci, Robotnik ordina di robotizzarli ma rinuncia non appena viene informato della posizione esatta del trio e ordina ai due cacciatori di portargli l'Oracolo di Delphius. Sonic, Sonia e Manic hanno intanto scoperto che possono usare i loro medaglioni come armi: chitarra e tastiera sparano laser mentre la batteria provoca violenti terremoti. Subito dopo sono costretti ad andare velocemente a tornare a Robotropolis per salvare Trevor, un membro della resistenza, dalla cattura. Intanto, Sleet e Dingo hanno trovato la grotta dell'Oracolo e i ricci, accortisi, prendono una scorciatoia aperta da Manic con un suo dispositivo e rubano una navetta per raggiungere la grotta. Robotnik scopre il furto e attiva l'autodistruzione della navetta ma i ricci saltano giù appena in tempo, atterrando sulla neve. Sleet scopre la loro presenza e manda gli SWATbot a prenderli, perché i tre precipitano nella caverna dell'Oracolo. Qui, i tre fratelli hanno modo di comunicare con la madre, la quale, tramite una visione magica, raccomanda ai suoi bambini di collaborare per raggiungere i loro obbiettivi. Subito dopo vengono raggiunti da Sleet, Dingo e gli SWATbot, ma non si danno per vinti, anzi, usano per la prima volta i loro medaglioni per combattere e costringono i nemici ad una disastrosa ritirata. Sleet cerca invano di disintegrare i ricci con un laser. Finalmente la band ha imparato a collaborare sfruttando al massimo le loro doti e l'Oracolo li informa che spetta alla loro determinazione a sconfiggere Robotnik una volta per tutte. Infine si scopre che l'Oracolo non può essere distrutto ma anche se i ricci non lo sapevano, la loro madre è orgogliosa che abbiano imparato a lavorare insieme.

  • Canzone: We're All In This Together, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo.

Marcia nuziale[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da: Ben Hurst e Pat Allee

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Dr. Robotnik annuncia allo schermo che l'indomani sposerà la regina Aleena. Scioccati dalla notizia, Sonic, Manic e Sonia si recano da Bartleby travestiti da inservienti per ottenere informazioni sulla veridicità del matrimonio e, poco dopo, Sleet e Dingo giungono a loro volta per chiedere a Bartleby di trovare musicisti per la cerimonia: assecondandosi ai suoi amici, Bartleby accetta affermando che glieli farà pagare a metà prezzo. I ricci allora, ignari di essere stati scoperti da una telecamera di Robotnik durante una visita al palazzo reale, si travestono da musicisti del diciottesimo secolo per poter chiedere direttamente alla madre se ha veramente intenzione di sposare Robotnik. Sleet e Dingo cercano nuovamente di catturare Sonic con un inganno ma falliscono. Il giorno del matrimonio, la band scopre che era solo una trappola tesa da Sleet e Dingo (trasformato nella regina) per catturarli, ma Sonic e Manic fuggono, mentre Sonia, che è stata presa, viene costretta a sedersi accanto a Robotnik per sostituire la regina. Questa, nascosta in mezzo alla folla, interrompe improvvisamente la cerimonia permettendo ai due fratelli di irrompere e affrontare Robotnik, Sleet e gli SWATbot. Nella sala rimangono solo lo scienziato e i suoi due cacciatori, che credono di aver fermato la regina incappucciata su un cavallo, ma scoprono a malincuore che era solo un manichino. I ricci allora si rendono conto che a interrompere la cerimonia di incoronazione è stata la madre, mentre Robotnik, furibondo per il fallimento, punisce i due cacciatori rinchiudendoli nei sotterranei per qualche giorno.

  • Le tute da inservienti indossate da Manic e Sonic somigliano molto a quelle di Super Mario e Luigi.
  • Canzone: When Tomorrow Comes, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo. A differenza delle altre, che sono lunghe circa un minuto, questa dura 44 secondi.

In cerca della regina[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da: Doug Booth

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La regina organizza un incontro segreto con Argus (un canino antropomorfo), il capo delle guardie reali, anch'egli ricercato da Robotnik. Ma mentre vi si dirige, la sua navetta viene abbattuta e Sleet e Dingo lo portano alla base del loro capo. I Sonic Underground nel frattempo, hanno ascoltato tutto alla radio del loro camper e corrono verso la fortezza del Dr. Robotnik, giungendovi troppo tardi, perché è già stato robotizzato. Tuttavia l'occasione di ritrovare la madre non è persa: il trio decide di infiltrarsi alla cerimonia di benvenuto che viene fatta ad ogni nuovo robot dello scienziato. Qui distraggono Robotnik a suon di armi/medaglioni che usano successivamente per svegliare la memoria di Argus; questi fa appena in tempo a dire loro che il luogo dell'incontro è nel cantiere di un acquedotto sotterraneo e ridiventa cattivo. Di lì a poco arriva un anziano che li informa della locazione del cantiere e in cambio Sonia gli paga la cena. Giunti sul posto, Sonic, Sonia e Manic scoprono che la sciarpa della madre era finta e infatti vengono accerchiati da Sleet, Dingo (era lui l'anziano cui Sonia aveva pagato la cena) e gli SWATbot, compreso Argus. I ricci allontanano i nemici con la batteria e risvegliano Argus ottenendo il punto esatto dell'incontro ma, scoprendo che Dingo è stato trasformato in Argus, Sonic parte all'inseguimento e, a suon di schitarrate, provoca una frana che blocca l'uscita, permettendo alla regina di fuggire. I ricci e Argus riescono a bloccare e allontanare gli SWATbot appena in tempo, prima che il capo delle guardie abbia nuovamente la mente robotica. Alla fine, il trio se ne va, mentre Sleet è lasciato alla mercé della stupidaggine di Dingo.

  • Canzone: Have You Got The 411?, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo.

Ritorno a casa[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da: Peter Hunzinger

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È il compleanno dei ricci, i quali, per festeggiarlo, si stanno dirigendo a Mobodoon, il villaggio dove sono nati, a cui si può accedere tramite un portale dimensionale che appare una volta ogni quattro anni, precisamente la seconda sera di luna piena del terzo mese dell'anno. Lungo la strada si imbattono in Sleet e Dingo e li allontanano, ma i due seguono i ricci di nascosto ed entrano anche loro a Mobodoon. Sonic, Sonia e Manic, nel villaggio incontrano il sindaco Whinnyham, un cavallo femmina molto amica della regina Aleena; il trio infatti dovrebbe ritrovare la madre nel villaggio per festeggiare il compleanno. Manic, girando per il posto, viene fortemente tentato di restare a viverci, in modo da avere quella vita che non ha mai vissuto da piccolo. La band si esibisce per i cittadini ma subito dopo irrompono Sleet, Dingo e gli SWATbot, intenti a riscuotere una colossale tassa, ma dal momento che a Mobodoon non si usa la moneta, i due cacciatori decidono comunque di rubare gli oggetti di valore, compresa la Pietra del Potere (Power Stone), una grande gemma verde simile a uno smeraldo che, oltre ad essere la fonte di energia per il villaggio, permette ai suoi abitanti di visitare Mobius. I ricci non riescono ad attivare i medaglioni, essendosi appena esibiti, quindi si scappano fuori dal portale ed escogitano un piano per salvare Mobodoon: Sonic ferma il convoglio di camion mentre Manic usa l'energia della gemma per ricaricare istantaneamente i medaglioni. La band può quindi distruggere gli SWATbot e allontanare Sleet e Dingo, per poi riportare tutti gli oggetti rubati a Mobodoon. Prima di andarsene, i ricci ricevono gli auguri di compleanno dal sindaco Whinnyham da parte della mamma, che è purtroppo dovuta andarsene. Sonia e Sonic lasciano il villaggio senza Manic, il quale, ha deciso di restarci assieme al sindaco, ma subito dopo li raggiunge, affermando che una band non può non avere un batterista e allontanano nuovamente Dingo, che era stato trasformato in una palla, lanciandolo contro Sleet.

  • Canzone: I Found My Home, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo.
  • Mobodoon è un incrocio di nomi tra il pianeta Mobius e il villaggio del musical Brigadoon, il quale, compare una volta ogni 400 anni, mentre nel cartone, ogni quattro.
  • Stando a quanto dice Manic, si può intuire che il compleanno dei ricci è il 4 marzo, dal momento che cade lo stesso giorno dell'apparizione del portale di accesso.

Il prezzo della libertà[modifica | modifica wikitesto]

Il ballo delle debuttanti[modifica | modifica wikitesto]

Fidarsi è bene, ma...[modifica | modifica wikitesto]

Chi ha paura dell'acqua?[modifica | modifica wikitesto]

Amnesia[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo resort[modifica | modifica wikitesto]

Venite fuori ovunque voi siate[modifica | modifica wikitesto]

Il vincitore prende tutto[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da: Mark Edens

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sonic, Sonia e Manic hanno appena sottratto due innocenti alla robotizzazione e scoprono increduli che questi indossavano tute da atleti. Il dottor Robotnik spiega pertanto ai suoi due cacciatori di aver robotizzato i Mobiani più veloci che abbia trovato per creare il Robo-Fulmine (Speed-Bot), un robot a forma di tartaruga che gareggerà in una corsa organizzata dallo stesso scienziato: egli infatti, annuncia che chiunque lo desideri potrà partecipare. Ovviamente, si tratta di un tranello, Sonic ne è consapevole e anche Robotnik sa dell'astuzia del riccio, ma è convinto che questi non resisterà all'orgoglio di essere l'essere vivente più veloce di Mobius e per dimostrarlo, parteciperà e vincerà, finendo per farsi catturare. Infatti, Sonic insiste a voler gareggiare e quindi Sonia lo avverte di non aspettarsi interventi di salvataggio da parte loro. La mattina dopo, Sonic parte di nascosto, ma Sonia e Manic partono comunque per seguirlo ed essere pronti a intervenire. A Robotropolis, Sonic pensa di recarsi alla gara travestito da femmina, ma resosi conto di non riuscire a trattenere i suoi istinti eroici, torna al camper e strimpella la chitarra in pace. Nel frattempo, Sonia e Manic sono arrivati in incognito allo stadio e per entrare, Manic ruba i biglietti a Bartleby, riservati ad un posto privato. Sleet decide di far partecipare Dingo alla corsa trasformandolo in un monociclo a motore e mette al corrente Robotnik, il quale, informa Sleet di non preoccuparsi, in quanto gli SWATbot sono stati programmati per attaccare il vincitore. Al camper della band, Sonic sta seguendo la gara e notando la presenza dei fratelli, parte alla volta dello stadio per soccorrerli. Durante la gara, il Robo-Fulmine finisce distrutto sulle gradinate e Dingo vince, venendo quindi attaccato dai robot. Sonia irrompe sulla sua moto in soccorso di Dingo (che crede sia Sonic travestito) e Manic scatena un terremoto con un lungo assolo di batteria, durante il quale giunge Sonic e Sleet riesce, sotto sforzo, a ritrasformare Dingo, che chiede a Sonia di poter andare con lei per sempre. Robotnik ordina la chiusura dei cancelli ma i ricci distruggono gli SWATbot, sfruttano un loro colpo per sfondare i cancelli e corrono di ritorno al loro camper.

  • Canzone: Built For Speed, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo. È un brano bluegrass nel quale Sonic usa la chitarra come un banjo, mentre Sonia usa la tastiera come un violino.
  • Il travestimento indossato da Sonic all'inizio dell'episodio, lo ha fatto somigliare a Bernadette Hedgehog, personaggio femminile che nell'universo originale dei fumetti Archie è la madre del protagonista.
  • Mentre Sonic corre verso lo stadio, passa vicino a una ragazza umana: si tratta dell'unica persona umana ad apparire nel cartone, oltre a Robotnik.

La casa del riccio è il suo castello[modifica | modifica wikitesto]

I manufatti[modifica | modifica wikitesto]

Mosconi all'attacco[modifica | modifica wikitesto]

Tonico velocizzante[modifica | modifica wikitesto]

Amicizia e tradimento[modifica | modifica wikitesto]

La testa tra i giochi[modifica | modifica wikitesto]

Una prova di coraggio[modifica | modifica wikitesto]

Il furbastro sulla corona[modifica | modifica wikitesto]

Tre ricci e una culla[modifica | modifica wikitesto]

Il giorno delle dune[modifica | modifica wikitesto]

La piramide perduta[modifica | modifica wikitesto]

Litigio a tradimento[modifica | modifica wikitesto]

Una gente per sei[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da: Len Janson

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I Sonic Underground visitano l'Oracolo per ricevere istruzioni sulla loro nuova missione: questi dice loro che dovranno recarsi in un'altra dimensione e scoprire il resto da soli. Giunti nel nuovo mondo, i ricci si ritrovano in una Mobotropolis rigogliosa e priva di strutture robotiche. Girando per il posto, i cittadini li trattano con molto rispetto e notano una statua raffigurante un Sonic molto grasso. Proprio quando Sonic si ferma da un venditore ambulante di chili dog, lui e i suoi fratelli vengono catturati dagli "SWATbot sorridenti" e si ritrovano in una sala sotterranea davanti ad un Robotnik che li accusa di aver rubato tutti i soldi, il divertimento e la musica del posto ma da quel giorno, il loro regime sarebbe terminato. Il trio si rende quindi conto di trovarsi in una dimensione in cui Robotnik è il buono e comanda i combattenti per la libertà, mentre loro sono i cattivi, corrotti e crudeli governatori. Robotnik si accorge dell'equivoco osservando i suoi veri nemici ripresi nel palazzo reale da un suo robot-spia e i Sonic Underground dimostrano con un brano di essere dalla parte dei buoni. I ricci si recano al palazzo e si dividono per affrontare ognuno la sua controparte, licenziando nel mentre tutte le guardie e risparmiando due cittadini dalle segrete. La gang riesce quindi a catturare i tre ricci reali corrotti e Robotnik accetta di mostrare ai sovrani in che condizioni è ridotta la popolazione. Impietositi, i tre reali cambiano le leggi per risollevare il loro regno e i tre protagonisti tornano nella loro dimensione. Lungo la galleria della caverna però, Sonia sente la voce della madre: costei si mostra in una visione magica e dice ai suoi figli che oggi hanno imparato come il potere può rendere le persone e promette loro di riabbracciarli presto. Sonia scoppia in lacrime e viene quindi confortata dai due fratelli.

  • Canzone: I Can Do That For You, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo.

La maledizione della fortezza volante[modifica | modifica wikitesto]

  • La crisi del Chaos Emerald (Chaos Emerald Crisis), parte 1
  • Scritto da: Mark Edens

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sonic, Sonia e Manic si sono presi una vacanza ma il loro relax viene bruscamente interrotto quando nel cielo sopra la spiaggia compare un'enorme fortezza volante a forma di uovo creata da Robotnik, che cerca di distruggere i suoi nemici e nel farlo spiana il bosco vicino. Dopo aver tentato invano di distruggerla con i propri strumenti, Sonic si fionda nella "Fortezza dell'Altitudine" (Fortress of Altitude) per cercare il reattore e sabotarlo ma viene scoperto e si salva appena in tempo da un campo di forza ad energia caotica che disintegra qualsiasi cosa tocchi. Scampati alla fortezza, i ricci decidono di recarsi all'Isola Fluttuante per chiedere aiuto a Knuckles; questi fa fuoco sulla navetta ma cessa non appena capisce che è pilotata dai suoi amici, tramite i segnali di fumo. Atterrato rocambolescamente sull'isola, il trio informa Knuckles della situazione ma accetta di collaborare dopo una canzone della band, sebbene l'echidna abbia l'ordine, da parte del bisnonno Athair, di non abbandonare l'isola. I quattro eroi entrano sulla fortezza usando la navetta di Knuckles come diversivo e si mettono alla ricerca del Chaos Emerald che fa funzionare l'intera fortezza, tramite lo speciale tracciatore di Knuckles, evitando nuovamente il campo di forza. Tuttavia, Sleet, assetato di potere e desideroso inoltre di poter comandare anche su Robotnik, decide di rubare lo smeraldo assieme al socio Dingo e i due disertano la base su uno scooter volante, lasciandola precipitare nel mare vicino a Porto Mobius. Robotnik è quindi costretto ad evacuare la fortezza, dove rimangono solo i quattro protagonisti appena giunti nella stanza del reattore...

  • Canzone: No One Is an Island, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo. Prende il titolo dal detto Nessun uomo è un'isola.
  • La Fortezza dell'Altitudine è una vaga e ovvia parodia del Death Egg, l'enorme stazione spaziale di Robotnik comparsa per la prima volta in Sonic the Hedgehog 2.
  • Athair era stato introdotto nei fumetti Archie ed è l'unico parente di Knuckles ad apparire in un cartone.

Dove nessuno raggiungerà l'isola[modifica | modifica wikitesto]

  • La crisi del Chaos Emerald, parte 2
  • Scritto da: Matt Edens

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre fuggono in volo dalla Fortezza con il Chaos Emerald, Sleet e Dingo iniziano a litigare su chi dei due debba comandare e quest'ultimo riesce a paracadutarsi in un canyon. Atterrato, Dingo rompe accidentalmente lo smeraldo e la sua energia inizia a scatenare terremoti e altri disastri naturali su tutto il pianeta Mobius e a nulla servono gli sforzi del canino a riassemblare i due frammenti. Sleet decide allora di tornare da Robotnik per fare pace e recuperare lo smeraldo con il suo aiuto. Intanto, Sonic, Manic, Sonia e Knuckles riescono a uscire dalla Fortezza Volante e raggiungono la spiaggia a nuoto. Proprio quando Sonic corre a recuperare il camper della band, riesce ad avviarlo solo tramite una scarica di energia mentre i fenomeni disastrosi sopraggiungono. Tra questi, si forma un tornado che quasi investe Sonia, Knuckles e Manic, ma quest'ultimo riesce ad annientarlo con un violento assolo di batteria un attimo prima che raggiunga Porto Mobius. Intenta a sistemare il tutto, la gang sale sul camper e si reca dal bisnonno di Knuckles, Athair. Nel mentre, Robotnik e Sleet hanno fatto pace e questi si mette sulle tracce dei nemici. Athair informa i quattro ragazzi di aver previsto che per porre fine ai fenomeni catastrofici dovranno allearsi con Robotnik. I ricci, ovviamente, si rifiutano di scendere a patti con il loro arcinemico mentre Knuckles accetta di iniziare quanto prima. Sleet e gli SWATbot hanno nel frattempo scovato i nemici e li attaccano, ma la gang entra in azione e riesce a fuggire; i ricci si rendono conto troppo tardi di aver lasciato indietro Knuckles, che chiede a Sleet di farsi condurre da Robotnik...

  • Canzone: Learn to Overcome, composta da Jean-Michel Guirao e Mike Piccirillo. Si tratta di un brano punk/hard rock vagamente simile a Addicted to That Rush dei Mr. Big, con lo stesso giro di accordi del Canone di Pachelbel.

Tira Pugni[modifica | modifica wikitesto]

Il paese contro la crisi[modifica | modifica wikitesto]

Chioma nello spazio[modifica | modifica wikitesto]

Un guaritore[modifica | modifica wikitesto]

La scelta di Sonia[modifica | modifica wikitesto]

Il grande intenerimento[modifica | modifica wikitesto]

Chi dorme non entra in azione[modifica | modifica wikitesto]

Fuga dalla prigione[modifica | modifica wikitesto]

Tutti contro la distruzione[modifica | modifica wikitesto]

Il ciondolo del salvataggio[modifica | modifica wikitesto]

Addio, pericoli virtualiǃ[modifica | modifica wikitesto]