Epinephelus costae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cernia dorata
Epinephelus costae1.jpg

Epinephelus costae3.jpg
In basso un individuo giovanile

Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Percoidei
Famiglia Serranidae
Sottofamiglia Epinephelinae
Genere Epinephelus
Specie E.costae
Nomenclatura binomiale
Epinephelus costae
Steindachner, 1878
Sinonimi

Epinephelus alexandrinus

Nomi comuni

Cernia dorata,
Dotto,
Cernia alessandrina

La Cernia dorata o Dotto (Epinephelus costae) è un pesce di mare della famiglia Serranidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una specie più meridionale della più comune e nota cernia bruna, infatti in Atlantico non si ritrova più a nord del golfo di Cadice mentre a sud giunge fino al Sudafrica. Nella acque italiane è più comune lungo le coste delle regioni meridionali.
Vive su fondi misti di sabbia e roccia con prevalenza di quest'ultima.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha sagoma più allungata e mandibola inferiore più prominente rispetto alla cernia bruna ma si riconosce soprattutto per la colorazione, che però attraversa varie fasi:

  • Livrea normale
    • macchia color giallo oro dietro l'opercolo branchiale
    • quattro linee orizzontali scure parallele sul dorso, su sfondo beige.
  • Giovane
    • ci sono più di quattro linee sui fianchi
    • niente macchia dorata sul fianco
  • Maschio adulto
    • macchia dorata ben visibile ed estesa
    • metà inferiore del corpo biancastra sormontata da una fascia molto scura irregolare.

Le dimensioni arrivano ad 80 cm per 8 kg di peso.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Identica a quella della cernia bruna.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È più gregaria delle altre cernie e può vivere in branchetti. I giovani sono talvolta straordinariamente amichevoli e non mostrano alcuna paura dei subacquei mentre gli adulti sono molto sospettosi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Epinephelus costae, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2016.3, IUCN, 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Egidio Trainito, Atlante di flora e fauna del Mediterraneo, Milano, Il Castello, 2005, ISBN 88-8039-395-2.
  • Patrick Louisy, Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo, a cura di Trainito, Egidio, Milano, Il Castello, 2006, ISBN 88-8039-472-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci