Episodi de Le tre rose di Eva (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Le tre rose di Eva.

La quarta stagione della serie televisiva Le tre rose di Eva, composta da 10 episodi, è stata trasmessa in prima visione assoluta in Italia da Canale 5 dal 5 novembre 2017[1] al 4 gennaio 2018.

Titolo Prima TV Italia
1 Episodio 1 5 novembre 2017
2 Episodio 2 9 novembre 2017
3 Episodio 3 16 novembre 2017
4 Episodio 4 23 novembre 2017
5 Episodio 5 30 novembre 2017
6 Episodio 6 7 dicembre 2017
7 Episodio 7 14 dicembre 2017
8 Episodio 8 21 dicembre 2017
9 Episodio 9 28 dicembre 2017
10 Episodio 10 4 gennaio 2018

Episodio 1[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Villalba viene distrutta e devastata da una terribile alluvione, causata dall'inspiegabile cedimento della diga della città. Alessandro si convince che i responsabili di tale evento siano gli Astori, una famiglia di imprenditori vinicoli di Borgoriva dall'altre parte del lago, poiché vengono distrutte tutte le vigne del paese eccetto le loro. Quando Ivan Astori, uno dei figli, viene ritrovato senza vita, Fabio, suo fratello, accusa Alessandro dell'omicidio poiché il giorno prima il Monforte si è reso protagonista di una rissa con il primo in un bar a Villalba. Tessa, diventata nel frattempo sua compagna, scagiona Alessandro da ogni accusa. Nel frattempo la distruzione di Primaluce correlata alla fitta presenza di debiti induce le Taviani a vendere la loro proprietà a Fabio, il quale propone, inutilmente, a Tessa di saldare i suoi debiti e lasciarle Primaluce nel caso in cui decidesse di ritrattare la testimonianza che scagiona Alessandro. Frattanto, dopo due anni durante i quali tutti l'hanno creduta e considerata morta, Aurora si risveglia in una villa misteriosa e, spaventata, fugge. Tornata a Villalba, Aurora si presenta a La Rupe, dove, con sconvolgimento misto a sorpresa, riabbraccia i suoi familiari. La ragazza non ricorda nulla di quanto le è successo in quei due anni: è come se la sua vita si fosse fermata al momento in cui Isabella sparò a lei e ad Alessandro. Il ritorno ha però un sapore amaro: Primaluce è stata venduta, Tessa si è fidanzata con Alessandro e la piccola Eva ha paura di lei. Sostenuta dal padre Ruggero, Aurora decide di riprendersi la sua vita e si scontra con gli Astori per riavere la sua casa e le sue terre. Nel contempo, Edoardo ha venduto tutte le proprietà della famiglia e ha acquistato delle terme insieme alla sua nuova compagna Veronica Torre. L'ambizioso Monforte si candida a sindaco di Villalba ma non ha fatto i conti con il passato: Aurora lo raggiunge e lo aggredisce brandendo una pistola, vuole sapere se è stato lui a tenerla lontana dai suoi affetti per due anni. Il ragazzo è innocente ma viene costretto ad introdursi nell'ufficio del notaio e a distruggere tutti i documenti presenti, tra cui l'atto di vendita di Primaluce, non ancora trascritto. Gli Astori perdono quindi la tenuta e si rendono conto che Aurora rappresenta un chiaro e decisivo pericolo per la loro scalata al potere. Aurora torna nella sua casa dove ha un duro scontro con Alessandro che termina con una notte di passione. L'amore rinato viene interrotto da un incendio che avvolge la casa: la vendetta di Fabio non tarda a palesarsi. Aurora si rende conto quindi del pericolo rappresentato dalla nuova famiglia e decide di impegnarsi a combatterla anche per scoprire chi l'ha tenuta segregata per due anni. La ragazza riesce poi a riabbracciare Tessa, la quale, con il cuore in mano, le chiede perdono per essersi innamorata di Alessandro e per aver iniziato una relazione con lui. Intanto un'occulta lobby di potere vicina a Fabio monitora in maniera preoccupante i Monforte, le Taviani e Ruggero con l'intento di estendere i suoi interessi a Villalba.

  • Ascolti Italia: telespettatori 3.479.000 - share 14.57%[2]

Episodio 2[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Astori viene pressato dalla lobby che ha fretta di impossessarsi di tutti i terreni di Villalba. Aurora su indicazione di Lucia Greco, l'amica di Ivan Astori che risulta essere scomparsa, inizia a interessarsi alla ricca famiglia di Borgoriva per cui come sfida inizia a fare la vendemmia insieme a Marzia ed Elena Monforte. Aurora cerca di convincere gli altri viticoltori a non vendere le proprie terre agli Astori e a comprare la vecchia cantina della Decana. Edoardo su richiesta di Elena finanzia una parte dell'operazione con lo scopo di attirare l'attenzione di Fabio Astori e viene aiutato dalla bella Fiamma Astori. All'asta però a sorpresa questi offrono di più; Aurora sviene e viene soccorsa dalla signora Lea Astori. Dal suono del suo braccialetto capisce che era stata proprio lei a tenerla rinchiusa per due anni e così la affronta alla villa misteriosa dove però arriva Ruggero che le racconta che l'ha fatta nascondere lui per proteggerla. La ragazza è furiosa e pensa di denunciarlo ma dopo aver parlato con Lea cambia idea. Al comando dei Carabinieri nota che Lucia Greco è dispersa dalla notte dell'alluvione e così la contatta perché vuole capire cos'ha così importante da raccontarle. Fiamma Astori, che ha un debole per Edoardo, racconta a Fabio che Ivan era convinto che sua moglie Lucrezia avesse un amante che difatti era proprio Fabio. Tessa intanto scopre di essere incinta e si riavvicina ad Alessandro. Vittorio Astori, zio di Fabio e colonnello che si occupa del problema della diga, avvicina con insistenza Marzia che rimane sconvolta quando scopre di essere sua figlia. Aurora e Fabio si incontrano per caso al lago di notte e fanno l'amore.

  • Ascolti Italia: telespettatori 3.166.000 - share 13.6%[3]

Episodio 3[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Marzia non riesce a far ricongiungere le sorelle nemmeno con una cena a Primaluce. Fabio vuole radere al suolo tutte le proprietà acquistate a Villalba compresa la Decana ma Aurora si mette in mezzo e viene portata in caserma; qui però l'uomo decide di non denunciarla e anzi poco dopo, nonostante la gelosia di Lucrezia, le chiede di diventare sua socia. I due fanno finta di fidarsi l'un dell'altro ma in realtà si stanno studiando: Fabio si fa seguire di proposito da Aurora alla riunione con la lobby e la conduce in una stanza identica ma ad un altro piano raccontandole di voler trasferire lì la propria sede per gestire meglio l'esportazione dei vini all'estero. Alessandro ha un duro scontro con Fabio e tramite Lucrezia incontra Carlo Astori offrendogli tutte le tecniche di lavorazione dei vitigni del padre in cambio dell'interruzione della collaborazione tra Aurora e Fabio il quale però si rifiuta di obbedire e anzi continua a pressare Tessa per far cadere l'alibi del Monforte riguardo all'omicidio di Ivan. Lucrezia si scontra con la suocera convinta che sia coinvolta nell'omicidio del marito. Tessa litiga con Alessandro perché è venuta a sapere da Fabio dell'offerta che ha fatto a Carlo ma alla fine i due finiscono per far l'amore. Lea Astori litiga con il marito perché non vuole assecondare il figlio e alla fine l'uomo chiama Alessandro rifiutando l'offerta; la signora è turbata anche per la relazione tra la figlia Fiamma ed Edoardo Monforte. Intanto Lucia Greco chiama Aurora ma la ragazza deve scappare da un uomo del colonnello Astori e nella fuga si ferisce facendo cadere il cellulare di Ivan. Aurora ne parla con Ruggero che con l'aiuto dell'ex maresciallo Antonio Mancini, finito in disgrazia per Elena Monforte e ora organizzatore di gare di lotta clandestine, rintraccia la roulotte di Lucia e chiede informazioni a Lea Astori non accorgendosi di essere spiato. Lucia dà appuntamento ad Aurora alla Casa del Salice, un vecchio rudere dove si incontrano spesso Ruggero e Lea, e il colonnello Astori la segue sul posto minacciandola ma all'arrivo della Taviani si allontana riuscendo però a far cancellare una scritta che la Greco aveva fatto poco prima col sangue e che Aurora aveva letto prima dell'arrivo dei carabinieri; Lucia finisce in coma. Intanto Edoardo si decide a sposare Fiamma e Veronica Torre non la prende bene. Aurora fruga tra i documenti degli Astori trovando le planimetrie della diga ma viene chiusa dentro l'ufficio da Lucrezia e una volta liberata da Fabio va a raccontare tutto ad Alessandro. Vittorio Astori non si ferma e vuole recuperare a tutti i costi il cellulare di Ivan.

  • Ascolti Italia: telespettatori 3.153.000 - share 13.5%[4]

Episodio 4[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lucia Greco viene uccisa dai sicari del colonnello Astori prima che possa risvegliarsi dal coma e Aurora inizia a sospettare di Alessandro per via delle sue iniziali AM fatte dalla ragazza sulla pietra. La Taviani viene denunciata da Lucrezia Astori per violazione di domicilio e spionaggio industriale per essersi intrufolata nei loro uffici. Nel frattempo Fabio accetta di sostenere la candidatura a di Edoardo, il quale, inoltre, annuncia le sue nozze con Fiamma, suscitando la rabbia di Lea e Carlo. Veronica si mostra fin da subito terribilmente gelosa del rapporto nato trai due e per questo cerca di intimidire la ragazza e minaccia Edoardo di rivelare i suoi segreti. Questo cerca di liquidarla con un assegno in bianco ma la donna reagisce male e dopo una colluttazione in barca finisce nel lago non ritornando a galla. Alessandro, grazie all’aiuto di Mancini, ottiene le perizie riguardanti il cedimento della diga e convince Aurora delle responsabilità degli Astori. I due si introducono così nelle cisterne della diga per cercare le prove del sabotaggio ma Vittorio Astori viene avvertito e ordina ai suoi uomini di far scoppiare una serie di mine con il fine di eliminarli. Fabio intuisce che Aurora si trova alla diga e così si precipita sul posto salvando lei ed Alessandro da morte sicura. Il militare insiste con Marzia per incontrare anche l'altra figlia Tessa: va a casa sua ma lei ha appena avuto un malore e perderà il bambino. Dopo un duro litigio con Alessandro fa ritorno a Primaluce confidando ad Aurora il motivo della rottura con Ruggero, ovvero il fatto che lui l'abbia allontanata. In totale stato depressivo, si rende però conto di non poter vivere insieme alle sorelle finché non avrà dimenticato Alessandro e decide così di tornare a casa sua. Fabio e sua cognata Lucrezia cercano di convincerla a confessare che la sera della morte di Ivan Alessandro non era con lei ma Ruggero interviene e la porta a casa sua. Davanti a casa Camerana però c'è Lea Astori che gli riferisce che il figlio ha visto il suo abbraccio con Aurora in ospedale; la donna mentre sta andando via si imbatte proprio in Fabio e dovrà così raccontargli la verità. Questo intanto torna a casa e passa la notte con Lucrezia. Lea chiama Camerana per avvertirlo che ora Fabio sa la verità ma al telefono risponde Tessa che ascolta tutto e quando si sveglia Ruggero lo accoltella alla pancia in un impeto di rabbia per il fatto di aver tenuto nascosta sua sorella Aurora per due anni, senza aver rivelato nulla a nessuno.

  • Ascolti Italia: telespettatori 2.988.000 - share 12.6%[5]

Episodio 5[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Camerana, dopo essersi fatto medicare da Lea, decide di salvare Tessa dai carabinieri smentendo l'accaduto e, perdendo ancora sangue, decide di rifugiarsi in un capanno dove lo raggiunge Aurora. Edoardo è tormentato dalle visioni di Veronica mentre Fiamma inizia a mandare gli inviti per il matrimonio. Elena trova Mancini che prima la caccia via salvo poi raggiungerla alla spa per fare l'amore. Tessa si reca in ospedale scoprendo che a portarla lì non era stata Marzia bensì il vero padre Vittorio Astori e così decide di affrontarlo; a Primaluce litiga poi con le sorelle e in seguito anche con Alessandro. Carlo Astori ordina al fratello Vittorio di non andare al matrimonio, ma lui si ribella e, anzi, decide di appoggiare Edoardo in cambio di futuri favori quando sarà sindaco. Lea cerca di dissuadere la figlia con la collaborazione di Aurora, ormai ex moglie di Edoardo, ma il tentativo va a vuoto. Fuori da Primaluce la Taviani e Fabio si baciano proprio mentre Alessandro passa di lì in macchina. Tramite Mancini il Monforte sfida Astori in combattimento, ma questo rifiuta davanti ad Aurora. Il giorno del matrimonio ricompare Veronica che avverte Edoardo: se le succederà qualcosa alcune prove schiaccianti su di lui verranno consegnate agli inquirenti da un notaio. A sorpresa alla cerimonia partecipano al gran completo le famiglie Astori e Monforte ma anche Aurora e Veronica. Nel frattempo però Antonio Mancini, che aveva recuperato il telefono di Ivan dalla macchina di Lucia Greco insieme ad Alessandro, ha trovato alcune foto piccanti di Elena con Ivan e si presenta alla festa facendo una sceneggiata. Le famiglie sono sconvolte: Elena viene attaccata per la morte dell'amante e si sente male, Antonio consegna il cellulare a Fabio che porta via Fiamma. La ragazza scappa con la macchina del fratello portando con sé inconsapevolmente il cellulare ma lungo la provinciale viene speronata. Viene trovata da Fabio e portata in ospedale dove Lucrezia dice che ad averla buttata fuori strada potrebbe essere stato Alessandro Monforte che aveva iniziato l'inseguimento e che quindi sarebbe in possesso del cellulare, Aurora, però, che è accorsa in ospedale non riesce a credere che Alessandro possa essere colpevole.

  • Ascolti Italia: telespettatori 2.978.000 - share 13%[6]

Episodio 6[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Aurora avvisa Alessandro di essere ricercato e all'arrivo dei carabinieri lui racconta di aver smesso di seguire la macchina di Astori quando ha visto che a bordo c'era Fiamma; viene comunque portato in caserma vista l'ammaccatura sul lato destro della sua auto. Vittorio Astori cerca di portare Tessa dalla sua parte: ai carabinieri lei nega di aver ammaccato l'auto e ritira anche l'alibi sulla morte di Ivan dato che Alessandro le avrebbe chiesto di mentire sull'orario di rientro di quella notte. Il giorno dopo il giudice non conferma il fermo per Monforte che a Primaluce si scontra con Tessa davanti ad Aurora. Fiamma in ospedale racconta di essere stata seguita da Alessandro e così Fabio chiede ad Aurora di scoprire dove l'uomo tenga il cellulare di Ivan. Il Monforte recupera un contenitore dal suo pick-up sequestrato che poco dopo stranamente viene bruciato. Aurora, arrivata alla Rupe insieme a Fabio, scopre che nel contenitore ci sono foto e altri ricordi di lei e Alessandro e così i due se ne vanno insieme. Alessandro querela Tessa, convinto dal suo avvocato non sapendo che questo in realtà è al servizio di Vittorio Astori. Tessa inizia ad avere degli incubi per il senso di colpa; Camerana la avverte che non riuscirà a reggere questo peso e seguendola scopre che si vede con Vittorio il quale le mostra la querela di Monforte. Aurora in caserma viene interrogata dal maresciallo dato che Tessa l'ha accusata di aver cancellato le iniziali AM (quindi Alessandro Monforte) che Lucia Greco aveva scritto con il sangue al rudere prima di morire; Marzia le dice che secondo lei Tessa ha mentito riguardo alla sera della morte di Ivan e così Aurora, confusa, conferma al maresciallo di aver cancellato la scritta. Edoardo, che continua ad essere istigato da Veronica, riesce finalmente a incontrare l'amata Fiamma in ospedale. Mentre Elena sospetta che ad aver ucciso Ivan possa essere stata la moglie Lucrezia per impossessarsi dei suoi soldi, Alessandro viene avvisato dal suo avvocato di aver ricevuto un mandato di arresto e si precipita a Primaluce dove affronta Aurora prima di essere arrestato dai carabinieri per la morte di Ivan e il tentato omicidio di Fiamma. Ruggero dice ad Aurora di essere preoccupato per la frequentazione di Tessa con Vittorio ma Marzia svela loro che l'uomo è il padre. In quel momento arriva proprio Tessa che dà l'addio a Primaluce e va via con il colonnello; fa poi visita ad Alessandro in carcere raccontandogli la verità sulla scomparsa di Aurora. Si scopre che è Veronica la persona che si è impossessata del cellulare di Ivan dopo lo speronamento di Fiamma e che ha incendiato il pick-up di Alessandro. Aurora dice a Marzia di voler salvare sia Tessa che Alessandro, due parti importanti del suo cuore.

