Episodi di La fuggitiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La miniserie televisiva La fuggitiva, composta da otto episodi, viene trasmessa in prima serata su Rai 1 dal 5[1] al 26 aprile 2021.[2]

I primi due episodi sono stati pubblicati in anteprima sulla piattaforma streaming RaiPlay il 3 aprile.[1]

Titolo Prima TV
1 Episodio 1 5 aprile 2021
2 Episodio 2
3 Episodio 3 12 aprile 2021
4 Episodio 4
5 Episodio 5 19 aprile 2021
6 Episodio 6
7 Episodio 7 26 aprile 2021
8 Episodio 8

Episodio 1[modifica | modifica wikitesto]

Moncalieri, 1989. I genitori della piccola Arianna Dalmasso vengono uccisi durante una rapina in casa e lei viene salvata dal giardiniere Kerim, membro della banda. Dopo dieci anni passati in Jugoslavia, rientra in Italia come rifugiata venendo poi adottata da Maurizio Feola, vecchio socio e amico del padre, e da sua moglie Marta.

Torino, anni dopo. Arianna è sposata con l'assessore regionale all'urbanistica Fabrizio Comani. La sua vita viene stravolta quando una mattina trova suo marito in fin di vita vicino alla piscina di casa, senza riuscire a salvarlo. In commissariato si presenta Sara Genovesi, che afferma di essere l'amante di Fabrizio e di sapere chi l'ha ucciso, e poco dopo viene emesso un ordine di custodia cautelare nei confronti di Arianna poiché vengono ritrovate le sue impronte sull'arma del delitto. La donna riesce però a scappare dalla villa dell'onorevole Feola insieme al figlio Simone.

Episodio 2[modifica | modifica wikitesto]

Arianna e Simone sono ora nascosti da suor Donata, che l'aveva accolta quando era tornata in Italia. La donna, braccata dalla polizia, decide di scappare senza il figlio, che viene così riportato dalla suora a casa dai nonni adottivi. L'agente Michela Caprioli scopre che tra Sara e Fabrizio, contrariamente a quanto da lei precedentemente dichiarato, non ci sono state chiamate nelle ultime settimane. Messa alle strette da Arianna nella spa di un hotel, la escort ammette di essere stata pagata per fare la falsa deposizione.

Dopo il funerale del marito, Arianna inizia a collaborare con il giornalista contro-corrente Marcello Favini. I due si recano a un appuntamento che il giornalista ha con un informatore anonimo (che Arianna ricorda di aver visto parlare con Fabrizio all'inaugurazione del polo residenziale "Villaggio Futuro"), ma questo muore davanti ai loro occhi precipitando dalla finestra del proprio appartamento.

Episodio 3[modifica | modifica wikitesto]

La morte di Matteo Bonzani, camionista in pensione malato di cancro, viene classificata come suicidio. Favini e Arianna si focalizzano su Mauro Fusco, il suo capo: mentre il giornalista fa alcune domande all’ingegnere, la Dalmasso si intrufola nella sua villa prendendo le chiavi del suo ufficio. Qui riescono a copiare dei file da un pc, ma Arianna viene ferita da Giuseppe Bondi, uomo di Fusco, riuscendo a scappare dal terrazzo insieme a Favini prima dell'arrivo della polizia.

Episodio 4[modifica | modifica wikitesto]

Arianna, dopo essere stata curata nel campo rom della sua vecchia conoscente Fatima, rintraccia Bondi e lo trova a parlare con il commissario Marco Berti fuori da un locale; ne segue un conflitto a fuoco, ma Favini riesce a salvarla. Analizzando i file del pc di Fusco risalgono alla Lithium, una società "lavatrice" che reinveste i proventi di attività illecite, dalla quale Comani avrebbe ricevuto dei soldi.

Nel frattempo la Caprioli, parlando con suor Angela, intuisce che Fatima possa aver ospitato Arianna, e facendo perquisire il campo la trova: con una mossa la Dalmasso riesce a disarmarla e a portarla insieme a Favini, e le fa vedere la foto del suo capo insieme a Bondi prima di farla scendere dall'auto. L'agente è sconvolta dalla scoperta, ma decide di fare buon viso a cattivo gioco con Berti. Arianna e Marcello vanno quindi a Lugano per indagare sulla Lithium.

Episodio 5[modifica | modifica wikitesto]

In Svizzera Arianna e Marcello iniziano a collaborare con Franco Bariani detto Franz, vecchio compagno di studi di Marcello, che collega l'avvocatessa svizzera Louise Bruno alla Lithium. I due riescono a sequestrare la donna al casinò spingendola a confessare che la società è la cassaforte di Giuseppe Mannara, un potente boss della 'ndrangheta. Franz viene pestato a sangue da due calabresi riuscendo però, con un messaggio in codice, a far scappare Marcello e Arianna mentre la polizia italiana arriva troppo tardi trovandolo svenuto.

Intanto la Caprioli e il suo collega Salvo Marchi iniziano ad indagare insieme sul commissario Berti scoprendo che ha bisogno di soldi per pagare un’operazione estremamente costosa alla moglie. La poliziotta fa visita a Linda, che la ringrazia per la colletta che lei e i suoi colleghi avrebbero fatto per pagarle l'operazione.

Episodio 6[modifica | modifica wikitesto]

Arianna e Marcello, rientrati in Italia a bordo di un furgone, fanno visita ad Adriano Evangelista, un altro camionista al servizio di Fusco che racconta di essersi ammalato trasportando e scaricando rifiuti tossici sotto diversi terreni edificabili.

Nel frattempo Berti, avendo capito di essere stato scoperto, chiede a Bondi di eliminare la Caprioli, ma la donna si nasconde da don Saverio; il killer la trova in chiesa e le spara diversi colpi, ma a salvarla è un giubbotto anti-proiettile. L'agente trova poi ospitalità a casa del collega Marchi, al quale chiede di mettere sotto controllo il telefono del senatore Feola per poter arrivare ad Arianna.

Episodio 7[modifica | modifica wikitesto]

Arianna chiama Maurizio Feola, intercettato da Marchi, fissando un incontro per parlare degli sversamenti di cui è venuta a conoscenza. Alla cava si imbatte in Bondi ma a salvarla ci pensa la Caprioli; Feola non si è presentato perché è stato colpito in casa e Simone è stato rapito. Arianna, insieme a Favini e alla Caprioli, trova riparo nella sua vecchia casa d'infanzia. Sotto minaccia e davanti alla moglie, Berti racconta alla collega e ad Arianna chi c’è dietro a tutto: è proprio il senatore Feola, la persona di cui la Comani si fidava di più.

Linda si presenta davanti al commissariato per denunciare il marito ma ci ripensa e si rimette in auto; poco dopo ha un incidente stradale e muore in ospedale. Arianna intanto minaccia Feola in un ristorante sul lago, ma questo le dà 24 ore per accettare la sua proposta: la consegna della compromettente mappa degli sversamenti in cambio di 2 milioni di euro per poter iniziare una nuova vita all'estero insieme al figlio che lui ha fatto sequestrare con l'aiuto di Mannara. La donna ci pensa, e dopo poche ore chiama Feola per dirgli che accetta la sua proposta.

Episodio 8[modifica | modifica wikitesto]

Maurizio Feola decide di candidarsi alla presidenza della Regione. Favini scopre che il senatore era assessore all'urbanistica trent'anni prima, quando sono iniziati gli sversamenti e che il padre di Arianna aveva chiesto di aprire un'inchiesta e per questo è stato ucciso. Arianna trova il posto dove è tenuto nascosto Simone e riesce a liberarlo; nel frattempo Mannara e Berti cercano la donna nella sua casa d'infanzia, ma è una trappola poiché irrompe la polizia e nel conflitto a fuoco i due si sparano a vicenda con il commissario che ha la peggio.

Alla conferenza stampa per la sua candidatura, Feola viene smascherato da Favini e all'arrivo di Arianna e della polizia cerca di scappare sul tetto, ma la Comani lo raggiunge e, prima di farlo arrestare, gli fa confessare di aver fatto uccidere i suoi genitori e Fabrizio; nella stessa occasione viene arrestato anche l'ingegner Fusco. Dopo poco tempo il senatore viene ritrovato morto nella sua cella, e così la PM Rovatti e Michela Caprioli convincono Arianna ad andare via dall'Italia insieme a suo figlio per il timore che la 'ndrangheta possa voler chiudere i conti in sospeso. Arianna, dopo aver salutato in tutta fretta Marcello, parte insieme a Simone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Vittoria Puccini è "La fuggitiva", Rai Ufficio Stampa, 31 marzo 2021. URL consultato il 3 aprile 2021.
  2. ^ Si conclude su Rai1 l'action-thriller "La Fuggitiva", Rai Ufficio Stampa, 25 aprile 2021. URL consultato il 26 aprile 2021.
  3. ^ a b Mattia Buonocore, Ascolti TV | Lunedì 5 aprile 2021. La Fuggitiva parte da un buon 21.4% (5,2 mln), L’Isola dei Famosi si ferma al 17.1% (3,1 mln), Davide Maggio, 6 aprile 2021. URL consultato il 6 aprile 2021.
  4. ^ a b Mattia Buonocore, Ascolti TV | Lunedì 12 aprile 2021. Vince La Fuggitiva (5 mln – 20.8%), Isola in risalita (3,4 mln – 19.9%). Bene Report (3 mln – 12.1%), Davide Maggio, 13 aprile 2021. URL consultato il 13 aprile 2021.
  5. ^ a b Mattia Buonocore, Ascolti TV | Lunedì 19 aprile 2021. La Fuggitiva (21.5% – 5 mln) prende il largo sull’Isola (17.5% – 3 mln), Davide Maggio, 20 aprile 2021. URL consultato il 20 aprile 2021.
  6. ^ a b Mattia Buonocore, Ascolti TV | Lunedì 26 aprile 2021. Puccini fugge (5,3 mln – 22.2%), Isola va piano (17.4% – 2,8 mln), Davide Maggio, 27 aprile 2021. URL consultato il 27 aprile 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione