Episodi di C'era una volta (sesta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Once Upon A Time logo.svg

La sesta stagione della serie televisiva C'era una volta, composta da 22 episodi, viene trasmessa negli Stati Uniti per la prima volta dall'emittente ABC dal 25 settembre 2016[1] al 14 maggio 2017.

In Italia gli episodi vengono pubblicati settimanalmente sulla piattaforma on demand Netflix dal 5 ottobre 2016.

Gli antagonisti principali sono il lato malvagio di Regina (la Regina Cattiva), Gideon e la Fata Nera.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Pubblicazione Italia
1 The Savior I Salvatori 25 settembre 2016 5 ottobre 2016
2 A Bitter Draught Una pozione amara 2 ottobre 2016 12 ottobre 2016
3 The Other Shoe L'altra scarpetta 9 ottobre 2016 19 ottobre 2016
4 Strange Case Lo strano caso 16 ottobre 2016 26 ottobre 2016
5 Street Rats Straccioni 23 ottobre 2016 2 novembre 2016
6 Dark Waters Acque profonde 30 ottobre 2016 9 novembre 2016
7 Heartless Senza cuore 6 novembre 2016 16 novembre 2016
8 I'll Be Your Mirror Sarò il tuo specchio 13 novembre 2016 23 novembre 2016
9 Changelings La Fata Nera 27 novembre 2016 7 dicembre 2016
10 Wish You Were Here Vorrei che fossi qui 4 dicembre 2016 14 dicembre 2016
11 Tougher Than the Rest Il cigno 5 marzo 2017 15 marzo 2017
12 Murder Most Foul Un assassinio scellerato 12 marzo 2017 22 marzo 2017
13 Ill-Boding Patterns Figli 19 marzo 2017 29 marzo 2017
14 Page 23 Pagina 23 26 marzo 2017 5 aprile 2017
15 A Wondrous Place Un posto sorprendente 2 aprile 2017 12 aprile 2017
16 Mother's Little Helper Il piccolo aiutante della mamma 9 aprile 2017 19 aprile 2017
17 Awake Svegli 16 aprile 2017 26 aprile 2017
18 Where Bluebirds Fly 23 aprile 2017 3 maggio 2017
19 The Black Fairy 30 aprile 2017 10 maggio 2017
20 The Song in Your Heart 7 maggio 2017 17 maggio 2017
21 The Final Battle (Part 1) 14 maggio 2017 24 maggio 2017
22 The Final Battle (Part 2)

I Salvatori[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio si apre con un flashback su Aladdin e Jafar ad Agrabah; i due hanno un confronto sulla decadenza che ha avuto l'eroismo di Aladdin.

Emma è con Uncino mentre un dirigibile solca i cieli di Storybrooke; tutti si radunano e dal dirigibile scende Hyde, proclamandosi proprietario della cittadina e annunciando l'arrivo di alcuni suoi amici. Emma e Regina tentano invano di sconfiggerlo. Dopo aver constatato che dal dirigibile sono scesi alcuni personaggi delle storie mai raccontate, i nostri eroi cercano di organizzarsi per sconfiggere Hyde quanto prima. Emma inizia ad avere degli strani tremolii alla mano associati a visioni su una battaglia; Hyde, dopo essere stato catturato grazie all'aiuto di Jekyll, confessa ad Emma di conoscere la natura del suo problema. Mentre David e Mary Margaret trovano gli amici di Hyde nascosti nel bosco e offrono loro aiuto, Emma segue il consiglio di Hyde ed incontra una ragazza nel bosco, in realtà un Oracolo: le visioni di Emma sono il suo futuro.

Gold su consiglio di Hyde si dirige al Tempio di Morfeo, nel tentativo di svegliare Belle. Entrando nei suoi sogni, conosce Morfeo, che gli intima di aiutare Belle a svegliarsi al più presto oppure non si sveglierà più. Durante il sogno, Gold tenta di riconquistare Belle e salvarla, ma a farlo sarà Morfeo, che non è altro che loro figlio. Questo infatti si è finto Morfeo per aiutare la madre e avvertirla riguardo alla sincerità di Gold. Belle, dopo essersi svegliata, decide di tornare a casa senza Gold.

Zelena e Regina tentano di abbracciare il loro ritrovato rapporto tra sorelle, Zelena si è trasferita a casa di Regina nonostante quest'ultima le serbi ancora rancore in quanto la vede come la causa della morte di Robin. Dopo una furiosa litigata, Zelena ritorna a casa sua con la figlia: è qui che scopre che la parte malvagia di Regina è ancora viva.

Una pozione amara[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La Regina cattiva entra nella cripta insieme con Zelena e ruba qualche ingrediente e della magia. Molti di coloro che sono arrivati a Storybrooke sono riuniti da Granny's, e David con Mary Margaret, Emma, Hook, provano ad aiutarli dando loro delle camere e del cibo, mentre Regina, vista l'irrequietezza dei neoarrivati, fa un discorso di incoraggiamento. Emma intanto decide di andare da Archie, e gli racconta delle visioni e dei tremori alla mano. Henry invece conosce un personaggio e, mentre cerca la sua storia sul libro, quest'ultimo scappa lasciando una lettera per Mary Margaret e David. Costui si rivela essere il conte di Montecristo, ovvero Edmond Dantès. Tramite un flashback si conosce la sua storia: dieci anni prima di divenire un conte, è stato in prigione, la sua casa venne bruciata e la sua futura sposa uccisa. Ad una festa da lui organizzata uccide per vendetta un barone che lo ha perseguitato anni prima; qui è presente anche Regina, che chiede aiuto a Edmond per vendicarsi anch'essa, in cambio della lista con i nomi dei collaboratori del barone. Durante un attacco ad un villaggio, il conte si finge un sopravvissuto e Biancaneve e il principe Azzurro lo invitano a stare al castello. Qui tenta di avvelenarli, ma all'ultimo momento desiste a causa di un'ancella che gli ricorda la sua fidanzata. Tremotino poi lo convince ad andare nella terra delle storie mai raccontate per salvare la vita all'ancella, avvelenata dal Signore Oscuro stesso.

Nel presente, Mary Margaret e David scoprono che il conte vorrebbe incontrali, e Regina confessa di averlo assunto tempo addietro per ucciderli. Al dirigibile, Regina tenta di convincere il conte a rinunciare alla sua vendetta, ma quest'ultimo la attacca e poi fugge. Per salvare i suoi genitori, Emma decide di portarli fuori da Storybrooke, ma non riesce ad attraversare il confine in quanto è stato fatto un incantesimo di protezione, proprio come quello fatto da Regina durante la maledizione. Regina intuisce che qualcuno è entrato nella cripta, perché solo lì si trovano gli ingredienti necessari, ma la cripta era protetta dalla magia del sangue. Regina accusa perciò Zelena. Regina poi incontra la sua parte malvagia, che oltre ad aver indebolito i poteri di Regina, controlla le azioni del conte, avendo preso il suo cuore. Al molo, il conte attacca David e Mary Margaret, riuscendo a sopraffarli, ma prima che li uccidesse, Regina li salva uccidendo il conte. Regina poi capisce che tutto è stato architettato dalla sua parte malvagia per farle comprendere che la malvagità farà sempre parte di lei. Anche Belle, ritornata in città, ha bisogno di un posto in cui stare e Uncino le offre la Jolly Roger. La Regina cattiva dice a David che suo padre potrebbe non essere morto in un incidente. Emma racconta ad Archie che pensa che la persona incappucciata che la ucciderà sia Regina, in quanto nella visione lei è l'unica a non essere dietro di Emma con la sua famiglia.

L'altra scarpetta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta incantata del passato, Cenerentola è costretta dalla matrigna a pulire e badare alle faccende domestiche. Le sorellastre ricevono poi un invito per andare al ballo del Principe da parte del suo valletto Jacob. Cenerentola mostra loro abito di sua madre con cui intende andare al ballo ma la sua sorellastra lo getta nel camino deridendola. Cenerentola poi si ricorda di una chiave magica che apparteneva a sua madre e scopre che porta alla Terra delle storie non raccontate.

Durante la notte al ballo, Cenerentola incontra per la prima volta Biancaneve e danza con il principe. Poco dopo Cenerentola nota lo stesso Principe che parla con la sorellastra Clorinda, e la matrigna le dice che il Principe si è preso gioco di lei. Cenerentola scappa, lasciando dietro di sè la sua scarpetta di cristallo.

Più tardi, Cenerentola e Gus inseriscono la chiave magica nell'armadio, scoprendo che apre il portale verso la Terra delle storie non raccontate. Proprio mentre Cenerentola sta per entrare nel portale, Clorinda la ferma e rivela di volersi sposare con Jacob, il valletto del Principe, e vuole perciò che Cenerentola sposi il principe. Clorinda vuole scappare dalla madre, la quale vuole impedire a tutti i costi che lei si sposi con una persona di un ceto sociale basso. Quando la matrigna torna a casa, intima a Cenerentola di rivelarle dove sia andata Clorinda. Dopo aver usato l'altra scarpetta di cristallo rimasta come esca per farsi dire la verità, la matrigna la manda in pezzi e si reca alla torre, dove Clorinda e Jacob stanno per attraversare il portale verso la Terra delle storie non raccontate. Intanto Biancaneve e il Principe, avvertiti da Gus, entrano in casa e liberano Cenerentola. Poco dopo il principe le chiede di sposarlo. I tre vanno quindi anch'essi alla Torre per aiutare Clorinda ma la matrigna, furiosa per l'amore fra Cenerentola e il Principe, decide di impedire almeno il matrimonio fra Clorinda e Jacob. Uccide quindi Jacob e porta Clorinda con sè nella Terra delle storie non raccontate.

Nel presente, a Storybrooke, Regina fa visita alla cella di Hyde con David e Mary Margaret. Gli offre le sue lasagne in cambio di informazioni, ma scopre che la Regina Cattiva l'aveva preceduta. Hyde, sazio e con mobili di lusso nella sua cella, chiede la libertà in cambio del suo aiuto. Regina scopre poi che Zelena ha ricevuto dalla Regina Cattiva il sonaglio che usava la madre Cora per calmarla quando era piccola.

Emma, Henry e Uncino incontrano Ashley e Sean da Granny. Ashley si offre di aiutare a gestire tramite il suo asilo i bambini della Terra delle storie non raccontate.

Dopo essere stata da Archie per parlare delle visioni, Emma si imbatte in Sean, che rivela che Ashley è scomparsa e ha portato con sè il fucile. Emma, Henry e Uncino vanno alla ricerca di Ashley utilizzando la sua scarpa con un incantesimo di localizzazione. Quando la raggiungono, scoprono che Ashley vuole trovare Clorinda per aiutarla. La mano di Emma inizia a tremare di nuovo, e lei non riesce a fermare con la magia la fuga di Ashley. Compare quindi la Regina Cattiva, che usa la magia per mandare i tre nel bosco, "fuori dai giochi". Henry tuttavia scopre grazie al libro come trovare Clorinda, che si trova in una stalla.

La prima ad arrivare alla stalla è Ashley, che trova Clorinda ferita, anche se in realtà sta solo fingendo di esserlo. Arriva quindi la matrigna cattiva, che punta il fucile contro entrambe. Clorinda scopre che Jacob è vivo ed è anche lui a Storybrooke. I due si ricongiungono ma la matrigna trafigge Ashley col bastone appuntito. Arrivano quindi anche Henry, Emma e Uncino, che impediscono alla matrigna di fare del male a qualcun altro. Grazie all'incoraggiamento di Henry, Emma ritrova la fiducia in sè stessa e usa la magia per guarire Ashley.

Più tardi, Emma chiede a Uncino di andare a vivere con lei e lui accetta. Archie le aveva infatti consigliato di realizzare i suoi progetti nel presente e non badare alla visione.

David è ancora dubbiso su come sia morto suo padre, e chiede a Gold informazioni su quella moneta appartenuta a suo padre che David stesso aveva ricevuto dalla Regina Cattiva nell'episodio precedente. Gold gli dà le informazioni che cerca in cambio di un messaggio che David dovrà consegnare a Belle. David consegna a Belle il regalo di Gold, che si rivela essere un'audiocassetta contenente una poesia scritta da Gold per loro figlio. David intanto legge le informazioni di Gold e scopre che suo padre non è morto in un incidente ma è stato assassinato. Mary Margaret però riesce a convincerlo a non cercare vendetta.

Regina, Mary Margaret e David nel frattempo hanno chiesto l'aiuto di Jeckyll per sconfiggere la Regina Cattiva e mettono a sua disposizione il garage/laboratorio del dr. Whale. Dr. Jekyll e Dr. Frankenstein quindi iniziano a lavorare insieme sulla pozione che ha diviso Regina cercando di scoprire come sconfiggere la sua metà cattiva e perché non sia morta quando Regina le aveva strappato il cuore.

La Regina Cattiva intanto fa visita di nuovo a Hyde e decide di liberarlo in cambio del suo aiuto.

Lo strano caso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel passato, il Dottor Jekyll sta lavorando su un siero per dividere un uomo in due. Cerca l'approvazione dell'accademia scientifica, ma questa gli viene negata perché il suo lavoro è troppo pericoloso. Appare quindi Tremotino, che annuncia di volerlo aiutare e completa il suo siero con un incantesimo. Dopodiché convince Jekyll a bere il siero e quest'ultimo si trasforma in Hyde. Hyde va al ricevimento organizzato dell'Accademia e convince con un ricatto il Dr. Lydgate che la presiede ad accettare Jekyll come membro dell'Accademia. Jekyll inoltre si è innamorato della figlia del Dottore, Mary. Anche in questo caso Tremotino manda Hyde come messagero di Jekyll. Questa volta, tuttavia, il piano non va come previsto perché Mary si innamora proprio di Hyde, e anche Hyde si innamora di Mary. Il mattino seguente, Mary si risveglia accanto a Jekyll ed è sorpresa di non vede Hyde, con il quale ha fatto l'amore. Jekyll rivela di essere Hyde e, durante una furiosa litigata in cui Jekyll dice le cose non sarebbero dovute andare così, Mary precipita dalla finestra e muore. Jekyll beve il siero e si trasforma nuovamente in Hyde, riuscendo così a fuggire grazie alla maggiore forza fisica. Tremotino è furioso perché Hyde si è innamorato di Mary e quindi ha anch'egli la debolezza di provare dei sentimenti. L'esperimento di Tremotino è fallito. Egli cercava infatti un modo per sbarazzarsi dei sentimenti per Belle, appena assunta come domestica al suo castello.

Nella Storybrooke del presente, Mary Margaret ricomincia a insegnare e ha una nuova assistente di nome Shirin, che si scoprirà essere Jasmine alla fine dell'episodio. Jasmine sta cercando Aladdin perché l'Oracolo (che è la stessa ragazza con cui aveva parlato Emma nel primo episodio) ha previsto che egli si trova a Storybrooke. Jekyll intanto sta cercando di mettere a punto il siero per sconfiggere Hyde e la Regina cattiva, ma incontra delle difficoltà. Gold, fresco di un nuovo taglio di capelli, scopre che Hyde è libero e che non può ucciderlo ed è costretto a dargli la collana appartenuta a Mary. Nel frattempo, Gold ha anche fatto un incantesimo di protezione sulla Jolly Roger per impedire che Belle esca e che Hyde possa salire a bordo. Uncino sta per trasferirsi da Emma, però dà a Belle una conchiglia con cui possono tenersi in contatto nel caso in cui abbia bisogno di aiuto. Regina, David, Emma e Gold si recano al laboratorio di Jekyll ma scoprono che il siero è stato rubato e i nani di guardia erano stati addormentati. Jekyll tuttavia ne ha conservato una scorta. Gold però vuole usarlo soltanto su Hyde, perché la Regina cattiva ha promesso di non fare del male a Belle. Gold versa il siero sul pugnale e si reca a uccidere Hyde, che intanto si trova nella foresta e ha sconfitto Emma e David che lo stavano cercando. Tuttavia, si scopre che Hyde aveva scambiato le fiale e quindi il siero sul pugnale di Gold è falso e Hyde sopravvive ancora una volta. Inoltre, adesso ha il pugnale con cui può controllare il Signore Oscuro e obbliga quindi Gold a portarli da Belle. Si scopre però che il vero cattivo è proprio Jekyll, che in questo momento si trova proprio sulla Jolly Roger perché nessuno sospetta di lui. Belle intuisce le sue intenzioni e chiama Uncino poco prima che Jekyll distrugga la sua conchiglia. Jekyll tenta di ucciderla per vendicarsi del Signore Oscuro. Belle non può scappare dalla nave a causa dell'incantesimo di Gold. Hyde e Gold assistono alla scena davanti alla nave e Gold non può aiutarla perché Hyde glielo impedisce con il pugnale, essendo determinato a dimostrare che il cattivo è Jekyll. Arriva però Uncino, che uccide Jekyll e salva Belle. Hyde cerca di ordinare a Gold di guarirlo ma è troppo tardi: il sangue comincia a uscire da Hyde oltre che da Jekyll e muoiono entrambi. Gold dice a Regina che l'unico modo per distruggere la metà cattiva di una persona è uccidere l'originale. Emma cerca di consolare Regina, che sa di dovere morire e inoltre teme di cedere di nuovo all'oscurità. Jekyll, infatti, si è sdoppiato in due ma questo non gli ha impedito di fare del male. Gold intanto si reca da Belle e cerca senza successo di convincerla che le sue intenzioni erano buone. Belle non vuole saperne di tornare da lui e Gold le dice che prima o poi avrebbe dovuto farlo per necessità, poiché ha in grembo suo figlio, che ha la sua stessa predisposizione all'oscurità.

Straccioni[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel passato ad Agrabah, la principessa Jasmine convince Aladdin ad aiutarla a sconfiggere Jafar, che tiene sotto controllo suo padre (il sultano) e sta mandando in rovina la città dall'interno. I due si recano alla caverna delle meraviglie per trovare un'arma chiamata "diamante allo stato grezzo". Scoprono però che Aladdin ha dei poteri magici, ed è quindi lui stesso l'arma. Aladdin è il Salvatore. Aladdin sconfigge Jafar, il quale fugge nel deserto.

Tempo dopo, però, Aladdin riceve da parte di Jafar delle forbici con cui può estirpare da sé la magia. In questo modo potrà salvarsi la vita. Il destino di un Salvatore è infatti la morte.

Aladdin dice addio a Jasmine ma, invece di andare a cercare Jafar nel deserto, usa le forbici per salvarsi la vita. Dopodiché fugge nella Foresta incantata e, anni dopo, sarà vittima del Sortilegio che lo porterà a Storybrooke.

Nel presente a Storybrooke, si scopre che la ragazza Oracolo è morta, uccisa dalla Regina Cattiva. Shirin si rivela essere Jasmine, che sta cercando Aladdin. Grazie a un incantesimo di localizzazione che collega la magia di due Salvatori Emma, Regina, Henry, David, Mary Margaret, Uncino e Jasmine giungono a una cripta e credono che Aladdin sia morto (poiché hanno trovato una spilla che Jasmine aveva dato a Aladdin tanto tempo prima).

Nel frattempo la Regina Cattiva ha rapito Archie e ha assunto le sue sembianze per convincere Emma a parlare delle sue visioni alla sua famiglia. Inoltre, la Regina Cattiva convince Zelena a ritornare malvagia, e quest'ultima ritrasforma il vero Archie in un grillo.

Aladdin si rivela a Emma ed Henry. Dice di essere vivo grazie alle forbici ricevute da Jafar. È stato nascosto perché si sente in colpa, dal momento che la sua fuga ha mandato in rovina Agrabah.

Aladdin va da Shirin e i due si ricongiungono, pianificando di tornare ad Agrabah a sistemare le cose. Emma intanto dà le forbici a Uncino e gli chiede di nasconderle, affermando di non volerle mai usare. Emma è disposta a pagare il prezzo della sua magia, piuttosto che rinunciare ad essere la Salvatrice e tradire la sua famiglia.

Nel finale dell'episodio, si scopre che Uncino ha ancora le forbici nascoste nella giacca, nonostante avesse affermato di averle gettate in mare. Uncino infatti sembrava essere scettico della scelta di Emma, in quanto avrebbe voluto che lei rinunciasse a essere la Salvatrice per restare in vita.

Acque profonde[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel passato, Uncino è reclutato con la forza da Capitano Nemo, comandante del sottomarino Nautilus, per recuperare un tesoro. Si trattava di una chiave che conduceva nel Regno delle Storie mai raccontate. Nemo voleva che Uncino entrasse a far parte definitivamente del suo equipaggio e che cominciassero una nuova vita altrove. Entrambi infatti hanno perso le persone che amavano. Si scopre tuttavia che il primo ufficiale del Nautilus è Liam, fratello di Killian. Killian, avendo ucciso il padre in passato, decide di scappare per non trovarsi faccia a faccia col fratello. Liam però lo scopre e, tentando di ucciderlo, pugnala accidentalmente Nemo.

Nel presente a Storybrooke, Henry scopre a causa della Regina cattiva (la quale vuole mettere i membri della famiglia gli uni contro gli altri) che Uncino non ha gettato in mare le cesoie. Mentre sono al porto, i due vengono rapiti dal Nautilus. Liam, ormai comandante della nave, vuole vendicarsi con il fratello. Uncino riesce però a colpirlo senza ucciderlo e scappa con Henry. In ospedale, i due fratelli si riappacificano e vicino a loro si trova anche Nemo, che non era morto ma era arrivato ferito insieme agli altri personaggi del Regno delle storie non raccontate ed era stato trovato da David e Mary Margaret.

Intano David, Regina e Mary Margaret hanno liberato Archie, ormai tramutato in grillo, che si trovava a casa di Zelena e della Regina cattiva.

Emma convince Aladdin a ritornare da Jasmine per sistemare le cose ad Agrabah. Questa dice però ad Aladdin che Agrabah sembrava scomparsa l'ultima volta che lei c'era stata.

Uncino e Henry gettano le cesoie in mare e raccontano a Emma la verità. Tuttavia, le cesoie vengono recuperate dalla Regina cattiva, che vuole l'aiuto di Gold per prendere il cuore di Biancaneve.

Belle lascia la prima ecografia del bambino sotto la porta del suo negozio, nello stesso istante la Regina Cattiva bacia Gold e gli mostra le cesoie che ha recuperato grazie a degli amici sottomarini. Dopodiché rivela a Gold che potrà avere le cesoie se la aiuterà ad avere in mano il cuore di Biancaneve.

Senza cuore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La Regina Cattiva ricatta David e Biancaneve, minacciando di uccidere tutti gli abitanti di Storybrooke con l'Acqua del fiume delle Anime perdute se non le consegneranno il loro cuore. I due condividono infatti lo stesso cuore, che era stato diviso in due parti molto tempo prima per salvare la vita di David.

La fata Turchina consiglia di cercare un arbusto, frutto del vero amore, che sarebbe stato abbastanza potente per sconfiggere la Regina Cattiva. Tuttavia quest'ultima riesce ad arrivare nel luogo dove si trova l'arbusto e lo sottrae a Biancaneve, David e Regina, per poi distruggerlo. Tuttavia, nel momento in cui David e Biancaneve avevano preso in mano l'arbusto avevano rivisto nella loro mente molti dei momenti passati insieme. I due capiscono quindi che la cosa giusta da fare è affrontare la Regina cattiva, contrapponendo il proprio amore al suo odio, per salvare l'intera città.

La Regina Cattiva tuttavia rivela di non volerli uccidere, ma di avere in serbo un destino ancora peggiore per loro. Dopo aver preso le due metà del cuore che condividono, lancia l'incantesimo del sonno sul cuore, facendo addormentare Biancaneve. David rimane sveglio e va a cercarla nel bosco. Pensa di poterla svegliare con un bacio ma non appena Biancaneve apre gli occhi David cade a terra addormentato. Questa volta l'incantesimo è diverso: poiché è stato lanciato sul cuore che condividono, quando uno dei due si sveglia l'altro si addormenta. La Regina Cattiva ha fatto in modo che non possano più stare insieme finché l'incantesimo non sarà spezzato.

Intanto Zelena è contrariata dalla relazione fra Gold e la Regina cattiva e decide di farlo sapere a Belle. Belle fa visita a Gold e gli fa sapere di non essere interessata alle sue relazioni, ma di voler impedire in ogni modo che lui usi le cesoie su loro figlio. Gold voleva usare le cesoie (che non funzionano solo sulla salvatrice) per estirpare l'odio del suo futuro figlio verso di lui, ma Belle gli suggerisce di guadagnarsi l'amore di suo figlio invece che andarselo a prendere.

Sarò il tuo specchio[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Biancaneve e David cercano di abituarsi alla vita senza l'altro, Emma e Regina escogitano un piano per intrappolare la Regina cattiva dentro lo specchio.

Usando Henry come esca, attirano la Regina cattiva in un'imboscata, ma scoprono che quest'ultima aveva scambiato lo specchietto di Regina con uno non incantato. La Regina cattiva usa lo specchio incantato per esiliare Emma e Regina nel mondo dietro gli specchi. Dopodiché la Regina cattiva si finge Regina con Henry e gli dà consigli sul suo appuntamento con Violet.

Emma e Regina intanto incontrano il Dragone, anch'egli intrappolato nello specchio. Il Dragone rivela di aver trovato un modo per uscire: si tratta di ricomporre i pezzi di uno specchio incantato. Henry intanto capisce che sua madre in realtà è la Regina cattiva e cerca un modo per liberare Emma e Regina. La Regina Cattiva però rivela di avere il cuore del Dragone e lo obbliga a trasformarsi in un drago e a tentare di uccidere Emma e Regina. Dopodiché invita Henry a salvare le sue madri distruggendo il cuore del Dragone con il martello di Efesto (uno strumento utile a chi non ha la magia, come Henry). La Regina cattiva vuole perciò che Henry ceda all'Oscurità, ma quest'ultimo usa il Martello contro lo specchio di casa di Regina invece che sul cuore, proprio mentre Emma e Regina indirizzano il fuoco del drago verso lo specchio incantato. Il portale perciò viene aperto, facendo tornare Emma e Regina a Storybrooke.

Intanto Belle e Zelena si alleano contro Gold e incaricano Aladdin di rubare la bacchetta dello Stregone, in modo che Zelena possa aprire un portale per la Foresta Incantata, dove Belle pensa di fuggire con il bambino. Aladdin riesce nell'impresa e ruba anche la lampada magica che un tempo conteneva il Genio. Tuttavia, Gold blocca Zelena proprio mentre ha in mano la Bacchetta e tenta di ucciderla. Gold sente però un dolore al cuore in quanto Zelena gli aveva salvato la vita una volta all'ospedale di New York (vedi quarta stagione) e pertanto Gold non può farle del male. Gold riesce comunque a mettere un bracciale magico a Belle, in modo che possa trovarla ovunque vada.

La Regina Cattiva e Gold, memori delle loro recenti sconfitte, decidono di allearsi definitivamente e si baciano. Gold però le chiede di uccidere Zelena, poiché ormai rappresenta un problema per i cattivi.

La Fata Nera[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel passato, Tremotino incarica Belle di badare fino al tramonto a un bambino da lui rapito. Alla sera, tuttavia, Belle riesce a seguire Tremotino per salvare il bambino. Nascosta dietro un cespuglio, ascolta la conversazione tra Tremotino e la Fata Nera, fata cattiva che rapisce i bambini, e scopre che questa è sua madre. L'odio dell'Oscuro verso le fate infatti è dovuto proprio all'abbandono di sua madre. Più tardi, Belle riporta il bambino ai suoi genitori.

Nel presente, la Regina Cattiva attacca Zelena per ucciderla su ordine di Gold, ma viene fermata da Regina che usa il suo stesso cuore per minacciarla. Regina rivela poi a Zelena di non averla ancora perdonata per la morte di Robin Hood, pur avendole salvato la vita.

Intanto Aladdin e Jasmine scoprono che la lampada è vuota e quindi non possono usare il genio per tornare ad Agrabah esprimendo un desiderio. Aladdin decide perciò di farsi rinchiudere nella lampada, diventando lui il genio.

Belle nel frattempo viene avvertita in sogno dal figlio del pericolo che corre. Gold infatti sta sperimentando una nuova pozione che accelererebbe la gravidanza di Belle (simile alla magia fatta su Zelena tempo prima). Emma e Uncino, una volta scoperto il piano, lo immobilizzano con dell'inchiostro di seppia magico. Dopodiché cercano le cesoie e la pozione nel negozio di Gold, ma vengono ostacolati da un'improvvisa visione di Emma, probabilmente dovuto a un oggetto che lei ha toccato mentre frugava. Gold nel frattempo si libera dall'effetto dell'inchiostro, essendo abbastanza potente da farlo durare poco tempo. Si reca poi da Belle per accelerare la gravidanza, ma tuttavia all'ultimo momento ha un'esitazione e si rifiuta di usare la pozione su di lei. La Regina Cattiva lo critica per questa debolezza, affermando che lui quindi voleva solo metterla alla prova ordinandole di uccidere Zelena, in quanto non ha veramente attuato il suo piano. Gold le risponde che è lei l'immagine del fallimento, e i due litigano.

Poco dopo, Belle beve una camomilla alla tavola calda di Granny e sente di dover partorire. Decide però di affidare il bambino, che chiama Gedeone come il protagonista del suo libro preferito, alla fata Turchina affinché lo porti lontano, al sicuro da Gold. Tutti pensano che la camomilla sia stata avvelenata da Gold, invece è stata la Regina Cattiva, ormai nemica dell'Oscuro, che ha accelerato la gravidanza di Belle in modo che tutti incolpino lui.

Nella scena finale, Emma e Uncino ispezionano nuovamente il magazzino dietro il negozio di Gold ed Emma riconosce la spada che dovrebbe ucciderla nella visione.

Vorrei che fossi qui[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Emma e Uncino trovano la spada nel negozio di Gold e la portano da Regina per scoprire di più sulla sua natura. Mentre si dirigono tutti e tre verso la cripta, incontrano la Regina Cattiva con la quale hanno un piccolo scontro ed Emma scopre che la spada appena rubata può ferire la Regina Cattiva lasciando indenne Regina. La Regina Cattiva fugge e incontra Gold, che le rivela di aver lasciato che Emma e Uncino prendessero la spada per sconfiggerla, ma per essere sicuro che la Regina Cattiva non sfugga al proprio destino le mette il braccialetto usato prima su Belle per assicurarsi di avere la sua vendetta in ogni caso. Intanto David, Uncino ed Emma vanno da Granny dopo aver sentito che la Regina Cattiva era stata avvistata lì. Scoprono però che è una trappola. La Regina Cattiva tiene Jasmine in ostaggio e si è impossessata della lampada magica con il nuovo genio Aladdin, che esaudisce il suo primo desiderio: che Emma non sia mai stata la Salvatrice. Prima che gli eroi possano impedirglielo, Aladdin fa sparire Emma davanti ai loro occhi.

Emma si ritrova nel castello di Azzurro e Biancaneve in una realtà alternativa dove la Regina Cattiva è stata sconfitta anni prima e lei non è mai dovuta diventare la Salvatrice, è cresciuta quindi nel castello con i suoi genitori come una normale principessa e Storybrooke non è mai esistita. Emma ricorda vagamente la sua vita a Storybrooke come fosse un sogno, mentre Henry sta per diventare cavaliere, la spada che è arrivata insieme ad Emma viene data ad Henry per la cerimonia di iniziazione. A Storybrooke, Regina capisce il modo di raggiungere Emma; siccome lei e la Regina Cattiva sono la stessa persona, anche lei può esprimere un desiderio, e desidera di raggiungere Emma nel regno in cui è capitata. Regina trova Emma nella Foresta Incantata, ma non fa in tempo a convincerla di essere la Salvatrice che sopraggiungono Biancaneve e Azzurro, decisi a sconfiggerla nuovamente, costringendo Regina a fuggire. Torna così nel suo vecchio castello e trova Tremotino in gabbia che le rivela che l'unico modo per far diventare Emma la Salvatrice è darle un cattivo da sconfiggere. Inoltre il mago sa dove trovare un fagiolo magico per permettere il ritorno a casa di Regina ed Emma, ma in cambio vuole stringere un accordo ed essere liberato. Regina accetta.

Nel frattempo a Storybrooke, Gold scopre che è successo qualcosa a suo figlio ed avverte Belle del pericolo, liberandola dal bracciale come segno di fiducia. Intanto gli eroi, grazie ad un piano di David, riescono a togliere dalle mani della Regina Cattiva la lampada magica. David nello scontro esprime il desiderio che la Regina Cattiva abbia ciò che si merita, ma il desiderio sembra non avere nessun effetto.

Nella realtà alternativa Regina irrompe nel castello e rapisce Biancaneve e Azzurro, costringendo Emma a reagire. Regina è nel suo castello dove tiene in ostaggio la coppia, arriva Emma ma non riesce a reagire, finché non sopraggiunge Henry che tenta di uccidere Regina, che però non oppone resistenza al figlio. Emma ferma l'attacco di Henry con una magia e le ritorna in pieno la memoria. Mentre a Storybrooke la Regina Cattiva è in strada che attende il loro arrivo, si apre un portale, ma da esso sbuca fuori una figura incappucciata misteriosa che la trasforma in un serpente e la rinchiude in una gabbia, senza alcuna difficoltà. Belle e Gold trovano la madre superiora al convento, a letto e ferita, che gli rivela che la Fata Nera ha rapito il loro figlio prima che raggiungesse un luogo sicuro. Mentre Belle e Gold sono al negozio e parlano di cosa potrebbe aver fatto la Fata Nera a loro figlio, arriva la figura incappucciata che si rivela essere proprio il loro figlio, adulto e malvagio. Intanto, Aladdin e Jasmine partono per Agrabah. Emma e Regina, una volta aperto il portale con il fagiolo ottenuto da Tremotino, stanno per raggiungere Storybrooke, ma l'inaspettato arrivo di Robin Hood le interrompe ed a causa dell'indugio di Regina, nessuna delle due riesce ad attraversare il portale che si richiude alle loro spalle.

Il cigno[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Minneapolis, 1990. Una Emma ancora bambina, dopo essere scappata da un'altra famiglia, vive per le strade come una senzatetto, bruciando alcune pagine di un libro di fiabe per scaldarsi. Le si avvicina, in quel momento, un ragazzo (August) che le consiglia di non farlo e di provare a ricominciare con un'altra famiglia, prendendo spunto dalla sua fiaba preferita, il Brutto Anatroccolo, che dice che se credi in qualcosa puoi esserlo veramente. Emma, così, va ad una stazione di polizia e sceglie di prendere il cognome di Swan "cigno" in onore dell'anatroccolo dell'omonima fiaba.

Nella realtà alternativa in cui si trovano, Emma e Regina vanno alla ricerca di Pinocchio sperando che possa aiutarle a tornare a casa. Pinocchio costruisce un tronco magico che funge da portale, come aveva fatto suo padre molti anni prima. Intanto Regina parla con Robin e scopre che in questa realtà non è un eroe, e ruba ai ricchi soltanto per arricchire sè stesso. I due iniziano a fare conoscenza ma vengono catturati dallo sceriffo di Nottingham e successivamente da Tremotino, che vuole vendicarsi perché in questa realtà la Regina Cattiva ha causato la morte di Belle. I due riescono a evadere grazie a Robin e raggiungono Emma e Pinocchio, che ha completato il suo lavoro. Regina rivela a Robin come era la sua versione a Storybrooke e che nel suo mondo si amavano prima che lui morisse. Lo invita ad andare con loro e lui acconsente. Tutti e tre entrano nell'albero magico e il portale li riporta a Storybrooke.

Nel frattempo a Storybrooke Gideon racconta ai suoi genitori di aver vissuto 28 anni, poiché nel regno della Fata Nera il tempo scorre diversamente. La Fata Nera provò a farlo diventare malvagio, ma lui ha cercato di resistere pensando al ricordo di sua madre. Tuttavia adesso vuole uccidere Emma Swan per diventare lui stesso il Salvatore e poi "salvare" il regno della Fata Nera, liberando gli abitanti dalla sua tirannia. Gold prova senza successo a farlo ragionare, mentre David e Uncino cercano un modo per sconfiggerlo e vengono implorati da Belle di non fargli del male. Quando Regina, Emma e Robin arrivano a Storybrooke, Gideon sfida subito a duello Emma ma lei riesce a sconfiggerlo con la sua magia, nonostante le tremi la mano e le sia tornata in mente la visione della sua morte, che sarebbe dovuta avvenire in quel preciso luogo e in quelle condizioni. Tuttavia Emma non si lascia sopraffare perché ha compreso di essere lei stessa l'artefice del suo destino. Gideon fugge ma giura che sarà lui, un giorno, a uccidere la Salvatrice.

Regina intanto presenta il "nuovo" Robin ai suoi amici e gli dà il benvenuto a Storybrooke. Gold si riappacifica con Belle dicendo di aver avuto torto in passato e di non volere che suo figlio abbia lo stesso destino che ha avuto lui nè che uccida Emma. I due decidono di dover agire insieme e di comune accordo da ora in poi per fermare Gideon. Quest'ultimo intanto con un gesto di rabbia distrugge il grande orologio sopra la biblioteca, dichiarando guerra a Storybrooke.

Un assassinio scellerato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta Incantata del passato, Ruth e Robert sono due poveri contadini con due figli gemelli neonati, David e James, gravemente malati. Una sera si presenta a casa loro Tremotino, il quale offre loro il denaro necessario per le medicine che potrebbero salvare i bimbi; in cambio, però, chiede che gli venga ceduto uno di loro, per poter essere cresciuto come figlio del re George. La coppia è costretta ad accettare, e il Signore Oscuro, scegliendo con un testa e croce, porta via James.

Sei anni dopo, re George è alla ricerca del figlio James, scappato di casa. Robert, diventato un alcolizzato, decide di andare a cercarlo, prima promettendo a Ruth e David di smettere di bere e tornare due settimane dopo come uomo migliore. Grazie a Tremotino, l'uomo scopre che James è fuggito in un'isola chiamata Paese dei Balocchi. Ci si dirige e, con l'aiuto del burattino Pinocchio, trova il principe, che però è restio a tornare a corte. Robert, allora, gli propone di tornare a casa con lui. Mentre fuggono dall'isola, aiutati da Pinocchio, vengono intercettati da George; Robert supplica di far tornare il figlio a casa con lui, ma il re decide di ordinare la sua uccisione e che venga fatta passare per un incidente.

Storybrooke, presente. David ha delle visioni in cui vede il padre morto; al contempo Killian sta pensando di chiedere la mano a Emma, ma è preoccupato del consenso di suo padre. Decide così di dargli una mano nel trovare l'assassino di Robert, seppure a malincuore. I due rubano a Emma alcuni ingredienti magici e, seguendo un libro, seguono le istruzioni per fare un incantesimo che faccia scoprire loro il colpevole. Vanno poi a chiedere ad August se sul libro ci fossero pagine relative alla morte del padre di David, e lui promette di cercarle. Uncino è preoccupato per l'ossessione di vendetta di David, che ora vuole uccidere re George, avendo capito che è l'assassino. Azzurro si reca nella prigione in cui è rinchiuso e combatte con lui; Killian riesce a fermarlo poco prima che lo uccida, facendogli capire l'errore che avrebbe commesso. David riesce così a riconciliarsi con la memoria del padre, e si mostra molto felice quando Uncino gli rivela di voler sposare Emma, dandogli la sua benedizione.

Nel frattempo Robin si sta adattando alla vita del Mondo Reale, ma quando scopre che lo sceriffo di Nottingham è a Storybrooke cerca persino di ucciderlo, fermato in tempo da Regina. Dopodiché lei gli rivela dei figli che ha in questo mondo e gli propone di ricominciare, baciandolo. Poco dopo, parlando con Biancaneve, Regina però confessa di non aver provato niente nel bacio e si chiede quindi come Robin abbia fatto a superare il portale e quali sono le sue vere intenzioni; al contempo l'uomo ruba dalla cripta della donna uno scrigno misterioso da cui era stato avvertito in precedenza.

Killian, intanto, sta per dirigersi da Emma per chiederle la mano, quando August gli porta le pagine richieste da David: si scopre così che, poco prima che le guardie di George potessero uccidere Robert, avevano subito un assalto da dei pirati che li avevano derubati ed eliminati. Successivamente il loro capitano, nientemeno che Uncino, aveva ucciso Robert in quanto testimone. Killian, pertanto, si ritrova preoccupato sul matrimonio con Emma.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Foresta Incantata, Prima Guerra degli Orchi. Il leader di una milizia di soldati, Beowulf, conduce in battaglia i suoi uomini; quando stanno per essere sopraffatti dai nemici, appare Tremotino, diventato da poco l'Oscuro, che elimina tutte le creature ponendo fine alla guerra. Poco tempo dopo Tremotino è apprezzato, ma anche temuto dagli altri paesani e la cosa si ripercuote anche sul figlio Baelfire, preso di mira da un compagno. Quando alcuni contadini chiedono al Signore Oscuro di liberarsi di un mostro che sta uccidendo delle persone, Baelfire lo fa accettare, pensando che possa sconfiggerlo senza la magia oscura, per tornare quello di prima. Per resistere alla tentazione, Tremotino consegna quindi il pugnale che lo controlla al figlio. Giunti sul posto, i due scoprono che in realtà l'assassino è Beowulf, che è convinto della malvagità dell'Oscuro; questi riesce a rubare il pugnale a Baelfire, per far cadere la colpa degli omicidi su Tremotino e diventare un eroe. Baelfire riesce a riprendere l'arma, per poi essere costretto a usarla per far sì che il padre lo protegga da Beowulf; poi, colto dalla rabbia, lo obbliga a uccidere il soldato, facendogli commettere il suo primo omicidio. Tremotino capisce che il figlio ha subito l'influenza della magia oscura e gli fa bere una pozione affinché dimentichi quello che è successo. Quando però si risveglia, Baelfire si infuria con lui, accusandolo della morte di Beowulf.

A Storybrooke Uncino si confida con Archie (senza dirgli esplicitamente di aver ucciso Robert) e decide di confessarlo a Emma; questa, però, ha trovato nel frattempo l'anello di fidanzamento che voleva regalarle e dice che la risposta è sì: così Killian le fa la tanto attesa proposta di matrimonio. Mentre Belle e la Fata Turchina cercano Gideon, quest'ultimo prova a recuperare la spada spezzata con cui uccidere Emma, ma Gold lo trova e riesce a legarlo. Morfeo gli racconta il suo passato con la Fata Nera e il motivo per cui vuole diventare un eroe; Tremotino sembra accettarlo, in realtà provando a somministrargli una pozione per fargli dimenticare il suo passato con lei. Il giovane, però, ne è immune e riesce a rubargli il pugnale per controllarlo. Poi si fa dire il nome della persona che ha forgiato la spada spezzata, affinché possa ripararla, nonostante questo significhi provocare la morte della persona stessa (in quanto sarebbe prosciugata da tutta la sua magia). Gold gli dice che è la Fata Turchina: Gideon la raggiunge, ma in quel momento arriva Tremotino che vuole fare la magia al posto suo in modo che il figlio non venga contagiato totalmente dall'Oscurità. La Madre Superiora, così, cade in una sorta di stato di morte esterna che può essere rimosso con la restituzione della sua magia, mentre Gideon restituisce il pugnale al padre. Poco dopo Tremotino racconta a Belle quanto è successo e lei è felice che Gold si sia sacrificato all'oscurità al posto del figlio. Nel frattempo, Robin chiede a Zelena di aiutarlo a scappare da Storybrooke con alcuni ingredienti trovati nello scrigno rubato nella cripta di Regina. La strega accetta, facendo per portarsi dietro anche la figlia e la Regina Cattiva (ancora sotto forma di serpente). Tuttavia la magia non funziona e, in quel momento, arriva Regina che si era aspettata questa mossa. Dispiaciuta per Robin, gli promette di cercare un modo per aiutarlo nel suo intento. Poco dopo si incontra con Zelena e si trovano a parlare come sorelle, quando si accorgono che la Regina Cattiva è sparita dalla sua gabbia; difatti ha raggiunto Robin e lo ha morso, per bere un po' della pozione annullante schizzatagli addosso che la fa tornare umana.

Pagina 23[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Foresta Incantata del passato, la Regina Cattiva fallisce un altro tentativo di catturare Biancaneve; mentre parla con gli abitanti del villaggio di contadini che proteggono la principessa, dicendogli che si prende cura di loro, interviene Trilli che le ricorda quando la portò dall'uomo col tatuaggio del leone (Robin Hood); tuttavia, Regina rifiuta di andare a cercarlo, risparmiando però la fata. Questo comporta un'accesa discussione con il padre Henry, che le dice che la vendetta non le darà mai la felicità. Più tardi Henry, con l'aiuto di Trilli, porta Regina da un oggetto magico chiamato Freccia di Cupido, per portarla dalla persona che ama di più; ma Regina, ossessionata dalla vendetta, strega l'arma affinché la porti dalla persona da lei più odiata; questa però, si infila nel suo armadio con specchio, mostrando che non si tratta di Biancaneve ma di lei stessa.

Storybrooke, presente. La Regina Cattiva, con la proposta di farlo tornare a casa, si fa aiutare da Robin per recuperare le Cesoie del Destino, in modo da troncare i suoi legami con Regina e poterla uccidere; nel frattempo quest'ultima e Zelena avvertono Emma e Biancaneve della scomparsa della Regina Cattiva, mentre Emma decide di aspettare a sposarsi con Killian per quando Gideon sarà sconfitto. La Regina Cattiva ruba a Henry la Penna dell'Autore per impedire che possa compromettere i suoi piani e gli consegna un foglio da dare a Regina; il ragazzo le dice, però, di vedere del buono in lei. Regina scopre che il messaggio è la pagina n. 23 del libro di favole, rappresentante il suo lieto fine mancato con Robin Hood, assieme al messaggio di ritrovarsi in municipio. La donna si dirige sul posto, dove la Regina Cattiva tiene in ostaggio Robin, e le due iniziano a duellare. Quando Regina sta per sopraffare la sua parte malvagia, capisce di doversi accettare per com'è; così condivide con il cuore della Regina Cattiva la propria bontà e malvagità, per equilibrare la cosa. Poi, con l'aiuto di Henry, trasferisce la Regina Cattiva nella Foresta Incantata dove ripete la scena della taverna, questa volta andando a sedersi con Robin. Nel frattempo Uncino è tormentato dal suo segreto e lo svela a Nemo, il quale sta per partire col Nautilus. Decide così di bruciare il ricordo, ma viene sorpreso da Emma, la quale resta molto delusa, in quanto pensava che fra loro non dovessero esserci più segreti. Poi gli restituisce l'anello, invitandolo a tornare l'uomo che aveva scelto di sposare. Uncino pensa di aggregarsi alla ciurma del Nautilus per ritrovare sé stesso, ma, sentendo da Mary Margaret la storia della Regina Cattiva, cambia idea. Mentre lo racconta a Nemo, approfittandone per salutarlo, il sottomarino parte da solo, con Killian ancora al suo interno; difatti è stato Gideon, che vuole indebolire la Salvatrice facendole credere di essere stata abbandonata.

Un posto sorprendente[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nella Agrabah del passato, il Sultano sta cercando un marito per la figlia Jasmine, la quale, tuttavia, si rifiuta di accettare i pretendenti. In quel momento arriva Jafar che dà alla principessa un ultimatum: se non accetta di sposarlo entro il tramonto, avrebbe distrutto Agrabah. Jasmine, sconfortata, inizia a girare per il mercato, quando incontra e fa amicizia con Ariel, la quale è giunta fin lì per cercare il principe Eric. Jasmine accetta di aiutarla con il suo tappeto volante, pensando di poter usare al contempo l'esercito di Eric per contrastare Jafar. Giunte alla tenda del principe, Ariel sembra ritrovare l'amato, che però si rivela essere Jafar sotto mentite spoglie. Il tempo per la decisione di Jasmine sta per scadere e Ariel le suggerisce di usare una strana polvere rossa che ha rubato allo stregone, per sconfiggerlo. In quel momento, però, Jafar usa un incantesimo per far tornare la sirena nell'oceano. Ormai il tramonto è giunto e Jasmine accetta di sposare lo stregone, offrendogli anche l'anello reale. Tuttavia Jafar le rivela di non aver mai voluto sposarla e regnare su Agrabah, poiché la sua gente lo aveva sempre disprezzato, ma di essere in realtà interessato alla pietra incastonata nell'anello e che contiene la magia protettiva della città; così riesce a farla scomparire, senza che la principessa possa fare nulla.

Nel presente, Uncino è intrappolato nel Nautilus che, a causa di Gideon, sta facendo rotta per un altro reame. Nemo spiega a Killian che l'unico modo per viaggiare tra i mondi è usare il sangue di Kraken, e il capitano decide di procurarsene. Mentre tenta di ucciderne uno con l'equipaggio del sottomarino, si imbattono in Aladdin e Jasmine, i quali stanno ancora cercando Agrabah, poiché pare che l'incantesimo del primo non abbia funzionato. Uncino li accoglie a bordo e, dopo aver parlato con loro, decide di andare in cerca di Jafar, che potrebbe essere in grado di farli viaggiare tra i reami. Tuttavia, a causa dei danni provocati dal Kraken, devono abbandonare il Nautilus e Jasmine usa un desiderio per trasportarli sull'isola dove si trova lo stregone. L'equipaggio del Nautilus vuole tentare di ritrovare il sottomarino, così si saluta con Killian, Jasmine e Aladdin, i quali si dirigono a una capanna dove vive Ariel, che possiede la lampada contenente Jafar, ora trasformato in genio (a causa di Alice, Cyrus e Will Scarlett nell'omonimo spin-off). Jasmine strofina la lampada e lo stregone, uscito, mette fuori gioco tutti i presenti tranne la principessa: difatti aveva trovato un modo per liberarsi dalla maledizione della lampada. L'uomo vuole vendetta verso chi lo aveva imprigionato, ma prima rivela a Jasmine che Agrabah è sempre stata nell'anello che portava al dito. Ordina poi di darglielo, ma la principessa, che ora ha abbracciato il suo ruolo da eroina, lo sconfigge con la polvere che gli aveva sottratto Ariel nel passato. Subito dopo bacia Aladdin e l'atto di vero amore li riporta nella città, ora ricomparsa. Mentre il gruppo si avvia per le strade, Ariel si ricorda di una conchiglia che permette di comunicare attraverso i regni e la dà a Uncino in modo che possa parlare con Emma. Quest'ultima, nel frattempo, si è rassegnata al fatto che Killian l'abbia abbandonata e Regina e Mary Margaret tentano di confortarla portandola fuori a cena. Parlando con il barista della taverna, Esopo, Emma si sfoga e, tornata a casa, riceve la chiamata di Uncino che le spiega la verità e che sta cercando di tornare da lei (nonostante non sia certo che Emma lo possa sentire). In quel momento appare Esopo, che si rivela essere Gideon trasformato e che ha il tovagliolo con cui la Salvatrice si era asciugata gli occhi precedentemente. L'uomo dice a Emma che, se vuole che Killian torni a casa, deve aiutarlo a uccidere la Fata Nera.

Il piccolo aiutante della mamma[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel Reame della Fata Nera, quest'ultima ha appena rapito Gideon ancora neonato, considerandolo "speciale", e lo porta al suo castello dove tiene prigionieri ragazzi e bambini per farli lavorare in miniera. Il giorno del suo ventottesimo compleanno, Gideon viene incaricato dalla Fata Nera di trovare e punire il ladro di una sua chiave. Il giovane scopre che il colpevole è Roderick, un suo vecchio amico che non aveva saputo proteggere dalla nonna, che gli racconta che il piano della Fata è raccogliere polvere magica (la stessa che ha causato la prima Maledizione Oscura) e gli propone di trovare la Salvatrice affinché sconfigga la Fata. Quest'ultima, però, ha in realtà manipolato la cosa per testare Gideon e, quando questo la affronta, uccide Roderick e strappa il cuore al nipote per mandarlo a Storybrooke a eliminare Emma e usare la sua magia incanalata nella spada per liberarla dal suo Reame.

Nel frattempo, a Storybrooke, Gideon continua a ricattare Emma con la minaccia di non farle più rivedere Uncino, se in cambio non l'aiuta a sconfiggere la Fata Nera. La donna non vuole collaborare e va, assieme a Mary Margaret, da Belle e Gold. Quest'ultimo gli racconta che la Fata Nera è sua madre e tutta la malvagità affrontata fino ad ora proveniva da lei. Emma, così, accetta di aiutare il giovane, ma, prima, chiede che gli venga consegnata la spada che dovrebbe ucciderla e che venga riportato Killian a casa. Quest'ultimo, intanto, ha stretto un accordo con il pirata Barbanera, per usare un fagiolo magico per tornare a Storybrooke, in cambio della Jolly Rogers. L'ortaggio, però, li porta sull'Isola che non c'è, dove vengono inseguiti dai Bimbi Sperduti più cattivi, rimasti sull'isola anche dopo la morte di Peter Pan. Emma e Gideon, a casa dello Stregone, tentano di far tornare Uncino, ma compare improvvisamente un ragno gigante, a detta di Gideon mandato dalla Fata Nera per ostacolarli. Dapprima i due collaborano, ma poi Gideon intrappola la donna in una ragnatela, per poi rubarle la spada e sparire: difatti era tutto un piano da lui architettato per ucciderla. Quando Emma sta per soccombere, interviene Gold che la salva e, assieme, sconfiggono il mostro; il portale che Gideon era riuscito ad aprire con la spada per liberare la nonna si chiude. Emma e Biancaneve affrontano Gold, poiché quest'ultimo dice che, in caso cercassero di uccidere suo figlio, le avrebbe fermate. Belle, intanto, continua a nutrire speranza che possa essere salvato. Sull'Isola che non c'è, Barbanera riesce a scappare con una scialuppa, mentre Killian resta bloccato. Si scopre che la Fata Nera è riuscita ugualmente a venire a Storybrooke con il portale rimasto aperto per poco e ora ha in mente di uccidere Emma assieme a Gideon. Al contempo, Regina sta cercando di spezzare la Maledizione del Sonno di Biancaneve e David, quando Henry, che la assiste, cade in una sorta di trance che lo porta a scrivere parole incomprensibili su un foglio. Preoccupati, chiedono aiuto ad Isaac, il precedente Autore ora in carcere, che accetta di rispondere in cambio della possibilità di andarsene da Storybrooke. Così, spiega che i poteri di Henry sono troppo grandi, e gli "attacchi" peggioreranno. Poi, poco prima di uscire dalla città, rivela loro che il libro di "C'era una volta" ha le ultime pagine bianche: difatti, molto presto, avverrà la Battaglia Finale, ed Emma ne prenderà parte.

Svegli[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Storybrooke, durante la Maledizione Oscura, Mary Margaret porta a David (ancora in coma) un fiore trovato per strada. Questo libera una polverina che fa risvegliare Azzurro, il quale ha ancora tutti i ricordi della Foresta Incantata. Toccando Biancaneve, fa tornare anche a lei la memoria; i due decidono, così, di trovare un modo per rintracciare Emma, e nel frattempo sono braccati da Regina, che li ha scoperti e vuole fermarli. La coppia scopre che il fiore è magico e può riunire chiunque col proprio amore. Gold, però, li avverte che, se rintracciano Emma così presto, lei non diventerà mai la Salvatrice e Storybrooke non verrà liberata dalla Maledizione. Propone così loro di bere una pozione per far dimenticare l'accaduto fino al vero arrivo della Salvatrice in città. Dopo molte esitazioni, sia Biancaneve che David accettano; quest'ultimo, così, cade nuovamente in coma e Mary Margaret si scorda ogni cosa.

Nel presente, Uncino viene salvato dalle grinfie dei Bimbi Sperduti da Giglio Tigrato, sua vecchia conoscenza, la quale, però, lo stende a sua volta. A Storybrooke, Regina e Zelena preparano una pozione che potrebbe spezzare l'Incantesimo del Sonno di Biancaneve e David; nonostante i rischi, la coppia accetta, ma la procedura non fa che peggiorare le cose: difatti, entro poco tempo, saranno destinati entrambi a cadere in un sonno profondo ed eterno. Poco dopo, guardando un videomessaggio di Mary Margaret, Azzurro vede sullo sfondo il fiore magico che gli aveva fatto tornare la memoria; poiché compare solo quando c'è nelle vicinanze una grande malvagità, gli Eroi capiscono che la Fata Nera è giunta a Storybrooke. La fata, difatti, va a trovare Tremotino, avvertendolo che si sarebbe unito a lei, e mostra di essere molto più potente del figlio, riuscendo a prendergli il pugnale senza sforzo, per poi consegnarglielo in modo che venisse da lei di sua spontanea volontà. Subito dopo si confronta con Emma e Biancaneve e obbliga Gideon a far sparire tutti i fiori magici in zona, lasciandone però uno a sua insaputa. Nel frattempo Giglio Tigrato vuole usare Killian come espediente per portare alla Salvatrice una bacchetta in grado di fronteggiare la Fata Nera; la ragazza, difatti, ammette di essere stata lei stessa una fata, molto vicina alla Fata Nera, che abbandonò le ali e si ritirò sull'Isola che non c'è per non aver impedito che la compagna prendesse la direzione del male. I due decidono di andare nell'accampamento dei Bimbi Sperduti in modo da usare la magia per portare l'arma a Emma. Vengono catturati ma Uncino riesce a tagliarsi l'ombra e inviarla a Storybrooke con la bacchetta e il proprio uncino. Qui, gli Eroi ricevono gli oggetti e capiscono che il pirata è in pericolo; poco prima di cadere nel sonno eterno con David, Mary Margaret dice a Emma di usare il fiore per ricongiungersi con l'amato. Killian sta per essere bruciato vivo dai Bimbi Sperduti che vogliono vendicarsi per l'uccisione di Peter Pan, ma in quel momento arriva Emma (grazie a un portale aperto dal fiore) che lo salva e lo riporta a Storybrooke. Nel parapiglia anche Giglio Tigrato si libera e fugge. Uncino si scusa con Emma e le fa una proposta ufficiale di matrimonio, che lei accetta. Subito dopo, Regina idea un piano per svegliare definitivamente Biancaneve e David, seppur rischioso: ciascun abitante di Storybrooke assume una piccola porzione dell'incantesimo del sonno inflitto alla coppia. Il piano funziona e la coppia si sveglia. In seguito Azzurro perdona Killian per l'assassinio del padre, sapendo che ora è cambiato. Quella sera, Gold si incontra con la Fata Nera, e le dice che sa che è in possesso del cuore di Gideon e che il giovane è comunque riuscito a contrastarla, avendo lasciato un fiore per spezzare l'Incantesimo del Sonno. Poi le dice che è pronto a combattere contro di lei, nonostante questo potrebbe causare la distruzione di Storybrooke.

Where Bluebirds Fly[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel passato, una giovane Zelena fa amicizia con un taglialegna di nome Stanum che la difende da due ragazzi che la considerano un mostro perchè ha poteri magici e vogliono attaccarla. Inoltre le dice che lui non la considera affatto un mostro, perchè usa la sua magia a fin di bene.

Molto tempo dopo, un anziano Stanum fa visita a Zelena, ormai verde e chiamata da tutti Perfida Strega dell'Ovest. In nome della loro vecchia amicizia, le chiede di aiutarlo a spezzare una terribile maledizione che sta trasformando il suo corpo in ferro. Per fare ciò è necessario sconfiggere una bestia che fa la guardia a uno speciale cuore di cristallo. Zelena accetta perchè vuole dimostrare di essere la strega più potente e di non temere nulla. I due, collaborando, riescono a mettere in fuga l'animale, che si rivela essere un leone, ma Zelena scopre che il Cuore Scarlatto non ha una propria magia ma ruba quella di qualcun altro. Non appena lo prende in mano infatti, parte della sua magia oscura viene risucchiata e attiva la magia di luce del cristallo. Vedendosi costretta a scegliere fra la sua magia e il suo amico, Zelena non accetta di perdere il suo potere e interrompe il processo, lasciando Stanum a trasformarsi gradualmente e definitivamente in latta e accusandolo inoltre di essere già a conoscenza di questo effetto collaterale e di non averglielo detto perchè in combutta con Dorothy.

Nel presente a Storybrooke, Biancaneve è ansiosa di organizzare il matrimonio fra Emma e Uncino. Tuttavia Biancaneve e David sono in disaccordo per quanto riguarda i preparativi. I due discutono animatamente perchè David non vuole celebrare il matrimonio nei luoghi proposti da Bianca, ma il vero motivo è che teme che la Fata Nera possa rovinare tutto, come aveva fatto la Regina Cattiva al loro matrimonio, e vorrebbe quindi rimandare la cerimonia fino a pericolo scampato. Anche Emma e Uncino sono d'accordo con David, e decidono quindi di rimandare il matrimonio.

La Fata Nera intanto chiede aiuto a Zelena e minaccia di rubare la sua bambina, ma Zelena rifiuta. Dopo aver affidato la figlia a Belle, Zelena trama vendetta per essere stata ricattata e decide di uccidere la Fata Nera una volta per tutte. Regina tenta invano di convincerla a non scontrarsi con la Fata Nera perchè è troppo potente, ma Zelena si reca nelle miniere di nascosto, ormai decisa a dimostrare che la sua magia è abbastanza forte per fermarla. Regina scopre i suoi piani e la raggiunge, ma presto le due sorelle vengono raggiunte dalla Fata Nera con Gideon. Si scopre inoltre che la miniera è piena di cristalli fatati e la Fata Nera sta pianificando di sbarazzarsi della magia di luce in essi contenuta, e di sostituirla con la magia oscura, in modo da renderli pericolosi. Gideon sconfigge velocemente Regina, mentre Zelena si scontra con la Fata Corvina. Inizialmente Zelena sembra prevalere e la scaglia lontano, tuttavia quando lancia un incantesimo che dovrebbe essere il colpo di grazia scopre che la Fata Nera è immune alla sua magia. Rapidamente la situazione si capovolge e la Fata Nera dirotta il raggio di magia di Zelena sui cristalli, rendendoli oscuri e pericolosi. Dopodichè la immobilizza e fa scomparire lei e Regina, che si rialzano fuori dalla miniera, esauste.

Regina è arrabbiata con Zelena per quello che è successo e le consiglia di tornare a Oz, dal momento che sembra interessata a comandare e dimostrare di essere migliore degli altri.

Zelena utilizza quindi il potere di un piccolo cristallo che aveva portato con sè dalla miniera per evocare un tornado verde capace di riportarla a Oz. Tuttavia alla fine ci ripensa e decide di restare a Storybrooke per sistemare le cose. Sfrutta quindi la magia del tornado per riavere da Oz quello stesso scrigno contenente il cuore di cristallo capace di risucchiare la sua magia. Zelena capisce infatti che eliminando la sua magia causerebbe un grosso ostacolo ai piani della Fata Nera, e comunica con grande dispiacere la sua idea a Regina. Anche Emma e la sua famiglia sostengono Zelena, mentre decide di rinunciare alla sua magia per il bene degli altri, contrariamente a quanto aveva fatto anni prima, lasciando che Stanum si trasformasse in ferro. Una volta utilizzato il cuore di cristallo, Zelena si sente indebolita e la sua magia viene liberata, causando un'onda verde che si espande a Storybrooke e disattiva i cristalli nella miniera.

Infine Emma, Regina, Belle e Gold sfruttano il potere del cristallo piccolo per restituire la magia alla Fata Turchina, che dovrebbe quindi risvegliarsi.

La Fata Nera intanto vede frantumarsi una parte del suo piano e confida a Gideon che non avrebbe voluto che la Fata Turchina fosse in circolazione, non perchè ne abbia paura ma perchè quest'ultima conosce il suo segreto più oscuro: il motivo per cui ha abbandonato Tremotino da piccolo.

The Black Fairy[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Kate Stanhope, ABC Announces Fall Premiere Dates, The Hollywood Reporter, 28 giugno 2016. URL consultato il 18 settembre 2016.
  2. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Once Upon a Time’ and ‘NCIS: LA’ adjust up, FOX shows adjust down, TV by the Numbers, 27 settembre 2016. URL consultato il 27 settembre 2016.
  3. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Family Guy’ adjusts up, final NFL numbers, TV by the Numbers, 4 ottobre 2016. URL consultato il 4 ottobre 2016.
  4. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Once Upon a Time’ adjusts down, final NFL numbers, TV by the Numbers, 11 ottobre 2016. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  5. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘NCIS: LA’ adjusts up, ‘Simpsons’ adjusts down, TV by the Numbers, 18 ottobre 2016. URL consultato il 18 ottobre 2016.
  6. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Bob’s Burgers’ and ‘The Simpsons’ adjust down, TV by the Numbers, 25 ottobre 2016. URL consultato il 25 ottobre 2016.
  7. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: Series lows for ‘Once Upon a Time,’ ‘Madam Secretary’ and more, TV by the Numbers, 1º novembre 2016. URL consultato il 1º novembre 2016.
  8. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘NCIS: LA’ and ‘Madam Secretary’ adjust up, TV by the Numbers, 8 novembre 2016. URL consultato l'8 novembre 2016.
  9. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ’60 Minutes’ adjusts up, ‘NCIS: LA’ and ‘Madam Secretary’ adjust down, TV by the Numbers, 15 novembre 2016. URL consultato il 15 novembre 2016.
  10. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘NCIS: Los Angeles,’ ‘Madam Secretary’ and ’60 Minutes’ adjust up, TV by the Numbers, 30 novembre 2016. URL consultato il 30 novembre 2016.
  11. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘America’s Funniest Home Videos’ adjusts up, ’60 Minutes’ adjusts down, TV by the Numbers, 6 dicembre 2016. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  12. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘NCIS: LA’ and ‘Time After Time’ adjust up, TV by the Numbers, 7 marzo 2017. URL consultato il 7 marzo 2017.
  13. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘American Crime’ premieres low, ‘Chicago Justice’ fairly steady, TV by the Numbers, 16 marzo 2017. URL consultato il 16 marzo 2017.
  14. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Little Big Shots’ adjusts up, ‘NCIS: LA’ adjusts down, TV by the Numbers, 21 marzo 2017. URL consultato il 21 marzo 2017.
  15. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Family Guy’ and ‘America’s Funniest Home Videos’ adjust down, TV by the Numbers, 28 marzo 2017. URL consultato il 28 marzo 2017.
  16. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Little Big Shots’ adjusts up, TV by the Numbers, 4 aprile 2017. URL consultato il 4 aprile 2017.
  17. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Chicago Justice,’ ‘Madam Secretary’ and ’60 Minutes’ adjust up, TV by the Numbers, 11 aprile 2017. URL consultato l'11 aprile 2017.
  18. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Elementary,’ ‘Shades of Blue’ and others unchanged, TV by the Numbers, 18 aprile 2017. URL consultato il 18 aprile 2017.
  19. ^ (EN) Rick Porter, Sunday final ratings: ‘Little Big Shots,’ ‘Bob’s Burgers,’ ‘Last Man on Earth,’ ‘AFV’ all adjust up, TV by the Numbers, 25 aprile 2017. URL consultato il 25 aprile 2017.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione