Episodi di Breaking Bad (quinta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Breaking Bad.

La quinta ed ultima stagione della serie televisiva Breaking Bad, composta da sedici episodi, è stata trasmessa dal canale statunitense AMC in due parti separate: i primi otto episodi sono andati in onda dal 15 luglio al 2 settembre 2012, mentre gli ultimi otto sono stati trasmessi dall'11 agosto al 29 settembre 2013.[1][2]

In questa stagione vengono introdotti due nuovi personaggi principali: Lydia Rodarte-Quayle, interpretata da Laura Fraser, e Todd Alquist, interpretato da Jesse Plemons.

In Italia la prima parte della quinta stagione (episodi 1-8) è stata trasmessa da AXN dal 15 gennaio al 5 marzo 2013; la seconda parte (episodi 9-16) dal 21 settembre al 9 novembre 2013 sempre su AXN.[3] In chiaro la prima parte è stata trasmessa da Rai 4 dal 15 gennaio al 5 marzo 2014, mentre la seconda parte è stata trasmessa dall'11 settembre al 30 ottobre 2014 sempre su Rai 4.

Jesse, Walter e Mike.
Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Live Free or Die Vivi libero o muori 15 luglio 2012 15 gennaio 2013
2 Madrigal L'affare tedesco 22 luglio 2012 22 gennaio 2013
3 Hazard Pay Indennità di rischio 29 luglio 2012 29 gennaio 2013
4 Fifty-One Un ambiente migliore 5 agosto 2012 5 febbraio 2013
5 Dead Freight Rapina al treno 12 agosto 2012 12 febbraio 2013
6 Buyout Buonuscita 19 agosto 2012 19 febbraio 2013
7 Say My Name Di' il mio nome 26 agosto 2012 26 febbraio 2013
8 Gliding Over All Volare alto 2 settembre 2012 5 marzo 2013
9 Blood Money Denaro insanguinato 11 agosto 2013 21 settembre 2013
10 Buried Questioni di famiglia 18 agosto 2013 28 settembre 2013
11 Confessions Confessioni 25 agosto 2013 5 ottobre 2013
12 Rabid Dog Cane rabbioso 1º settembre 2013 12 ottobre 2013
13 To'hajiilee Riserva indiana 8 settembre 2013 19 ottobre 2013
14 Ozymandias Declino 15 settembre 2013 26 ottobre 2013
15 Granite State Tutto torna 22 settembre 2013 2 novembre 2013
16 Felina Felina 29 settembre 2013 9 novembre 2013

Vivi libero o muori[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un flashforward mostra un Walter dall'aspetto piuttosto trasandato e proveniente dal New Hampshire, sotto il falso nome di Mr. Lambert, recatosi nuovamente ad Albuquerque per acquistare una mitragliatrice M60 da un trafficante d'armi, nel giorno del suo cinquantaduesimo compleanno.

L'attenzione poi si sposta un anno prima: dopo l'omicidio di Gus Fring e l'esplosione del laboratorio di metanfetamina, la polizia e la DEA, con Hank in testa, cercano di far luce sugli affari illegali di Gus. Nel frattempo Walt decide di ritrasferirsi definitivamente a casa, con grande disappunto della moglie, che aveva intuito che lui fosse il responsabile dell'esplosione dove rimase ucciso Gus. Ted Beneke, finito in ospedale per un grave incidente domestico, promette alla donna di non denunciarla per quanto accaduto.

Mike nel frattempo, dopo essersi ripreso dalla ferita da proiettile, torna nel New Mexico per vendicarsi di Walt, che ha ucciso il suo ex capo. Walt e Jesse riescono però a calmarlo e lo convincono ad aiutarli a disfarsi del portatile di Gus, finito tra le prove della polizia, che contiene le registrazioni video di Walt e Jesse che cucinano metanfetamina. Mike viene a sapere della posizione del PC e Jesse suggerisce di acquistare un potente magnete da sfasciacarrozze per smagnetizzare l'hard-disk del laptop. Gettando scompiglio nella stanza delle prove, i tre riescono a distruggere il laptop di Gus.

Walt si reca all'ufficio di Saul, ma non vuole sentire ragioni quando l'avvocato gli spiega il motivo per cui aveva aiutato Skyler a dare i soldi a Ted per pagare il fisco. A quel punto Saul accusa Walt di essere un ingrato, dato che grazie a lui e Huell era stato possibile sottrarre la ricina a Jesse (viene quindi confermato che era stato organizzato un piano per fingere l'avvelenamento di Brock e mettere Jesse contro Fring). Saul restituisce la sigaretta con la ricina a Walt e esprime chiaramente l'intento di voler chiudere i rapporti, ma Walt lo minaccia, intimandogli che avrà chiuso con lui soltanto quando lo deciderà Walt stesso. Al ritorno a casa, Walt trova la moglie nella camera da letto e decide di perdonarla.

L'affare tedesco[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Germania, nella sede della multinazionale tedesca Madrigal, il presidente Peter Schuler si suicida dopo che alcuni agenti vengono a chiedergli dei suoi passati trascorsi con Gus Fring.

Jesse è preoccupato per aver perso la sigaretta contenente la ricina e teme possa finire nelle mani di qualche innocente. Per evitare che Jesse scopra qualcosa, Walt crea una "finta ricina" usando del semplice sale da cucina, e dopo aver comprato il pacchetto di sigarette che Jesse è solito fumare, posiziona il sale all'interno di una delle sigarette, e con uno stratagemma fa in modo che il ragazzo la trovi all'interno del suo Roomba. Decide poi di non sbarazzarsi della vera ricina, e la nasconde all'interno di una presa di corrente posizionata in camera sua. Il ragazzo, preso dai sensi di colpa, si scusa con Walt in lacrime per aver minacciato di ucciderlo. Walt vuole tornare a produrre metanfetamina in quanto non ha più soldi da parte: dopo aver convinto Jesse, i due tentano di includere nell'operazione anche Mike, il quale però rifiuta categoricamente.

L'indagine sull'organizzazione di Gus prosegue: Hank torna al lavoro e con i colleghi incontra una delegazione della Madrigal, di cui faceva parte Los Pollos Hermanos. Il presidente della multinazionale spiega che Peter Schuler era a capo del settore ristorazione ed era all'oscuro del suo sostegno all'organizzazione criminale di Gus Fring, ragion per cui assicura alla DEA piena collaborazione nella speranza di trovare altri eventuali complici all'interno della Madrigal. Una di questi è Lydia, responsabile della logistica della Madrigal che conosceva molto bene Gus, ma anche Mike. Incontrandosi con quest'ultimo, Lydia gli confessa di essere preoccupata per 11 ex dipendenti di Gus, su cui le indagini stanno inevitabilmente stringendo il cerchio in quanto erano tutti a libro paga. Per evitare che possano tradirli e confessare alla DEA la loro partecipazione nella gestione dell'impero criminale di Gus, Lydia chiede a Mike di ucciderli tutti. Mike rifiuta, spiegando che Gus aveva previsto che venissero pagati anche in casi straordinari come questo, mantenendo il silenzio.

In quanto formalmente dipendente di Los Pollos, Mike viene interrogato da Hank e Gomez, che cercano di far luce sul suo vero ruolo. Successivamente un sicario pagato dalla stessa Lydia tenta di ucciderlo. Mike va a casa di lei con l'intenzione di farla fuori ma all'ultimo istante decide di risparmiarla, a patto che lei gli procuri la metilammina, ingrediente fondamentale per la droga di Walter: Mike ha deciso di rientrare nel giro poiché tutti i soldi che aveva fatto mettere a Gus in un conto bancario per la nipote sono stati sottratti dai federali, dato che ne hanno scoperto la provenienza illecita. A fine giornata Walter, a letto con Skyler le spiega che tutto ciò che ha fatto, lo ha fatto solo per proteggere la sua famiglia e Skyler, mentre viene abbracciata e baciata più volte da Walt, prova una leggera paura e un senso di disprezzo nei confronti di quest'ultimo.

Indennità di rischio[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Con l'aiuto di Saul, Walt, Mike e Jesse cercano un nuovo posto per rimettere in piedi il laboratorio di metanfetamina. Dopo una lunga ricerca, i quattro trovano in una compagnia di disinfestazione di case la perfetta copertura: dietro compenso, i disinfestatori permetteranno loro di stare nelle case da ripulire, montare un piccolo laboratorio e cucinare la droga.

Nel frattempo, Skyler è sempre più stressata dalla presenza di Walt in casa e si sfoga con la sorella Marie. Quest'ultima chiede spiegazioni a Walt e questi, mentendo, le dice che Skyler è preoccupata per le condizioni fisiche di Ted Beneke, l'ex amante di Skyler. Intanto insorgono le prime incomprensioni tra Walt e Mike circa la divisione del ricavato del traffico di droga, risicato dalle commissioni per i muli e per comprare il silenzio degli scagnozzi di Mike, finiti in prigione dopo lo smantellamento dell'impero di Gus. Nel frattempo Jesse lascia Andrea.

Un ambiente migliore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È il cinquantunesimo compleanno di Walter, nonché l'anniversario della scoperta del suo cancro polmonare. Per ingraziarsi sempre di più la famiglia e in particolare il figlio, Walt sfida continuamente l'autorità genitoriale della moglie, prendendo in leasing, contro il suo volere (dopo aver venduto la sua vecchia Pontiac per la misera cifra di 50 dollari) due auto nuove: una Dodge Challenger rossa per Walter Jr. e una Chrysler 300 nera per sé. Skyler invita Marie e Hank per il compleanno di Walt. Durante la cena, Walt continua a parlare sempre di se stesso e di quanto sia stato forte nel superare la malattia. Skyler, esasperata dal marito, tenta di suicidarsi nella piscina facendosi affogare. In realtà la donna è preoccupata perché Walt ha ripreso a cucinare e spacciare metanfetamina e teme che la famiglia possa tornare a essere in pericolo.

Nel frattempo, Jesse e Lydia scoprono che sotto i barili di metilammina che la donna dovrebbe consegnare a lui, Mike e Walt, ci sono delle cimici. Jesse lo riferisce a Mike, e questi, che conosce Lydia molto bene, sospetta che li abbia messi la donna per ingannarli e cercare di convincerli a non farsi più aiutare da lei.

Rapina al treno[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Walt si reca nell'ufficio di Hank e, con una scusa, lo fa allontanare per nascondere una cimice sulla scrivania del cognato. Mike rapisce Lydia, e la porta con sé da Walt e Jesse. I tre tentano di farle confessare di essere stata lei a mettere le cimici sotto i barili, ma, ascoltando una conversazione fra Hank e il capo della DEA di Houston, grazie al microfono nascosto da Walt, capiscono che la donna è veramente innocente e che le cimici sono state messe dalla polizia. Con la fornitura compromessa, Lydia propone di assaltare un treno merci che trasporta anche una cisterna di metilammina. Mike evidenzia il fatto che dovranno inevitabilmente uccidere i due conducenti e prendere il carico, e quindi i tre sono indecisi sul da farsi. Mentre Mike litiga con Walt perché indispettito dalla sua voglia di fare la rapina a tutti i costi, Jesse propone un piano per permettere di rubare la metilammina senza che nessuno se ne accorga e allo stesso tempo senza fare vittime. In preparazione al furto, i tre nascondono due serbatoi da migliaia di litri nei pressi dei binari: uno vuoto e uno pieno d'acqua; vengono aiutati da Todd, un ragazzo della squadra di disinfestatori che fa da copertura al laboratorio.

Arriva il giorno della rapina: Kuby si piazza con un camion apparentemente guasto in mezzo ai binari e costringe il treno a fermarsi, i macchinisti quindi scendono e cercano di aiutare l'uomo a risolvere il problema al motore. Nel frattempo Walt, Jesse e Todd iniziano a prelevare la metilammina dalla cisterna e sostituirla con l'acqua, ricevendo via radio le indicazioni di Mike poco lontano che controlla che tutto fili liscio. Sulla scena arriva però un uomo che si offre di spingere fuori dai binari il furgone: Mike osserva la scena e ordina di interrompere l'operazione, ma Walt è deciso a riempire tutto il serbatoio e non accenna a fermarsi. Finalmente, Walt da l'ordine di chiudere la cisterna, ma a questo punto il treno ormai è in partenza: Jesse e Todd riescono però a sigillare nuovamente la cisterna e mettersi in salvo, il primo sdraiandosi sui binari con il treno che gli passa sopra, il secondo saltando dal convoglio in corsa. Il piano quindi ha successo: mentre festeggiano, Walt, Jesse e Todd si accorgono che poco distante da loro c'è un bambino su una pit bike, che probabilmente ha assistito a tutta la scena. Todd prima lo saluta e poi gli spara a sangue freddo.

Buonuscita[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante le proteste di Jesse per la morte del bambino innocente, Walt e Mike non vogliono cacciare Todd, poiché creerebbe solo altri problemi.

Nel frattempo, Mike è messo sempre più sotto pressione dalla DEA, che scava tra i suoi trascorsi con Gus. Scoperti i pedinamenti, decide di uscire dal giro, contatta un grosso distributore di droga di Phoenix, chiedendogli 10 milioni in cambio della sua parte di metilammina e di quella di Jesse. Alla concorrenza però non importa tanto della metilammina, quanto di far sparire la metanfetamina blu dal mercato, e chiede che le venga consegnata tutta la partita, compresa la parte di Walt.

Jesse si reca a casa di Walt per dargli la notizia e tenta di convincerlo, ma quest'ultimo rifiuta perché, dopo tutti gli sforzi e i sacrifici fatti, non vuole accontentarsi di 5 milioni di dollari. Per far comprendere la sua scelta, Walt racconta a Jesse il suo grande rimpianto: fondò la Gray Matter con Gretchen e Elliott, ma la abbandonò in seguito prendendo una buonuscita di soli 5000 dollari, per poi vedere i suoi amici divenire miliardari anche grazie al suo lavoro, e stavolta è deciso a non commettere di nuovo lo stesso errore. Jesse cerca di fargli notare la differenza tra le due situazioni, ma Walt gli dice che il suo scopo non è semplicemente produrre droga o fare soldi, ma costruire un impero, proprio come non aveva fatto con la Grey Matter. In quel momento rientra Skyler e Walt invita Jesse a rimanere a cena: i tre siedono a tavola in un imbarazzante silenzio, e a poco valgono i tentativi di Jesse di iniziare una conversazione. Nel mezzo della cena, Skyler punge Walt per aver rivelato a Marie del suo tradimento e va via: rimasti soli, Walt fa notare a Jesse che, con la moglie che lo odia e con i figli lontani da casa, il lavoro è tutto ciò che gli è rimasto.

Walt tenta di rubare la metilammina per mandare a monte il piano ma Mike, che aveva anticipato le sue intenzioni, glielo impedisce e lo costringe a passare la notte con lui per controllarlo. La mattina successiva, prima di recarsi all'incontro per vendere la metilammina, Mike deve però recarsi dalla DEA con Saul per presentare un ordine restrittivo nei confronti della DEA e impedire che venga pedinato. Mike allora lega Walt nell'ufficio della Vamonos Pest per impedirgli di mandare a monte l'affare, ma Walt riesce a liberarsi e a nascondere la metilammina. Quando Mike e Jesse arrivano per prelevare la partita, dice loro che ha un piano per far avere loro i soldi e tenersi la sua parte.

Di' il mio nome[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Walter, Mike e Jesse s'incontrano nel deserto col distributore di Phoenix. Walt, rivelando di essere Heisenberg, riesce a stipulare un accordo: pagheranno 5 milioni di dollari a Mike per acquistare la sua posizione di distributore della metanfetamina blu, che darà loro maggiori profitti. Walt ha però intenzione di far continuare a lavorare Jesse con sé, che ormai considera un vero discepolo. Questi, contrariato, lo abbandona, rinunciando ai 5 milioni della sua parte. Walter decide allora di fare di Todd il suo assistente, ricevendo da parte del ragazzo un grande interesse.

Nel frattempo Mike, benché fuori dal giro, si accolla la responsabilità di pagare gli uomini di Gus in prigione perché non raccontassero nulla alla polizia. L'avvocato che distribuiva alle famiglie il denaro viene colto in flagrante dalla DEA, che dopo ore di interrogatorio riesce a convincerlo a collaborare. Walter, tornato nel frattempo nell'ufficio di Hank per togliere la cimice, ascolta per caso la notizia e avverte Mike, che riesce a fuggire prima dell'arrivo della polizia ma non riesce a salutare per l'ultima volta la sua nipotina Kaylee, rivolgendole solo un ultimo triste sguardo ed è costretta a lasciarla sola al parco. Mike chiede a Saul di recuperare una borsa che aveva nascosto con l'occorrente per fuggire, ma è Walt che si offre per recuperarla e i due si incontrano in una radura: qui Walter chiede i nomi degli uomini di Gus, timoroso che uscito di scena Mike e quindi le "buone uscite" questi parleranno alla polizia. L'uomo rifiuta e lo accusa di essere stato il motivo della loro rovina, rinfacciandogli di essersi messo contro Gus e aver mandato all'aria l'intera operazione solo a causa del suo ego spropositato. In preda alla rabbia, Walter gli spara mortalmente, ricordandosi subito dopo che i nomi avrebbe potuto chiederli a Lydia. Walt rimane sulla riva del fiume a fianco della radura insieme a Mike, chiedendogli scusa e attendendo che muoia.

Volare alto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Walt incarica Todd di far rottamare l'auto di Mike. Mentre si apprestano a disfarsi anche del corpo, arriva Jesse che chiede a Walter se Mike ha ricevuto la borsa ed è riuscito a scappare: Walt mente e conferma, dopodiché dice a Jesse che deciderà lui cosa fare con gli uomini di Mike in carcere e lo manda via.

In carcere, Hank rifiuta una proposta di patteggiamento con il manager della lavanderia di Gus, che era disposto a confessare tutto; Hank è infatti sicuro del fatto che troverà qualcun altro che parlerà con un accordo migliore, ora che nessuno pagherà per mantenere il loro silenzio. Intanto Walter si incontra con Lydia in un bar per farsi dare la lista con i nomi dei nove uomini di Gus e Mike, a cui si è aggiunto l'avvocato. La donna accetta di dargliela, ma, temendo che poi Walt si sbarazzerà di lei perché non più utile, gli offre di fare da tramite con una rete di distribuzione della Repubblica Ceca. Walter, che inizialmente aveva l'intenzione di avvelenare Lydia con la ricina, rimane allettato dalla prospettiva di guadagnare ancora di più e accetta.

Walt si reca dallo zio di Todd e la sua banda di neonazisti, che ha vari membri nelle diverse prigioni del New Mexico, e gli affida il compito di far uccidere tutti e dieci gli uomini in carcere, pretendendo che tutto sia svolto in una finestra di due minuti. Arriva il giorno fatidico: dopo pranzo, mentre Walt attende notizie a casa sua, con una sequenza di attacchi ben coordinati, in due minuti e in tre prigioni diverse vengono uccisi brutalmente l'avvocato e gli uomini di Gus; tutti vengono pugnalati, tranne il manager della lavanderia, che viene bruciato vivo.

Ormai senza più ostacoli, nei mesi successivi Walt e Todd producono metanfetamina senza sosta nelle case in disinfestazione, facendola smerciare da Lydia in Europa e dagli spacciatori di Phoenix negli Stati Uniti, mentre Skyler continua a riciclare il denaro. Una sera, Skyler porta Walt ad un magazzino in affitto, dove ha accumulato un'enorme montagna di denaro, data l'impossibilità di riciclarlo tutto: la donna supplica il marito di terminare l'attività, per riportare i figli a casa e riappropriarsi della propria vita. In seguito, Jesse riceve la visita di Walt ed è visibilmente spaventato dalla sua presenza, convinto che l'ex professore sia lì per ucciderlo: i due cominciano però a chiacchierare, ricordando i loro primi tempi quando cucinavano nel camper. Quando Walt va via, consegna a Jesse i 5 milioni che gli spettavano; tornato a casa, annuncia a Skyler di essersi ritirato dall'attività.

Tempo dopo, tutta la famiglia si ritrova felicemente a pranzare come un tempo insieme ad Hank e Marie nel giardino di casa White. Verso la fine del pasto, Hank si assenta per andare in bagno: qui trova casualmente il libro di poesie Leaves of Grass di Walt Whitman che Gale Boetticher aveva regalato a Walter quando i due lavoravano assieme nel laboratorio di Gustavo. Leggendo la dedica a Walt, nella prima pagina della raccolta, Hank capisce che il misterioso "W.W." è Walter White.

Denaro insanguinato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Riprende il flashforward introdotto nel primo episodio della stagione: Walt, con l'M60 nel bagagliaio, si reca in quella che è stata la sua casa, ora abbandonata, e recupera il veleno di ricina che aveva nascosto in precedenza.

Tempo prima, Hank rimane scioccato dalla scoperta di chi sia "Heisenberg" e si mette a riesaminare tutte le prove del caso. Lydia cerca di convincere Walt a tornare nel giro poiché la metanfetamina prodotta ora non è paragonabile al suo prodotto, ma egli rifiuta. Jesse, intanto, cerca di cancellare i sensi di colpa chiedendo a Saul di consegnare i suoi soldi alla famiglia del ragazzino ucciso da Todd e alla nipote di Mike, ma Walter e lo stesso Saul glielo impediscono. Sempre più disperato, comincia a lanciare soldi tra i quartieri poveri.

Nel frattempo, Walter ha ricominciato la chemioterapia con la ricomparsa del cancro. Quella notte, si accorge della mancanza di Leaves of Grass e, colto da un sospetto, controlla sotto la sua macchina e vi trova un GPS uguale a quello che Hank gli aveva fatto piazzare sotto la macchina di Fring: capisce quindi che il cognato lo ha scoperto. La mattina seguente, si reca da Hank: i due, ognuno a conoscenza dei segreti dell'altro, cercano di far finta di nulla e tenere una conversazione normale, fino a quando Walt mette Hank davanti ai fatti mostrandogli il GPS. Il cognato abbandona quindi ogni finzione, sferrandogli un pugno e dicendogli di avere intenzione di farlo arrestare. Walt, pur continuando a negare le accuse, avverte Hank che ha nuovamente il cancro, e che, anche se riuscisse a trovare le prove su di lui, una giuria non farebbe mai in tempo a condannarlo prima del sopraggiungere della morte, e lo minaccia sottilmente consigliandogli di procedere con cautela nei suoi confronti.

Questioni di famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Hank chiama Skyler, rivelandole la sua scoperta, e i due si incontrano in un ristorante: il poliziotto cerca di convincerla a farla confessare del marito, ma, saputo che Walter ha di nuovo il cancro, Skyler rifiuta. Hank rivela a sua moglie la verità e i due si recano da loro: Marie è furibonda con la sorella e cerca di portare via con sé Holly, ma viene dissuasa da Hank. Intanto Walter va da Saul, informandolo di essere stato scoperto da Hank: i due provvedono quindi a far sparire l'unica prova delle attività di Walt, ovvero il suo denaro. Kuby e Huell si recano al magazzino affittato da Skyler e prelevano tutti i soldi, mettendoli in sette barili e caricandoli su un furgone. Walt allora va nel deserto e vi sotterra tutto il denaro; tornato a casa la sera tardi, viene accolto da Skyler, che cerca di tranquillizzarlo dicendogli di non aver confessato nulla a Hank: Walt però sviene senza pronunciare neanche una parola. Skyler ha la conferma del ritorno del cancro; una volta rinvenuto, Walt propone un accordo alla moglie: lui si costituirà solo se lei terrà tutti i soldi. La moglie risponde che le due cose non sono conciliabili: la polizia vorrà infatti sequestrare sicuramente anche il denaro. Nel frattempo Lydia propone al boss di Phoenix, vale a dire Declan, di cambiare sistemazione per migliorare la qualità del prodotto ma, al loro rifiuto, Todd, suo zio Jack e i suoi uomini li uccidono prendendo il comando degli affari. Jesse, intanto, è stato preso in custodia dalla polizia che vuole sapere da dove provengono i 5 milioni che ha sparso per Albuquerque. Hank si prepara a interrogarlo per fargli confessare tutto su Walter.

Confessioni[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Todd lascia un messaggio nella segreteria di Walt, dicendogli di richiamarlo perché deve informarlo degli ultimi avvenimenti, poi si accorda con lo zio per rimettere in piedi un laboratorio di metanfetamina. Hank propone a Jesse l'immunità in cambio di informazioni sul cognato, ma il ragazzo rifiuta e viene rilasciato su cauzione grazie a Saul. Walter, nel frattempo, rivela al figlio che gli è ritornato il cancro, manipolandolo per farlo stare vicino a lui e non avvicinarsi ad Hank e Marie. Quella sera, Walter e Skyler si incontrano a cena con Hank e Marie. I coniugi White si allontanano lasciando ad Hank e Marie un video. In esso Walt, per assicurarsi che Hank non lo faccia arrestare, confessa di essere stato nell'ultimo anno solo una pedina, come chimico, nelle mani di un "signore della droga", che identifica in Hank.

Il giorno dopo Walt si incontra con Jesse, proponendogli, per il bene di entrambi, di cambiare identità e lasciare la città. Il ragazzo, seppure con qualche remora, decide di accettare. Mentre aspetta l'uomo che dovrebbe dargli una nuova identità, si accorge che Saul gli ha fatto sottrarre la droga che aveva con sé e ricollega la scomparsa a quella della sigaretta con la ricina. L'uomo arriva, ma Jesse cambia idea e va via inviperito: torna da Saul e pesta brutalmente l'avvocato, rinfacciandogli di aver ordinato a Huell di sottrargli la sigaretta avvelenata per conto di Walter, permettendogli di far credere a Jesse stesso che fosse stato Gus a sottrargliela per avvelenare Brock, il figlio di Andrea. In questo modo Walt era riuscito, ancora una volta, a manipolarlo e a riportarlo dalla sua parte per eliminare Fring. Saul confessa, scaricando la colpa su Walt: a quel punto Jesse, accecato dall'ira, si precipita a casa di Walter, cospargendola di benzina, mentre Walter, avvertito da Saul, recupera una pistola nascosta.

Cane rabbioso[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Walter si precipita a casa, ma scopre che, a parte la benzina sparsa per tutto il salotto, di Jesse non c'è traccia. Per giustificare l'odore di benzina, Walt inventa una storia e propone alla famiglia di passare qualche giorno in hotel. Qui si incontra con Saul e Kuby, che stanno cercando Jesse ovunque e gli propone di ucciderlo. Walt rifiuta e, in hotel, racconta tutta la verità alla moglie, che non aveva realmente creduto alla storia del marito. Walt le dice che risolverà la situazione, ma anche Skyler suggerisce di eliminare il ragazzo, anche se Walt rimane sulle sue.

In un flashback, si vede Jesse sul punto di appiccare fuoco alla casa quando viene fermato da Hank, che lo stava seguendo, e gli ripropone di collaborare per incastrare Walt. Il poliziotto ospita Jesse a casa sua e, il giorno dopo, insieme a Gomez gli fa registrare una confessione completa. Essa non costituisce tuttavia una prova sufficiente, così Hank decide di sfruttare il messaggio lasciato da Walt nella segreteria di Jesse: il signor White propone infatti al ragazzo di incontrarsi per chiarirsi e Hank vuole filmare e registrare la conversazione. Jesse, che fin dall'inizio aveva espresso dubbi perché temeva per la sua vita, cambia idea subito prima di raggiungere Walt poiché vede un uomo con aria sospetta (che si rivela più avanti un comune padre) e pensa che sia un sicario assunto da Walt per ucciderlo; lo chiama quindi da un telefono pubblico per minacciarlo. Tornato da Hank, dice al poliziotto che ha un'idea migliore per incastrare Walter. Questi, intanto, preoccupato dalla minaccia di Jesse, chiama Todd dicendo di avere un altro lavoro per suo zio.

Riserva indiana[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Todd ha assunto il ruolo di "cuoco" di metanfetamina per suo zio Jack e Lydia, la quale si lamenta ancora del fatto che il prodotto non è più dello stesso colore blu di un tempo. Todd riceve la telefonata di Walt con cui era finito l'episodio precedente: il lavoro che commissiona è l'uccisione di Jesse. Jesse spiega la sua idea a Hank e Gomez: trovare il denaro di Walt, unica prova rimasta della sua carriera criminale. Jesse sa che gli uomini di Saul hanno aiutato Walt a nascondere il denaro, quindi Hank e Steven tendono un tranello a Huell, guardia del corpo di Saul, facendogli credere che Walt voglia ucciderlo: Huell quindi collabora i due, dicendo che Walt ha nascosto i soldi nel deserto. Jack accetta di uccidere Jesse, ma in cambio Walt dovrà aiutare Todd nella produzione. Dopo aver inutilmente tentato di attrarre Jesse in una trappola, grazie ad Andrea, Walt cade a sua volta nel tranello tesogli da Hank: Jesse invia una foto a Walt con un barile di denaro sotterrato nel deserto, dicendogli di aver scoperto il nascondiglio del denaro e di avere intenzione di bruciare tutto. Jesse chiama Walt, che gli chiede di fermarsi e si precipita nel deserto nel luogo dove ha sepolto i soldi: durante la telefonata Walt cerca di dissuadere Jesse rinfacciandogli di averlo salvato più volte e di fatto confessando molti dei suoi reati. Arrivato sul posto, di Jesse ovviamente non c'è traccia: compreso di essere stato ingannato e che Jesse lo stesse seguendo, Walt chiama Jack e i suoi uomini; durante la chiamata vede arrivare sul luogo Hank, Gomez e Jesse, decide di consegnarsi e dice a Jack di non venire. Walt viene arrestato dal cognato, che avverte subito Marie, ma sul luogo arrivano comunque Jack e i suoi uomini. Nonostante le urla di Walt, inizia un feroce scontro a fuoco tra gli uomini di Jack contro Hank e Steven.

Declino[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Declino (Breaking Bad).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La puntata si apre con un flashback, in cui Walt e Jesse erano nel deserto con il camper a cucinare per la prima volta; Walt telefona a Skyler e in quel momento decidono il nome della loro futura figlia: Holly.

Nello stesso luogo, quasi due anni dopo si svolge anche la scena presente: la sparatoria si è conclusa, Gomez è morto, Jesse è sparito e Hank è rimasto ferito a una gamba. Walt prega Jack di non uccidere il cognato, offrendo gli 80 milioni di dollari sepolti, e tenta di convincere Hank a promettere di dimenticare tutto. Conscio che non ne uscirà vivo, Hank rifiuta e Jack lo uccide.

I criminali s'impadroniscono dei soldi sepolti, ma Todd, per rispetto, chiede allo zio di lasciare uno dei sette barili a Walter. Quest'ultimo, ripresosi dallo shock, si accorge che Jesse si era nascosto sotto la sua automobile, e dice a Jack di ucciderlo. Todd, però, sospettando che Jesse abbia riferito importanti informazioni alla DEA, consiglia allo zio di portarlo nel loro covo per farsi dire tutto e poi ucciderlo in seguito. Walter, prima di andare, rivela a Jesse che vide morire Jane, la sua ex-ragazza, e che, nonostante avesse potuto salvarla, non fece nulla. Walt va via in macchina, ma dopo non molto questa va in panne in quanto colpita durante la sparatoria: Walt è costretto a proseguire a piedi nel deserto facendo rotolare il suo barile, fino a quando arriva all'abitazione di un nativo americano, da cui compra un veicolo. Jesse invece viene costretto da Todd a cucinare, sotto la minaccia di fare del male ad Andrea e Brock.

Nel frattempo, Marie va da Skyler dicendole che Walter è stato arrestato, ma che è disposta ad aiutarla se accetta le sue condizioni sui figli. Skyler confessa al figlio tutta la verità su suo padre, lasciandolo scioccato. Tornati a casa, con grande sorpresa i due trovano Walter che ordina loro di fare i bagagli e non fare domande. Skyler, dopo aver intuito che Hank è morto, aggredisce Walter con un coltello. I due lottano selvaggiamente, venendo interrotti dal figlio che chiama la polizia. Walter fugge, prendendo con sé Holly. La sera i poliziotti arrivano in casa White e, proprio mentre ascoltano la denuncia di Skyler, Walter chiama la moglie al telefono: consapevole della presenza della polizia, Walt si vanta delle sue malefatte e accusa Skyler di aver ostacolato le sue attività criminali, di fatto scagionandola dalle accuse. Dopo avere lasciato Holly alla stazione dei pompieri di Albuquerque, Walt contatta l'uomo di Saul per cambiare identità.

Tutto torna[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Anche Saul, essendo Walt stato scoperto, contatta Ed "l'estrattore" per cambiare identità e viene portato da questi al suo nascondiglio. Qui incontra Walt, che gli chiede di rimanere con lui per sistemare quanto ha in sospeso: uccidere Jack e i suoi uomini per riprendersi i soldi e darli alla famiglia. Saul declina l'invito, ormai non più intimidito da Walt, e parte per il Nebraska, dove lo aspetta una nuova vita.

Walt viene portato nel New Hampshire e sistemato in una baita isolata, mentre nel New Mexico Jesse è costretto a cucinare metanfetamina per conto della gang di Jack, dai quali viene tenuto come uno schiavo. Vista la purezza del prodotto, Todd convince Lydia a continuare a smerciarlo. Una sera Jesse riesce a fuggire dalla cella in cui è rinchiuso, ma viene subito ricatturato ed Andrea viene uccisa davanti ai suoi occhi per dissuaderlo dal tentare una nuova fuga.

Ogni mese Ed torna da Walt per rifornirlo di viveri, portargli i giornali di Albuquerque e sottoporlo ad una rudimentale chemioterapia. Mesi dopo, Walter, ormai deperito per il cancro e depresso per la solitudine, capisce di avere ancora poco tempo da vivere e decide di raggiungere un bar in un vicino paese per telefonare al figlio, spiegandogli un piano perché possano ricevere il denaro che intende mandargli. Walter Jr. rifiuta seccamente e, dopo averlo incolpato per la morte di Hank, gli augura di morire presto. Completamente distrutto, Walt chiama la polizia e aspetta che rintraccino la chiamata per poi costituirsi.

Mentre attende, vede nella TV del bar un'intervista ai coniugi Schwartz, proprietari della "Gray Matter Technologies", suoi ex compagni e amici di università, e scopre che hanno donato milioni di dollari per centri di riabilitazione dalle droghe di tutto il Southwest, evidentemente per ripulire la propria immagine essendo Walt co-fondatore dell'azienda. I due, difendendosi dalle speculazioni che vorrebbero la loro società implicata in qualche modo negli affari di Heisenberg, affermano che quest'ultimo non abbia mai avuto alcun ruolo nello sviluppo delle tecnologie che hanno portato loro al successo. Il conduttore del programma ad un determinato punto domanda il loro pensiero riguardo a Walter, ossia se sia effettivamente morto. Gretchen risponde fermamente di sì, dicendo che l'essere diventato Heisenberg aveva già ucciso da tempo il dolce e caro professore di chimica che in passato avevano conosciuto. Walter, arrabbiato per quanto detto sul suo contributo alla Grey Matter, cambia improvvisamente idea e lascia il bar prima che la polizia irrompa.

Felina[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Felina (Breaking Bad).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Walter sfugge per un soffio alla polizia, ruba un'auto e torna nel Southwest, recandosi a casa di Gretchen ed Elliot Schwartz. La sera, quando i due rincasano, lo trovano in salotto e Walter consegna loro più di nove milioni di dollari, chiedendo ai due di regalarli a suo figlio Walt Jr. per il suo diciottesimo compleanno: una formale donazione da parte di ricchi benefattori, a sua detta, non farà insospettire nessuno. Walt li fa prendere di mira da due laser, informandoli che ha pagato due abilissimi sicari che nei successivi mesi controlleranno se l'accordo verrà rispettato e li uccideranno in caso contrario. Gli "assassini" sono in realtà Skinny Pete e Badger, i due amici di Jesse, che Walt ha pagato per proiettare due laser rossi sui coniugi Schwartz, allo scopo di intimidirli e assicurarsi che il denaro arrivi alla propria famiglia. Walt chiede ai due informazioni sulla metanfetamina che è ancora in circolazione: i due raccontano che la droga è della stessa qualità di un tempo e quindi Walt intuisce che il cuoco è proprio Jesse.

La trama si riallaccia ai due flashforward degli episodi precedenti: Walt compra l'M60, si procura un'auto diversa e recupera la ricina dalla sua vecchia casa. L'uomo si reca al bar in cui si incontrano abitualmente Todd e Lydia e propone di insegnare al ragazzo un nuovo metodo per produrre senza metilammina, spiegando di aver disperato bisogno di denaro. Lydia e Todd non accettano subito, ma gli dicono di parlare con Jack quella sera: i due ovviamente non vogliono mettersi in affari con Walt, e appena questi va via, Lydia ordina a Todd di farlo uccidere quella sera. Più tardi, nel deserto, Walt assembla un meccanismo rotante telecomandato nel bagagliaio della sua auto.

Marie chiama Skyler per informarla che Walt è stato avvistato in città. Finita la telefonata, si scopre che lui è già di fronte a sua moglie: Walt le spiega di essere tornato per un addio appropriato e le assicura che si occuperà degli uomini che l'avevano minacciata mesi prima. Dopo averle dato le coordinate del luogo in cui sono stati seppelliti Hank e Gomez, confessa alla moglie che tutto quello che ha fatto non è stato per il bene della famiglia, ma solo per appagare il suo ego e sentirsi vivo. Così, dopo aver salutato per l'ultima volta la figlia Holly e aver osservato da lontano Walt Jr. che stava rientrando, se ne va in silenzio.

Quella sera Walter raggiunge il rifugio di Jack, dove viene prima perquisito. Lo zio di Todd si mostra però non interessato all'offerta e Walt viene preso per essere portato via e ucciso; in quel momento Walter rinfaccia a Jack di essersi messo in affari con Jesse, accusandolo di non aver rispettato gli accordi. Indispettito, Jack ordina a Todd di portargli Jesse, e Walt ha il tempo di recuperare le chiavi dell'auto. Jack mostra la condizione di schiavitù in cui si trova il ragazzo e Walt si butta assieme a lui a terra, fingendo un'aggressione e facendo scattare il meccanismo preparato in precedenza: dal baule dell'auto parcheggiata di fronte spunta l'M60 montato su un meccanismo girevole ed inizia a far fuoco uccidendo i presenti nel compound. Quando il caricatore si esaurisce, Todd (rimasto illeso) viene strangolato da Jesse e Walt uccide Jack gravemente ferito, ignorando la sua offerta di restituirgli i milioni rubati. Walter dà poi la pistola a Jesse e lo invita ad ucciderlo, ma il ragazzo, vedendo che il suo vecchio professore è stato colpito al fianco da un proiettile vagante e capendo che questo era l'ennesimo, ultimo, tentativo di manipolarlo, gli dice di pensarci da solo e se ne va. Mentre Walt esce, sente il cellulare di Todd squillare: è Lydia. Walt le dice di aver ucciso tutti e le comunica che la mattina, al bar, aveva mischiato il dolcificante della sua camomilla con la ricina e che quindi è prossima alla morte. Jesse e Walt si rivolgono un ultimo sguardo d'addio, dopodiché il ragazzo fugge nella macchina di Todd, dove inizia ad urlare come un matto, finalmente libero.

Walter, rimasto solo e gravemente ferito, entra nel laboratorio di Todd, dove si mette a contemplare, con nostalgia, gli strumenti con cui un tempo era solito "cucinare". Poi cade a terra e muore col sorriso in volto, mentre i poliziotti irrompono nella struttura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Shows A-Z - breaking bad on amc, thefutoncritic.com. URL consultato il 18 agosto 2013.
  2. ^ Rick Porter, 'Breaking Bad': New pics, episode titles and everything else we know about Season 5b, in Zap2It, 16 luglio 2013. URL consultato il 17 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2013).
  3. ^ AntonioGenna.net TELEFILM NEWS: canali TV digitali satellitari
  4. ^ Why 'Breaking Bad' Chose Badfinger's 'Baby Blue', in Rolling Stone. URL consultato il 28 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione