Episodi di Don Matteo (undicesima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Don Matteo.

Screenshot dell'undicesima stagione della serie.

L'undicesima stagione della serie televisiva italiana Don Matteo, trasmessa con il titolo di Don Matteo 11, è composta da 25 episodi raccolti in 14 puntate andate in onda dall'11 gennaio al 19 aprile 2018 su Rai 1.

Tra le novità della stagione, spicca l'addio del Capitano Giulio Tommasi (Simone Montedoro), trasferito a Roma perché diventato Maggiore e sostituito nel suo ruolo da un nuovo Capitano, questa volta donna, Anna Olivieri (Maria Chiara Giannetta). All'addio del Capitano si accompagnano quelli dei personaggi a lui legati: sua moglie Lia Cecchini (Nadir Caselli), sua figlia Martina (Emma Reale), sua madre Clara (Simona Marchini) e la sua ex Margherita Colognese (Sara Zanier). Nel cast della caserma entrano Domenico Pinelli e Maurizio Lastrico, rispettivamente nei ruoli dell'appuntato Romeo Zappavigna e del PM Marco Nardi, che vanno a sostituire Giuseppe Sulfaro (Severino Cecchini) e Dario Cassini (Gualtiero Ferri). In canonica si registrano gli addii di Laura Glavan, Andrés Gil e Letizia Arnò, interpreti rispettivamente di Laura, Tomás e della piccola Ester, rimpiazzati dall'arrivo della sedicenne Sofia (Mariasole Pollio), rimasta orfana di entrambi i genitori adottivi, e del piccolo Cosimo (Federico Ielapi), al quale muore la madre nel corso della prima puntata e di cui Don Matteo si prende cura. Altri nuovi arrivi includono Federico Russo e Giulia Fiume, legati al personaggio di Sofia in quanto rispettivamente Sebastian detto "Seba", suo compagno di scuola, e Rita, madre biologica della ragazza; Teresa Romagnoli e Cristiano Caccamo interpretano invece Chiara Olivieri, sorella del nuovo Capitano, e Giovanni, fidanzato della nuova protagonista. Delle stagioni precedenti rimangono Terence Hill nel ruolo del protagonista e Nino Frassica in quello del Maresciallo Cecchini, oltreché Caterina Sylos Labini, Nathalie Guetta, Francesco Scali, Pietro Pulcini e Francesco Castiglione.

Cambiano anche le musiche: dopo 10 stagioni Pino Donaggio viene sostituito da Andrea Guerra, che compone una nuova sigla, cantata da Nicole Cross e intitolata Il tempo dirà - Believing again; la base dello stesso brano, senza la parte vocale, viene invece utilizzata come sigla di coda.

Per quanto concerne la regia, ad affiancare Jan Maria Michelini, alla sua terza stagione consecutiva, fanno il loro esordio Raffaele Androsiglio e Alexis Sweet.

Ogni puntata è introdotta da una "pillola" intitolata I racconti del Maresciallo C. nella quale vengono mostrati dei video di promozione turistica, della durata di circa tre minuti, girati in quattordici luoghi della Regione Umbria (uno per ogni puntata).[1]

Titolo Prima TV
1 L'errore più bello 11 gennaio 2018
2 Scene da un matrimonio
3 Salvazione 18 gennaio 2018
4 Per il loro bene
5 La vera ricchezza 25 gennaio 2018
6 Il prezzo del talento
7 L'amore sbagliato 1º febbraio 2018
8 Avrò cura di te
9 La mia giustizia 15 febbraio 2018
10 La notte dell'anima
11 Ancora bambina 22 febbraio 2018
12 Scegli me!
13 Pena d'amore 1º marzo 2018
14 Una famiglia normale
15 Una questione personale 8 marzo 2018
16 Una di quelle
17 Genitori e figli 15 marzo 2018
18 Don Matteo sotto tiro
19 Dimmi chi sei 22 marzo 2018
20 Sola andata
21 La crepa 29 marzo 2018
22 Premonizioni 5 aprile 2018
23 Tutta la vita 12 aprile 2018
24 Il potere del perdono
25 Il bambino di Natale 19 aprile 2018

L'errore più bello[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sono passati due anni dall'ultimo episodio della decima stagione. Giulio Tommasi, diventato Maggiore, si è trasferito a Roma con Lia, Martina e il piccolo Antonio. A Spoleto Don Matteo rincuora il Maresciallo Cecchini, rimasto "da solo": con la sua esperienza può aiutare il nuovo capitano. Ma i rapporti tra Cecchini e il nuovo Capitano, Anna Olivieri, non cominciano nel migliore dei modi. E neanche il rapporto con Don Matteo è avulso da problemi: il fidanzato del Capitano Olivieri, Giovanni, vuole farsi prete. Anna accusa Don Matteo di aver condizionato la scelta dell'uomo e di essersi approfittato della sua debolezza. Intanto Don Matteo deve aiutare Sofia, una ragazza di 16 anni accusata di aver ucciso l'assistente sociale con il quale abitava.

Scene da un matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cecchini crede che il nuovo Capitano lo voglia sostituire con una donna, per questo il Maresciallo fa di tutto per mettersi in buona luce. Intanto, in caserma, fa la sua comparsa il nuovo PM Marco Nardi, un uomo scappato dall'altare e insofferente nei confronti del gentil sesso. Al primo giorno nella nuova scuola, Sofia si scontra con Seba, un ragazzo sfrontato che nasconde, però, un segreto.

Salvazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una donna, Fabiola Grossi, telefona al maresciallo Cecchini: è spaventata, e gli dice di voler rivelare tutta la verità sull'incidente mortale che ha coinvolto la figlia Patrizia. Il giorno dopo Cecchini e Don Matteo vanno in un B&B dove la donna aveva dato loro appuntamento, ma la ritrovano in fin di vita. Nascosto in un armadio, Cecchini trova anche un bambino, Cosimo, figlio della vittima, al quale il maresciallo si affezionerà. Viene rintracciato l'ex fidanzato della vittima, il padre di Cosimo, cercato dalla vittima dopo 8 anni per rimettersi insieme e riformare una famiglia. Cecchini gli chiede anche chiarimenti su quello che Fabiola voleva dirgli sull'incidente di Patrizia, ma l'uomo dice di non sapere nulla. Inoltre Fabiola, prima dell'aggressione, ha contattato anche un allevatore, Brisone, la cui figlia Marika viene tenuta in ostaggio proprio dal padre di Cosimo, Farina, dicendole che la ragazza sarebbe stata liberata. All'appuntamento, Fabiola non si sarebbe presentata perché aggredita. Quando i genitori della ragazza, rincuorati da Don Matteo, dicono tutto ai Carabinieri questi la ritrovano sana e salva al casale, ma nessuna traccia di Farina. Nel frattempo Fabiola si sveglia dal coma. Cecchini la affronta, e la donna gli dice tutta la verità sulla notte dell'incidente; lei e Farina erano in macchina, drogati, e passando avevano visto Patrizia esanime fuori strada, ma non l'avevano soccorsa, pensando che fosse ormai morta. Don Matteo individua il colpevole: l'assistente di Brisone, che insieme a Farina ha organizzato il rapimento di Marika perché sapeva che il suo capo aveva i soldi per l'eventuale riscatto. Venuto a conoscenza che Fabiola voleva liberare l'ostaggio, Luigi l'ha aggredita. Nel mentre, i medici avvisano Natalina che Fabiola è morta. Don Matteo promette alla perpetua che Cosimo non sarà mai solo. Sofia, intanto, cerca un modo affinché Seba incontri Alice di nascosto dai genitori, i quali non vogliono che il ragazzo la venga a trovare perché lo incolpano per l'incidente.

Per il loro bene[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Viene ritrovato un cadavere di uomo con abito talare e bicicletta. Si scoprirà che la vittima è un truffatore, poiché aveva con sè 3000 euro. Per l'omicidio viene incolpato un professore universitario, derubato dalla vittima. L'avvocato difensore dell'indiziato è Giovanni. Nel frattempo Cecchini rincontra un ex compagno dell'Accademia, Ambrogio Mezzasalma, divenuto CEO di una grande azienda. Per non essere da meno, Cecchini finge di essere Capitano, a discapito del "vero" Capitano Olivieri.

La vera ricchezza[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una facoltosa compagna di scuola di Sofia, Loredana, viene aggredita. I sospetti dei Carabinieri ricadono subito su Milena, anch'essa compagna di Sofia, che ce l'aveva con Loredana perché i suoi genitori avevano licenziato la madre di Milena. Cecchini aiuta, con un piano a suo dire infallibile, il Capitano Anna Olivieri a riconquistare Giovanni, ma il piano coinvolge, suo malgrado, anche il PM Nardi. Sofia crede che Seba stia tradendo Alice.

Il prezzo del talento[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Per Anna si prospetta un caso molto difficile, che la riguarda da vicino: Lina, l'ex fidanzata di Giovanni, giovane cantante, viene coinvolta nel tentato omicidio del suo futuro sposo. I due avevano litigato prima dell'aggressione, perché la ragazza, a causa delle prove del talent a cui partecipa, non era andata al corso prematrimoniale. Cecchini scopre che l'appuntato Zappavigna ha ereditato un'ingente somma di denaro, e inizia a viziare il suo sottoposto, sperando che poi "ricambi" il favore, ignorando tuttavia che il carabiniere frequenti la figlia Assuntina. Per Natalina l'aspetta un appuntamento speciale con un suo spasimante, che, per una serie di equivoci, altri non è che Pippo.

L'amore sbagliato[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Al campo di rugby c’è stata un’aggressione: la vittima si chiama Giacomo Rispoli, studente e capitano della squadra di rugby. A trovarlo il padre Francesco. Sul cellulare del ragazzo vengono trovate delle foto che lo incolpano di atti di bullismo nei confronti di Elisa, sua compagna di classe. La ragazza, interrogata dai Carabinieri, inizialmente cerca di sminuire la cosa, ma poi confessa che Giacomo gli aveva dato appuntamento al campo di rugby, ma solo per parlargli. La sua confessione non basta: viene messa in stato di fermo. Don Matteo, intanto, vede Francesco discutere con la madre di Elisa: i due avevano una relazione clandestina. Tra i sospettati c’è anche Francesco stesso, che la sera dell’aggressione è stato visto dall’allenatore di Giacomo litigare con quest’ultimo. Una discussione con Elisa fa capire tutto a don Matteo: Giacomo è stato aggredito da Monica, amica di Elisa da sempre innamorata di lui. I due hanno avuto un rapporto sessuale, ma subito dopo il ragazzo l’ha scaricata. Quando lei ha visto Elisa e Giacomo insieme, ha pensato che i due l’avessero tradita e ha aggredito Giacomo. Nel frattempo Chiara consiglia ad Anna un libro sulle geishe per provare a riconquistare Giovanni. Il PM chiede invece aiuto a Cecchini: la sua ex fidanzata Federica sta tornando a Spoleto per riprendersi il suo cane, Patatino, per farlo castrare; chiede dunque al Maresciallo di poterlo nascondere a casa sua, ma né qui né in casa del Capitano né tantomeno in canonica si riesce a tenere a bada la bestiola che, alla fine, a causa del Capitano viene riconsegnato a Federica (dopo che sia Nardi che Cecchini le avevano detto addirittura che fosse morto). Compresa la motivazione, Anna corre in aiuto ai due, che sul filo del rasoio riescono a salvare il cane. Don Matteo, invece, propone a Sofia un lavoretto a scuola: dovrà sostituire per un paio di giorni Rita, insegnante di ginnastica ritmica ad alcune bambine: è un modo per far avvicinare la ragazza a sua madre. Inizialmente la ragazza non vuole riprendere con la ginnastica poiché è a causa di uno dei suoi allenamenti che ha fatto tardi a casa il giorno del incidente, ma poi accetta. In un primo momento non cerca neanche di aiutare molto le bambine ma poi si ricorda di quanto la adorasse e ci si rimette d'impegno anche grazie a Seba, che le fa ritrovare la voglia di rimettersi a ballare. Alla fine la ragazza riprova a danzare e Seba la guarda, dopo che la ragazza gli confida perché aveva smesso lui la consola e i due si baciano.

Avrò cura di te[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Don Matteo si imbatte in una donna dall'aspetto confuso, Alma Degli Alberti, che gli dice di stare aspettando un’amica. L’amica è Ines Danzi, una donna appena trovata ferita. Quest'ultima era tornata a Spoleto per riprendersi la figlia, che aveva abbandonato anni prima. Una dei sospettati è Monia Vergari, che è stata vista proprio con Ines la sera dell’aggressione. La donna, assieme al marito Dario e con l'aiuto dell'assistente sociale Rachele Rosati, sta adottando la figlia, Gioia, ma le indagini rivelano che di recente è stata effettuata un’effrazione proprio in quella casa famiglia dove si trovava la bambina. Rachele ammette di aver aiutato Dario e Monia ad adottare Gioia, omettendo nel fascicolo la loro crisi coniugale. Ma nega di aver aggredito Ines. Si scopre che Dario ha accettato di pagare 30.000 euro Fabrizio, ex fidanzato di Ines e padre naturale della bambina, per non vedere più né lui né Ines, ma viene fermato dai Carabinieri. In realtà, ad aggredire Ines è stata proprio Alma: quando ha scoperto che l’amica aveva deciso di rimanere a Spoleto per stare vicino a Gioia, l’ha aggredita. Alma si costituisce, mentre Ines, ripresasi dall'aggressione, incontra Gioia. Anna vede Cecchini in atteggiamenti intimi con un’altra donna. Ma non si tratta di Cecchini, solo di un uomo che gli somiglia molto. La stessa donna, successivamente, confonde Cecchini con l’uomo misterioso, e lo bacia, chiedendogli di aiutarla a pubblicare le sue poesie. Ma il Maresciallo ha anche altri pensieri: si sta avvicinando il suo compleanno e nessuno se lo ricorda. In realtà, Caterina gli sta organizzando una cena a sorpresa nello stesso ristorante in cui si trova il suo sosia. Sofia rivede il suo fidanzato romano, Edoardo, che ha visto baciare una sua amica in una foto pubblicata online. Il ragazzo prova a farsi perdonare, mentre Seba assiste alla scena. Edoardo prova anche a convincerla a fare l’amore con lui, ma la ragazza non vuole: in suo aiuto interviene Seba. I due sono sempre più vicini, ma una telefonata inaspettata interrompe il momento: Alice si è svegliata!

La mia giustizia[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un avvocato in carriera, Lavinia Lupi, viene ucciso. I sospetti dei Carabinieri ricadono subito su Giada, una ragazza che aveva accusato il suo capo di averla violentata. In un secondo tempo tuttavia l'uomo era stato scagionato dall'accusa proprio dallo studio legale di Lavinia. La sera prima dell'omicidio Giada irruppe in un ristorante dove lo stupratore e la vittima stavano cenando, alzando la voce e andandosene palesemente turbata. In realtà a uccidere Lavinia è stata la sua assistente, Serena, assunta dalla vittima per "rimediare" a un errore fatto anni prima, costata la vita e il lavoro al padre di Serena; quest'ultima, venuta a sapere la verità, ha affrontato Lavinia e, durante la colluttazione, l'ha accoltellata. Nel frattempo Cecchini, pur di evitare di svolgere un corso di informatica, finge un intervento alle mani dopo un fortuito incidente causato dal Capitano Olivieri. Contemporaneamente Cosimo non va a scuola perché non sa scrivere e ha paura di essere preso in giro e di fare nuovamente la prima elementare, ma grazie a Cecchini, la maestra si convincerà che Cosimo può restare nella sua classe e recuperare le sue lacune. Sofia evita in tutti i modi Seba: per la ragazza è sempre più difficile nascondere i suoi sentimenti, soprattutto dopo il risveglio di Alice. Rita si avvicina sempre di più a Sofia, ma la donna teme di rivelarle che sia sua madre: infatti confida a Don Matteo che da giovane era stata violentata e che aveva abortito.

La notte dell'anima[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Don Matteo organizza un ritiro spirituale in un convento di monaci. Al pellegrinaggio partecipano tutti: Cecchini, sua moglie e Cosimo, Assuntina e Zappavigna, il PM Nardi e il suo cane Patatino e anche Giovanni e il Capitano Olivieri che, ricevendo l'invito dell'uomo la sera prima, equivoca che lui voglia ricominciare la storia con lei. In realtà Giovanni invita il Capitano anche per dirle che ha finalmente deciso di farsi prete, superando i dubbi che lo avevano pervaso fino a poco tempo prima, ma un bacio inaspettato in un momento di intimità rimette tutto in discussione.
Arrivati al convento dopo mille peripezie (tra cui un esilarante incidente a Cecchini causato dal "genero" Zappavigna), Don Matteo scompare misteriosamente. La sera successiva viene ritrovato legato e imbavagliato in una stanza: quando il Maresciallo e gli altri lo liberano, il prete afferma di aver visto un cadavere dietro una cassapanca, ma effettivamente sembra che il corpo non ci sia. Come se non bastasse, viene rubato un manoscritto dal valore inestimabile. I nostri dovranno capire qual è il segreto che si cela dentro questa misteriosa abbazia. Intanto, in canonica a Spoleto, Pippo e Sofia sono alle prese con i capelli di Natalina, che rendono la perpetua più suscettibile che mai.

Ancora bambina[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da: Raffaele Androsiglio
  • Scritto da: Francesco Balletta

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Francesca Tancredi è una giovane ballerina, che però durante gli allenamenti accusa un malore. Ma se la passa peggio la sua tata Alina Voltoff, che viene trovata senza vita poco dopo: la donna è stata spinta dalla rampa di un parcheggio, ma non c’è stato segno di colluttazione, sebbene tra le sue cose siano stati trovati duemila euro. In casa, però, i Carabinieri trovano dei farmaci, dei betabloccanti che bloccano la crescita, che somministrava a Francesca, su sua richiesta. Alina, però, aveva ricattato la ragazza, chiedendole dei soldi in cambio del suo silenzio. La tata aveva prelevato tutti i soldi dal conto, senza dirlo al marito, perché voleva portare in Italia la figlia: il funzionario aveva a sua volta ricattato la donna, a cui aveva chiesto seimila euro, quattromila dei quali glieli aveva già dati l’insegnante di Francesca, Katia, che passava i farmaci alla ragazza perché diventasse quello che lei non era riuscita a diventare. Alina lo aveva scoperto ma la donna, per assicurarsi il silenzio della tata, aveva deciso di pagarla. La donna però all'improvviso cambia idea: quando le ha detto che l’avrebbe denunciata, ha litigato con Katia, che l’ha uccisa. Anna, nel donare della roba che non usa più ad un mercatino di beneficenza, per sbaglio lascia nella bancarella del Maresciallo e del PM anche il ciondolo che le aveva regalato Giovanni. Cecchini, fermato da una donna, Amanda Valery, che lo confonde per il suo maggiordomo, decide di venderglielo. Scoperto che Anna lo sta cercando, Cecchini e Nardi (confuso per Leo, marito defunto della donna) cercano di recuperarlo. I due organizzano uno strano piano, ma Anna li ferma per caso: scopre non solo che il ciondolo è finito nelle mani della donna, ma anche che Amanda ha finto di aver confuso il PM per suo marito, solo perché voleva ricordarsi com'era essere amati dopo 46 anni di solitudine. Chiarito tutto, Anna regala il ciondolo alla donna. Il Capitano sembra aver superato la rottura con Giovanni, ma è solo un modo per nascondere la sua sofferenza per essere stata lasciata. Nel frattempo Alice vuole organizzare una festa a sorpresa per Seba e chiede aiuto a Sofia, che accetta. Visionando assieme delle foto scattate dai due mentre lei era in coma, Alice si rende però conto che tra i due c’era qualcosa. Fa in modo così di allontanarli, facendo conoscere a Sofia, durante la festa, un compagno di classe di Seba.

Scegli me![modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da: Raffaele Androsiglio
  • Scritto da: Umberto Gnoli

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Don Matteo accompagna Natalina sul set di “Scegli me!”, reality show in cui il protagonista è Lupo Dossi, uno "scapolo d'oro" che, nel meccanismo del gioco, è chiamato a scegliere tra 5 ragazze proposte dalla produzione. Durante le registrazioni, qualcuno appicca un incendio, il che fa convocare in caserma Costanza Busto, la produttrice creativa, ed il marito, produttore esecutivo. Nel programma c’è anche Guia, vecchia conoscenza di Don Matteo. Le minacce non si fermano: la mattina seguente Guia viene trovata in fin di vita. L’unico modo per capire cosa stia accadendo è mandare Anna sotto copertura, nei panni di una delle concorrenti. Per questo, affida la guida della Caserma a Cecchini. I Carabinieri nel mentre convocano il padre della ragazza, Franco Fanciullini, che poco prima dell’aggressione aveva litigato con la figlia, che lo accusa di essere il colpevole dell’abbandono della madre. Prima di morire, la donna aveva scritto una lettera a Guia, rivelandole di essere stata una paziente prima di sua moglie. Non solo: Franco e Guia avevano litigato perché lui non approvava la sua scelta di andare in tv. Ma i Carabinieri scoprono che la ragazza non era una vera concorrente: era stata assunta dalla produzione per conoscere le altre concorrenti senza filtri per poterle manipolare per conto della trasmissione. Adelaide, una delle concorrenti, lo aveva scoperto, così come aveva scoperto che Guia voleva farle incontrare in diretta il suo ex, che l’aveva molestata; ma Guia le ha anche detto di essere stata costretta. Anna continua ad indagare, finendo per attirare l’attenzione di Lupo. Attenzioni che, però, il Capitano non gradisce, ottenendo il sostegno di Nardi, che non rimane indifferente al fascino che Anna ha dovuto tirar fuori per risultare credibile nello show. È Don Matteo, come sempre, ad intuire cosa sia successo: Costanza, in cerca di scandali per alzare gli ascolti, ha saputo dell’esperienza di Adelaide, che si stava curando con delle medicine, che ha sostituito con del placebo. Guia, inizialmente, era d’accordo con lei, ma poi ha cambiato idea. Da qui, l’aggressione. Nel frattempo Pippo vuole realizzare il suo sogno: aprire un chiringuito. Nessuno, però, sembra essere particolarmente coinvolto dalla notizia. Ma una volta partito, si rende conto che gli mancano i suoi amici e torna a Spoleto.

Pena d'amore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dalila Fanciano è una detenuta del carcere di Spoleto che per il compleanno della sorella Marta ha ottenuto 48 ore di permesso fuori dal carcere, durante il permesso però viene colpita da un colpo d’arma da fuoco e muore, lasciando un bambino di 29 settimane, nato prematuro con la sorpresa della sorella Marta e del marito di lei Paolo, che ignari della notizia l’avevano prelevata dal carcere. In quanto in carcere da un anno per aver guidato da ubriaca e provocato un incidente, uccidendo una donna e provocato l’invalidità del marito, il padre del neonato è per forza una guardia carceraria che viene identificata in Zeno. Nel frattempo arriva a Spoleto Elisa Olivieri, la madre di Anna, che non sa ancora che la storia tra l'avvocato e la figlia è giunta al termine tempo prima. Dopo un incontro casuale con Giovanni, la donna si convince che lui le abbia chiesto di sposarla. Per non deludere la madre, Anna la asseconda con l'aiuto di Cecchini, finendo però per doverle confessare la verità quando Elisa si offre di comprare loro una casa. Ciò provoca un nuovo scontro tra Anna e sua madre, che ha sempre disapprovato la sua scelta di diventare un Carabiniere, alleggerito però dall'intervento di Marco, che non esita a difendere Anna rivelando anche qualcosa di personale.

Una famiglia normale[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I carabinieri si trovano ad indagare su un presunto tentato omicidio e un atto di bullismo, due eventi legati alla stessa famiglia ma slegati tra loro. Nel frattempo, Sofia iscrive Cosimo a un concorso musical per famiglie presentato da Carlo Conti. Il bambino viene preso, e Cecchini crea per lui la “finta” famiglia perfetta: il capitano Anna e il PM Marco nei panni dei suoi genitori.

Una questione personale[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un giovane avvocato è accusato di omicidio e il PM Marco Nardi crede fermamente nella sua colpevolezza. Durante le indagini, però, il Capitano Olivieri scopre che quell'uomo è la ragione per cui il matrimonio di Nardi è saltato: è infatti l'uomo con cui la ex fidanzata lo ha tradito, e il suo ex migliore amico. Anche Anna deve far fronte a ricordi dolorosi, perché il caso è simile a quello che ha causato il suicidio di suo padre anni prima. Dopo che Marco la ringrazia per avergli impedito di commettere un errore giudiziario, i due si baciano.

Una di quelle[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Oksana, una prostituta ucraina, accusa Barba di averla importunata e aggredita. Don Matteo e i ''nostri'' devono indagare per scagionare l'amico. Intanto, una ricca signora lascia in eredità a Cecchini un ingente patrimonio a patto che si prenda cura del suo amato coniglio. Anna e Marco dovranno affrontare i loro sentimenti riguardo al bacio che si sono scambiati.

Genitori e figli[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre i nostri indagano sull'aggressione ai danni di una psicoterapeuta, Chiara, sorella del Capitano Olivieri, torna a Spoleto dopo l'ennesima delusione d'amore. Per distrarla, Cecchini si offre di portarla fuori, ma ne perde le tracce e chiede aiuto al PM per ritrovarla. Intanto Sofia è determinata a scoprire chi sia il suo vero padre.

Don Matteo sotto tiro[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I carabinieri indagano sul tentato omicidio di Colardi, banchiere ed ex militare. La sua cassaforte era stata svuotata ed Anna pensa che sia stato il ladro, che si rivela essere il figlio di Colardi, Luca, ad aggredirlo. Luca confessa il furto ma nega di aver ucciso suo padre. Tra i contatti di Luca c'è Isabel, una donna che incolpava Colardi di aver ucciso sua sorella. Questa volta il maresciallo non potrà contare sull'aiuto di Don Matteo. Quest'ultimo, andato fuori città, viene tenuto prigioniero da una donna che si rivelerà essere Isabel. Intanto Cecchini, Pippo, Natalina e Cosimo cercano di far fuggire da Spoleto Don Faustino poiché temono che quest'ultimo voglia prendere il posto di Don Matteo per sempre.

Dimmi chi sei[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre i Carabinieri indagano sull'omicidio di uno stimato chef, Cecchini capisce che tra il PM e il Capitano potrebbe esserci qualcosa di più di una semplice amicizia e cerca di far ingelosire Anna per portarla allo scoperto, e alla fine riesce a farle ammettere i suoi sentimenti per Marco e la gelosia nei confronti della sorella.

Sola andata[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I carabinieri e Don Matteo sono alle prese con una nuova indagine mentre casa Cecchini viene invasa dai tarli, tanto che il Maresciallo, il Capitano e Chiara chiedono ospitalità al PM. Chiara vuole sfruttare l'occasione per conquistare Marco, e Anna tenta di mostrarsi indifferente.

La crepa[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da:
  • Scritto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I carabinieri indagano sull'apparente tentato suicidio di Giacomo, un ragazzo ritrovato ferito dopo una caduta apparentemente volontaria dal ponte San Niccolò. Si viene a scoprire che il ragazzo aveva una fitta "corrispondenza" online, mediante il videogioco Olympos, con una misteriosa giocatrice. Il ragazzo era rimasto ossessionato dallo scoprire la sua identità. La giocatrice ha detto che avrebbe saputo chi era se fosse venuto sul ponte di San Niccolò. Nel frattempo Cecchini fa una scommessa col proprietario del bar: se batterà a scacchi Don Matteo avrà colazione gratis per due anni, ma se dovesse perdere non giocherà mai più a scacchi con il prete. Anna accetta di dargli lezioni in cambio di un suo aiuto per la sua storia col pm. La serata però non va come previsto e Marco finisce per baciare Chiara.

Premonizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da:
  • Diretto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cecchini viene convinto da Cosimo a partecipare ad una gara di ciclismo il cui premio è un viaggio in Norvegia, dove Cosimo crede si trovi suo padre. Il Maresciallo, grazie ad un fortuito caso, riesce a vincere. Cecchini finge che la vittoria sia merito della sua bravura, ma la situazione si complica quando il Colonnello vuole iscriverlo ad una gara di ciclismo ben più complicata. Intanto i carabinieri e Don Matteo indagano sulla morte di Stefano. Il giorno prima il ragazzo aveva litigato con la sua fidanzata Gabriella in quanto quest' ultima non voleva vivere nella casa che il fidanzato le aveva comprato, dato che "le faceva paura". Ma la faccenda si rivelerà ben più complicata. Nel mentre Sofia decide di vendicarsi del suo padre biologico. Seba scopre ciò che Sofia gli stava nascondendo ma decide ugualmente di aiutarla... Anna e Marco sono alle prese con l'organizzazione della festa di laurea di Chiara, ma si rendono conto che l'attrazione tra loro non si è sopita e un nuovo bacio tra loro è impedito solo da una coincidenza. Intanto Giovanni torna dal seminario, che ha abbandonato perché ha capito che non era ciò che voleva.

Tutta la vita[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da:
  • Diretto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Marco Vismara, il padre biologico di Sofia, viene trovato a terra per strada: qualcuno l'ha mandato in coma e i carabinieri iniziano ad indagare ma le prove materiali sembrano ricondurre a Sebastiano. Don Matteo inizia ad indagare per scagionare il ragazzo. Nel frattempo, il maresciallo Cecchini si convince che Zappavigna abbia un'amante e, insieme al PM Nardi, escogita un piano per "smascherarlo". Dopodiché si scopre che in realtà è il fratellastro perché il padre di Romeo ha messo incinta la presunta amante ed ex babysitter di Zappavigna e da lì è nato il bambino che lui sostiene solo economicamente. Tuttavia, a causa dell'equivoco, viene lasciato da Assuntina. Intanto Giovanni, che si scopre aver mollato il seminario, cerca di riavvicinarsi ad Anna dopo aver capito di esserne ancora innamorato.

Il potere del perdono[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da:
  • Diretto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La bici di don Matteo ha un guasto e dunque il prete chiede un passaggio ad Anna, che passava di lì per caso. Il capitano si ferma presso un'officina, dove sorprende un giovane criminale con la refurtiva in mano. Il ragazzo, messo alle strette, rinchiude Anna e Don Matteo in un furgone che di lì a breve sarebbe stato rottamato da una pressa. Il capitano spiega a Don Matteo che era venuta in officina perché sapeva che Claudio Lisi avrebbe commesso un furto con l'aiuto di Dario Corsi (il ragazzo sorpreso a rubare) e voleva sorprendere Lisi nell'atto di compiere il crimine per poterlo arrestare a vendicarsi così di lui. Infatti Lisi, molti anni prima, aveva commesso un furto ed il padre di Anna ne era stato accusato causandone il suicidio. Nel frattempo il PM e il maresciallo, aiutati da Giovanni, indagano sia sulla scomparsa di Anna e di Don Matteo che sull'omicidio di Dario Corsi.

Il bambino di Natale[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritto da:
  • Diretto da:

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cosimo, mentre gioca una partita di calcio e dopo aver segnato un gol, si accascia a terra e viene soccorso da Don Matteo e dal maresciallo Cecchini. Al bambino viene diagnosticata una forma di leucemia in stato già piuttosto avanzato, e molto poco da vivere. L'unica speranza per salvarlo è trovare un donatore di midollo compatibile, come lo sarebbe stato il padre Remo Farina, latitante da mesi per vari reati. Nel frattempo, proprio Farina si rende protagonista di un furto di una statua in un museo, dove una donna, la figlia del custode, rimane ferita cadendo dalle scale, ma presto si scopre che aveva rubato una falsa copia realizzata da una scultrice che aveva intenzione di eseguire una truffa. Mentre i carabinieri indagano sul caso, il Capitano Olivieri si dichiara al PM, il quale era riuscito a leggere l'SMS di dichiarazione inviatogli in punto di presunta morte da Anna. Nel frattempo Cecchini organizza in città una festa natalizia nel mese di agosto, poiché aveva mentito al piccolo Cosimo alludendogli, appena svegliatosi, che il 25 dicembre sarebbe caduto la settimana dopo. Dopo aver addobbato l'ospedale, cerca invano di convincere gli abitanti a festeggiare il Natale. Nel frattempo, viene catturato il padre, che però evade nel tentativo non autorizzato del maresciallo di fargli visitare il figlio malato. Cecchini poi sentirà una conversazione che credeva essere una proposta di matrimonio di Giovanni al Capitano, riferendo che si sarebbero sposati al PM Marco Nardi, il quale viene lasciato da Chiara, che aveva capito che lui amava sua sorella. Intanto si scopre che la figlia del custode aveva organizzato il furto insieme a Farina; e che il custode fosse il colpevole dell'aggressione della figlia (non riconosciuta a causa del passamontagna) e viene arrestato. Nardi si dichiara al Capitano Olivieri e i due si baciano. Nel mentre, i tentativi di Cecchini, dei sacrestani e dei carabinieri Barba, Ghisoni e Zappavigna vanno a vuoto. Allora il maresciallo fa un disperato appello collegato ad una stazione radio, affinché la via della città che porta dall'ospedale alla chiesa (dove si sarebbe svolta la Messa di Natale) venisse addobbata in modo natalizio. Molti, commuovendosi, decidono di aderire all'iniziativa e l'episodio si conclude con la motoslitta di Cosimo e del maresciallo che raggiunge la chiesa attraverso vie addobbate e piene di gente vestita in modo pesante e dove sono stati organizzati una banda ed un presepe vivente. A sorpresa, il padre di Cosimo, finalmente pentito, si presenta in piazza per partecipare alla Santa Messa con il figlio. L'episodio si conclude con una miracolosa nevicata e con una ripresa aerea della chiesa con Don Matteo che guarda il cielo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Confermate le pillole video dall'Umbria per Don Matteo: ecco le tredici zone scelte, in Umbria24.it, 17 novembre 2017. URL consultato il 20 aprile 2018.
  2. ^ a b Ufficio Stampa - RAI: ASCOLTI TV GIOVEDI' 1 FEBBRAIO, su www.ufficiostampa.rai.it. URL consultato il 20 aprile 2018.
  3. ^ a b Ufficio Stampa - RAI: ASCOLTI TV GIOVEDI 22 FEBBRAIO, su www.ufficiostampa.rai.it. URL consultato il 20 aprile 2018.
  4. ^ a b Ufficio Stampa - RAI: ASCOLTI TV GIOVEDI 1 MARZO, su www.ufficiostampa.rai.it. URL consultato il 20 aprile 2018.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione