Ensaimada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ensaïmada di Maiorca (Ensaïmada de Mallorca)
Ensaimada DSCN0885.jpg
Origini
Luogo d'origineSpagna Spagna
RegioneMaiorca
Zona di produzioneMaiorca
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoI.G.P.
SettoreProdotti dolciari
Consorzio di tutela[1]
Altre informazioniDecreto 41/1993
 

L'ensaimada è un dolce tipico dell'isola di Maiorca. A partire dal 1996 è stata riconosciuta come prodotto Indicazione geografica protetta "Ensaïmada de Mallorca"; la fama del dolce ha chiaramente varcato i confini dell'isola, dato che è tra i più famosi piatti maiorchini, offerto in tutte le pasticcerie del luogo in una scatola ottagonale.

Gli ingredienti sono: farina di frumento, acqua, uova, zucchero, lievito e, in aggiunta, strutto di maiale (in catalano saïm, da cui il dolce prende il nome). [1] La sua maggiore prerogativa consiste nella sua forma a spirale,[2] che si ripete sia nella struttura interna che in quella esterna. Il suo impasto è costituito da strati, similmente a quanto accade nella pasta sfoglia. È un classico esempio di dolce a lievitazione lenta.

Una volta preparata la pasta, la si lascia lievitare, dopodiché stende fa uno strato molto fine che va cosparso col grasso di maiale, si arrotola e si dispone il rotolo in spirale e infine si lascia levitare una seconda volta. Data la finezza della sfoglia, assai elastica, spesso oggi si consiglia di usare una farina forte[3] come la manitoba.

Si può cospargere di zucchero in polvere, o eventualmente riempire. Il riempimento tradizionale è fatto di cabell d'àngel (una sorta di marmellata di zucca), ma sono in uso i ripieni più svariati. Ad esempio, in Argentina si può trovare ripiena di dulce de leche.

Durante il periodo di Carnevale si è soliti preparare l'ensaimada con sobrassada dolce, e cospargerla di dolce di zucca.

È possibile che derivi da un dolce ebraico (che ovviamente non prevedeva l'uso di grasso di maiale).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]