Eoplesiosaurus antiquior

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Eoplesiosaurus
Holotype of Eoplesiosaurus antiquior.png
L'olotipo di Eoplesiosaurus antiquior
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Reptilia
Superordine Sauropterygia
Ordine Plesiosauria
Superfamiglia Plesiosauroidea
Genere Eoplesiosaurus
Specie E. antiquior

L'eoplesiosauro (Eoplesiosaurus antiquior) è un rettile marino estinto, appartenente ai plesiosauri. Visse all'inizio del Giurassico inferiore (Hettangiano, circa 199 - 198 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Europa (Inghilterra).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale è noto grazie a uno scheletro postcranico completo; l'olotipo (noto come TTNCM 8348) è conservato in tre dimensioni e permette di ricostruire un plesiosauro di dimensioni medio - piccole, lungo circa tre metri. Possedeva un collo piuttosto lungo, con almeno 38 vertebre cervicali. Eoplesiosaurus possedeva una caratteristica distintiva (autapomorfia): la presenza di piccole proiezioni laterali coniche sulle basi delle prezigapofisi delle vertebre cervicali anteriori. Come tutti i plesiosauri, anche Eoplesiosaurus possedeva un corpo corto dotato di quattro arti trasformati in strutture simili a pinne.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

L'unico scheletro noto di Eoplesiosaurus è stato ritrovato nella zona di Watchet, nel Somerset; il fossile proviene dalla formazione Blue Lias, appena dopo il limite Triassico - Giurassico. Altri fossili di plesiosauri di epoca comparabile sono stati ritrovati nella zona di Street, sempre nel Somerset (Avalonnectes, Thalassiodracon). Questi fossili, insieme a quelli di Watchet, rappresentano i più antichi plesiosauri noti. Eoplesiosaurus, secondo un'analisi cladistica effettuata nel 2012, indica che Eoplesiosaurus era il più antico plesiosauroide (plesiosauro dal collo lungo) e uno dei più antichi plesiosauri. Di seguito è illustrata l'analisi filogenetica (Benson et al., 2012):

Plesiosauria 

Rhomaleosauridae


 Neoplesiosauria 

Pliosauridae


 Plesiosauroidea 

Eoplesiosaurus antiquior


Plesiosaurus dolichodeirus


Microcleididae


Plesiopterys wildi


Elasmosauridae and Cryptoclidia









Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome generico Eoplesiosaurus significa "plesiosauro dell'alba", in riferimento alla sua antichità. Anche l'epiteto specifico, antiquior (dal latino "più antico") si riferisce all'età geologica dell'esemplare, ma è anche un riferimento a Duria Antiquior (ovvero "un Dorset più antico"), un acquerello del 1830 illustrante la fauna del Giurassico inferiore, con tanto di plesiosauri e ittiosauri, realizzata da Henry De la Beche.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Roger B. J. Benson, Mark Evans and Patrick S. Druckenmiller (2012). "High Diversity, Low Disparity and Small Body Size in Plesiosaurs (Reptilia, Sauropterygia) from the Triassic–Jurassic Boundary". PLoS ONE 7 (3): e31838. doi:10.1371/journal.pone.0031838. PMC 3306369. PMID 22438869.