Eofelis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Eofelis
Immagine di Eofelis mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Famiglia Nimravidae
Genere Eofelis

L'eofelide (gen. Eofelis) è un mammifero carnivoro estinto, appartenente ai nimravidi. Visse tra l'Eocene superiore e l'Oligocene inferiore (circa 35 - 30 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Francia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale era solitamente delle dimensioni di una piccola lince, anche se le specie più grandi dovevano raggiungere dimensioni doppie. Eofelis possedeva un corpo allungato e zampe più corte di quelle degli odierni felidi, ma l'aspetto generale del corpo e del cranio richiamavano i felidi attuali. È probabile che Eofelis fosse almeno parzialmente plantigrado.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Eofelis è stato descritto per la prima volta nel 1938 da Miklós Kretzoi, sulla base di fossili ritrovati nella zona di Quercy, in Francia. I fossili provengono dalle vecchie collezioni del giacimento, ed è impossibile stabilire se siano ascrivibili a terreni dell'Eocene superiore o dell'Oligocene inferiore. La specie tipo, Eofelis edwardsii, è nota per numerosi resti di animali di taglia paragonabile a quella di una piccola lince. Una revisione del genere operata nel 2000 ha messo in luce la presenza di un'altra specie, E. giganteus, grande circa il doppio della precedente e più rara.

Eofelis è un rappresentante dei nimravidi, un gruppo di carnivori estinti dalla morfologia molto simile a quella dei felidi, ma con alcune caratteristiche più primitive. Nel giacimento di Quercy è stato individuato un altro genere di nimravidi, Quercylurus, di dimensioni molto maggiori.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peigne, Stephane, 2000: A new species of Eofelis from the Phosphorites of Quercy, France. Comptes Rendus De L'Academie Des Sciences Serie Ii A Sciences De La Terre Et Des Planetes. 330(9): 653-658, 30 Mai