  • Ascolti Italia: telespettatori 2.928.000 - share 12,7%[7]

Episodio 7[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro dopo aver ricevuto la visita di Eva e Aurora dice alla donna di non volerla più rivedere poiché non gli aveva raccontato che era stato Camerana a tenerla nascosta per due anni. Vittorio Astori riceve prima una busta con un proiettile e poi una chiamata da Soresi, amministratore delegato della società che costruirà la nuova diga, come ultimo avviso a concludere le pratiche per l'inizio dei lavori. Fiamma esce dall'ospedale e si trasferisce da Edoardo venendo presa di mira da Veronica. Antonio Mancini, assunto da Edoardo per proteggere sua moglie, fa ingelosire Elena baciandosi con la Torre in piscina. Fabio si trova in una sua casa di famiglia insieme ad Aurora e trova una pistola con il porto d'armi di suo fratello; il giorno dopo presso un'armeria di Roma i due scoprono che l'acquisto risale al giorno successivo all'inondazione e quindi prima dell'aggressione subita da parte di Alessandro di cui non poteva quindi avere paura. Elena rivela ai due che Ivan aveva chiesto il divorzio da Lucrezia. Intanto Veronica, avendo intuito che la password è il nome Elena, consegna il cellulare di Ivan al colonnello Astori pattuendo una percentuale sugli utili dell'affare della diga, l'elezione a sindaco di Edoardo e l'allontanamento di Fiamma. Marzia e Aurora tentano di riportare Tessa a Primaluce. Vittorio svela a Lea di essere il padre delle Taviani, mostra il cellulare di Ivan con il video registrato poco prima di morire e di prepotenza dice al fratello che d'ora in poi comanderà lui; si scopre poi che anche lui è amante di Lucrezia. Alessandro riceve finalmente Aurora dopo che questa ha passato una notte sotto la pioggia fuori dal carcere e viene aggiornato sulle indagini. Fiamma istiga Veronica venendo quasi strozzata durante un massaggio e arriva a denunciarla per tentato omicidio anche per lo speronamento ma Edoardo copre la Torre dicendo che era con lui dopo il matrimonio. Vittorio racconta a Marzia che è stata concepita all'Osteria del Passo; la donna vi si reca e da una foto in bianco e nero nota che Vittorio ha partecipato alla costruzione della diga quasi 40 anni prima sotto l'ingegnere Pavoletti. Marzia e Aurora si recano a Roma ma scoprono che è stato ucciso da un pirata della strada sei mesi prima. Da uno scontrino trovato nelle tasche di Ivan Aurora capisce però che è stato al bar affianco all'ufficio di Pavoletti. Saputo questo, Fabio inizia ad avere dei dubbi e si rifiuta di firmare le carte della diga davanti a Lucrezia e ai membri della lobby; mette poi al corrente Aurora del progetto della nuova diga. Edoardo viene eletto sindaco con il 57% dei voti ma iniziano i dissapori con la moglie a causa di Veronica. In un pub Elena sente un tizio dire che ha visto Alessandro la notte della morte di Ivan e che non vuole scagionarlo poiché gli ha tolto delle terre; dopo aver avvisato Mancini, fa finta di corteggiarlo ma quando un amico lo mette al corrente dell'identità della donna cerca di abusare di lei venendo fermato appena in tempo da Antonio, accorso con Fabio e Aurora. L'ex carabiniere lo costringe a testimoniare a favore di Alessandro che viene così scarcerato rifiutando Aurora che lo sta aspettando accompagnata da Fabio. Vittorio si trasferisce a Villa Astori insieme a Tessa facendole firmare il riconoscimento di paternità. La lobby è così pronta a prendere il controllo sul colonnello: il nuovo capo famiglia costringe Carlo ad assegnargli tutte le deleghe di Fabio il quale rimane esterrefatto. Aurora fissa le stellette militari della sua divisa e le collega a Lucia Greco che prima di morire aveva fatto dei segni simili sotto la presunta sigla AM.

  • Ascolti Italia: telespettatori 2.634.000 - share 11,1%[8]

Episodio 8[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mancini, da un post-it che era stato trovato nelle tasche di Ivan, risale a un numero di protocollo dell'esercito: il documento relativo al codice si trova nella caserma Tonale di Roma e così Fabio e Aurora lo recuperano. Vittorio per completare il suo progetto chiede ad Alessandro la Rupe e Primaluce. Il Monforte è deciso ad uccidere il suocero Ruggero Camerana poiché le ha tenuto nascosto per due anni Aurora la quale interviene però appena in tempo facendogli cambiare idea. Lea prima e Aurora poi cercano di mettere Tessa in guardia da Vittorio mentre Fabio dice ad Alessandro che farà meglio di lui con Aurora. Durante una festa, Aurora cerca di portare ancora una volta Tessa dalla sua parte ma interviene Alessandro che la fa portare via da Fabio e consegna poi le chiavi della Rupe a Vittorio pretendendo di entrare nell'affare della diga con lo scopo di avere poi potere per portarsi via la figlia Eva. Durante la festa Veronica dice addio ad Edoardo. Cristina Rontal, il vero capo della società che farà costruire la nuova diga, incontra per la prima volta Vittorio Astori mettendolo in guardia da Edoardo e Veronica. Questa viene rapita proprio da un suo uomo al quale è costretta a consegnare la copia della memory card del cellulare di Ivan e fornisce indicazioni su una cassetta di sicurezza. Alessandro si presenta con Lucrezia a Primaluce con una proposta d'acquisto ma Aurora li caccia via minacciandoli con un fucile. Gli ispettori sanitari trovano poi del cadmio e del piombo nei campi; in realtà è stato Alessandro ad avvelenare il terreno prevedendo il rifiuto di Aurora così da poter procedere con l'esproprio. Tessa inizia ad avere dei dubbi su Vittorio e fruga nel suo ufficio ma l'uomo la scopre e la convince facendole vedere una lettera scritta da sua madre. Il sindaco presenta ufficialmente il progetto della diga insieme ad Astori ma rinfaccia al fratello di tradire sé stesso vendendo la Rupe e Primaluce. Aurora riceve per posta una lettera d'amore che Alessandro aveva scritto quando era in carcere e si mette a piangere. Edoardo è insospettito dalla partenza improvvisa di Veronica e una notte gli arriva una notifica che qualcuno ha avuto accesso alla loro cassetta di sicurezza: dalla banca inizia a seguire l'uomo della Rontal arrivando a un casolare dove trova Veronica che è appena stata accoltellata dalla donna misteriosa. La donna gli dice per l'ultima volta che lo ama ed Edoardo la bacia davanti a Fiamma che lo aveva seguito. Ora che è morta la Torre Edoardo è convinto che verrà rovinato dal notaio e confessa quindi alla moglie di aver ucciso Eva Taviani, Amedeo Torre e Isabella. Intanto la Rontal ammazza il suo uomo che si era intrufolato in casa sua scoprendo una cella segreta dove lei ha intenzione di rinchiudere la persona che ama ovvero Alessandro. Lui intanto affronta ancora una volta Aurora a Primaluce intimandola a firmare la vendita. La piccola Eva osserva la lite e si rifugia in cantina dove Marzia la trova e le fa vedere una tavola sulla quale la madre segnava le altezze delle tre sorelle con le loro iniziali: A-M-T ovvero le stesse lettere che aveva inciso Lucia Greco. Mancini rivela a Fabio che il fratello è stato ucciso con un colpo che solo un militare era in grado di fare e così attacca lo zio Vittorio che mostrandogli l'ultimo video che ha registrato il cellulare di Ivan fa vedere che ad ucciderlo per disgrazia è stato Carlo spingendolo.

  • Ascolti Italia: telespettatori 3.037.000 - share 13,8%[9]

Episodio 9[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carlo spiega a Fabio come sono andate le cose: dopo aver aspettato a lungo Ivan a casa per capire di più sulla lite con Monforte lo ha seguito alla diga dove il figlio stesso ha confessato di averla manomessa per favorire il padre il quale nel tentativo di costringerlo a tornare a casa con lui lo ha spinto giù di sotto. Marzia racconta ad Aurora il fatto delle loro iniziali. Fabio racconta la verità sulla morte del fratello ad Aurora e dice di essersi innamorato di lei. Carlo decide di suicidarsi, come gli ha suggerito suo fratello, ma viene salvato dal figlio che lo convince a costituirsi: la mattina seguente i carabinieri portano via lui e Vittorio ma perquisendo la villa non trovano nulla perché Lucrezia ha preso appena in tempo il cellulare di Ivan e poco dopo viene rilasciato. Aurora ferma Alessandro spiegandogli che Fabio non sapeva nulla. Monforte incontra Pietro Soresi, amministratore delegato della società che costruirà la nuova diga, e viene portato a casa della presidente Rontal che offrendogli il suo stesso vino lo addormenta; quando si risveglia lei si è nascosta e Soresi lo riporta indietro. Edoardo vuole vendicare la morte di Veronica ma si impaurisce vedendo da lontano il notaio Castaldo e scappa con Fiamma. In un campo viene ritrovato il corpo della Torre e il notaio consegna il suo memoriale ai carabinieri e ad Alessandro con un video in cui la donna dice che sarebbe morta per mano di Edoardo. I tre fratelli Monforte si incontrano di nascosto nel bosco: Edoardo si difende raccontando che Veronica ricattava Vittorio con la copia del cellulare di Ivan che è sparita e che al casolare di sfuggita ha visto andare via una donna; Alessandro sospetta così della Rontal ma Mancini su di lei non riesce a scoprire niente e Fabio capisce che lui in realtà sta cercando di incastrare Vittorio. Ruggero riesce a mettere in contatto telefonico Lea e Carlo e dice a Tessa che presto la porterà via dalla villa con la forza. Aurora rimane senza parole quando Fabio le chiede di sposarlo e decide di accettare. Alessandro, spaventato dalla ritorsione della figlia contro di lui, confessa di aver finto di appoggiare Vittorio davanti a Marzia e Tessa che viene rinchiusa a Primaluce e sorvegliata da Ruggero cosicché non possa rivelare tutto al padre il quale inizia a cercarla con insistenza. Aurora viene messa al corrente e così si chiarisce con Alessandro e con Tessa. Marzia, fingendo di essere preoccupata per la sua scomparsa, viene ospitata a Villa Astori: nello studio di Vittorio trova una sua foto con la madre Eva con scritto: "Marzia è figlia della mia speranza, Tessa del tuo tradimento, Aurora non sarà figlio del tuo odio. Non tornare mai più". Nel tentativo di scappare viene ferita dal capitano De Falco ma riesce comunque a portare la foto alle sorelle prima di essere portata in ospedale. Intanto Alessandro invita a cena la Rontal a Villalba ma in realtà è un diversivo e nella sua villa trova la sim di Ivan e inoltra il suo ultimo video ad Aurora: il ragazzo prima di morire racconta che le Taviani sono la chiave di tutto, che Tessa è nata da una violenza e che Eva aveva denunciato Vittorio; confessa infine di aver manomesso la diga. La Rontal però capisce l'inganno e torna alla villa facendo colpire Alessandro che ha trovato anche una sua vecchia foto. Tessa litiga con Vittorio ma interviene Aurora che racconta tutto e in una colluttazione con Ruggero fuori dalla villa il colonnello viene disarmato per poi essere arrestato dai carabinieri sopraggiunti su segnalazione di Fabio che aveva ricevuto il video da Aurora. Alessandro si trova ora rinchiuso in una cella nella villa della Rontal e sentendola suonare al pianoforte capisce che si chiama Ada e che la stessa melodia veniva suonata dalla madre di questa.

  • Ascolti Italia: telespettatori 3.048.000 - share 13,6%[10]

Episodio 10[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'auto di Alessandro viene ripescata dal lago e Cristina Rontal invita Aurora alla villa con la scusa di consegnarle un ciondolo che l'uomo avrebbe dimenticato lì. Tessa cede alle tentazioni di Ruggero e i due finiscono per fare l'amore. Mancini, sentendo la melodia suonata al pianoforte nell'audio mandato da Alessandro ad Aurora, risale a un maestro di musica il quale racconta che il brano era stato composto da una sua promettente allieva, Cristina Del Mare per la figlia Ada. La donna si è suicidata per amore subito dopo. Aurora in un album scorge la foto delle due con Alessandro ed Elena le racconta che Cristina aveva aiutato i Monforte con la vendemmia del 2006 quando lei era in carcere, ma che Alessandro e Cristina erano rimasti in buoni rapporti. Una suora le racconta poi che la ragazza era scappata dall'istituto e che era ossessionata dall'amante della madre. Ada ama follemente Alessandro e gli confessa di aver ucciso la madre per lui e di aver dato il colpo di grazia a Ivan Astori dopo averlo trovato agonizzante alla diga. Fabio scopre che a Villa Rontal è stato costruito un bunker insonorizzato con un impianto di aerazione e vi si reca con Aurora: la ragazza attraverso il condotto raggiunge Alessandro che è stato avvelenato da Ada con un'iniezione di curaro e finisce rinchiusa nella cella insieme a lui e a Fabio, anch'esso avvelenato fuori dalla villa mentre cercava di difendersi da Soresi. La Rontal dà una sola dose dell'antidoto ad Aurora che potrà salvare solo uno dei due, ma Aurora con un trucco dà metà pillola ad Alessandro e metà a Fabio. Cristina convinta che Aurora abbia scelto di salvare Fabio torna nei sotterranei ed apre la cella per abbracciare Alessandro, ma viene rinchiusa nella cella da Aurora. Dopo essere stata liberata dal fedele Soresi accorso in suo aiuto e aver raggiunto Aurora, Alessandro e Fabio sulle scale, viene sparata e uccisa a sorpresa da Edoardo( dove dopo essersi rotolata sulle scale esala l'ultimo respiro morendo distesa sulle scale della sua villa) che poi fugge e viene ferito al fiume dai carabinieri che erano sopraggiunti alla villa su segnalazione di Camerana. Carlo torna a casa da Lea, Mancini viene invitato dal maresciallo a tornare in servizio ma per il momento preferisce stare con Elena, Fiamma in ospedale racconta a Edoardo di essere incinta. Lui dovrà scontare la sua pena in carcere, ma lei è disposta ad aspettarlo. Marzia si trasferisce a Firenze e trova un lavoro per Tessa su una barca che però è in realtà di Ruggero. I due finalmente si ricongiungono. Sei mesi dopo Aurora arriva in chiesa per sposarsi con Fabio ma non riesce a dirgli di sì e scappa. Alessandro, spronato da Tessa, arriva in chiesa ma trova solo un frastornato Fabio e torna al lago dove finalmente si ricongiunge con l'amata Aurora. Infine proprio lì i due si sposano per la felicità di tutta la famiglia.

  • Ascolti Italia: telespettatori 3.277.000 - share 13,9%[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le tre rose di Eva 4, dal 5 novembre su Canale 5 con il ritorno di Anna Safroncik, su tvblog.it, 21 ottobre 2017.
  2. ^ Ascolti TV |Domenica 5 novembre 2017. Fazio fermo al 14.81% e al 12.53%. Nemmeno Le Tre Rose di Eva brillano (14.57%)., su DavideMaggio.it. URL consultato il 6 novembre 2017.
  3. ^ Ascolti TV | Giovedì 9 novembre 2017. Sirene 14.5%, Le Tre Rose di Eva 13.6%, Nemo 7.7%, Colorado 7.5%, su DavideMaggio.it. URL consultato il 13 novembre 2017.
  4. ^ Ascolti TV | Giovedì 16 novembre 2017. Sirene 15.1%, Le Tre Rose di Eva 13.5%, su DavideMaggio.it. URL consultato il 18 novembre 2017.
  5. ^ Ascolti TV | Giovedì 23 novembre 2017. Sirene 14.7%, Le Tre Rose di Eva 12.6%., su DavideMaggio.it. URL consultato il 24 novembre 2017.
  6. ^ Ascolti TV | Giovedì 30 novembre 2017. Sirene chiude al 17.7%, Le Tre Rose di Eva 13%., su DavideMaggio.it. URL consultato il 1º dicembre 2017.
  7. ^ Ascolti TV | Giovedì 7 dicembre 2017. Vince La Cena di Natale (17%), solo il 12.7% per Le Tre Rose di Eva, su DavideMaggio.it. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  8. ^ Ascolti TV | Giovedì 14 dicembre 2017. La Strada di Casa chiude al 23% e affonda Le tre rose di Eva (11.1%), su DavideMaggio.it. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  9. ^ Ascolti TV | Giovedì 21 dicembre 2017. Panariello 21.4%, Le tre rose di Eva 13.8%, su DavideMaggio.it. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  10. ^ Ascolti TV | Giovedì 28 dicembre 2017. La notte di Vasco 12.3%, Le tre rose di Eva 13.6%, su DavideMaggio.it. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  11. ^ Ascolti TV | Giovedì 4 gennaio 2018. Le Meraviglie di Alberto Angela al 23.8%, Le Tre Rose di Eva 4 chiude al 13.9%, su DavideMaggio.it. URL consultato il 5 gennaio 2018.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione