Episodi di Homeland - Caccia alla spia (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Homeland - Caccia alla spia.

HomelandLogo.png

La quarta stagione della serie televisiva Homeland - Caccia alla spia (Homeland), composta da 12 episodi, è stata trasmessa in prima visione assoluta negli Stati Uniti d'America dal canale via cavo Showtime dal 5 ottobre al 21 dicembre 2014.[1]

In Italia, la stagione è stata trasmessa in prima visione in contemporanea con gli Stati Uniti dal 17 ottobre al 26 dicembre 2014 sul canale satellitare Fox.[2] È stata trasmessa in chiaro dal 16 dicembre 2018 al 13 gennaio 2019 sul 20.

A partire da questa stagione entrano nel cast principale Nazanin Boniadi e Laila Robins. Al termine di questa stagione escono dal cast principale Tracy Letts, Nazanin Boniadi e Laila Robins. Damian Lewis, Sarita Choudhury e F. Murray Abraham ricompaiono come guest star.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Drone Queen La regina dei droni 5 ottobre 2014 17 ottobre 2014
2 Trylon and Perisphere Una madre imperfetta 5 ottobre 2014 17 ottobre 2014
3 Shalwar Kameez Blocco totale 12 ottobre 2014 24 ottobre 2014
4 Iron in the Fire Il coordinatore 19 ottobre 2014 31 ottobre 2014
5 About a Boy La confessione 26 ottobre 2014 7 novembre 2014
6 From A to B and Back Again Operazione Haqqani 2 novembre 2014 14 novembre 2014
7 Redux Lo scudo umano 9 novembre 2014 21 novembre 2014
8 Halfway to a Donut Scambio di prigionieri 16 novembre 2014 28 novembre 2014
9 There's Something Else Going On L'agguato 23 novembre 2014 5 dicembre 2014
10 13 Hours in Islamabad 13 ore a Islamabad 7 dicembre 2014 19 dicembre 2014
11 Krieg Nicht Lieb La bomba 14 dicembre 2014 26 dicembre 2014
12 Long Time Coming Il funerale 21 dicembre 2014 26 dicembre 2014

La regina dei droni[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una madre imperfetta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Blocco totale[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il coordinatore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La confessione[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Operazione Haqqani[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lo scudo umano[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La scena iniziale si svolge in farmacia dove vengono prodotte pillole alterate su ordine dell'ISI da sostituire con quelle di Carrie scoperte da Dennis Boyd, marito dell'ambasciatrice. A ritirarle è l'agente Tasneem Qureshi, la donna che ha reclutato lo stesso Dennis per compiere il sopralluogo a casa la Mathison. L'ambasciatrice Boyd accoglie a Islamabad il direttore generale della CIA, Andrew Lockhart, che è sopraggiunto per risolvere e ottenere il rilascio di Saul Berenson, sequestrato dagli uomini di Haqqani. Intanto Carrie sta cercando di rintracciare l'infermiera che ha fornito le medicine ad Aayan, nipote di Haqqani, morto nel finale della puntata precedente per mano di quest'ultimo. Dennis Boyd, entrato in casa di Carrie, sostituisce le pasticche per alterare la sua cura. All'incontro con i vertici pakistani, l'ambasciatrice chiede collaborazione per la risoluzione del caso Berenson mentre Lockhart accusa direttamente il governo pakistano, l'ISI e l'esercito di stato di averne favorito il sequestro. Il direttore della CIA rincara la dose rivendicando il doppio gioco che sta compiendo il governo pakistano da anni e ricattando direttamente il ministro minacciando di revocare il pacchetto di aiuti per due miliardi stanziato dagli USA per il Pakistan in cambio della celere liberazione di Saul Berenson. Detto ciò la delegazione pakistana lascia il tavolo.

Dopo aver ingerito le nuove pillole, Carrie si prepara per andare in aeroporto e controllare insieme al colonnello le riprese interne per scoprire com'è avvenuto il sequestro di Saul. L'ambasciatrice Boyd intanto scrive una lettera di dimissioni delusa dall'intervento di Lockhart al tavolo col Pakistan e per essere stata ignorata nella scelta della linea politica da adottare nei confronti delle istituzioni locali per le trattative riguardo Saul. All'aeroporto non ci sono registrazioni che riportino il momento del sequestro di Saul e Carrie, fortemente colpita dai nuovi farmaci che ha ingerito, accusa il personale aeroportuale per occultamento di prove. L'infermiera che ha fornito i farmaci ad Haqqani è scomparsa da due giorni allora Carrie decide di cercare l'amica di Aayan.

Haqqani fa ritorno a casa, riabbracciando moglie e figli, grazie alla presenza di Saul che impedisce alla CIA di agire e ucciderlo. A pranzo, Saul tira menziona l'attentato alle torri gemelle dell'11 settembre per giustificare la loro presenza sul suolo islamico. Haqqani si difende dissociandosi dal mandante, Al-Qaeda, Saul ribatte che grazie a loro però Osama Bin Laden e che gli USA sono intervenuti solo per uccidere i terroristi. Inoltre Saul inveisce contro la visione distorta dell'Islam da parte di Haqqani e dei terroristi, per gli orrori da loro commessi. Carrie sempre più stordita dai farmaci manomessi da Boyd si avvia all'Ospedale dove l'infermiera di Aayan ha ripreso servizio. Mentre Lockhart, Quinn e Redmond architettano un'azione di salvataggio, Haqqani consuma rapporti sessuali con la moglie sotto gli occhi di Berenson che, ammanettato, è costretto a fare lo "scudo umano" del leader terrorista ventiquattr'ore su ventiquattro.

Ormai in preda alle allucinazioni, Carrie, dopo aver picchiato Quinn, fugge e dopo aver sparato a due in macchina, viene arrestata dalla polizia. Haqqani e Saul si allontanano in macchina raggiungendo il confine con l'Afghanistan. L'ambasciatrice informa Lockhart che il ministro degli esteri pakistano farà visita in ambasciata per ridiscutere le misure per il recupero di Saul. Saul viene rinchiuso in una cella e incatenato mentre Haqqani gli dice che verrà liberato in cambio di altri prigionieri con l'obiettivo di riconquistare l'Afghanistan. Una scena assurda ritrae Carrie in una casa dove viene lasciata dalle guardie che l'hanno presa dalla strada, dove ritrova Nick Brody, morto alla fine della terza stagione. Carrie decide di credere a quello che sta vedendo, lo accarezza e lo bacia felice. Ma è solo un'allucinazione, in realtà l'uomo che ha di fronte non è Brody ma Aasar Khan.

Scambio di prigionieri[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carrie si risveglia nella casa di Aasar Khan senza ricordare come ci sia finita e senza sapere se fidarsi o meno del colonnello dell'ISI. La donna si accorge che le sue medicine sono state sostituite con delle pillole avvelenate ed espressi i suoi sospetti su Khan, l'uomo nega ogni coinvolgimento. Carrie torna dunque all'ambasciata, dove si tiene l'ennesimo incontro diplomatico con i pakistani per risolvere il problema Haqqani. Durante le discussioni viene trasmesso un messaggio video in diretta dalla prigione di Saul. L'ex-direttore della CIA implora gli Stati Uniti di non intraprendere alcun accordo con Haissam Haqqani, il quale compare poco dopo chiedendo uno scambio di prigionieri. Mentre viene riportato in cella, Saul attacca le sue guardie e riesce ad afferrare un chiodo, che usa successivamente per liberarsi dalle catene. Dopodiché l'uomo si impicca con queste ultime, attirando una guardia nella cella, la quale viene strangolata da Saul. Quest'ultimo scappa sulle colline vicine e chiama Carrie con un cellulare rubato. Iniziata l'operazione di estrazione, Quinn indica a Saul un negozio nel centro abitato più vicino, Makeen, dove è presente una risorsa pakistana della CIA che può accoglierlo. In una conversazione privata, Saul dice a Carrie che si rifiuta di finire nuovamente nelle mani del nemico e le chiede di promettergli che un drone colpirà immediatamente se la sua ricattura sarà imminente. All'ambasciata, Khan vede Tasneem parlare e passare una nota a Dennis Boyd. All'incontro successivo con la delegazione, Carrie è insospettita dall'atteggiamento calmo dei pakistani, nonostante Saul sia scappato. La donna capisce che sanno cosa sta succedendo e corre nella stanza delle operazioni per rintracciare Saul. Nel frattempo i talebani iniziano a circondare Makeen e le forze speciali statunitensi vengono bloccate da squadriglie nemiche. Saul si ferma in un giardino e, accorgendosi di essere circondato, si punta una pistola alla gola. Carrie lo convince a non premere il grilletto, insistendo sul fatto che il piano di estrazione sia ancora attuabile. La donna conduce Saul in un edificio e lo fa uscire in strada, dove viene subito catturato e portato via dai talebani. Saul è profondamente turbato ed arrabbiato quando si rende conto che Carrie l'ha intenzionalmente condotto alle forze nemiche per salvargli la vita. Dopo aver assistito alla fallita operazione, il direttore Lockhart ritorna nella sala conferenze e dichiara che gli Stati Uniti accettano i termini di Haqqani per lo scambio di prigionieri. Scesa la notte, Carrie viene svegliata da una chiamata di Khan, il quale la invita ad incontrarlo segretamente. Durante l'incontro, Khan ripete alla donna che non è stato lui a manomettere i suoi farmaci. Carrie dice che gli crede e Khan la informa che lo scambio dei medicinali è opera di Dennis Boyd, il quale sta lavorando contro di lei.

L'agguato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

13 ore a Islamabad[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La bomba[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il funerale[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Shows A-Z - Homeland, The Futon Critic.
  2. ^ GUIDA TV - IN ARRIVO, Coming Soon.
  3. ^ a b (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: MLB Baseball Tops Night + 'The Strain', 'The Real Housewives of New Jersey', 'Alaska: The Last Frontier' + More, TV by the Numbers, 7 ottobre 2014. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  4. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'The Walking Dead' Wins Night, 'Talking Dead', 'Boardwalk Empire', 'Homeland' & More, TV by the Numbers, 14 ottobre 2014. URL consultato il 14 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2014).
  5. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'The Walking Dead' Tops Night + 'Talking Dead', 'The Real Housewives of New Jersey', 'NFL Countdown', NASCAR Coverage & More, TV by the Numbers, 21 ottobre 2014. URL consultato il 21 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2014).
  6. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'The Walking Dead' Wins Night, 'Talking Dead', 'Boardwalk Empire', 'Real Housewives of New Jersey', 'Homeland' & More, TV by the Numbers, 28 ottobre 2014. URL consultato il 28 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2014).
  7. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'Walking Dead' Tops Night + 'Talking Dead', 'Skyscraper Live', 'The Real Housewives of New Jersey' & More, TV by the Numbers, 4 novembre 2014. URL consultato il 4 novembre 2014.
  8. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'The Walking Dead' Wins Night, 'Talking Dead', 'Real Housewives of Atlanta', 'Homeland', 'The Newsroom' & More, TV by the Numbers, 10 novembre 2014. URL consultato l'11 novembre 2014.
  9. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'The Walking Dead' Tops Night + 'Talking Dead', 'The Real Housewives of Atlanta', NASCAR & More, TV by the Numbers, 18 novembre 2014. URL consultato il 18 novembre 2014.
  10. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'The Walking Dead' Wins Night, 'Talking Dead', 'Real Housewives of Atlanta', 'Homeland', 'The Newsroom' & More, TV by the Numbers, 25 novembre 2014. URL consultato il 25 novembre 2014.
  11. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'Eaten Alive' Wins Night, 'Real Housewives of Atlanta', 'The Librarians', 'Homeland', 'The Newsroom' & More, TV by the Numbers, 9 dicembre 2014. URL consultato il 9 dicembre 2014.
  12. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Cable Ratings: 'Real Housewives of Atlanta' Tops Night + 'Kourtney & Khloe Take the Hamptons', 'The Librarians' & More, TV by the Numbers, 16 dicembre 2014. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  13. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Cable Ratings: 'Real Housewives of Atlanta' Wins Night, 'Watch What Happens Live', 'The Librarians', '90 Day Fiance', 'Homeland' & More, TV by the Numbers, 23 dicembre 2014. URL consultato il 23 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione