Enzo Staiola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enzo Staiola nel 1954

Enzo Staiola, spesso citato anche come Enzo Stajola (Roma, 15 novembre 1939), è un attore italiano, noto soprattutto come attore bambino per la sua interpretazione nel film Ladri di biciclette (1948) diretto da Vittorio De Sica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto nel popolare rione romano della Garbatella, iniziò la sua attività di attore all'età di otto anni, quando venne scelto per il ruolo di "Bruno Ricci" da Vittorio De Sica nel film Ladri di biciclette del 1948. De Sica stesso lo scopri' per le vie di Roma e lo volle per via della sua caratteristica camminata e per la naturale espressività dei suoi occhi nei quali potessero riflettersi i sentimenti del padre nella sua angosciosa ricerca della bicicletta rubata. Il film è considerato uno dei capolavori del cinema ed Enzo Staiola come suo co-protagonista al fianco del "padre" Lamberto Maggiorani vi diede un contributo fondamentale.[1] Il successo della pellicola, vincitrice del premio Oscar al miglior film in lingua straniera nel 1949, proietto' Staiola alla ribalta internazionale come uno dei più celebrati attori bambini della storia del cinema e un simbolo stesso della poetica neorealista.[2]

Successivamente Staiola ha lavorato, fino al 1954, come attore bambino in numerose altre produzioni cinematografiche, sia in Italia che all'estero, con alcuni tra i più famosi registi ed attori del tempo, segnalandosi in altri ruoli importanti come in Cuori senza frontiere (regia di Luigi Zampa, 1950). Una tale carriera, svolta sempre con grande professionalità ed ottimi risultati, lo avrebbe comunque posto tra i più importanti attori bambini italiani del tempo, ma è rimasta in qualche modo oscurata dal fatto che mai si potesse ripetere la magia del suo debutto.[3]

Da adulto Staiola è tornato brevemente alla recitazione, in ruoli di supporto, soltanto in due occasioni: all'inizio degli anni sessanta nel film Spade senza bandiera (1961) e ancora nel 1977 ne La ragazza dal pigiama giallo.

È stato a lungo impiegato del Catasto di Roma.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Enzo Staiola nel capolavoro neorealista di De Sica, Ladri di biciclette

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Robert Gordon, Bicycle Thieves (Ladri Di Biciclette), Macmillan, 2008.
  2. ^ Neorealismo.
  3. ^ John Holmstrom, The Moving Picture Boy, Norwich, Michael Russell, 1996, p. 214.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • John Holmstrom, The Moving Picture Boy: An International Encyclopaedia from 1895 to 1995, Norwich, Michael Russell, 1996, p. 214.
  • Robert Gordon, Bicycle Thieves (Ladri Di Biciclette), Macmillan, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN51901491 · BNF: (FRcb14229454p (data)