Arcieparchia di Ivano-Frankivs'k

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Eparchia di Stanislaviv)
Arcieparchia di Ivano-Frankivs'k
Archieparchia Stanislaopolitana
Chiesa ucraina
Ukraine-Ivano-Frankivsk-Cathedral of Holy Resurrection-2.jpg
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Diocesi suffraganee
eparchia di Kolomyja-Černivci
Eparca Volodymyr Vijtyšyn
Ausiliari Yosafat Moschych
Sacerdoti 499 di cui 468 secolari e 31 regolari
1.210 battezzati per sacerdote
Religiosi 51 uomini, 121 donne
Abitanti 782.375
Battezzati 603.808 (77,2% del totale)
Superficie 6.700 km² in Ucraina
Parrocchie 385
Erezione 26 marzo 1885
Rito bizantino
Indirizzo 64 Basilian Str., 76019 Ivano-Frankivs'k, Ukraina
Sito web www.if-eparchia.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2014 * *
Chiesa cattolica in Ucraina

L'arcieparchia di Ivano-Frankivs'k (in latino: Archieparchia Stanislaopolitana) è una sede metropolitana della Chiesa greco-cattolica ucraina. Nel 2013 contava 603.808 battezzati su 782.375 abitanti. È attualmente retta dall'arcieparca Volodymyr Vijtyšyn.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia comprende otto distretti nella parte settentrionale dell'oblast' di Ivano-Frankivs'k, in Ucraina. Il territorio è indicato in arancione nella mappa riportata a destra.

Sede arcieparchiale è la città di Ivano-Frankivs'k, chiamata Stanislaviv fino al 1962. Qui si trova la cattedrale della Risurrezione.

Il territorio è suddiviso in 385 parrocchie, raggruppate in 20 decanati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'eparchia di Stanislaviv fu eretta il 26 marzo 1885, ricavandone il territorio dall'arcieparchia di Leopoli.

Il seminario diocesano dedicato a san Giosafat fu eretto il 13 settembre 1893 e ristabilito il 1º agosto 1990.

Il 5 giugno 1930 cedette una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di Maramureş (in Romania).

Nel 1939 il vescovo Hryhorij Chomyšyn fu arrestato dalla polizia segreta sovietica. Fu nuovamente arrestato nell'aprile del 1945 e recluso nella prigione della polizia segreta a Kiev, dove morì il 17 gennaio 1947.[1]

Il 20 aprile 1993 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di Kolomyja-Černivci.

Il 27 giugno 2001 sono stati beatificati i vescovi Hryhorij Chomyšyn e Ivan Slezjuk.

Il 21 novembre 2011 l'eparchia è stata elevata al rango di arcieparchia metropolitana e ha assunto il nome attuale.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcieparchia al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 782.375 persone contava 603.808 battezzati, corrispondenti al 77,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1943 1.000.000  ?  ? 495 495 2.020 445
1999 615.024 920.000 66,9 339 321 18 1.814 28 93 305
2000 365.200 829.500 44,0 348 329 19 1.049 46 99 340
2001 613.385 827.500 74,1 368 348 20 1.666 42 101 340
2002 612.212 825.817 74,1 390 366 24 1.569 44 110 340
2003 610.633 801.926 76,1 399 376 23 1.530 43 97 340
2004 609.098 799.879 76,1 392 376 16 1.553 45 125 360
2006 607.169 795.747 76,3 444 417 27 1.367 64 124 365
2009 603.918 792.272 76,2 451 419 32 1.339 45 122 371
2013 603.808 782.375 77,2 499 468 31 1.210 51 121 385

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Beatificazione dei martiri della Chiesa greco-cattolica ucraina

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi