Enrique Bunbury

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrique Bunbury
Enrique Bunbury - 01.jpg
NazionalitàSpagna Spagna
GenereRock
Jazz
Cabaret
Country
Periodo di attività musicale1984 – in attività
Strumentovoce
chitarra, armonica, basso, batteria, mandolino, pianoforte
EtichettaEMI - Warner Music
GruppiHéroes del Silencio
Sito ufficiale

Enrique Ortiz de Landázuri Izardui, meglio noto come Enrique Bunbury (Saragozza, 11 agosto 1967), è un cantautore spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ex-cantante degli Héroes del Silencio, ha iniziato la sua carriera solista nel 1997, diventando una figura di rilievo nella scena musicale spagnola e latinoamericana. Vanta ben sette album nella lista dei "Migliori 250 album rock iberoamericani" tra carriera solista e in gruppo. La canzone degli Heroes del Silencio "Entre dos tierras", ancora oggi trasmessa dalle radio di tutto il mondo, è stata considerata dalla rivista digitale Satélite Musical come la diciannovesima tra le migliori canzoni di rock latino di tutti i tempi. Bunbury ha preso il nome d'arte dall'opera di Oscar Wilde "The importance of being Earnest", in cui compare un personaggio con questo nome.

A distanza di 25 anni dalla suo ultimo concerto in Italia con gli Heroes del Silencio, dopo vent'anni di carriera solista, nel dicembre 2018[1] è previsto il suo ritorno in Italia, per un concerto a Milano.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

In studio

  • Radical Sonora (1997)
  • Pequeño (1999)
  • Flamingos (2002)
  • El viaje a ninguna parte (2004)
  • Hellville de Luxe (2008)
  • Las Consecuencias (2010)
  • Licenciado Cantinas (2011)
  • Palosanto (2013)
  • Expectativas (2017)

live, single e compilation

Con Héroes del Silencio[modifica | modifica wikitesto]

In studio
live, single e compilation

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BUNBURY official Website, Homepage, su Página oficial de Enrique Bunbury. URL consultato il 14 maggio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN65848901 · ISNI (EN0000 0000 5939 0040 · LCCN (ENn2003081035 · GND (DE135075580