Enrico Radeschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Redeschi
Nome orig.Enrico Radeschi
Lingua orig.Italiano
AutorePaolo Roversi
EditoreMursia, Stampa Alternativa
1ª app.2006
1ª app. in'
app. it.2006
SessoMaschio

Enrico Radeschi è un personaggio immaginario creato da Paolo Roversi e protagonista di cinque romanzi gialli L'uomo della pianura del 2009, Gli agenti segreti non piangono del 2009 (per ragazzi), Niente baci alla francese del 2007, La mano sinistra del diavolo e Blue Tango - noir metropolitano entrambi del 2006. Radeschi appare anche in due racconti gialli: “Sangue corsaro nelle vene” (settembre 2006) e nel “Il Quadro” sul Giallo Mondadori di ottobre 2007.

Radeschi è un giornalista freelance ed un esperto hacker. Vive a Milano dove si muove in sella da una Vespa gialla del 1974 chiamata Il Giallone. Ha due grandi passioni: il ficus beniamino e il suo cane Buk.

Gli altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Loris Sebastiani . Vicequestore della Polizia di Stato antagonista / complice di Enrico Radeschi che gli ha salvato la vita durante una delle loro avventure. “Bell'uomo sul la quarantina, brizzolato, sempre in giacca e cravatta. Sbirro tutto d'un pezzo, donnaiolo inveterato e grande esperto di vini”. Altrove descritto come “un bastardo con la pistola, la passione inveterata per il Toscanello e il Pampero riserva. Lasciato dalla moglie che gli ha preferito un professore di matematica (con la motivazione che le dava più sicurezza) si consola con avventure effimere con commesse di negozio preferibilmente sulla trentina e di basso quoziente intellettivo.
  • Beppe Calzolari. Caporedattore del Corriere della Sera che assegna a Radeschi i pezzi di “nera” da scrivere.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura