Episodi di Boris (terza stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Boris (serie televisiva).

La terza stagione della serie televisiva Boris – intitolata Boris 3 – è stata trasmessa in prima visione in Italia sul satellite da FX dal 1º marzo al 12 aprile 2010, ed in chiaro sul digitale terrestre da Cielo dal 17 dicembre 2010.

Titolo Prima TV Italia
1 Un'altra televisione è possibile (prima parte) 1º marzo 2010
2 Un'altra televisione è possibile (seconda parte) 1º marzo 2010
3 La qualità non basta 8 marzo 2010
4 La clip 8 marzo 2010
5 L'importanza di piacere ai notai 15 marzo 2010
6 Coprolalia 15 marzo 2010
7 Come Durok 22 marzo 2010
8 Buona festa del Grazie 22 marzo 2010
9 Puzza di capolavoro 29 marzo 2010
10 L'epifania 29 marzo 2010
11 Stopper 5 aprile 2010
12 Nella rete 5 aprile 2010
13 Ritorno al futuro (prima parte) 12 aprile 2010
14 Ritorno al futuro (seconda parte) 12 aprile 2010

Un'altra televisione è possibile (prima parte)[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

René Ferretti si impegna con ogni forza per convincere la rete a produrre la serie Machiavelli già al centro delle vicende della precedente stagione di Boris. I dirigenti si dimostrano disponibili ad accettare le richieste del regista ma prospettano un'attesa minima di due anni per iniziare la produzione. René, deluso e a corto di soldi, decide di accettare segretamente la proposta di una rete concorrente e di dirigere una sit-com intitolata Troppo Frizzante. Spostatosi a Milano assieme a Duccio ed Arianna per girare il primo episodio si trova ad affrontare un ambiente di lavoro completamente diverso. La serie è incentrata sulla presenza di cinque famosi comici, ciascuno caratterizzato da un proprio tormentone. Quando René riceve una telefonata da Lopez che gli prefigura la possibilità di realizzare entro tempi brevi Machiavelli cerca in ogni modo di sganciarsi dal nuovo progetto ma incontra le resistenza della rete che considera la sit-com uno dei progetti di punta. Nel frattempo Alessandro è ancora ospite a casa di René e in attesa di un nuovo lavoro gira un cortometraggio in collaborazione con Lorenzo, durante le riprese casalinghe l'acquario del regista si frantuma cadendo a terra e tutti i suoi pesci rossi si mischiano, compresi Boris e Federer.

Un'altra televisione è possibile (seconda parte)[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

René continua a lavorare sul set di Troppo Frizzante ma il suo intento è quello di abbandonare al più presto la serie. Le riprese della sit-com, completamente incentrata sull'umorismo dozzinale dei cinque comici, sono difficoltose poiché i protagonisti cercano in ogni modo di mettersi in evidenza entrando in contrasto tra loro. Alla fine René riesce ad andarsene inscenando un finto discorso molto toccante rivolto al cast in cui afferma di non sentirsi degno di dirigere una sit-com di tale importanza. Rientrato in tutta fretta a Roma si presenta in grave ritardo alla riunione con i dirigenti e nell'ufficio incontra il solo Claudio che, incaricato dalla rete, gli propone un progetto innovativo chiamato Medical Dimension. Ferretti, sorpreso dalla proposta, inizialmente la declina, ma quando legge le nuove sceneggiature preparate per Machiavelli, realizzate dagli stessi tre sceneggiatori de Gli occhi del cuore, si rende conto che il progetto iniziale è stato completamente stravolto e trasformato in una serie dalla trama scontata e piena degli stereotipi tipici delle fiction televisive che tanto odia. Il regista accetta quindi di girare Medical Dimension, una serie che si propone di raccontare in maniera cruda, realistica e senza moralismi i problemi della sanità pubblica italiana. L'unica nota negativa è che la rete impone la presenza di Stanis come protagonista con lo scopo di non disperdere il pubblico dei fan di Occhi del Cuore. Nel frattempo a Milano Alessandro si presenta a sorpresa nell'albergo dove alloggia Arianna, tuttavia la storia d'amore che sembrava avviata tra i due entra in crisi per motivi politici: lui è dichiaratamente di sinistra, lei invece è una convinta sostenitrice di Berlusconi.

La qualità non basta[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Iniziano le riprese di Medical Dimension, René sprona tutta la troupe a dare il massimo per realizzare un prodotto di grande qualità, completamente diverso da tutte le altre fiction girate da lui in passato. I membri dello staff di Ferretti sono gli stessi delle serie precedenti, l'unica novità è l'avanzamento di carriera ottenuto da Lorenzo che abbandona il ruolo di "schiavo" per diventare operatore di ripresa grazie alla protezione politica avuta dallo zio diventato senatore. Per rendere il tutto ancor più realistico il regista impone a Sergio di assumere come consulente Bruno Staffa, uno scrittore che ha denunciato nelle sue opere la malasanità italiana. Già al primo ciak la differenza con Gli occhi del cuore è abissale: il regista, scontento della prima ripresa, decide di rigirare la scena ottenendo l'ovazione di cast e troupe abituati ad accettare per buone anche le peggiori scene. Sul set nascono però due problemi: Bruno, il consulente, non è soddisfatto della scenografia, troppo pulita e finta secondo lui, e dà segni di squilibrio, inoltre la recitazione dell'attrice scelta come protagonista femminile non sembra soddisfare René. La prima giornata di riprese si conclude con la cacciata di Bruno dal set e con il cambio della protagonista femminile, René decide di affidare il ruolo a Fabiana, sua figlia.

La clip[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La rete fa pressione su René affinché produca un trailer della serie prima ancora di aver girato tutte le puntate. Il motivo della richiesta è che una rete concorrente sta preparando una serie medica molto simile intitolata Dimension Six. Sul set arriva Fabiana, la nuova protagonista, e il regista impone ad Arianna di non rivelare a nessuno il suo legame di parentela con l'attrice per evitare pettegolezzi. Intanto Biascica e gli altri della sua squadra sono preoccupati dalla presenza di una nuova macchina da presa altamente tecnologica montata su di un segway talmente efficiente che rischia di far perdere loro il posto di lavoro. Quando il nuovo macchinario sparisce misteriosamente Biascica si offre di mediare con gli zingari, falsamente accusati del furto, per la restituzione dell'oggetto facendo presente che una delle condizioni per la restituzione è che non venga più impiegata; si tratta ovviamente di un ricatto che alla fine Sergio accetta. Le riprese continuano e Fabiana si mette in mostra con un'ottima interpretazione di una crisi epilettica ma i membri della troupe non se ne accorgono distratti dalla presenza della loro ex collega Gloria in visita sul set. Alessandro non riesce a concentrarsi sul suo lavoro poiché si sta esercitando a scrivere dei dialoghi per la fiction Libeccio nella speranza di venire assunto come sceneggiatore, Arianna lo rimprovera e lo richiama alle sue responsabilità ma a fine giornata gli dà dei consigli utili per la stesura dei dialoghi.

L'importanza di piacere ai notai[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stanis convoca una riunione d'urgenza a cui partecipano René, Lopez e altri dirigenti di rete. L'attore è molto preoccupato per aver scoperto grazie a dei sondaggi che la sua popolarità è molto diminuita tra gli spettatori appartenenti alle classi sociali più abbienti. Per porre rimedio a questa situazione Stanis fa valere una clausola del contratto che gli consente di modificare a piacimento ogni aspetto del suo personaggio. Sul set arriva Valerio, che interpreta lo psicologo dell'ospedale; l'attore per immedesimarsi completamente nel suo personaggio che soffre di un handicap fisico decide di vivere tutta la giornata su di una sedia a rotelle e Alessandro ha il compito di assisterlo. Biascica è molto nervoso per la mancanza di uno "schiavo" e Sergio gli promette di assumere un nuovo stagista da sfruttare. Le riprese sono rese molto difficili da Stanis che pretende di modificare le proprie battute e di introdurre un nuovo personaggio, la procace infermiera Lorena, entrando in contrasto con René. Anche la scena successiva è molto travagliata, l'interpretazione di Valerio e Fabiana viene criticata prima da Stanis, poi da Lopez giunto nel frattempo sul set. Quando la tensione tra i membri del cast sembra giungere il livello di guardia il regista, spronato da Itala, rivela a tutti che Fabiana è sua figlia ricevendo un applauso generale.

Coprolalia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I tre sceneggiatori, svogliati come sempre, per non doversi sforzare troppo nella creazione della trama decidono di riproporre uno dei personaggi de Gli occhi del cuore ovvero il notaio interpretato dal comico Nando Martellone. René è preoccupato da questa scelta ma viene rassicurato da Lopez che inoltre lo esorta ad utilizzare un linguaggio molto più scurrile nelle battute per rendere la serie ancor più realistica e politicamente scorretta. Questa nuova direttiva viene accolta con troppo entusiasmo da Stanis che inserisce nei dialoghi imprecazioni molto colorite che però danno un effetto comico più che realistico. Alla fine Martellone prende in mano la situazione e propone di modificare la trama del suo personaggio, così la scena che inizialmente prevedeva il risveglio dal coma del notaio diventa una toccante scena di eutanasia. Durante le riprese si presenta sul set Tyron, un amico americano di Arianna, e la prestanza fisica del ragazzo fa ingelosire Alessandro. Dopo la bellissima e toccante scena che segna l'addio di Nando Martellone al mondo della fiction, lui rivela che si arrangerà in un altro modo. E infatti un mese dopo ritorna sulla cresta dell'onda in campo discografico, con un pezzo di musica dance dal titolo Bucio De Culo.

Come Durok[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Medical Dimension sta per essere presentato al Roma Fiction Fest e tutta la troupe è in fermento tranne René che non ama la mondanità e non vuole presenziare alla serata. Durante la giornata vengono girate le scene con protagonista Remo Arcangeli, un noto e altezzoso attore teatrale che accetta di malavoglia di lavorare per la televisione. La sceneggiatura è carente come sempre, inoltre la rete ha dato disposizioni tassative affinché i personaggi anziani vengano a tutti i costi "svecchiati" e di conseguenza il personaggio di Arcangeli, Nonno Joe, è completamente surreale (si veste da teenager, gira in moto, si imbottisce di viagra e ha un'avvenente fidanzata incinta di quarant'anni più giovane). Sul set si alternano diverse vicende, Itala annuncia la sua decisione di abbandonare la troupe, Alessandro è impegnato con i dialoghi di prova di Libeccio ed è combattuto tra imbrogliare o meno per ottenere il lavoro. Alla fine delle riprese René accetta di presentarsi alla serata con Stanis e sale sul palco assieme a Duccio, in evidente stato confusionale, per presentare il suo lavoro.

Buona festa del Grazie[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La troupe di Medical Dimension è impegnata a girare fuori dal teatro di posa in una casa privata. Stanis deve girare una scena in cui in preda alla rabbia distrugge l'arredamento; per rendere più credibile la recitazione assume delle anfetamine, diventando del tutto ingestibile. Nel frattempo René e i suoi collaboratori cercano di capire cosa sia la fantomatica "Festa del Grazie" inserita dagli sceneggiatori nella trama; dopo essersi consultato con Lopez scopre che si tratta semplicemente dell'italianizzazione della "Festa del Ringraziamento" inserita dagli autori, che hanno spudoratamente copiato una serie americana. Dopo una disastrosa giornata di riprese, la troupe si allontana in tutta fretta dalla casa prima che la proprietaria rientri e si accorga dei danni.

Puzza di capolavoro[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

René e Arianna sono molto preoccupati dopo aver scoperto che buona parte della trama di Medical Dimension è un plagio di una serie americana; Lopez li rassicura e garantisce che le scene future saranno tutte originali (anche se in realtà i tre sceneggiatori si limitano a visionare serie di diverse parti del mondo in cerca di idee da copiare). Intanto Valerio si presenta sul set senza lavarsi dopo aver corso molti chilometri in bicicletta per prepararsi ad interpretare il personaggio di Girardengo in un film e il suo odore è tremendo. Remo Arcangeli, l'interprete di Nonno Joe, si rifiuta di girare con l'attore maleodorante e per convincere Valerio a farsi una doccia Arianna e René inseriscono nella lavorazione una finta scena in cui il suo personaggio si lava. Nel frattempo sulla loro barca i tre sceneggiatori si occupano di tutto tranne che della stesura delle nuove puntate.

L'epifania[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sergio è in difficoltà poiché il budget settimanale per le riprese è esaurito e quindi cerca di sostituire una comparsa spendendo il meno possibile. Dopo che Arianna si è rifiutata di contattare qualche amica per lavorare gratis, il direttore di produzione ripiega su di una ragazza tossicodipendente trovata vicino alla stazione. Durante le riprese di una scena in esterno sullo sfondo viene inquadrata per sbaglio una signora che stende i panni, poiché la ripresa piace molto al regista, Alessandro viene incaricato di recarsi a casa della signora e farle firmare la liberatoria. L'operazione si rivela molto più complicata del previsto dato che la donna non vuole apparire in televisione e nonostante le continue insistenze dello stagista (accompagnato in uno dei tentativi anche da Stanis che cerca di convincerla utilizzando il suo fascino) la firma non viene ottenuta. Alla già caotica situazione sul set si aggiunge la richiesta di Lopez di girare dei falsi ciak sbagliati da mandare in onda in una trasmissione umoristica come pubblicità per la serie. A fine giornata René riceve una telefonata da Claudio con la quale viene avvisato che Medical Dimension è in realtà "una trappola".

Stopper[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ex calciatore Sergio Brio, guest star dell'episodio.

Sul set è previsto l'arrivo di un famoso calciatore per interpretare un cameo nella serie: inizialmente il prescelto avrebbe dovuto essere uno tra Andrea Pirlo e Gennaro Gattuso, ma alla fine si presenta il cinquantenne Sergio Brio, ex stopper della Juventus. René, del tutto inesperto di calcio, crede che si tratti di un atleta ancora in attività e lo tratta come tale; invece Biascica, che aveva chiamato in fretta e furia sul set il figlio pensando che il giocatore in arrivo fosse il suo idolo Francesco Totti, rimane molto male quando scopre trattarsi di un vecchio calciatore bianconero, ma decide ugualmente di approfittarne per chiarire una storica contesa tra Juventus e Roma. Nel frattempo Stanis si mette nei guai dopo aver prescritto dei medicinali a un'anziana barista, "immedesimandosi" troppo nel personaggio che interpreta nella fiction. Alla fine è proprio Biascica a svelare a René la verità su Brio e, quando il regista chiede lumi a Sergio, scopre che la rete ha tagliato i fondi per le riprese. René insiste per avere spiegazioni da Lopez, e quando questi acconsente a un incontro gli rivela che Medical Dimension è in realtà un progetto creato dalla rete con il preciso scopo di essere fallimentare.

Nella rete[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

René ottiene un incontro con il Dottor Cane, durante il colloquio il direttore di rete spiega che Medical Dimension è stata creata dalla rete con lo scopo di fallire per zittire tutti coloro che vogliono una televisione innovativa e quindi tornare a produrre le solite fiction stereotipate e moraleggianti. Il giorno seguente il regista e Duccio si presentano sul set in grave ritardo e reduci da una notte di bevute. René si dimostra insolitamente svogliato, disinteressato alle riprese e si preoccupa principalmente di cocktail e di organizzare una partita di calcio tra i membri della troupe. Nel frattempo Fabiana è stata scelta da Paolo Sorrentino per il suo nuovo film ma non vuole abbandonare la serie per non deludere il padre. L'unica scena girata in giornata ha per protagonista la stessa Fabiana, che ancora una volta mette il luce il suo talento recitativo, ma viene interrotta prima da un problema tecnico e poi da Valerio che stanco della serie decide di andarsene nel bel mezzo delle riprese. Improvvisamente René corre via dal set, inseguito da Alessandro, senza dire a nessuno la sua destinazione. Poco dopo si presenta sul set Paolo Sorrentino con l'intento di convincere Fabiana ad abbandonare la serie e rimane stupito dalla completa anarchia che regna sul set tanto che Stanis gli offre addirittura di girare alcune scene. Intanto René ed Alessandro, dopo aver preso un gommone, raggiungono la barca dei tre sceneggiatori ormeggiata al largo.

Ritorno al futuro (prima parte)[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

René giunto sulla barca obbliga gli sceneggiatori a mettersi al lavoro per scrivere nuove scene arrivando anche a minacciarli con una pistola pur di farli lavorare. Durante l'assenza del regista il set è completamente bloccato: i tecnici non sanno cosa fare, Duccio, consapevole di non poter più lavorare come direttore della fotografia dopo il flop annunciato della serie, medita di andare in Abruzzo a lavorare come guardia forestale e Stanis minaccia di andarsene. Quando finalmente René arriva sul set è accompagnato da Alessandro e dagli sceneggiatori e si dà immediatamente da fare per mettere in atto il suo piano per salvarsi dal fallimento. L'idea di Ferretti è quella di sfruttare gli ultimi giorni di riprese per girare la prima puntata di Gli occhi del cuore 3, mettendo insieme tutti i cliché di cui gli sceneggiatori avevano già ampiamente abusato nelle prime due stagioni creando così un prodotto scontato e banale come piace alla rete. Per realizzare il suo scopo il regista richiama sul set Karin e Cristina, inoltre incarica Glauco di girare per lui alcune scene con Corinna che in quel momento era impegnata a girare uno spot a Parigi proprio sotto la direzione dell'amico di René.

Ritorno al futuro (seconda parte)[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese di Gli occhi del cuore 3 procedono all'insegna di una trama insensata e piena di colpi di scena improbabili, ma gli sceneggiatori non sembrano soddisfatti: nemmeno l'inserimento di una scena di nudo di Karin sembra far raggiungere alla serie quel livello necessario per convincere la rete a produrla. Nel frattempo Lopez, giunto sul set per annunciare la fine delle riprese, scopre il progetto di René ma si limita a prenderlo in giro e non cerca di ostacolarlo. Gli sceneggiatori, dopo uno sforzo lavorativo per loro insolito, arrivano ad ideare la scena che potrebbe servire alla serie: si tratta di un intermezzo musicale in cui tutti gli attori cantano e ballano come in un musical. Ferretti riesce appena a terminare le riprese di questa scena quando il set viene definitivamente chiuso e le attrezzature smontate. Nonostante gli sforzi le scene girate non sono sufficienti per realizzare una puntata della durata standard e René si dispera per aver perso anche l'ultima occasione. A risolvere la situazione ci pensa Alessandro, che timidamente propone di riciclare alcuni spezzoni di Medical Dimension e inserirli in Gli occhi del cuore 3 per utilizzarli come trama per Erik, il gemello cattivo del personaggio di Stanis. L'idea, apparentemente folle, viene accolta con entusiasmo dagli autori e René veste i panni dell'assistente sociale omosessuale (da lui interpretato in una vecchia puntata della prima stagione) per diventare la voce narrante che spiega la trama della puntata. Concluso il montaggio il regista si fionda nella sede della rete per proporre il progetto al Dottor Cane: riesce a consegnare il DVD della puntata a una delle collaboratrici del direttore, ma questa si limita a prenderlo e a inviarlo all'archivio. Sei mesi dopo la conclusione delle riprese René e Duccio hanno abbandonato il mondo della televisione e lavorano come guardie forestali in Abruzzo; nel frattempo il Dottor Cane è entrato in possesso del DVD con la prima puntata della terza stagione de Gli occhi del cuore e dopo aver duramente rimproverato Lopez per averglielo nascosto si mostra entusiasta, invitando Lopez a contattare Ferretti per avviare la produzione della nuova stagione. La narrazione si interrompe senza far sapere allo spettatore se René e Duccio hanno risposto o meno alla telefonata che giunge loro dalla rete.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione