Episodi di Doc - Nelle tue mani (seconda stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Doc - Nelle tue mani.

La seconda stagione della serie televisiva Doc - Nelle tue mani, composta da 16 episodi, viene trasmessa in prima visione su Rai 1[1] dal 13 gennaio[2] al 10 marzo 2022. Il primo episodio è stato pubblicato in anteprima su RaiPlay l'11 gennaio 2022.

Titolo Prima TV Italia
1 Una vita nuova 13 gennaio 2022
2 La guerra è finita
3 Sfide 20 gennaio 2022
4 Quello che sei
5 L'attenzione 27 gennaio 2022
6 Il gusto di vivere
7 10 febbraio 2022
8
9 17 febbraio 2022
10
11 24 febbraio 2022
12
13 3 marzo 2022
14
15 10 marzo 2022
16

Una vita nuova[modifica | modifica wikitesto]

Febbraio 2020. Giulia scopre di essere rimasta incinta dopo la notte passata con Lorenzo, venendo spinta da questo evento a riflettere meglio sui suoi sentimenti per lui: dopo aver definitivamente messo una pietra sopra alla storia con Andrea, si rende conto che anche per lei Lazzarini, forse, è sempre stato molto più di un semplice amico e collega, decidendo di dare una possibilità alla loro storia. Anche Lorenzo, da sempre innamorato di lei, accetta di iniziare una nuova vita con Giulia e il bambino.

In ospedale arriva anche Cecilia Tedeschi, un’infettivologa ed ex compagna di università di Fanti e Agnese.

Nel frattempo, un nuovo virus dalla Cina arriva a sconvolgere i piani di tutti. La prima ad esserne colpita è Giulia, che viene ricoverata d'urgenza, ma è troppo tardi perchè il contagio si è già esteso per tutto il reparto.

La guerra è finita[modifica | modifica wikitesto]

Mesi dopo la pandemia, il reparto di Andrea viene riaperto e nell'aria si sente la mancanza di qualcuno: Lorenzo non c'è più a causa del COVID-19, che l’ha ucciso nel marzo del 2020. Andrea ha lasciato il reparto per fare check up gratuiti all'esterno, saltuariamente aiutato da Riccardo.

Dopo un apparente attacco isterico Giacomo, un operatore sanitario, viene ricoverato in ospedale, primo caso sotto la direzione della nuova primaria, che è proprio la dottoressa Tedeschi, la quale persegue metodi medici altamente disumanizzanti e, per questo, inaccettabili per la squadra di Doc.

La morte di Lorenzo causa preoccupazione ed un’angosciante tristezza in tutti in reparto, mentre un'inchiesta minaccia di svelare che era proprio Lazzarini il paziente zero dell’ospedale, seppur inconsapevole, consentendo così di accusarlo di negligenza per aver portato il virus in ospedale: Andrea e gli altri non possono assolutamente permettere che la sua memoria venga infangata in quel modo per trovare un capro espiatorio, perciò inizia una corsa contro il tempo per distruggere eventuali prove che dimostrino la verità. Al centro della bufera c’è anche Agnese, che, invece, potrebbe essere ritenuta responsabile, in quanto direttrice sanitaria, di non aver attrezzato adeguatamente l’ospedale in previsione dell’emergenza, che ha causato la morte di centinaia di pazienti e decine di operatori sanitari.

Intanto, Gabriel è ancora intenzionato a lasciare l'Italia e si scopre, inoltre, che Giulia, oltre a Lorenzo, ha perso anche il figlio che aspettava ed è sempre più decisa a partire per Genova a inchiesta finita per lasciarsi alle spalle il dolore che le causa, ora, rimanere al Policlinico.

In reparto arriva anche Damiano Cesconi, nuovo strutturato che sostituirà Lorenzo e, proprio per questo, accolto con molta freddezza e diffidenza da tutti, soprattutto Giulia.

Doc, vista la situazione drammatica, capisce di dover fare qualcosa, perciò chiede di essere riabilitato come medico titolare e di riavere il primariato per tentare di salvare le sorti del reparto e di Agnese e la memoria di Lorenzo, ma, intanto, ha un incubo in cui sogna di soffocarlo fino ad ucciderlo, nonostante non si capisca se è solo un sogno o se ci sia qualcosa di vero...

Sfide[modifica | modifica wikitesto]

  • Ascolti Italia: telespettatori 7 006 000 – share 28,60%[4]

Quello che sei[modifica | modifica wikitesto]

  • Ascolti Italia: telespettatori 6 422 000 – share 33,00%[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]