Episodi di Law & Order - I due volti della giustizia (ottava stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Thrill Solo per gioco 24 settembre 1997 14 ottobre 1999
2 Denial Una vita rifiutata 8 ottobre 1997 21 ottobre 1999
3 Navy Blues Un fiore all'occhiello 15 ottobre 1997 28 ottobre 1999
4 Harvest Ignobile profitto 29 ottobre 1997 4 novembre 1999
5 Nullification A mani vuote 5 novembre 1997 8 novembre 1999
6 Baby, It's You (*) Una morte sospetta 12 novembre 1997 27 settembre 2001
7 Blood Il colore dell’odio 19 novembre 1997 9 novembre 1999
8 Shadow Ombre 26 novembre 1997 10 novembre 1999
9 Burned Un segreto che scotta 10 dicembre 1997 11 novembre 1999
10 Ritual Un barbaro rituale 17 dicembre 1997 13 novembre 1999
11 Under the Influence Guida in stato di ebbrezza 7 gennaio 1998 15 novembre 1999
12 Expert Il consulente 21 gennaio 1998 16 novembre 1999
13 Castoff Libera scelta 28 gennaio 1998 17 novembre 1999
14 Grief La vittima perfetta 4 febbraio 1998 19 novembre 1999
15 Faccia a Faccia Faccia a faccia 25 febbraio 1998 20 novembre 1999
16 Divorce Un divorzio difficile 4 marzo 1998 22 novembre 1999
17 Carrier Il contagio 1º aprile 1998 23 novembre 1999
18 Stalker L'agguato 15 aprile 1998 24 novembre 1999
19 Disappeared Scomparsi 22 aprile 1998 25 novembre 1999
20 Burden Un fardello troppo pesante 24 aprile 1998 26 novembre 1999
21 Bad Girl Una cattiva ragazza 29 aprile 1998 27 novembre 1999
22 Damaged Valerie 6 maggio 1998 29 novembre 1999
23 Tabloid Tabloid 13 maggio 1998 30 novembre 1999
24 Monster Il mostro 20 maggio 1998 1º dicembre 1999
  • (*) - L'episodio si conclude nella serie Homicide (ep. 6x05)

Solo per gioco[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Thrill
  • Diretto da: Martha Mitchell
  • Scritto da: René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di un fattorino di una pizzeria, ucciso a colpi di pistola, in un furgone. I sospetti cadono su due giovani sbandati che avrebbero commesso il delitto per il solo gusto di uccidere qualcuno. Briscoe e Curtis riescono ad assicurare alla giustizia i due giovani, ma le prove permettono di ricollegare solo uno di loro al delitto, e McCoy e la Ross non sanno chi sia stato ad uccidere l'uomo. La Ross ha l'idea di sorvegliare i due, nella speranza che rivelino la loro colpevolezza a qualcuno durante la detenzione. Uno dei due confessa allo zio l'omicidio che però, si rivela di essere un prete. Il difensore del ragazzo, invece, cerca di impedire all'accusa di presentare la registrazione come prova, trattandosi del segreto confessionale..

  • È la seconda volta nella serie in cui non ci sono stati i cambiamenti. Ma, nel doppiaggio italiano la voce di Adam Schiff è stato doppiato da Sergio Fiorentini, che prende il posto di Bruno Alessandro.
  • In questo episodio apprendiamo che la moglie di Curtis, ha la sclerosi multipla.
  • Questo episodio è ispirato al caso di Thomas Koskovich e Jason Vreeland che il 19 aprile 1997 uccisero ai due fattorini George Vallara e Jeremy Giordano; i due vengono condannati a pene diverse; Koskovich all'ergastolo con la condizionale dopo 30 anni e per di più 21 anni per omicidio preterintenzionale, rapina ecc. invece Vreeland a morte, visto lo Stato di New York ha vietato la pena di morte, la pena viene commutata in ergastolo.

Una vita rifiutata[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Denied
  • Diretto da: Christopher Misiano
  • Scritto da: David Shore e René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano su un lenzuolo sporco di sangue ritrovato in una camera d'albergo, e scoprono che la camera è stata pagata tramite la carta di credito da due giovani: cioè una ragazza con il suo fidanzato, un ragazzo di buona famiglia. I due scoprono che la ragazza aveva partorito proprio in quella stanza, senza comunicarlo agli amici e alla famiglia. In un primo momento, la giovane afferma di aver avuto un aborto spontaneo; ma le analisi del laboratorio contraddicono la sua versione, e McCoy e Ross pensano a un vero infanticidio.

  • Questo episodio è ispirato a due casi avvenuti: il primo è sulla coppia Amy Grossberg e Brian Peterson, che il 18 novembre 1996 la Grossberg ha partorito il suo bambino che è nato prematuramente e lei e il suo fidanzato Peterson lo gettarono in un cassonetto; i due si sono dichiarati colpevoli di omicidio colposo di secondo grado e hanno patteggiato entrambi; la Grossberg a due anni e invece Peterson a due anni e mezzo. Invece il secondo è su Melissa Drexler, che il 6 giugno 1997 la Drexler partorì suo figlio in bagno durante il ballo di fine anno, poi lo mise nel cassonetto della spazzatura e la Drexler si dichiarò colpevole di omicidio colposo di secondo grado e condannata a 15 anni di reclusione, ma ne scontò solo 37 mesi per poi essere rilasciata in libertà vigilata, il 26 novembre 2001.
  • Viene citato nel primo episodio della nona stagione Bambini in vendita.
  • Questa è la seconda apparizione per J.K. Simmons nel ruolo del psicologo Emil Skoda, però sarà il personaggio ricorrente, come Elizabeth Olivet che è interpretata da Carolyn McCormick. Lo stesso Simmons era apparso nell'episodio della quarta stagione I radici dell'odio.

Un fiore all'occhiello[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Navy Blues
  • Diretto da: Jace Alexander
  • Scritto da: Dick Wolf e Kathy McCormick

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di un marine dell'Esercito statunitense. Indagando sui rapporti con i colleghi scoprono che la vittima, pur essendo sposato, e nonostante le regole militari molto restrittive, aveva avuto una relazione. La donna è uno dei rari simboli dell'integrazione femminile dell'esercito, però è protetta dalle alte sfere militari, che invocano la giurisdizione del caso, sottraendolo a McCoy e alla Ross, nonostante McCoy la fa processare.

  • In questo episodio appare come guest-star l'attrice Kate Walsh, nel ruolo di un tenente della Marina. La Walsh diviene nota per aver interpretato Addison Montgomery nella serie Grey's Anatomy e il suo spin-off Private Practice.
  • Questo episodio è ispirato agli scandali sessuali che coinvolgono il tenente dell'Air Force One Kelly Flinn, avvenuto il 22 maggio 1997.

Ignobile profitto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Harvest
  • Diretto da: Matthew Penn
  • Scritto da: I.C. Rapoport e René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano su una coppia che viene aggredita a colpi di pistola nella loro macchina; lui sopravvive e lei entra in coma cerebrale. Dopo qualche indagine i detective individuano l'uomo che ha sparato alla coppia e lo catturano. Ma le cose si complicano per McCoy e la Ross quando emergono delle discrepanze nella cartella clinica della donna in relazione dell'orario della sua morte e si fa strada l'ipotesi di sospettare di un chirurgo che ha espiantato gli organi.

  • Questo episodio è ispirato ad una puntata della trasmissione di 60 Minutes dedicata alle sparatorie a Los Angeles mentre viaggiavano nelle loro macchine.

A mani vuote[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Nullification
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: David Black

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sulla rapina avvenuto in un centro scommesse con due morti; cioè una guardia giurata e uno degli assalitori che ha un particolare tatuaggio. I due ricollegano la rapina all'attività di una milizia sovversiva composta da venti persone reclutate via internet, infatti i membri della milizia vengono arrestati. Uno di loro, laureato in legge, difende se stesso e i suoi compagni nel processo, basandosi su un antico istituto processuale americano che permette alla giuria di assolvere gli imputati, nonostante l'evidenza della loro responsabilità, per protestare contro una legge ingiusta.

  • Questo episodio è ispirato a cinque casi accaduti:
  • Il primo è su un oltraggio a livello nazionale degli estremisti di destra in seguito agli eventi come l'assedio di Ruby Ridge e l'assedio di Waco nel 1992.
  • Il secondo è sull'attentato di Oklahoma City avvenuto il 19 aprile 1995 per opera dei soldati Timothy McVeigh e Terry Nichols: i due vengono arrestati e condannati a pene diverse federali con McVeigh condannato a morte e giustiziato e Nichols all'ergastolo.
  • Il terzo è sul Chicago Seven che sono i sette imputati tra cui: Abbie Hoffman, Jerry Rubin, David Dellinger, Tom Hayden, Rennie Davis, John Froines e Lee Weiner condannati per cospirazione, incitamento alla sommossa e altre accuse legate alla guerra anti-Vietnam e altre proteste controculturali avvenuto durante un convegno dei democratici del 1968.
  • Il quarto è sull'organizzazione terroristica delle Brigate Rosse che durante gli anni di piombo terrorizzò l'Italia; tra cui quelli famosi come il Rapimento di Mario Sossi del 1974 e la Strage di via Fani, il rapimento di Aldo Moro e il suo omicidio avvenuto tra il 16 marzo e il 9 maggio 1978.
  • Il quinto è sull'aumento delle organizzazioni della milizia degli Stati Uniti.

Una morte sospetta[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Baby, It's You (*)
  • Diretto da: Ed Sherin
  • Scritto da: Jorge Zamacona

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sulla strana morte di una top model quattordicenne a una causa di un'infezione provocata da un'aggressione sessuale avvenuta qualche settimana prima. Ma accertano che in quel periodo la ragazza si trovava a Baltimora con i suoi genitori. I detective chiedono aiuto ai colleghi di Baltimora, John Munch e Paul Falsone, i quali individuano un possibile sospetto a New York. Ma mentre il procuratore di Baltimora cerca di sottrarre il caso a McCoy, il ragazzo insinua che il responsabile dell'aggressione possa essere il padre.

  • Guest star: Richard Munch (detective John Munch), Jon Seda (detective Paul Falsone)
  • È la prima parte di un crossover che si concluderà con il quinto episodio della sesta stagione di Homicide.
  • L'attore Richard Belzer appare per la seconda volta nella serie come ospite di un crossover, sempre nel ruolo del detective John Munch, invece Jon Seda è la prima e unica volta che appare nella serie come ospite, interpretando il detective Paul Falsone, personaggio di Homicide. Seda tornerà nel franchise soltanto tra il 2015 e il 2016 in due episodi crossover di Law & Order - Unità vittime speciali nel ruolo del detective Antonio Dawson, che è il personaggio di Chicago P.D. primo spin-off della serie Chicago Fire.
  • Questo episodio e quello di Homicide sono ispirati al caso di omicidio di JonBenét Ramsey, avvenuta tra il 25 e il 26 dicembre 1996, cioè tra Natale e Santo Stefano causato da asfissia da strangolamento e trauma cranico-cerebrale; il caso rimase irrisolto.

Il colore dell'odio[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Blood
  • Diretto da: Jace Alexander
  • Scritto da: René Balcer e Craig Tepper

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sulla strana morte di una giovane donna dopo essere caduta dal balcone del suo appartamento e dopo aver partorito sua figlia. Suo marito, un uomo d'affari di mezz'età con un figlio nato da un precedente matrimonio, aveva fatto pressioni perché lo desse in adozione. Ma scoprono che la bambina è di colore. In un primo momento Briscoe e Curtis pensano ad una relazione extraconiugale, ma in realtà la bambina e il marito della vittima hanno in comune una particolare malattia del sangue. Infatti l'uomo è un afroamericano quasi dalla pelle bianca, scambiato da tutti di essere un bianco. McCoy pensa che la sua ex moglie abbia ucciso la donna terrorizzata dall'idea che venisse reso pubblico di essere sposata con un nero.

  • Il titolo originale dell'episodio Blood si riferisce al romanzo e al film The Human Stain che si dice di riferirsi allo scrittore e

critico letterario Anatole Broyard e al redattore di New York Times. Sebbene Anatole Broyard fosse di ascendenza americana, passò come bianco e decise di non dire ai suoi antenati.

Ombre[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Shadow
  • Diretto da: Matthew Penn
  • Scritto da: Richard Sweren

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di un garante delle cauzioni avvenuto nel suo ufficio, e sospettano quasi di uno dei suoi clienti. In seguito al suo interrogatorio, emerge però che l'uomo aveva promesso una forte somma di denaro al suo avvocato per aggiustare il processo in modo a lui favorevole. Si scopre così che in diverse occasioni le persone difese dal medesimo avvocato erano state inspiegabilmente non incriminate o assolte, cosa che comportava anche un elemento corrotto tra i procuratori e gli avvocati. A questo punto, McCoy e la Ross inscenano un finto processo; ma la Ross scopre che il procuratore corrotto è in realtà un suo vecchio amico del liceo.

Un segreto che scotta[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Burned
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: Shobban Byrne

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di un uomo, ma il responsabile confessa subito l'omicidio nel messaggio inciso nella segreteria telefonica portando i detective a indagare su un incendio avvenuto anni prima, in cui una bambina perse la vita. Rintracciando la telefonata, Briscoe e Curtis risalgono alla famiglia della prima moglie del padre della vittima, e in particolare al fratellastro della bambina, la cui voce è incompatibile con quella incisa sul nastro. Mentre si prepara il processo, McCoy e la Ross fronteggiano il nonno del bambino, un vecchio amico di Schiff che cerca di fare pressioni perché il caso venga insabbiato. McCoy scopre che il ragazzo ha dei problemi psichici, e lui la Ross sono sopraffatti, in quanto il legale del ragazzo non aveva invocato l'infermità mentale, che gli avrebbe evitato la prigione.

Un barbaro rituale[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Ritual
  • Diretto da: Brian Mertes
  • Scritto da: Kathy McCormick e Richard Sweren

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di un arabo, che è stato trovato dietro a un deposito. I detective rintracciano un uomo misterioso arrivato dall'Egitto a New York, il quale doveva incontrarsi con la vittima. Il visitatore afferma di essere un cardiologo chiamato dalla vittima per ragioni mediche; e la versione viene confermata dalla famiglia della vittima: la sorella e la figlia di lei, sposata con un americano il quale, sembra essere sospettato dell'omicidio, ma Briscoe e Curtis scoprono che il medico è in realtà un ginecologo, il suo movente è chiaro: voleva impedire che la famiglia della moglie obbligasse la figlia a subire una clitoridectomia. La delicatezza della questione porta McCoy e la Ross a condurre due processi paralleli. McCoy decide di incriminare il padre, convinto che le sue intenzioni non giustifichino un omicidio.

  • Questo episodio è ispirato sulle maggiori preoccupazioni delle mutilazioni genitali femminili.

Guida in stato di ebbrezza[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Under the Influence
  • Diretto da: Adam Davidson
  • Scritto da: René Balcer

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano su un pirata della strada che ha coinvolto e ucciso tre persone, e individuano un sospetto, un uomo che si era messo al volante ubriaco. Quando il caso passa in mano alla procura, McCoy ricorda la pena inflitta all'uomo che ha investito e ucciso involontariamente la Kincaid, la sua assistente precedente, ma cerca di aggravare la posizione dell'imputato, ignorando le dichiarazioni di un hostess di volo che poche ore prima dell'incidente lo aveva visto bere superalcolici, e convincendo la compagnia aerea per farsi dare un incarico fuori da New York per rifiutare la deposizione in aula. In tutto ciò, McCoy è aiutato dal giudice, perché vuole candidarsi alle elezioni come procuratore distrettuale e vuole infliggere all'imputato una pena leggera.

  • Questo episodio è ispirato a due episodi accaduti: il primo è su un incidente avvenuto nel 1996 alla Wake Forest University causato da Thomas R. Jones e il secondo è sul dibattito legale sul deposito delle accuse di omicidio di primo grado per omicidi causati da una guida pericolosa.

Il consulente[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Expert
  • Diretto da: Lewis H. Gould
  • Scritto da: David Shore e I.C. Rapoport

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sulla sparatoria a un ristorante dove un uomo viene ucciso e un altro viene ferito. In un primo momento sembrava che il bersaglio sembra essere unaa terza persona, ma in realtà il bersaglio era l'uomo ferito, uno psicologo che aveva elaborato una teoria singolare cioè quella di escludere la responsabilità dei sospettati dei crimini commessi. Briscoe e Curtis sospettano di una donna, presente al ristorante mentre è stata commessa la sparatoria che è in realtà la figlia di un uomo condannato per omicidio, e nel cui processo la vittima aveva prestato in favore della difesa la propria consulenza. McCoy riesce a dimostrare l'infondatezza facendo riferimento proprio alla testimonianza resa dal consulente nel processo del padre della donna.

Libera scelta[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Castroff
  • Diretto da: Gloria Muzio
  • Scritto da: David Black e Harold Schechter

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di una giovane assistente sociale, ma scoprono che la donna celava delle possibili perversioni sessuali, e che uno degli uomini che frequentava potrebbe essere un serial killer. L'uomo viene individuato e arrestato; McCoy e la Ross affronteranno un agguerrito avvocato difensore, un professore di Harvard che tenta di scagionare il suo cliente tramite argomentazioni insolite, afferma infatti che la causa principale del suo comportamento è la cattiva influenza della violenza mostrata nei programmi tv.

  • Questo episodio è sul caso di Andrew Cunanan, un uomo che a cavallo di tre mesi del 1997 uccise cinque persone tra cui: il suo amico militare Jeffrey Trail, il suo amante David Madson, un agente immobiliare Lee Miglin, l'autista William Reese e lo stilista italiano Gianni Versace, la sua furia omicida terminò il 23 luglio 1997, in cui Cunanan, circondato dalla polizia di Miami nella sua casa galleggiante, si suicidò, sparandosi con un colpo di pistola in bocca. Invece, il secondo sul dibattito sulla rappresentazione mediatica della violenza che influenza il comportamento criminale.

La vittima perfetta[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Grief
  • Diretto da: Christopher Misiano
  • Scritto da: Suzanne Oshry

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'aggressione a un uomo, ma non impiegano molto a trovare i responsabili, due fratelli di origine italiane che giustificano il gesto affermando che la vittima aveva violentato la loro sorella schizofrenica, ricoverata nella clinica dove l'uomo lavorava come inserviente. I detective scoprono che l'uomo era stato accusato di aver abusato sessualmente di un'altra ragazza, che era rimasta incinta, in un altro ospedale. Questo caso diventa l'unico di cui McCoy non si occupa allorché la ragazza schizofrenica confessa di non essere stata violentata, ma di aver avuto una relazione con un altro paziente nell'ospedale.

  • In questo episodio appare brevemente l'attore Jonathan LaPaglia, in cui interpreta uno dei due aggressori di un uomo, l'attore diviene poi protagonista nella serie fantascientifica Seven Days' nel ruolo del tenente Frank Parker e nella serie poliziesca The District nel ruolo del detective Kevin Debreno. È anche il fratello minore di Anthony LaPaglia, noto per aver interpretato il capo dell'FBI Jack Malone nella serie Senza traccia

Faccia a faccia[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Faccia a faccia
  • Diretto da: Martha Mitchell
  • Scritto da: René Balcer e Eddie Feldmann

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di un uomo proveniente dal Montana. Prima pensano ad un regolamento di conti tra mafiosi, ma, in realtà scoprono che è un pentito di mafia che usufruiva del programma protezione testimoni e che stava scrivendo un libro sulla sua vita. L'uomo doveva testimoniare contro un boss rivale dei Masucci, così l'uomo viene processato ma per evitare la condanna finge una totale mancanza di lucidità, che secondo il suo avvocato non gli consentirebbe di difendersi adeguatamente.

  • C'è una curiosità che quando la responsabile dell'omicidio legge il memoriale del pentito, emerge quello di Masucci, boss affrontato da Masucci.
  • Questo episodio è ispirato a due casi accaduti: il primo è sul caso di Sammy Gravano, boss mafioso e amico di John Gotti che viene messo dall'FBI nel programma protezione testimoni per tanti anni. Invece il secondo è su Vincent Gigante, membro di spicco della famiglia Genovese di New York, che fu accusato di diverse accuse e morì in carcere a Springfield, il 19 dicembre 2005.

Un divorzio difficile[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Divorce
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: Barry M. Schkolnick

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di una dottoressa esperta in problemi di coppia, ma scoprono che è un esponente della Curia nei casi di richiesta di annullamento dei matrimoni celebrati con rito cattolico. In questa sua veste, la vittima si era scontrata con una donna il cui ex marito aveva chiesto l'annullamento per potersi risposare in chiesa. McCoy e la Ross la incriminano per omicidio, e a quel punto diviene fondamentale il ruolo dell'avvocatessa che la assisteva nel divorzio.

  • Questo episodio è ispirato al famoso divorzio tra Joseph P. Kennedy II e Sheila Brewster Rauch avvenuto nel 1991.

Il contagio[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Carrier
  • Diretto da: James Ranelli
  • Scritto da: David Black

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di una ragazza avvenuto in casa sua durante un festino organizzato da lei stessa e approfittando dell'assenza dei genitori. Il caso si rivela difficile per i due detective: uno dei suoi amici confessa di averla colpita accidentalmente con un'arma introdotta da un altro ospite, ma Briscoe e Curtis scoprono che la ragazza è gravemente malata di AIDS e quando le altre persone confermano di essere state infettate dalla stessa persona, i detective arrestano il ragazzo. McCoy e la Ross, per ottenere l'incriminazione dovranno produrre come prova che dimostra che il ragazzo ha l'AIDS, e ciò è contrario al diritto alla privacy garantito dalla Costituzione. Nel frattempo, Schiff si scontra con la comunità gay, chiedendogli di ritirare l'incriminazione minacciandolo di non supportare le elezioni.

L'agguato[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Stalker
  • Diretto da: Richard Dobbs
  • Scritto da: Kathy McCormick

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sul tentato omicidio di una donna spinta dalle scale della sua abitazione. Cercano un misterioso ammiratore che la ossessionava con e-mail e telefonate. L'uomo viene individuato e arrestato, ma una serie di incongruenze portano i detective a ritenere che la donna avesse simulato l'aggressione per far proseguire le indagini e far arrestare lo stalker. Ma quando la donna viene trovata uccisa, il presunto aggressore viene individuato e arrestato. Una prova a suo carico, cioè una telefonata di aiuto della vittima viene esclusa dal giudice, in seguito alla precedente simulazione di reato e anche l'accusa della donna è inammissibile. A quel punto, Briscoe testimonia e afferma che l'accusa del tentato omicidio era effettivamente fondata, e che viene ignorata per un errore della polizia.

Scomparsi[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Disappeared
  • Diretto da: David Platt
  • Scritto da: Richard Sweren e William N. Fordes

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sulla scomparsa di due coniugi e sui loro rapporti conflittuali con l'amministratore del condominio in cui vivevano, ma la pista diventa sbagliata, quando l'amministratore scompare. I detective scoprono che in realtà il condominio era stato oggetto di un'operazione di ristrutturazione e riqualificazione, la quale aveva portato allo sfratto molti inquilini e all'aumento vertiginoso del prezzo degli appartamenti, e che questo aveva suscitato le proteste di un gruppo degli abitanti del quartiere. Dopo che uno degli oppositori rivendica il rapimento con una lettera anonima spedita ad un giornale, un uomo si rivolge a Briscoe e Curtis, ritenendo suo fratello l'autore della lettera. Quando gli ostaggi vengono trovati uccisi, la Ross si trova in una situazione complicata quando l'uomo rifiuta di dichiararsi infermo di mente e il fratello l'accusa di non aver tenuto fede alla parola data.

  • Questo episodio è ispirato al caso di Theodore Kaczynski noto come Unabomber un criminale che compì numerosi attentati nei diversi stati tra il 1979 e il 1995, con 3 vittime e 23 feriti, viene condannato all'ergastolo nel 1998. Anche l'episodio della quarta stagione Big Bang è ispirato a questo caso.

Un fardello troppo pesante[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Burden
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: David Shore e I.C. Rapoport

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sulla strana morte di un ragazzo tetraplegico apparentemente per cause non naturali, i due ipotizzano che un membro della famiglia lo abbia soffocato, ma scoprono che la morte è dovuta all'avvelenamento da cicuta, e sospettano del medico che lo aveva in cura. L'uomo, che aveva già altre volte posto fine alla vita di molti malati terminali senza venire mai condannato, si difende in giudizio affermando di aver realizzato la volontà del ragazzo. Dopo aver terminato il processo, McCoy e la Ross scoprono una verità sconcertante.

Una cattiva ragazza[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Bad Girl
  • Diretto da: Jace Alexander
  • Scritto da: René Balcer e Richard Sweren

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio di una poliziotta, avvenuta in un parco trovata accoltellata, vicino ad un uomo ferito a colpi di pistola. I due ritengono che il colpevole sia l'uomo ferito, ma in realtà è stata una donna con dei problemi di tossicodipendenza, che viene subito arrestata. Durante il processo, però, la ragazza durante la testimonianza, confessa l'omicidio. La ragazza viene condannata a morte, cosa che provoca l'insorgere delle associazioni contro la pena capitale e quelle di ispirazione cristiana perché la giovane che nel frattempo ha cambiato vita e ha scoperto la religione durante i sei mesi trascorsi nel braccio della morte. Intanto, Cathy, la figlia di Briscoe viene arrestata per aver sottratto dei medicinali nell'ospedale dove lavora, per il compagno che è uno spacciatore.

  • Guest star: Isabel Gilles (Monica Johnson)
  • Questo episodio di Karla Faye Tucker, una donna che il 13 giugno 1983 insieme al suo compagno Daniel Ryan Garrett, uccisero a colpi di piccone il ventisettenne Jerry Lynn Dean e la trentaduenne Deborah Thorthon. La donna fu poi condannata a morte, mentre era nel braccio della morte cambiò vita e divenne religiosa, il 3 febbraio 1998 fu giustiziata tramite iniezione letale, dopo aver esaurito inutili appelli.
  • Gli eventi dell'episodio si verificano dopo sei mesi: mentre discute con la donna condannata a morte per l'omicidio di un poliziotto della conversione religiosa, McCoy menziona di essere stata in prigione per sei mesi.
  • L'attrice Isabel Gilles appare come guest-star in questo episodio, interpretando una donna che ha ucciso un poliziotto, però la Gilles interpreterà Kathy Stabler, la moglie del detective Stabler, nello spin-off della serie Law & Order - Unità vittime speciali.

Valerie[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Damaged
  • Diretto da: Constantine Makris
  • Scritto da: Janis Diamond

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano su una sparatoria avvenuta davanti alla scuola, e i sospetti cadono su tre studenti che erano sospesi per aver avuto relazioni sessuali con alcune delle loro coetanee nei locali della scuola. Briscoe e Curtis sospettano anche di una studentessa, perché sua sorella, che ha problemi di ritardo mentale, era stata una delle tre preferite. McCoy e la Ross processano i tre ragazzi per stupro, e convincono la giuria le loro ragioni, ma il giudice, ribalta il verdetto. Intanto, Briscoe assiste la figlia Cathy che testimonia al processo contro il suo ex fidanzato, ma la ragazza viene uccisa.

  • Questo episodio è ispirato ad un caso di stupro al Glen Ridge High School, nel 1989 a Glen Ridge, nel New Jersey, in cui una ragazza con handicap mentale fu stuprata brutalmente dai tre membri della squadra di football della scuola. I tre sospetti, cioè Christopher Archer, Kevin e Kyle Scherzer vennero condannati a 15 anni di reclusione, ma per Kyle Scherzer la pena fu ridotta a 7 anni.

Tabloid[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Tabloid
  • Diretto da: Brian Mertes
  • Scritto da: David Black e Adam Baldwin

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano sull'omicidio stradale di una donna una professoressa universitaria molto in vista, da poco nominata giudice della Corte d'Appello, e poi moglie di un avvocato. La donna era uno degli obiettivi più ambiti del tabloid, e soprattutto di un giornalista alla perenne ricerca di uno scoop, che la inseguiva ovunque. Non è quindi difficile, per Briscoe e Curtis, capire che proprio a causa di un diverbio con questo giornalista la donna aveva attraversato la strada senza prestare attenzione, finendo investita. L'uomo patteggia la pena lieve per molestie, ma a sua volta, viene trovato morto assassinato. A questo punto, il marito della donna diventa il principale sospettato, ma il suo avvocato gioca bene le sue carte, dipingendolo come una vittima dell'accanimento dei paparazzi e giornalisti. Durante la vicenda ognuno ha le sue questioni da affrontare: Briscoe cerca di superare la morte della figlia, Schiff che si sta preparando per le prossime elezioni come procuratore distrettuale e la Ross, in procinto di sposarsi un'altra volta, deve fronteggiare la richiesta di affidamento da parte del suo ex marito.

  • Questo episodio è ispirato all'incidente mortale della principessa Lady Diana Spencer, avvenuto nella notte tra il 30 e il 31 agosto 1997, sotto la galleria che passa sotto il ponte de l'Alma, insieme al suo compagno Dodi Al-Fayed, la sua guardia del corpo Trevor Rees-Jones e l'autista Henri Paul.

Il mostro[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Monsters
  • Diretto da: Ed Sherin
  • Scritto da: René Balcer e Richard Sweren

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Briscoe e Curtis indagano su una bambina trovata in fin di vita, dopo essere stata malmenata e violentata da un pedofilo. Infatti l'uomo confessa ma ottenuta la confessione McCoy scopre che non è lui il responsabile. Nel frattempo, la Van Buren, Schiff e McCoy rischiano di perdere il lavoro; la Van Buren viene invitata a dimettersi, Schiff rischia di perdere le elezioni mentre McCoy viene convocato davanti alla commissione disciplinare. Invece Briscoe è in contatto con la polizia, per indagare sulla morte della figlia Cathy. L'episodio si conclude proprio con il funerale di quest'ultima.

  • Ultima apparizione come ruolo regolare per Carey Lowell, nel ruolo dell'assistente del procuratore Jamie Ross, che lascerà il lavoro per fare l'avvocato difensore e per poi il giudice. La Lowell tornerà come guest-star nel franchise quattro volte (due nella serie e le ultime due nel terzo spin-off Law & Order - Il verdetto, sempre con il ruolo della Ross.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione