Episodi di C'era una volta (terza stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Once Upon A Time logo.svg

La terza stagione della serie televisiva C'era una volta, composta da 22 episodi, è stata trasmessa negli Stati Uniti per la prima volta dall'emittente ABC dal 29 settembre 2013[1] all'11 maggio 2014.

In Italia, la stagione è andata in onda sul canale satellitare Fox dal 25 marzo[2] al 29 luglio 2014. In chiaro va in onda dal 23 ottobre 2014 su Rai 4.

La stagione è nettamente divisa in due parti: la prima parte, composta dai primi 11 episodi e trasmessa dal 29 settembre al 15 dicembre 2013, ha come antagonista principale Peter Pan, mentre la seconda parte, composta dai restanti 11 episodi e trasmessa dal 9 marzo al 15 maggio 2014, ha come antagonista la Perfida Strega dell'Ovest.

Per questa stagione Michael Raymond-James farà parte del cast principale. Raphael Sbarge, Eion Bailey e Meghan Ory ricompaiono come guest star.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Heart of the Truest Believer Il cuore del vero credente 29 settembre 2013 25 marzo 2014
2 Lost Girl Ragazza sperduta 6 ottobre 2013 1º aprile 2014
3 Quite a Common Fairy Una fata piuttosto comune 13 ottobre 2013 8 aprile 2014
4 Nasty Habits Cattive abitudini 20 ottobre 2013 15 aprile 2014
5 Good Form La forma corretta 27 ottobre 2013 22 aprile 2014
6 Ariel Ariel 3 novembre 2013 29 aprile 2014
7 Dark Hollow Alla ricerca dell'ombra 10 novembre 2013 6 maggio 2014
8 Think Lovely Thoughts Fai pensieri felici 17 novembre 2013 13 maggio 2014
9 Save Henry Salviamo Henry 1º dicembre 2013 20 maggio 2014
10 The New Neverland La nuova isola che non c'è 8 dicembre 2013 27 maggio 2014
11 Going Home Si torna a casa 15 dicembre 2013 3 giugno 2014
12 New York City Serenade Segui il tuo istinto 9 marzo 2014 10 giugno 2014
13 Witch Hunt Caccia alla strega 16 marzo 2014 17 giugno 2014
14 The Tower La torre 23 marzo 2014 24 giugno 2014
15 Quiet Minds Menti silenziose 30 marzo 2014 1º luglio 2014
16 It's Not Easy Being Green Essere verdi non è facile 6 aprile 2014 8 luglio 2014
17 The Jolly Roger La Jolly Roger 13 aprile 2014 15 luglio 2014
18 Bleeding Through Passato e presente 20 aprile 2014
19 A Curious Thing Una cosa curiosa 27 aprile 2014 22 luglio 2014
20 Kansas Kansas 4 maggio 2014
21 Snow Drifts Il corso degli eventi 11 maggio 2014 29 luglio 2014
22 There's No Place Like Home Nessun posto è come casa

Il cuore del vero credente[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti, undici anni prima. Emma dà alla luce Henry nell'infermeria del carcere. Il dottore le domanda se ha cambiato idea sul dare il neonato in adozione. Benché sia combattuta e non riesca a trattenere le lacrime, Emma resta convinta che l'adozione rappresenti la soluzione migliore per il bambino e da quel momento non lo rivede più.

A bordo della Jolly Roger, gli eroi si dirigono verso l'Isola che non c'è per salvare Henry. Gold indossa i panni di Tremotino e abbandona il gruppo, deciso a ritrovare Henry da solo, avvertendo gli altri che i pericoli sull'Isola andranno ben oltre la loro immaginazione. Durante la navigazione vengono attaccati dalle sirene e Regina le allontana, mentre Emma e Mary Margaret riescono a catturarne una. Poco avvezza alla diplomazia di David e Mary Margaret, Regina trasforma la sirena in una statua, con il risultato però di scatenare una violenta tempesta in mare. Questo porta a un bisticcio tra Regina e Mary Margaret, subito imitate da David e Uncino. Emma decide di immolarsi in acqua per essere recuperata dai compagni e far capire loro che l'unico modo per superare la tempesta è riportare l'armonia a bordo. Giunti sulle rive dell'Isola, Emma si pone a capo del gruppo ed esorta tutti a remare nella stessa direzione, mettendo da parte ogni dissidio legato al passato.

Nella Foresta Incantata Neal viene curato da Mulan, Aurora e Filippo. Al suo risveglio, rivela la sua identità e dice di essere alla ricerca di Emma, abbandonata dopo che è precipitato nel portale. Mulan lo accompagna al castello del Signore Oscuro, quasi completamente distrutto dal sortilegio di Regina. Qui trovano Robin Hood, nuovo abitante del castello da quando Tremotino ha abbandonato il mondo delle fiabe, che dice a Neal di conoscere bene suo padre e che vuole aiutarlo per avergli risparmiato la vita. Usando il vecchio bastone di Tremotino, Neal rivela l'esistenza di uno scomparto nascosto in cui si trovano alcuni oggetti incantati. Uno di essi mostra Emma sull'Isola che non c'è, un posto orribile che Neal conosce fin troppo bene.

Henry è arrivato sull'Isola con Greg e Tamara. I due restano di stucco nello scoprire che la fantomatica "Sede Centrale" per la quale lavorano è in realtà il gruppo dei Bimbi Sperduti, il cui capo Peter Pan voleva entrare in possesso di Henry. Turbati, Greg e Tamara si rifiutano di consegnare Henry e scatenano l'ira dei Bimbi Sperduti. Greg viene ucciso dall'Ombra, mentre Tamara è trafitta da una freccia. Henry riesce a mettersi in fuga, grazie all'aiuto di un misterioso ragazzo che lo convince a nascondersi insieme in un luogo a suo dire inaccessibile. Intanto, Tremotino trova Tamara tentare disperatamente di rimettersi in piedi e la cura, per poi ucciderla strappandole il cuore. Dopodiché Tremotino incontra il capo dei Bimbi Sperduti, il quale gli riferisce che Peter Pan è lieto di rivederlo e gli ha concesso di potersi trattenere sull'Isola, a condizione però che lasci il bambino a lui. Giunti a un burrone, con i Bimbi Sperduti alle calcagna, Henry si fa dare dal ragazzo una dose di polvere di fata per poter volare via. Planati nel bosco, il ragazzo rivela a Henry di essere Peter Pan e di averlo voluto mettere alla prova per vedere se crede davvero nella magia, essendo alla ricerca del cuore di un vero credente. Peter Pan chiama i Bimbi Sperduti che accerchiano Henry, pronti a "giocare".

Ragazza sperduta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe James ha risvegliato Biancaneve e assieme decidono di riprendersi il regno. Regina non sembra molto accondiscendente a lasciare il trono e minaccia Biancaneve di sterminare il popolo se non rinuncerà al regno. Infatti, Regina ha offerto a Biancaneve la possibilità di vivere con James in esilio nella vecchia capanna del pastore, altrimenti a ogni tramonto ucciderà una persona. Siccome Biancaneve è propensa ad accettare le condizioni di Regina, James cerca di convincerla a combattere per il regno e a non darla vinta a una donna malvagia che vuole toglierla di mezzo per poi comandare dispoticamente sul regno. I Sette Nani, molto protettivi verso Biancaneve, scambiano l'interessamento di James come una strategia opportunista per mettere le mani sulla corona. James chiede aiuto a Tremotino che gli parla di un'arma magica, la spada Excalibur forgiata da mago Merlino, per sconfiggere Regina. Biancaneve è la sola a poterla estrarre dalle rocce in cui è conficcata, poiché, dice James, è lei la legittima erede al trono. Biancaneve affronta Regina e la ferisce con la spada al volto, dichiarandole guerra per la salvezza del regno. I Sette Nani si convincono che James non ha secondi fini, accettandolo come futuro compagno di Biancaneve. Nel frattempo, Biancaneve incontra Tremotino e scopre che la spada non è Excalibur e che si è trattato di una messinscena. James le spiega che le ha mentito per farle tirare fuori il coraggio con cui ora potrà affrontare Regina, consapevole del suo ruolo e delle proprie capacità.

Sull'Isola che non c'è Tremotino si separa dalla sua ombra per affidarle il pugnale, affinché lo possa nascondere in un posto che nemmeno lui dovrà conoscere. Quando appare Belle al suo fianco, Tremotino pensa in un inganno da parte di Peter Pan, ma poi ricorda che è stato lui stesso a ricrearla mentalmente per avere qualcuno che lo aiutasse a essere meno codardo. Nel frattempo, gli eroi vagano sull'Isola alla ricerca di Henry e giungono a un punto morto. Peter Pan fa visita a Emma nell'accampamento per consegnarle una pergamena con cui trovare Henry, puntualizzando che riuscirà a decifrarla soltanto quando smetterà di rinnegare chi è in realtà. Tuttavia, Emma non riesce a far comparire la mappa e Regina prende in mano la situazione, facendo un incantesimo di localizzazione per farsi condurre da Peter Pan. Costui li rimprovera per aver barato e ordina ai Bimbi Sperduti di attaccarli, uno scontro che dura poco e Peter Pan ordina la ritirata, invitando nuovamente Emma a decifrare la mappa. Durante lo scontro Emma non ha avuto il coraggio di infierire su un Bambino Sperduto, avendo letto nei suoi occhi la stessa solitudine che anche lei ha vissuto negli anni solitari della sua vita. Così capisce che sull'Isola la sua identità non è quella di salvatrice, come tutti l'hanno considerata sin dai tempi del sortilegio, bensì di orfana. Finalmente la mappa si rivela e la ricerca di Henry può ripartire. Tremotino continua a essere perseguitato da uno spaventapasseri di legno che gli ricorda una parte dolorosa del suo passato. Ogni volta che cerca di liberarsene, il pupazzo torna al suo fianco. Intanto, David è rimasto ferito nella battaglia con i Bimbi Sperduti, contaminato dallo stesso veleno con cui Uncino stava per uccidere Gold a Storybrooke, ma non dice niente ai compagni.

Una fata piuttosto comune[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Regina si sente trascurata da re Leopold, spesso assente per i suoi frequenti viaggi con Biancaneve. Tremotino si preoccupa perché Regina ha saltato una delle loro lezioni di magia, convincendola di non scendere a compromessi con la sua indole malvagia. Sconsolata, Regina si appoggia alla balaustra che cede e la fa precipitare nel vuoto, ma la giovane fata Trilli interviene prima dell'impatto con il suolo e le salva la vita. Convinta che Regina si stesse suicidando, Trilli vuole alleviere le sue sofferenze e promette di procurarle la polvere magica, più potente rispetto alla polvere di fata. Nonostante la Fata Turchina le avesse proibito di aiutare una persona cattiva come Regina, Trilli prende di nascosto la polvere magica e la guida verso il suo vero amore. Si tratta di un uomo riconoscibile attraverso un tatuaggio sul braccio a forma di leone che si trova in un'osteria. Trilli lascia sola Regina, la quale però non ha il coraggio di entrare e torna a palazzo. Regina mente a Trilli, dicendole che ha incontrato il tizio e si è accorta che non era il suo tipo. Sulla via del ritorno, Trilli viene scoperta dalla Fata Turchina che la punisce severamente per il furto della polvere, trasformandola in un essere umano senza più ali né magia.

Sull'Isola che non c'è gli Emma si accorge che Peter Pan li ha ingannati, poiché sulla mappa la posizione dell'accampamento continua a spostarsi. L'unica soluzione è ricorrere a Trilli, la sola persona in grado di portarli da Peter, ma Regina si mostra restia a incontrarla per via dei loro trascorsi. Rimasta indietro per non intralciare i compagni, Regina è aggredita da Trilli che la stordisce. Uncino si accorge della ferita di David, avvertendolo che ha poche settimane di vita, ma il Principe continua a tenerla nascosta agli altri perché spera di potersi curare con la polvere magica di Trilli. Giunti all'abitazione della fata, gli eroi trovano un fazzoletto bianco di Regina e capiscono che è stata rapita. Trilli accusa Regina di aver rovinato la vita a entrambe, facendole perdere i poteri e rifiutandosi di incontrare quell'uomo che l'avrebbe portata sulla via del bene. Regina si strappa il cuore dal petto e lo consegna a Trilli, sfidandola per vedere se ha davvero intenzione di ucciderla, ma la avverte che in tal caso anche il suo cuore diventerà oscuro. Trilli risparmia Regina, riconsegnandole il cuore, dopodiché vengono ritrovati dal resto del gruppo. Emma e Trilli raggiungono un accordo in base al quale Trilli li aiuterà a raggiungere il covo di Peter Pan, in cambio le verrà offerta una casa. Nel frattempo, Henry viene messo alla prova da Peter Pan che lo sfida a colpire una mela posta sulla testa di Felix usando una balestra con una freccia avvelenata. Henry devia la traiettoria per colpire Peter, ma senza successo perché aveva previsto il suo tentativo. Per nulla arrabbiato, Peter Pan spiega a Henry che la magia sta morendo in tutti i mondi e lui è destinato a salvarla grazie al suo cuore di vero credente. Peter sostiene che è lui il vero salvatore, in quanto figlio dell'unione tra luce e tenebre, e che lo stesso incontro tra sua madre Emma e suo padre Neal era programmato. Henry inizialmente non gli crede, ma Peter riesce a convincerlo mostrandogli il foglio con il suo volto disegnato ancora prima che nascesse.

Nella Foresta Incantata Neal non riesce a trovare tra gli oggetti di suo padre nulla che possa aiutarlo ad arrivare all'Isola che non c'è. Quando fa la conoscenza di Roland, il figlio di 4 anni di Robin Hood e della defunta Marian, Neal chiede al padre del bambino di usarlo per chiamare l'Ombra e farsi trasportare sull'Isola. Pur timoroso per la vita del figlio, Robin accetta di effettuare almeno un tentativo per attirare l'Ombra. Il trucco funziona e Robin protegge Roland, mentre Neal si aggrappa al piede dell'Ombra per volare verso l'Isola che non c'è. Atterrato nella vegetazione, Neal viene accolto da Felix. Mulan rifiuta la proposta di Robin di unirsi alla sua brigata perché vuole tornare a servire Aurora e Filippo. Mulan si è innamorata della principessa ed è pronta a rivelarle i suoi sentimenti, ma Aurora la anticipa rivelandole che lei e Filippo avranno un figlio. Sconsolata, Mulan torna da Robin per accettare la sua proposta di entrare nell'Allegra Brigata. I due si stringono la mano e si nota sul braccio di Robin il tatuaggio del leone, lo stesso del vero amore di Regina.

Cattive abitudini[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Tremotino, da poco diventato il Signore Oscuro, tiene Bealfire chiuso nella capanna perché ha molti nemici fuori che potrebbero fargli del male. Bealfire non accetta di restare nel guscio protettivo del padre e scappa di casa. La magia conduce Tremotino al paesino di Hamelin, dove scopre che tanti altri giovani sono scomparsi senza una spiegazione. Qualcuno riferisce di aver visto un misterioso pifferaio aggirarsi di notte indossando un mantello a quadri. Dopo un appostamento notturno Tremotino segue i ragazzi e giunge a un focolare nel bosco, attorno a cui i giovani danzano mascherati. Tremotino scopre che il Pifferario è Peter Pan, una sua vecchia conoscenza, il cui flauto può essere udito solo dai bambini abbandonati, i suoi Bimbi Sperduti. Peter ha conosciuto Tremotino quando era piccolo, essendo anche lui solo e abbandonato, e la stessa sorte sta toccando a Bealfire. Tremotino e Peter stringono un patto affinché sia Bealfire a decidere con chi andare, ma il Signore Oscuro gioca d'astuzia e si teletrasporta con il figlio nella loro capanna. Bealfire si arrabbia con Tremotino perché gli ha impedito di scegliere, quando invece avrebbe sempre deciso di rimanere con il padre, ma il suo comportamento ha dimostrato ancora una volta che non si fida di lui.

Sull'Isola che non c'è Emma e il gruppo studiano un piano per entrare nell'accampamento di Peter Pan, ma Trilli fa notare loro che è tutto inutile senza aver prima trovato un modo per abbandonare l'Isola. Uncino racconta che nessuno ha mai potuto andarsene contro il volere di Peter Pan, dato che persino lui dovette a suo tempo negoziare con Peter per potersene andare. L'unico a riuscirci è stato Bealfire, il quale ha vissuto in una caverna. Uncino conduce i compagni nella grotta, dove trovano numerosi disegni fatti dal ragazzo per ammazzare il tempo. Emma è incuriosita da una noce bucherellata che si rivela essere una mappa di stelle disegnata da Bealfire per ritornare a casa. Purtroppo, come spiega Uncino che ha dato insegnamenti di cartografia a Bealfire, soltanto l'autore della mappa è in grado di decifrarla. Nel frattempo, Neal riesce a fuggire da Felix e incontra Tremotino, il quale però lo scambia per un ologramma di Peter Pan e lo sta per colpire con la lancia avvelenata. Neal riesce a fargli capire che è lui in carne e ossa, così entrambi si mettono alla ricerca di Henry. Assieme riescono a catturare un calamaro ed estrarne l'inchiostro magico da usare come arma per immobilizzare Peter Pan. Giunti all'accampamento di Peter, Neal lo immobilizza e porta in salvo Henry addormentato. Tuttavia, Peter ha accennato a Neal la profezia che lega il destino di Henry a quello di Tremotino, facendogli credere che suo padre voglia uccidere il nipote per garantirsi la sopravvivenza. Nonostante Tremotino tenti di fargli capire che è disposto a sacrificarsi pur di salvare Henry, Neal pensa che sia ancora egoista come quando lo ha abbandonato e se ne va con il bambino. Attaccato dai Bimbi Sperduti, Henry torna nell'accampamento di Peter Pan e al risveglio ricorda di aver visto suo padre salvarlo. Peter lo persuade che è stato soltanto un sogno, ma presto cambierà e si unirà a loro. Convinto dalle parole di Peter, Henry inizia a sentire la melodia del flauto e a comportarsi come un Bambino Sperduto.

La forma corretta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Killian Jones (il futuro Capitan Uncino) è il rispettato tenente della marina reale, mentre il capitano e diretto superiore è suo fratello Liam. Il re ha ordinato una spedizione verso l'Isola che non c'è, dove reperire una pianta medicinale in grado di guarire ogni male. L'Isola viene raggiunta grazie alla vela ottenuta con le piume di Pegaso, che consente alla nave di volare, e al sestante di Liam. Giunti sull'Isola, i fratelli Jones si imbattono in Peter Pan che nega l'esistenza dell'erba miracolosa. Anzi, la pianta che cercano è la Rubus Noctis, estremamente mortale. Mentre Killian inizia a dubitare delle parole del re, convinto che voglia appropriarsi dell'erba velonosa per costruire armi potenti da usare contro i nemici, Liam resta sempre fedele al sovrano e si ferisce volontariamente con le spine della pianta per dimostrare a Killian che ha torto. Invece, la pianta è realmente velenosa e Liam collassa a terra. Peter Pan offre un aiuto a Killian, mostrandogli che dietro la selva di Rubus Noctis si nasconde una fonte magica in grado di curare il fratello. Peter Pan lo avverte che la magia ha un prezzo e le persone salvate con l'acqua devono restare sull'Isola per sempre. Killian non lo ascolta e, dopo aver curato Liam, i due fanno ritorno nel loro mondo con l'intenzione di sbugiardare pubblicamente il re. Infatti, non appena rientrati nella loro atmosfera, Liam muore. Ritenendo il re responsabile del tragico evento, Killian decide di non servirlo più e diventare un pirata.

Sull'Isola che non c'è Uncino vuole aiutare David a guarire, portandolo alla fonte, ma il Principe non si fida di lui e a stento vanno d'accordo. Così Uncino lo convince a partire insieme per raggiungere la cima del monte, dove trovare il sestante che li aiuterà a tornare a casa. Sapendo di avere ancora poche ore di vita, David accetta di andare con Uncino in modo tale da morire strada facendo e non far sapere agli altri la verità sulla ferita. Lungo il sentiero Uncino incontra Peter Pan che gli propone di uccidere David, prima che il veleno faccia il suo corso, e in cambio gli offrirà un grande vantaggio. Ormai fedele alla causa degli eroi, Uncino rifiuta e conduce David alla fonte. Prima di farlo bere, Uncino gli rivela il contrappasso del non poter lasciare l'Isola e David, il cui unico obiettivo è salvare Henry, accetta. Intanto, Peter Pan fa partecipare Henry a uno dei loro pericolosi giochi e rimane di stucco quando la magia del bambino trasforma un ramo di legno in una spada. Peter aizza Henry contro Devin, uno dei Bimbi Sperduti, procurandogli un taglio alla guancia. Lo stesso Devin viene poi catturato da Emma, Mary Margaret e Regina mentre era intento a cacciare. Regina gli strappa il cuore, così da poterlo controllare e mettersi in contatto con Henry, il quale viene così a sapere che si trovano sull'Isola. Uncino e David, ormai guarito, sono di ritorno e il Principe dice alle donne che Uncino gli ha salvato la vita, senza menzionare come sono andate realmente le cose. Emma e Uncino si scambiano un bacio, ma la ragazza si pente subito perché la delusione di Neal è ancora fresca. Peter Pan incontra Uncino e lo informa che Neal si trova sull'Isola, lasciando a lui la scelta se dirlo o meno a Emma. Nel frattempo, Neal viene rinchiuso in una gabbia e issato su un albero assieme a un altro prigioniero.

Ariel[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Biancaneve si butta in mare per sfuggire agli sgherri di Regina. La ragazza viene salvata da Ariel, una sirena a cui la dea Ursula ha donato le gambe per vivere sulla terraferma durante l'alta marea. Ariel racconta di essersi innamorata del Principe Eric, da lei salvato durante un naufragio, e Biancaneve la convince a recarsi al ballo per conoscerlo. Il Principe Eric rimane colpito da Ariel, benché non sappia che è stata lei a salvarlo, invitandola a seguirlo l'indomani mattina per un viaggio verso terre inesplorate. Intanto, Regina ha scoperto che Biancaneve è scampata alla morte e si trova in compagnia della sirena. Quando Ariel invoca Ursula per chiederle consiglio, dall'acqua emerge Regina che si finge la famigerata dea per consigliarle di scambiare il suo status di sirena con quello umano di Biancaneve. Ariel dà a Biancaneve un bracciale magico, trasformandola in sirena e consentendo così a Regina di avere campo libero per eliminarla. Ariel infilza Regina al collo con una forchetta presa al ricevimento e le due fuggono in mare. Strappato il braccialetto, Biancaneve torna umana e saluta Ariel, che ha deciso di partire con il Principe. Purtroppo, giunta all'appuntamento, Ariel scopre che Regina le ha rubato la voce e non riesce a chiamare Eric, il quale non vedendola parte da solo. Rientrata nel suo castello, Regina vede riflessa nello specchio la vera Ursula che la redarguisce di non usare più la sua identità.

Sull'Isola che non c'è Regina dà lezioni di magia a Emma, sperando di trovare in lei una potente alleata con cui salvare Henry. Uncino rivela a David e Mary Margaret che Neal è ancora vivo, chiedendo loro di non dire ancora nulla a Emma per evitare di illuderla. Mary Margaret però non vuole mentire alla figlia e le racconta la verità, riaccendendo in lei la speranza di poterlo rivedere. Irritata per l'ennesima perdita di tempo, Regina abbandona il gruppo e raggiunge Tremotino, giusto in tempo per smascherare la finta Belle che era in realtà l'ombra di Peter Pan. Nel frattempo, gli eroi raggiungono il luogo di prigionia di Neal, ovvero la Grotta dell'Eco. L'unico modo per salvarlo è confessare a voce alta i loro segreti più nascosti, così da costruire un percorso che li conduca alla gabbia di Neal. Uncino rivela di essersi innamorato di Emma, provando delle emozioni che credeva sepolte con la morte di Milah. Mary Margaret confessa il rimorso di non aver cresciuto Emma, ritrovandola ormai adulta, quindi vuole avere un figlio da David. Quando tocca a quest'ultimo, è costretto a rivelare di aver bevuto l'acqua della fonte magica e di non poter lasciare l'Isola. Emma giunge alla gabbia di Neal, ma per poterla aprire anche lei deve rivelare un suo segreto. Quindi, Emma racconta di aver sperato che lui fosse morto per non provare più il dolore di perderlo. Usciti dalla grotta, Mary Margaret non rivolge più la parola a David per averle tenuto nascosto il suo incidente con i Bimbi Sperduti. Tremotino informa Regina che nel suo negozio a Storybrooke c'è un oggetto che può aiutarli a sconfiggere Peter Pan, ma sono impossibilitati a muoversi dall'Isola. Regina chiama Ariel, poiché le sirene sono le uniche creature a poter attraversare facilmente i mondi. Regina restituisce la voce ad Ariel e le promette che a Storybrooke potrà ritrovare il suo Eric.

Alla ricerca dell'ombra[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Storybrooke, cinque giorni prima. Una volta che gli eroi sono entrati nel vortice, Belle esegue l'incantesimo di protezione lasciatole da Gold. Tuttavia, una macchina con a bordo due giovani riesce a varcare il confine prima che l'incantesimo venga applicato.

Sull'Isola che non c'è Gold affida ad Ariel un messaggio da consegnare a Belle con le istruzioni per trovare l'arma contro Peter Pan. Regina le fa un incantesimo per darle 24 ore di tempo da umana, promettendole che a compito eseguito saprà dove trovare Eric. Neal ha congegnato un modo per fuggire dall'Isola, intrappolando l'ombra di Peter Pan nella noce di cocco magica. Emma e Uncino lo accompagnano nella Valle Oscura, mentre David e Mary Margaret si prodigano per cercare Trilli e portare avanti il piano. Nella Valle Oscura albergano tutte le ombre che Peter Pan ha rubato. Per farsi belli agli occhi di Emma, Uncino e Neal discutono su chi deve accendere la candela della noce per attirare l'ombra di Peter, finendo per essere entrambi catturati da due ombre. Emma applica le lezioni di magia di Regina e riesce ad accendere la noce, catturando l'ombra di Peter Pan e liberando i due compagni. Una volta usciti dalla Grotta, Emma mette in chiaro che la sua unica priorità è ritrovare Henry e nella sua vita non c'è spazio per altri uomini. Intanto, Mary Margaret continua a non voler sentire David che cerca in ogni modo di farsi perdonare il segreto della ferita. Quando torna a rivolgergli la parola, Mary Margaret si dice delusa perché pensava sapesse che non lo avrebbe mai abbandonato, anche se il loro destino è vivere per sempre sull'Isola. Il gruppo si riunisce alla capanna di Trilli, dove Emma le dimostra che hanno intrappolato l'ombra di Peter Pan. Siccome adesso possiedono un piano per abbandonare l'Isola, Trilli rispetta i patti e offre la sua collaborazione.

A Storybrooke Belle è molto giù di morale, temendo che a Tremotino sia accaduto qualcosa di irreparabile. L'arrivo di Ariel con il messaggio dell'amato le restituisce l'entusiasmo, precipitandosi in negozio alla ricerca dell'oggetto misterioso. Dalle parole di Tremotino, Belle capisce che la chiave è la tazza sbeccata che rappresenta il loro amore. Viene rivelato un nascondiglio nel pavimento, al cui interno è contenuto il vaso di Pandora, un'arma potentissima che racchiude il male peggiore. Proprio in quel momento entrano nell'emporio i due brutti ceffi che immobilizzano le ragazze, appropriandosi della scatola. I due dicono di lavorare per il solito "Ufficio centrale", ma a differenza di Greg e Tamara sanno che il loro mandante è Peter Pan. Belle chiede ad Ariel di togliersi il bracciale per trasformarsi in sirena e sgusciare fuori dalle corde. Le ragazze raggiungono i giovani alla miniera, intenti a distruggere il vaso perché Peter Pan ha ordinato loro di non farlo arrivare sull'Isola. Grazie al carrello della miniera, i due vengono messi fuori gioco e le ragazze si appropriano del vaso di Pandora. I ragazzi sono i fratelli John e Michael Darling, la cui sorella Wendy è prigioniera di Peter Pan, e per rivederla devono lavorare per lui. Belle promette loro che, con la fine di Peter Pan, Wendy verrà liberata.

Sull'Isola che non c'è Peter Pan nota che Henry sta perdendo fiducia in lui e architetta una messinscena per farlo tornare dalla sua parte. Peter ordina che sia liberato il prigioniero misterioso, vale a dire Wendy, e le ordina di fingersi malata. Seguendo di nascosto Felix, Henry giunge al capezzale della ragazza che dice di essere vicina alla morte perché la magia sta svanendo. Ariel fa ritorno con il vaso di Pandora e Regina le concede la possibilità di essere sia umana che sirena per sempre. Tornato a credere in Peter Pan, Henry si lascia convincere a compiere un sacrificio per il bene di tutti.

Fai pensieri felici[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe il piccolo Tremotino vive errabondo con il padre Malcolm, giocatore d'azzardo e imbroglione. A causa della pessima reputazione, l'uomo è costretto ad abbandonare la città per cercare lavoro altrove e lascia Tremotino a due filatrici. Le donne lo iniziano all'arte del filare e un giorno, notando la tristezza del piccolo, gli donano un fagiolo magico per essere felice in una nuova terra senza essere seguito dalla fama del padre codardo. Giunto in città, Tremotino scopre che suo padre è sempre rimasto lì, proseguendo la sua solita vita di imbrogli e sotterfugi. Quando scopre che il figlio ha ricevuto un fagiolo magico, Malcolm gli promette che insieme potranno essere felici nell'Isola che non c'è, un luogo che ha conosciuto in sogno e dove tutto è possibile. Approdati sull'Isola, Malcolm scopre deluso che ormai è adulto e quindi la magia non ha alcun effetto. Arrampicatosi su un albero per prendere la polvere di fata, Malcolm è avvicinato dall'Ombra che lo avverte di andarsene perché nessun adulto può fermarsi sull'Isola che non c'è. Non volendo fare ritorno nel vecchio mondo, sfuggendo alle responsabilità della vita adulta che non ha mai voluto assumersi, Malcolm decide di rinunciare a Tremotino e in cambio ottiene l'eterna giovinezza. Così, mentre l'Ombra riporta Tremotino a casa, Malcolm si trasforma in Peter Pan. Successivamente, l'Ombra mostra a Peter l'Isola del Teschio, luogo dove è contenuta una clessidra. Essa indica quanto tempo gli rimane prima che la magia cessi di esistere e lui muoia.

Sull'Isola che non c'è Regina e Tremotino rientrano nel gruppo. Neal costringe il padre a rivelare agli altri la profezia, facendosi consegnare il vaso di Pandora per dimostrare che non farà del male al bambino. All'accampamento si trovano soltanto i Bimbi Speduti, addormentati da Regina con un incantesimo, e Wendy rinchiusa in gabbia. Liberata la ragazza, dopo averla rassicurata che i suoi fratelli stanno bene, la esortano a raccontare tutto ciò che sa su Peter Pan e quali sono i suoi piani. Intanto, per dimostrare al gruppo che le sue intenzioni non sono malvagie, Tremotino rivela di conoscere un modo per liberare David dal veleno che lo trattiene sull'Isola e gli permetterà di restare in vita anche tornando a Storybrooke. Emma, Neal, Regina e Tremotino raggiungono l'Isola del Teschio, dove Peter Pan ha già portato Henry e applicato un incantesimo di protezione. Soltanto Tremotino, essendo privo della sua ombra, può passare e capisce che Peter Pan aveva previsto il suo arrivo per incontrarlo a tu per tu. Mentre Emma e Regina fanno un incantesimo per oscurare la luna e poter passare anche loro, Tremotino si scontra con il giovane padre che lo ha ingannato, avendo scambiato il vaso di Pandora con un'imitazione. Peter Pan rinchiude Tremotino nel vaso di Pandora e chiede a Henry di donargli il suo cuore di vero credente, proprio nel momento in cui arrivano Emma, Regina e Neal. I tre cercano di convincerlo che Peter Pan è un farabutto e deve fidarsi di loro, ma Henry inserisce il cuore nel corpo di Peter. Un'onda di magia si diffonde sull'Isola.

Salviamo Henry[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Regina ha appena scagliato il sortilegio e si reca da Tremotino per vantarsi del proprio successo. Il Signore Oscuro le dice che verrà un giorno in cui lei gli chiederà di colmare un vuoto nel proprio cuore.

Storybrooke, undici anni prima. Regina inizia a provare quel vuoto che le preannunciava Tremotino. Siccome nei primi giorni di vita a Storybrooke si era affezionata a Owen, Regina vuole adottare un bambino e si rivolge a Gold per scavalcare le lunghe liste d'attesa. Gold riesce a procurarle un bambino da una coppia di Boston, con il responsabile delle adozioni molto colpito dalle sue ottime referenze di sindaco. Regina decide di chiamare il piccolo Henry, in onore del padre che ha dovuto sacrificare per creare il sortilegio. Tuttavia, tra rigurgiti e pianti, Regina diventa presto consapevole delle difficoltà di essere madre di un neonato. Siccome l'adozione è chiusa, Regina ordina a Sidney di scoprire l'identità della madre naturale perché teme che il piccolo abbia ereditato qualche malattia. Una volta saputo che la madre biologica di Henry è la figlia di James e Biancaneve, Regina accusa Gold di averla raggirata, ma costui fa orecchie da mercante e finge di non sapere nulla del loro passato nel mondo delle fiabe. Così Regina torna a Boston per restituire Henry, ma cambia idea all'ultimo momento e tiene il bambino, rovinando i piani di John e Michael Darling che si erano finti una coppia gay per poi consegnarlo a Peter Pan. Tornata a Storybrooke, Regina beve una pozione per dimenticare le sue apprensioni e vivere con più serenità l'infanzia di Henry.

Sull'Isola che non c'è Emma e Regina vogliono riprendere il cuore di Henry prima che assimili il potere di Peter Pan. Regina riesce a creare un incantesimo di protezione sul bambino, per farlo vivere anche senza cuore, ma hanno a disposizione soltanto un'ora. Emma riesce a convincere i Bambini Sperduti a rivelare dove si è nascosto Peter, promettendo loro una casa e un nuovo inizio nel mondo reale. Mentre Uncino prepara la Jolly Roger per tornare a casa, Emma, Regina e Mary Margaret vanno alla ricerca di Peter Pan e vengono intrappolati in una pianta magica che lascerà andare soltanto chi è senza rimorsi. Sia Mary Margaret che Emma non sono stati genitori modello, mentre Regina ammette di non essersi pentita di nessuna azione del suo passato e riesce a liberarsi, impossessandosi del vaso di Pandora dal quale libera Tremotino. Henry viene risvegliato a bordo della nave e Regina gli fa un incantesimo per impedire che chiunque in futuro gli rubi il cuore. Mentre Henry è da solo, Peter Pan lo sorprende e tenta di strappargli l'ombra. Tremotino interviene appena in tempo e rinchiude Peter Pan nel vaso di Pandora. Intanto, la Jolly Roger ha iniziato il viaggio verso Storybrooke grazie all'Ombra che Regina ha addomesticato con una magia. Salito sul pontile, Henry si avvicina a Felix e gli rivela di essere Peter Pan, avendo scambiato il suo corpo con quello del bambino.

La nuova isola che non c'è[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe Biancaneve e James hanno appena ricevuto la minaccia di Regina durante il loro matrimonio. Mentre James vorrebbe godersi il momento di felicità, convinto che in un modo o nell'altro riusciranno a fermarla come sempre, Biancaneve desidera con tutte le sue forze eliminarla una volta per tutte. Così chiede a David di festeggiare la luna di miele nel Palazzo Estivo, nascondendogli però che ha scelto quel posto per andare a caccia di Medusa. Infatti, Biancaneve vuole staccare la testa al mostro per usarla contro Regina e trasformarla in una statua. David capisce subito le vere intenzioni di Biancaneve e accetta di aiutarla, a condizione però che una volta risolta la faccenda si torni agli ozi della luna di miele. Entrati nella grotta delle Gorgoni, Biancaneve prova a decapitarla con la spada che però viene ridotta in cenere. Durante il combattimento, James viene pietrificato e Regina appare nel riflesso di uno scudo, deridendo Biancaneve per essersi voluta cacciare da sola in quel guaio. Proprio lo scudo rappresenta l'arma vincente per battere Medusa, la quale si autopietrifica guardandolo e fa ritornare James normale. Di rientro al palazzo, Biancaneve e James iniziano a rilassarsi come si conviene a due novelli sposi.

La Jolly Roger ritorna a Storybrooke e gli eroi vengono accolti trionfalmente dagli abitanti. Belle riabbraccia Gold e i fratelli Darling possono finalmente ricongiungersi a Wendy. Ariel ritrova il suo Eric che per tutto questo tempo è vissuto come pescivendolo al porto. Durante una festa da Granny's Emma nota il comportamento anomalo di Henry, ignorando che nel vaso di Pandora è contenuto il vero figlio nel corpo di Peter Pan. A insospettirla ulteriormente è la sua decisione di andare a dormire da Regina, mentre Uncino lascia campo libero a Neal con Emma perché si è invaghito di Trilli. Costei chiede alla Madre Superiora di tornare a essere una fata, ma le viene risposto che non ha ancora abbastanza fiducia in sé stessa. Gold sigilla il vaso di Pandora nel suo emporio, usando un incantesimo che consentirà soltanto a lui di poterlo riprendere. Messo a letto da Regina, Henry va alla finestra e invoca l'Ombra che il giorno seguente uccide la Madre Superiora. Regina porta Henry nel suo mausoleo, dove il bambino prende una pozione per addormentarla. Emma continua a pensare che Henry non sia in sé e chiede a Gold di riesumare il vaso, aprendolo al confine di Storybrooke. Emma si prepara con la pistola a uccidere Peter Pan, ma quando il ragazzo si materializza davanti a lei capisce che si tratta di Henry, ricordandosi aneddoti che soltanto loro due possono sapere. Il gruppo accorre al mausoleo di Regina, trovandola a terra svenuta. Gold nota che è sparito l'oggetto più pericoloso di tutti: il sortilegio. Henry-Pan incontra Felix e gli spiega che intende lanciare nuovamente il sortilegio per fermare il tempo e trasformare Storybrooke nella nuova Isola che non c'è.

Si torna a casa[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Going Home
  • Diretto da: Ralph Hemecker
  • Scritto da: Edward Kitsis e Adam Horowitz
  • Episodio dedicato a : Emma Swan, Henry Mills, Belle e Tremotino, Biancaneve e Principe Azzurro, Trilli e Capitan Uncino

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe ci si sta preparando all'arrivo del sortilegio lanciato da Regina. Biancaneve è preoccupata perché ignora quanto sta per avvenire, temendo soprattutto che sua figlia Emma non arrivi a salvarli. La Fata Turchina rassicura i reali, invitandoli ad affidarsi a un'arma potente più di qualsiasi sortilegio: la speranza.

Nell'Isola che non c'è di un tempo Uncino e Spugna si sono addentrati nella foresta, alla ricerca di una via di fuga. Qui vengono fermati da Trilli, la quale stordisce Spugna e minaccia Uncino con un coltello. Il pirata dice di aver perso l'amore e che l'unico scopo rimasto nella sua vita è la vendetta, così deve tornare nel suo mondo e uccidere il Signore Oscuro. Trilli capisce le sue ragioni e promette di aiutarlo ad abbandonare l'Isola.

Storybrooke, ottobre 2011. Henry si accorge della monotonia della sua vita perché non solo è stato abbandonato, cresciuto dal sindaco Regina, ma ha l'impressione che il tempo sia fermo per tutti tranne che per lui. La maestra Mary Margaret gli regala il libro delle fiabe Once Upon a Time, sperando che anche lui riesca a trovare il suo lieto fine. Da quando inizia a leggere il libro, Henry vede la maestra Blanchard sotto la sua vera identità di Biancaneve e che non tutto è come sembra.

Oggi. Peter Pan sacrifica il fidato Felix per avere l'ultimo ingrediente del sortilegio. Stavolta la nube è verde, contrariamente a quella viola quando lo lanciò Regina, poiché la sovrana si era limitata a cancellare la memoria, mentre invece Peter intende uccidere tutti. Gold ha escogitato un modo per scambiare i corpi tra Henry e Peter Pan, ma è necessario impossessarsi della bacchetta nera, un tempo appartenuta a una fata molto potente, e che era custodita dalla Madre Superiora. Gli uomini del gruppo e Trilli si recano al convento, ma vengono seguiti dall'Ombra di Pan che mette in fuga le suore intente a omaggiare la defunta Madre Superiora. Trilli torna a credere nella magia e, usando la polvere di fata, vola intrappolando l'ombra nella noce di cocco per poi darle fuoco, annientandola definitivamente. Questo riporta in vita la Madre Superiora, la quale consegna la bacchetta nera al gruppo e si scusa con Trilli per essere stata troppo rigida con lei in passato. Gold fa indossare a Henry (ancora nel corpo di Peter Pan) il braccialetto che era riuscito a rubare a Greg e Tamara, quello che toglie i poteri magici, in modo che al risveglio Pan sia innocuo. Usando la bacchetta nera, Gold scambia i corpi e chiede agli altri di poter stare da solo con Peter per regolare i conti. Tuttavia, Gold non ha considerato che il bracciale fu creato dallo stesso Peter Pan, che è dunque immune ai suoi poteri e lo lega al braccio del figlio, privandolo della magia. Ritrovato Henry, il gruppo si interroga su come fermare il sortilegio che sta iniziando a diffondersi dal bosco. Regina è l'unica in grado di interromperlo, ma arriva Peter Pan che li immobilizza perché vuole ucciderli uno alla volta, iniziando da Neal. Tuttavia, accorre anche Gold (inizialmente intenzionato a tagliarsi il braccio per levare il braccialetto, ma cambia idea) e chiama la sua Ombra per riavere il pugnale del Signore Oscuro. Assecondando la profezia, Gold ha deciso di sacrificarsi per uccidere suo padre, trasformando Peter Pan in Malcolm prima di scomparire entrambi.

Tutti sono addolorati, ma la nube del sortilegio sta arrivando e Regina ha capito che l'unico modo per fermarla è annullare entrambi i sortilegi, il suo e quello di Pan. Questo significa che Storybrooke scomparirà e tutti i suoi abitanti torneranno nel mondo delle fiabe, tranne Emma (la salvatrice) e Henry (nato nel mondo reale). Il gruppo si saluta ai confini della città. Regina spiega a Emma e Henry che non ricorderanno nulla dei loro anni a Storybrooke, ma prima che partano regala loro dei falsi ricordi felici di una vita assieme. Madre e figlio salgono a bordo del maggiolino giallo con cui erano arrivati a Storybrooke la prima volta e varcano la linea rossa. Regina distrugge il papiro del sortilegio e trasforma la nube in viola, così da salvare la vita ai personaggi delle fiabe. Mentre la macchina di Emma si allontana, Storybrooke sparisce come se non fosse mai esistita.

Stati Uniti, undici anni prima. Emma Swan partorisce Henry e il dottore le chiede se vuole ripensare all'adozione. Emma chiede di prendere in braccio il neonato e decide di tenerlo.

New York. Un anno dopo gli eventi a Storybrooke, Emma e Henry stanno vivendo le loro vite assieme, proprio come una vera famiglia. Una mattina, mentre stanno facendo colazione, bussa alla loro porta Uncino che è stato mandato dai suoi genitori perché nel mondo delle fiabe sono tutti in pericolo. Emma però non ricorda nulla, affermando che la sua unica famiglia è Henry. Uncino tenta di farle tornare la memoria baciandola, ma non succede nulla ed Emma lo caccia via in malo modo.

Segui il tuo istinto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

New York. La nuova vita di Emma è molto felice con Henry, il lavoro e il fidanzato Walsh. Una sera a cena in un ristorante, mentre Walsh si è alzato da tavola, Emma è nuovamente avvicinata da Uncino che le lascia l'indirizzo dell'abitazione di Neal. Walsh fa a Emma la proposta di matrimonio, ma la ragazza ci deve pensare e chiede un po' di tempo prima di decidere. Il giorno seguente Emma si reca nell'appartamento di Neal, scoprendo che è suo dall'acchiappasogni attaccato alla finestra, ma a sconvolgerla è la presenza della macchina fotografica di Henry che aveva lasciato l'anno precedente durante il viaggio a New York con Gold. Emma incontra Uncino a Central Park e gli chiede spiegazioni, con il pirata che tenta di convincerla a bere una pozione che le farà tornare i ricordi. Tuttavia, Emma pensa che sia un pazzo e lo fa arrestare per stalking. Sviluppando le foto però scopre che i suoi ricordi non sono del tutto veri, così fa liberare Uncino di prigione e beve la pozione. I ricordi di Storybrooke riaffiorano alla sua memoria ed Emma organizza la partenza per il mattino seguente, dimenticando che quella sera Henry aveva organizzato una cena a due tra lei e Walsh. Emma lo porta in veranda, dicendogli che tra loro è finita, ma il fidanzato si trasforma in una scimmia alata che riesce a mettersi in fuga. Arrivati a Storybrooke, Emma si precipita nel suo vecchio loft e viene accolta da David, scoprendo che il nuovo sortilegio ha cancellato soltanto i ricordi relativi all'ultimo anno, come se non fossero mai partiti. Dalle scale scende anche Mary Margaret con una piacevole sorpresa: è incinta.

Nella Foresta Incantata di un anno prima, Filippo fa ritorno da Aurora, quando scorge la nube viola del sortilegio e i personaggi delle fiabe si materializzano davanti a loro. Biancaneve propone di cercare riparo nel castello di Regina, rimasto intatto dopo il lancio del sortilegio. Durante il viaggio Biancaneve sorprende Regina mentre è intenta a seppellire il suo cuore nella foresta, volendo smettere di soffrire la separazione da Henry, convincendola a non farlo e rimetterselo nel petto. Le due vengono attaccate da una scimmia alata e salvate da Robin Hood, un ladruncolo che è vissuto nella foresta con la sua Allegra Brigata, condividendo con Biancaneve un passato da ricercato. Regina scopre che qualcuno ha preso possesso del suo castello, tanto da creare un incantesimo di protezione molto potente che impedisce l'ingresso. La scimmia alata entra nel castello e consegna una goccia del sangue di Regina alla sua nuova abitante: la Perfida Stega dell'Ovest.

Caccia alla strega[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta Incantata il gruppo viene nuovamente attaccato da una scimmia alata che Regina scaccia usando la magia. A questo punto appare chiaro a tutti che la mandante dei mostri è la Perfida Strega dell'Ovest, colei che si è impadronita del castello. Regina rivela l'esistenza di un tunnel nascosto che le consentirà di raggiungere il castello e rimuovere la barriera eretta dalla strega. Robin Hood insiste per accompagnarla, nonostante Regina lo inviti in più occasioni a non intralciare il suo cammino e a scansare i pericoli che ha seminato lungo il percorso. Robin Hood ha capito che Regina, anche se non lo dà a vedere, ama i bambini perché durante l'assalto della scimmia alata si era premurata di salvare la vita a suo figlio Roland. Regina resta di stucco nell'osservare che la Strega dell'Ovest è riuscita ad aprire l'ingresso del castello, da lei sigillato con il potente incantesimo del sangue, praticamente impossibile da spezzare. Nel castello non c'è traccia della strega e Regina comincia ad armeggiare con le pozioni per fabbricare l'incantesimo del sonno, lo stesso che a suo tempo le fu donato da Malefica per avvelenare la mela di Biancaneve. Stavolta Regina, che conosce la formula, intende usarlo contro sé stessa perché soffre troppo la mancanza di Henry e sogna che il figlio un giorno giunga a svegliarla. Dopo aver immobilizzato Robin, che tentava di dissuaderla dall'infliggersi una punizione così potente, Regina rimuove la barriera protettiva per aiutare il gruppo. Appena prima di bucarsi con lo spillo, entra in scena la Strega dell'Ovest che si presenta come Zelena e rivela di essere figlia di Cora, quindi la sua sorellastra. Infatti, Cora ha abbandonato Zelena nel mondo di Oz, lasciandola vivere tra la povertà e gli stenti. Adesso Zelena vuole togliere a Regina tutto ciò che le appartiene.

A Storybrooke la gente inizia a sparire misteriosamente. Little John viene rapito da una scimmia volante mentre tentava di varcare il confine della città. Emma aiuta Henry a entrare in confidenza con gli abitanti di Storybrooke, chiedendo agli amici di fingere di non averlo mai visto per evitargli traumi. Per Regina però è difficile non essere riconosciuta dal figlio che ha cresciuto e la donna decide di provare a ricreare la pozione della memoria di Uncino. Intanto, Zelena si presenta a Mary Margaret fingendosi una levatrice, sfuggita al primo sortilegio perché non si trovava nella Foresta Incantata, e offrendosi di aiutarla con il suo bambino quando nascerà. Emma riunisce gli abitanti di Storybrooke per decidere il da farsi, ma in mancanza di un colpevole tutti iniziano a puntare il dito contro Regina, sostenendo che è abbastanza cattiva da essere stata capace di lanciare un nuovo sortilegio. Regina reagisce negativamente alle accuse, dicendo che se vogliono farla tornare cattiva è pronta ad accontentarli, e sparisce. In realtà, era tutta una scena architettata da lei ed Emma per nascondere che stanno lavorando insieme alla pozione della memoria. Purtroppo Regina non è riuscita a produrre la soluzione giusta, allora Emma pensa di mettere in giro la voce sulla loro attività in modo da far venire allo scoperto il vero cattivo. Ecco che Regina viene riabilitata agli occhi della comunità e Zelena inizia a temere che il cerchio si stia stringendo intorno a lei. Little John viene trovato ferito nella foresta ed è portato in ospedale, ma sulla lettiga inizia ad avere delle convulsioni e a trasformarsi in uno dei mostri alati. Questo porta Emma, Regina e gli altri a comprendere che il loro nemico è la Strega dell'Ovest. Zelena nasconde in casa sua il signor Gold, misteriosamente sopravvissuto alla morte di Peter Pan, ma privo dei suoi poteri.

La torre[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta Incantata David ha un incubo in cui perde nuovamente Emma. Al risveglio Mary Margaret gli comunica di essere rimasta incinta, ma la notizia lo coglie alla sprovvista perché ha paura che un giorno perderà anche questo figlio. Robin Hood, anche lui padre di famiglia, intuisce le sue preoccupazioni e gli suggerisce una pianta, la Radice della Notte, in grado di far superare ogni paura. Trovata la pianta ai limiti della foresta di Sherwood, David sente le urla di una ragazza in cima a una torre e si arrampica attraverso la sua lunghissima treccia. Fa così la conoscenza di Rapunzel, una principessa prigioniera di una strega molto cattiva, che ha perso il fratello in un incidente e deve ricongiungersi ai genitori per salire sul trono. Quando la strega si avvicina alla torre, David vede che sotto la tunica si nasconde Rapunzel stessa, quindi capisce che si tratta della sua paura personificata e la esorta a combatterla. Rapunzel rompe la treccia e fa precipitare la strega nel vuoto. David la riaccompagna al suo regno, dove può iniziare la sua nuova vita.

Emma, David e Uncino si mettono alla ricerca della Strega dell'Ovest, mentre Regina ha il compito di distrarre Henry e fargli conoscere Storybrooke. Zelena controlla Gold attraverso il suo pugnale, usandolo per raderlo e avere qualche goccia di sangue. Infatti, la strega entra nel suo negozio e, dopo aver distratto Belle, entra in possesso di un frammento della Radice della Notte. Dopodiché si presenta a casa di Mary Margaret per un colloquio conoscitivo con lei e David. Zelena si offre di preparare un tè, ma versa di nascosto le spore della radice nella tazza di David. Tornato operativo, David è attaccato dalla figura incappucciata che è lui stesso. David combatte contro il proprio sosia, ma dopo averlo sconfitto l'elsa della sua spada sparisce e Regina gli spiega che simboleggia il suo coraggio, ora di proprietà della Strega dell'Ovest. In precedenza Emma e Uncino avevano avvistato una fattoria isolata, dove vive Zelena, e capiscono che è abitata. Entrati insieme a David e Regina nello scantinato, trovano un arcolaio con la paglia trasformata in oro. Capiscono dunque che Gold è stato prigioniero della strega.

Menti silenziose[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta Incantata Neal e Belle fanno ritorno al castello di Tremotino per trovare qualcosa che possa riportarlo in vita. Nella biblioteca trovano un candelabro magico di nome Lumière che dice di essere stato trasformato in quelle sembianze dal Signore Oscuro. Lumière li aiuta a trovare la chiave della cripta dell'Oscuro, nascosta dentro un libro di magia nera. Tuttavia, Neal e Belle ignorano che Lumière è schiavo di Zelena, poiché in realtà è stata lei a trasformarlo in candelabro e attirarli nella cripta faceva parte del suo piano. Arrivati al luogo della cripta, Belle intuisce dalle parole di Lumière che il candelabro ha mentito, avendo riferito un episodio risalente a 200 anni prima che non è possibile si sia verificato. Neal, bramoso di riabbracciare il padre, apre la cripta e rimane folgorato dall'incantesimo oscuro che prevede lo scambio di una vita per un'altra vita. Questo significa che Neal deve morire per consentire a Tremotino di tornare a vivere. Gold tenta di salvare il figlio, assorbendolo dentro di sé, ma perde il controllo del pugnale che finisce nelle mani di Zelena. Lumière si vendica su Zelena e la intrappola, dando a Belle il tempo di fuggire prima che la strega potesse ordinare all'Oscuro di ucciderla.

A Storybrooke ricompare Neal, con il segno della chiave della cripta oscura sul palmo della mano. Regina cerca insieme a Robin tracce magiche all'interno della capanna di Zelena. Durante un brindisi, Regina si accorge del tatuaggio a forma di leone sul braccio di Robin Hood, scoprendo così che è lui l'amore della sua vita predettole da Trilli nel mondo delle fiabe. Impaurita dall'iniziare una possibile relazione amorosa, Regina cerca di allontanarlo da sé. Emma e David trovano Gold che vaga nei boschi in preda al delirio. Una scimmia volante li attacca e Gold riesce a mettersi in fuga. Emma incontra Neal, scappato dall'ospedale, che si ricongiunge al padre. Neal inizia a trasformarsi in Gold ed Emma strappa le due identità, svelando l'identità del simbolo sulla mano. Non più unito al padre, Neal muore tra le braccia di Emma. Condannato a tornare nella gabbia di Zelena, Tremotino riesce comunque a rivelare l'identità della Perfida Strega dell'Ovest.

Essere verdi non è facile[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: It's Not Easy Being Green
  • Diretto da: Mario Van Peebles
  • Scritto da: Andrew Chambliss
  • Antefatti riguardanti: Zelena/la Strega Perfida dell'Ovest e Il Mago di Oz

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel regno di Oz di un tempo si apre un portale in cielo, dal quale precipita una neonata dotata di poteri magici. La piccola viene trovata da una famiglia di contadini, i quali decidono di accoglierla e le danno il nome Zelena. Crescendo Zelena si rende conto di non riuscire a controllare i suoi poteri, scontrandosi spesso e volentieri con il padre vedovo che le rinfaccia la sua diversità. Un giorno, durante uno dei soliti litigi, il vecchio le dice che è stata adottata e non è figlia loro. Zelena abbandona seduta stante la capanna e visita il potente mago di Oz, desiderosa di scoprire la verità sulla sua famiglia naturale. Il mago le mostra le sue origini, con sua madre Cora che l'ha abbandonata perché non sarebbe mai riuscita a darle ciò che desiderava, vale a dire il potere e la corona. Zelena vede anche la sorella Regina, colei che invece ha soddisfatto completamente le aspirazioni di Cora. Il mago di Oz dona a Zelena delle scarpe magiche in grado di trasportarla ovunque vorrà, in cambio dovrà portare indietro un oggetto appartenente al potente mago Tremotino. Giunta alla Foresta Incantata, Zelena conosce Tremotino e diventa sua allieva di magia. Il Signore Oscuro rimane colpito dalla sua abilità, in quanto per lei la magia è innata, mentre Regina sta faticando ad apprenderla. Sempre più gelosa della sorellastra, Zelena comincia ad assumere il colorito verde dell'invidia e Tremotino decide che sarà Regina a lanciare il potente sortilegio al quale ha duramente lavorato. Zelena si introduce al castello per sgozzare Regina, ma si trattava di Tremotino che ha voluto metterla alla prova ed è sempre più convinto della sua scelta. Tornata a Oz, Zelena scopre che il fantomatico mago era in realtà Walsh, un'artista da circo del Kansas, e lo trasforma in una scimmia alata per renderlo suo schiavo. Diventata completamente verde, Zelena comincia a lavorare a un incantesimo così potente da cambiare il passato.

Storybrooke piange la perdita di Neal. Emma, la sua famiglia e gli amici si ritrovano da Granny per ricordarlo, quando fa la sua comparsa Zelena che rivela a Regina la loro parentela. Zelena la sfida a duello per il tramonto, invitando tutti i cittadini ad assistere, e promettendole che la annienterà. Regina cerca di scoprire se Zelena le ha mentito, restando di stucco nel rileggere una lettera scritta da Tremotino e indirizzata a Cora in cui diceva grandi cose di sua figlia. Regina ha sempre creduto che fosse lei l'oggetto della missiva, nutrendo così la sua autostima malvagia, invece rivaluta il discorso e capisce che potrebbe trattarsi di Zelena. La sera del duello Regina si presenta per affrontare Zelena, ma viene sopraffatta dalla maggiore abilità della sorellastra. Zelena tenta di estrarle il cuore, ma Regina si era premunita e lo aveva nascosto prima di arrivare. Regina ha affidato il suo cuore a Robin Hood, testimoniando la crescente affinità che sta nascendo tra loro due. Zelena vuole il cuore di Regina perché, assieme al coraggio di David, avrà gli ingredienti per preparare il suo incantesimo.

La Jolly Roger[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta Incantata Uncino ha abbandonato il gruppo degli eroi, dedicandosi al brigantaggio assieme a Spugna. Il capitano si sente vuoto senza la sua Jolly Roger, avendo con la nave un rapporto più viscerale che con le donne. Una sera, uscito dall'osteria, Uncino è minacciato con un pugnale da Ariel che lo accusa di aver rapito il suo amato Eric. Uncino le spiega che non è lui il responsabile, poiché non controlla la Jolly Roger, e capisce dal pugnale della ragazza che a rubare la sua nave è stato il temibile nemico Barbanera. Uncino e Ariel salgono a bordo della Jolly Roger, dove Barbanera lo sfida a duello per stabilire a chi dei due andrà la nave. Uncino riesce a sconfiggere Barbanera, sfruttando un'asse rotta che soltanto lui poteva conoscere, e lo minaccia per sapere dove si trova Eric. Barbanera asserisce che il principe si trova sull'Isola dell'Impiccato, ma se vuole arrivarci gli deve cedere la Jolly Roger e tenerlo in vita. Uncino sceglie la nave e uccide Barbanera, facendolo cadere dalla passerella nell'acqua piena di pescecani. Ariel è allibita che Uncino abbia preferito la nave a una persona e si tuffa in mare, ritrasformandosi in sirena, per andare a ritrovare il suo amato da sola.

A Storybrooke Emma chiede a Regina di riprendere le lezioni di magia, avendo capito che l'unico modo per sconfiggere la Perfida Strega dell'Ovest è sfruttare il potenziale dentro di sé. Regina sceglie di usare lo stesso metodo autoritario di Tremotino, mettendo Emma in situazioni pericolose che la inducano a utilizzare i poteri per scamparne. Intanto, Ariel è arrivata in città per cercare Eric. Anche lei ha perso la memoria sugli eventi dell'ultimo anno e Uncino, memore invece di quanto accaduto nella Foresta Incantata, stavolta la vuole aiutare a ritrovare l'amato. Uncino scorge il mantello appartenuto a Eric nel negozio di Gold, con Belle che li aiuta usando l'incantesimo di localizzazione per condurli da Eric. Quando però il mantello si inabissa sott'acqua, Ariel pensa che Eric sia morto e di conseguenza Uncino inizia a stare male, roso dai sensi di colpa per non averlo voluto cercare nell'altro mondo. Tuttavia, Ariel si trasforma in Zelena perché la sirena in realtà si trova felice sull'Isola dell'Impiccato con il suo Eric. Zelena intendeva sfruttare la situazione per estorcere al pirata il suo pentimento e usarlo come arma contro Emma. Infatti, la strega teme molto la salvatrice e vuole che Uncino la baci per farle perdere i poteri. Se si rifiuterà o se le riferirà del pericolo, Zelena ucciderà i familiari e gli amici di Emma uno alla volta. Uncino si reca nel loft di Emma, dicendole che ha scoperto dove si trovano Eric e Ariel. Emma usa la magia per osservarli felici nello specchio.

Passato e presente[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo delle fiabe la giovane Cora, figlia del mugnaio, lavora in una taverna per guadagnare qualche soldo in più e sottrarsi a una vita misera. Il suo fidanzato, presentatosi come il principe Jonathan, chiede la sua mano e di poter passare la notte con lei, dato che l'indomani dovrà partire per un viaggio che lo terrà lontano due settimane. Jonathan non si fa più sentire per mesi e Cora lo ritrova a palazzo, scoprendo che le ha mentito. Jonathan non è il principe, bensì un semplice giardiniere, e Cora gli comunica che aspetta un figlio da lui. Jonathan fugge e Cora viene soccorsa dal principe Leopold, un uomo gentile con cui nasce un'immediata affinità. Infatti, Leopold ha paura di non essere all'altezza dei compiti spettanti al futuro re, così Cora gli insegna cose basilari come accendere il fuoco. Nonostante sia destinato a sposare la principessa Eva, una ragazza che non ha mai incontrato, Leopold vuole seguire il suo cuore e sposare Cora. Qualche giorno prima del matrimonio, il giardiniere si ripresenta da Cora per chiederle del denaro, minacciandola che altrimenti rivelerà a tutti del figlio che porta in grembo. Cora promette che pagherà l'uomo per il suo silenzio, ma la principessa Eva ha ascoltato la loro conversazione e messo al corrente Leopold. Costui non intende più sposarla, anche perché ha trovato dei gioielli nelle sue tasche dimostrando che quello detto da Eva non era una bugia. Tornata alla vita povera da figlia del mugnaio, Cora dà alla luce la sua bambina e prende la difficile decisione di abbandonarla, poiché nessuno di altolocato accetterà mai di prenderla in sposa con una figlia al seguito. Un tornado si abbatte sulla foresta e la neonata finisce nel regno di Oz.

Zelena fa visita a Regina per informarla che è entrata in possesso del suo cuore, dato che Tremotino ha minacciato Robin Hood di uccidere suo figlio Roland qualora non glielo avesse consegnato. Ora a Zelena manca un solo ingrediente per creare il suo sortilegio: il cervello di Gold. Regina vuole scoprire le intenzioni della strega, ma prima è necessario che sappia la verità sulla sorellastra e riunisce Emma, Mary Margaret, David e Uncino per una seduta spiritica in cui evocare Cora. Purtroppo le cose non vanno come sperato, poiché si apre il portale e Cora si rifiuta di parlare con la figlia, difendendo il suo segreto anche dopo la morte. In realtà, il fantasma di Cora si è nascosto nella residenza di Regina per attaccare Mary Margaret, rimasta con il sindaco dopo che gli altri se ne sono andati. Pur con l'intervento di Regina, il fantasma riesce a entrare nel corpo di Mary Margaret per mostrarle come sono andate le cose. La rivelazione della verità sciocca entrambe: Mary Margaret per aver scoperto un lato di sua madre Eva che non conosceva, mentre Regina ha capito il motivo per cui Cora la volle uccidere. Mary Margaret e Regina decidono di mettere da parte una volta per tutte i dissidi del loro passato, concentrandosi invece su come fermare Zelena. Nel frattempo, Belle ha condotto delle ricerche e scoperto le intenzioni della strega. Zelena vuole sfidare le leggi della magia, realizzando un incantesimo del tempo che le permetta di tornare nel passato e uccidere Eva, facendo sposare Cora e Leopold, in modo tale che la madre non la abbandoni. Se il piano della strega si dovesse realizzare, Mary Margaret, Emma, Henry e Regina morirebbero, in quanto non sarebbero mai nati. Zelena invita Gold a una cena, rivelandogli il suo piano per portarlo dalla sua parte, adulandolo con la rivelazione che potrebbe riportare in vita suo figlio Bealfire. Tremotino, tuttavia, si rifiuta, poiché Neal è morto per consentire a lui di fermare la strega; furiosa, Zelena lo rimanda nella gabbia. Regina, nel frattempo, va nel bosco e bacia finalmente Robin Hood.

Una cosa curiosa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta Incantata il cerchio di Zelena inizia a stringersi sempre più verso la famiglia reale. Non solo la strega è in grado di manipolare i loro amici, trasformando Filippo e Aurora in scimmie volanti, ma continua a tenere il Signore Oscuro sotto controllo. Alla ricerca di una soluzione, si recano nel castello di Tremotino e lo trovano rinchiuso in gabbia intento a filare la lana. Nonostante sia preda della pazzia, essendoci dentro il suo corpo anche l'identità di Neal, Tremotino riesce a indirizzarli verso colei che può aiutarli a sconfiggere Zelena. Si tratta di Glinda, la Strega Buona del Sud, che Zelena ha confinato a nord della Foresta Incantata. Solo Mary Margaret e David possono andare a parlarle, mentre Regina è costretta ad aspettarli fuori dalla porta perché priva di un cuore puro. Glinda afferma che i poteri di Zelena sono racchiusi nel medaglione che porta al collo, ma soltanto la salvatrice Emma è in grado di fronteggiarla. A questo punto si rende necessaria la fabbricazione di un nuovo sortilegio oscuro per fare ritorno a Storybrooke, ma Regina non è più in grado di provvedere poiché ha già sacrificato il cuore della persona che amava (suo padre). David vuole immolarsi affinché sia Mary Margaret a lanciare il sortilegio usando il suo cuore, promettendogli che crescerà loro figlio seguendo il suo esempio. Regina strappa il cuore di David e completa il sortilegio, ma giunge Zelena che contamina il calderone con l'incantesimo dell'amnesia. In questo modo i loro ricordi dell'ultimo anno saranno cancellati e, una volta giunti a Storybrooke, non sapranno più chi e cosa devono combattere. Mary Margaret chiede a Regina di dividere il suo cuore, in modo da donare una metà a David per riportarlo in vita e affrontare insieme la nuova sfida. Nel frattempo, rientrata al castello dell'Oscuro, Zelena gli dona una boccetta di memoria perché vuole che lui si ricordi tutto. Gold si rende conto che in questo modo Zelena l'avrebbe vinta, dato che nessuno verrebbe poi a cercarla, così in un momento in cui riaffiora la persona di Neal spedisce la boccetta a Uncino che dovrà farla avere a Emma.

A Storybrooke gli eroi riflettono su come spezzare il sortilegio per riavere la memoria perduta. Decidono di ripercorrere la strada del precedente sortilegio di Regina, quando Emma aveva iniziato a credere nel mondo delle fiabe dal libro di Henry. Mary Margaret si ricorda di averlo donato al bambino in un momento in cui si sentiva solo e abbandonato, prima di conoscere la sua madre naturale. Intanto, Zelena cattura Uncino per rammentargli l'obbligo di baciare Emma e farle perdere i poteri, altrimenti non esiterà a uccidere Henry. Mary Margaret trova il libro Once Upon a Time nello stesso cassetto di tanti anni prima, come se si fosse materializzato proprio in quel punto. Henry è stanco di stare a Storybrooke e vuole partire, così si fa dare le chiavi da Emma per aprire il suo maggiolino e andarsene. Uncino lo ferma mentre stava aprendo la portiera della macchina e gli propone di andare a New York in barca. Al porto vengono attaccati dalle scimmie volanti, con gli eroi che arrivano giusto in tempo per aiutarli. Emma si prepara a rompere il sortilegio baciando Henry, quando arriva Zelena che vuole ucciderlo e mette fuori gioco Regina. Emma si concentra e riesce a mettere in fuga la strega, la quale prima di andarsene rimprovera Uncino per non averle obbedito. Regina rinviene e bacia Henry, spezzando il sortilegio e facendo riacquistare a tutti la memoria. Emma dice a Uncino di non fidarsi di lui, avendole tenuta nascosta la faccenda del bacio e temendo che sia una pedina nelle mani di Zelena. Mary Margaret ha le doglie perché, con il nuovo scorrere del tempo, il bambino sta per nascere.

Kansas[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel regno di Oz di un tempo Zelena continua a essere invidiosa della sorellastra Regina. Un giorno, mentre è intenta a osservare una delle sue lezioni di magia, riceve la visita di Glinda, la Strega Buona del Sud. Glinda la invita a seguirla per conoscere le sue vere sorelle, vale a dire le altre Streghe di Oz che custodiscono i grandi poteri della magia del regno. Glinda racconta a Zelena di una profezia che annunciava il suo arrivo, trasportata da un ciclone, e le consegna il ciondolo che custodirà i suoi poteri. Una sera un nuovo tornado porta nel regno una ragazza di nome Dorothy Gale. Zelena è invidiosa di come Dorothy è accolta dalle altre streghe e la sua invidia riemerge, al punto dal desiderare di ucciderla. Zelena aggredisce Dorothy, la quale le getta addosso una secchiata d'acqua che la fa sciogliere completamente. Convinta che Zelena sia morta, Glinda accompagna Dorothy dal mago di Oz, tornato in vita dopo la morte della strega. Il mago omaggia Dorothy delle solite scarpe per tornare a casa sua, nel Kansas. Tuttavia, il mago era in realtà Zelena, sopravvissuta all'acqua, che punisce Glinda esiliandola nella Foresta Incantata.

Mentre Mary Margaret viene portata in ospedale per partorire, Zelena predispone gli ingredienti per l'incantesimo del passato e le manca soltanto il bambino nato dal vero amore. Emma e Uncino provano a fermare la strega, ma Zelena getta il pirata nell'acqua ed Emma è costretta a praticare la respirazione bocca a bocca per salvargli la vita. In questo modo il maleficio di Zelena si compie, con Emma che perde i suoi poteri, in compenso Uncino è salvo. Zelena entra con facilità in ospedale e porta via il bambino appena nato di Mary Margaret. Gli eroi sono disperati, convinti che senza la magia di Emma non saranno in grado di battere la strega. Henry però suggerisce che Regina possiede anche la magia bianca, dato che altrimenti non sarebbe mai riuscita a spezzare il sortilegio di Zelena. Zelena ha lanciato l'incantesimo e aperto lo squarcio nel passato, quando gli eroi giungono in tempo per fermarla. Regina la affronta e riesce a sconfiggerla grazie alla magia bianca, impossessandosi del suo medaglione e del pugnale di Tremotino. Regina, diventata consapevole della bontà dentro di lei, decide di risparmiare la vita a Zelena e la rinchiude in cella, auspicando che anche lei un giorno possa cambiare e ricominciare una vita più serena. Belle, ricevuto il pugnale da Regina, lo consegna a Gold perché si fida di lui e sa che non farà del male a Zelena. Di fronte a questo grande atto di fiducia, Gold chiede a Belle di sposarlo restiduendole il pugnale. Diversamente da Regina, Gold non riesce a perdonare Zelena e la uccide dentro la cella. Al momento della sua morte l'energia della strega si riverbera dal talismano verde, che Regina aveva nascosto al sicuro nella sua cripta, e riapre il portale del passato.

Il corso degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Boston, diciotto anni prima. Emma Swan vive in collegio, aspettando il giorno in cui qualcuno la verrà a prendere. Un giorno assiste molto triste alla partenza di una ragazza, adottata da una coppia. La responsabile della struttura la consola, dicendole che presto o tardi anche lei troverà una casa.

Storybrooke, oggi. David e Mary Margaret riuniscono gli amici più cari da Granny per annunciare il nome del nuovo nato. Emma è combattuta fra il desiderio di tornare a New York oppure accontentare Henry e rimanere a Storybrooke. David e Mary Margaret rivivono i momenti del loro primo incontro nella Foresta Incantata, quando Biancaneve era una latitante e David doveva sposare Abigail. Pressata dalle richieste degli amici di non partire, soprattutto da Regina che non vuole perdere Henry, Emma esce dal locale per schiarirsi le idee e Uncino la accompagna. La festa è interrotta dalla colonna di luce del portale di Zelena. Gold non ha il coraggio di rivelare che è stato lui a uccidere la strega, soprattutto perché dovrebbe confessare a Belle che le ha mentito a proposito del pugnale, avendole rifilato una copia finta mentre lui si è tenuto quello vero. Gold fa un incantesimo al video di sorveglianza, distorcendo le riprese della telecamera e facendo sembrare quello di Zelena un suicidio. Intanto, Emma e Uncino hanno visto il lampo di luce e si sono avvicinati alla fattoria di Zelena. Nonostante Uncino l'avesse messa in guardia dal pericolo, Emma si avvicina alla porta del fienile e viene risucchiata dentro il portale. Uncino, non volendola abbandonare un'altra volta, si butta anche lui nel portale.

Emma e Uncino si ritrovano nella Foresta Incantata il giorno dell'incontro tra Biancaneve e James. Questo perché il portale trasporta chi lo attraversa nel momento a cui stava pensando, con Emma che aveva ancora in mente il racconto dei suoi genitori da Granny. La priorità è trovare un modo per tornare al presente, evitando di interferire con gli eventi del passato perché le conseguenze possono essere irreparabili. Dopo aver assistito di nascosto a una delle frequenti minacce di Regina alla popolazione, Emma e Uncino si travestono alla maniera dell'epoca per passare inosservati. I due si ritrovano al momento in cui la carrozza di James è bloccata per l'albero fatto cadere da Biancaneve. Accidentalmente Emma distrae Biancaneve, la quale non può aggredire le guardie del principe ed è costretta alla fuga, con James e Abigal che ripartono verso il palazzo di re Mida. Non essendo quindi avvenuto il loro incontro, gli eventi futuri sono cancellati dal libro di Henry. L'unico a poterli aiutare è Tremotino, il quale ha ancora un conto in sospeso con Uncino. Emma gli rivela di provenire dal futuro, raccontandogli che avrà modo di ricongiungersi a suo figlio Baelfire, pur omettendo le conseguenze finali. Tremotino deve impossessarsi di una bacchetta magica molto potente per riaprire il portale, mentre Emma e Uncino hanno il compito di rimediare al mancato incontro tra Biancaneve e James approfittando del ballo al castello di re Mida. Prima però occorre evitare che Biancaneve, in contatto con il pirata Barbanera, decida di abbandonare il reame. Mentre Emma distrae il vecchio Uncino alla locanda, il vero capitano incontra Biancaneve nella stiva della Jolly Roger per mandarla a rubare l'anello del Principe James al ballo. Tremotino trasforma Emma e Uncino in una coppia di principi, occultando la loro vera identità, affinché possano partecipare al ballo e verificare il successo dell'operazione. Biancaneve riesce a rubare l'anello, ma lo perde nella fuga e viene raccolto da Emma. La ragazza è però accusata di aver aiutato la ladra a scappare e Regina, anche lei presente alla cerimonia, la rende sua prigioniera.

Nessun posto è come casa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Portland, 2001. Emma e Neal si sono conosciuti da poco. Una sera Neal scassina il luchetto di un luna park e racconta a Emma dei suoi difficili trascorsi familiari, senza menzionare direttamente Tremotino e la magia. I due concordano sul fatto che, per quanto i trascorsi possano essere difficili, la propria casa resta sempre il posto migliore.

Foresta Incantata del passato. Emma viene rinchiusa nella prigione del castello di Regina. La sua vicina di cella è una ragazza che aveva visto quando Regina ha minacciato i paesani, preconizzando chiaramente che il loro destino è essere giustiziate l'indomani mattina. Ricordando l'episodio di Neal a Portland, Emma utilizza dei pezzi di cucchiaio per aprire la sua cella e quella della ragazza. Intanto, James ha catturato Biancaneve attraverso la trappola della rete, esattamente come avvenuto nel passato originario. Uncino li induce ad allearsi per liberare Emma, colei che è in possesso dell'anello del principe. Grazie all'aiuto di Cappuccetto Rosso, James e Uncino si intrufolano nel castello di Regina, dove incrociano Emma e l'altra prigioniera. Biancaneve si introduce negli appartamenti di Regina e prova a ucciderla usando la polvere di fata, ma la sovrana riesce a neutralizzarla con facilità e ordina che venga giustiziata subito quella sera. Quando Emma e gli altri arrivano, è troppo tardi e Biancaneve viene arsa nel rogo. Emma è distrutta per la perdita della madre, ma si accorge che esiste ancora e quindi Biancaneve è ancora viva. Infatti, con l'aiuto della Fata Turchina, un insetto che li seguiva viene mutato in Biancaneve, la quale aveva usato la polvere di fata per salvarsi. Proprio quando la situazione sembra essersi risolta, James si accorge che Biancaneve ha rubato l'anello e la insegue fino al ponte dei troll. Emma e Uncino si precipitano lì, essendosi ricordati che nel primo passato Biancaneve li aveva sconfitti usando la polvere di fata, stavolta indisponibile. Biancaneve finge di possedere la polvere, mentre in realtà tiene in mano della sabbia, e intimorisce i troll che lasciano andare James. Da questo momento gli eventi riprendono il loro normale corso.

Emma vuole tornare a Storybrooke con la sua compagna di cella, ma Uncino la ritiene una pessima idea perché la giovane sarebbe dovuta morire. Giunti al castello del Signore Oscuro, Tremotino consegna a Emma la bacchetta nera che potrà aprire il portale, ma sarà lei a doverla usare. Tremotino imprigiona Uncino, Emma e la ragazza nella cripta oscura, dove sono contenuti oggetti pericolosi persino per lui. Uncino fa capire a Emma che la sua vera casa è Storybrooke, non New York, così la bacchetta si attiva e il portale viene aperto. Uncino salta dentro con la giovane, mentre Emma viene bloccata da Tremotino che pretende di sapere come finirà con suo figlio. Emma gli racconta la verità, chiedendo a Tremotino di bere la pozione dell'amnesia per non ricordare nulla. Emma salta nel portale e Tremotino dimentica il loro incontro.

Tornati al presente, i tre fanno ritorno da Granny dove la festa continua. Emma scopre di comparire nel libro di Henry come la principessa Leila, l'identità che si era costruita durante il ballo da re Mida. Mary Margaret e David annunciano di aver scelto per il bambino il nome Neal, un principe coraggioso a cui Storybrooke deve molto. Uncino rivela a Emma di essere riuscito a raggiungerla a New York barattando la Jolly Roger con un fagiolo magico. Di fronte all'ammissione di un gesto così forte, Emma si rende conto che Uncino la ama e i due si baciano appassionatamente. La donna che hanno salvato dal passato è Lady Marian, la moglie di Robin Hood. Regina si infuria con Emma, avendo rovinato la sua storia d'amore con Robin. Gold e Belle si sposano nella foresta, con l'Oscuro che promette di abbandonare una volta per tutte il suo passato tenebroso. Emma e Uncino non si sono accorti di aver riportato dal passato un oggetto della cripta di Tremotino, un'anfora di metallo che rilascia un fluido azzurro dal quale si libera la Regina Elsa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Amanda Kondolojy, ABC Sets Premiere Dates for 2013-2014 Season Including 'Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.', 'Once Upon a Time in Wonderland' & More, TV by the Numbers, 16 luglio 2013. URL consultato il 19 settembre 2013.
  2. ^ Alessandra Pellegriti, La terza stagione di “C’era una volta” (Once Upon a Time) arriva su Fox!, Bad TV, 13 febbraio 2014. URL consultato il 24 marzo 2014.
  3. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Simpsons' & 'Bob's Burgers' Adjusted Up; 'Revenge' Adjusted Down, TV by the Numbers, 1º ottobre 2013. URL consultato il 6 ottobre 2013.
  4. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time' & 'The Simpsons' Adjusted Up + Final NFL Ratings & Unscrambled CBS, TV by the Numbers, 8 ottobre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  5. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time', 'The Amazing Race' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; 'Revenge' & 'Betrayal' Adjusted Down Plus Final Football & Baseball Numbers, TV by the Numbers, 15 ottobre 2013. URL consultato il 15 ottobre 2013.
  6. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time' Adjusted Up; '60 Minutes' Adjusted Down + Final Football Numbers, TV by the Numbers, 22 ottobre 2013. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  7. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' Adjusted Up; 'Revenge', 'Betrayal' & '60 Minutes' Adjusted Down & Final Sports Numbers, TV by the Numbers, 29 ottobre 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  8. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' Adjusted Up; 'The Simpsons' Adjusted Down + Final NFL Numbers, TV by the Numbers, 5 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2013.
  9. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Revenge' & 'The Simpsons' Adjusted Down, Plus Unscrambled CBS & Football Numbers, TV by the Numbers, 12 novembre 2013. URL consultato il 12 novembre 2013.
  10. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Mentalist' Adjusted Up; No Adjustment for 'Once Upon a Time' or 'Almost Human', TV by the Numbers, 19 novembre 2013. URL consultato il 19 novembre 2013.
  11. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' & 'The Mentalist' Adjusted Up, TV by the Numbers, 4 dicembre 2013. URL consultato il 4 dicembre 2013.
  12. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Simpsons', 'Family Guy', 'Revenge' & 'The Mentalist' Adjusted Up; 'Once Upon a Time', 'Betrayal' & '60 Minutes' Adjusted Down, TV by the Numbers, 10 dicembre 2013. URL consultato l'11 dicembre 2013.
  13. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: '60 Minutes' Adjusted Down, No Adjustment for 'Revenge' or 'Survivor', TV by the Numbers, 17 dicembre 2013. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  14. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Resurrection', 'Once Upon a Time' & 'The Amazing Race' Adjusted Up, TV by the Numbers, 11 marzo 2014. URL consultato l'11 marzo 2014.
  15. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time', 'Resurrection', 'America's Funniest Home Videos', 'Cosmos', 'American Dad' & 'Believe' Adjusted Up, TV by the Numbers, 18 marzo 2014. URL consultato il 19 marzo 2014.
  16. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'America's Funniest Home Videos', 'Once Upon a Time', 'American Dad' & 'The Mentalist' Adjusted Up; '60 Minutes', 'Revenge' & 'The Good Wife' Adjusted Down, TV by the Numbers, 25 marzo 2014. URL consultato il 25 marzo 2014.
  17. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'The Good Wife', 'Resurrection', 'Crisis', '60 Minutes' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; 'The Mentalist' Adjusted Down, TV by the Numbers, 1º aprile 2014. URL consultato il 1º aprile 2014.
  18. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time', 'American Dream Builders', 'America's Funniest Home Videos' & 'Resurrection' Adjusted Up, TV by the Numbers, 8 aprile 2014. URL consultato il 9 aprile 2014.
  19. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Resurrection', 'Once Upon a Time', 'The Simpsons', 'The Amazing Race', 'Cosmos', 'The Mentalist' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; '60 Minutes' Adjusted Down, TV by the Numbers, 15 aprile 2014. URL consultato il 15 aprile 2014.
  20. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'The Amazing Race' Adjusted Up; 'Dateline', 'American Dream Builders', 'The Good Wife' & 'Believe' Adjusted Down, TV by the Numbers, 22 aprile 2014. URL consultato il 22 aprile 2014.
  21. ^ (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon A Time', 'Revenge' & 'The Simpsons' Adjusted Up; 'Believe', '60 Minutes', 'Dateline' & 'American Dream Builders' Adjusted Down, TV by the Numbers, 29 aprile 2014. URL consultato il 30 aprile 2014.
  22. ^ (EN) Amanda Kondolojy, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time', 'The Simpsons', 'Dateline' & 'Resurrection' Adjusted Up; 'The Good Wife' Adjusted Down, TV by the Numbers, 6 maggio 2014. URL consultato l'8 maggio 2014.
  23. ^ a b (EN) Sara Bibel, Sunday Final Ratings: 'Once Upon a Time', 'American Dad' & 'America's Funniest Home Videos' Adjusted Up; 'Revenge', 'Cosmos' & 'Dateline' Adjusted Down, TV by the Numbers, 13 maggio 2014. URL consultato il 13 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione