Enrico Nova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Nova
EnricoNova.JPG
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1972
Carriera
Giovanili
195?-1955Brescia
Squadre di club1
1955-1959Brescia88 (29)
1959-1967Atalanta199 (34)
1967-1969Palermo35 (8)
1969-1970Piacenza4 (0)
1970-1971Gaviese34 (16)
1971-1972Pergolettese10 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Enrico Nova (Brescia, 19 novembre 1938Brescia, 10 novembre 1998) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centravanti alto e forte fisicamente, era un attaccante di manovra, bravo a difendere la palla per la squadra; per queste sue caratteristiche ha realizzato un numero limitato di reti[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto calcisticamente nel Brescia, squadra della sua città con la quale esordisce in Serie B a 18 anni, gioca in Serie A grazie al trasferimento ai cugini dell'Atalanta nell'estate del 1959; viene inizialmente acquistato in comproprietà, per 20 milioni di lire[2].

Esordisce nella massima serie il 20 settembre 1959, nella sconfitta per 4-0 sul campo della Sampdoria; il suo miglior bottino in Serie A è di 8 reti, nelle stagioni 1960-1961 e 1965-1966, nella quale contribuisce alla salvezza dei bergamaschi allenati da Stefano Angeleri[3]. Il 28 gennaio 1963, a causa dell'infortunio del portiere titolare Zaccaria Cometti (frattura della tibia), gli subentra a difesa della porta atalantina nella partita interna contro la Juventus, persa per 6-3[4]. Con l'Atalanta disputa otto stagioni, totalizzando 199 presenze nella massima serie e vincendo la Coppa Italia nel 1963.

Nel 1967 scende in Serie B, ingaggiato dal Palermo per 23 milioni di lire[5], su richiesta dell'allenatore Carmelo Di Bella[6]. Con i siciliani conquista la promozione nel campionato di Serie B 1967-1968, giocato da titolare con 33 presenze e 8 reti. Riconfermato anche per le due successive stagioni nella massima serie, disputa in tutto 2 partite, e nel novembre 1969 passa al Piacenza, con cui disputa il suo ultimo campionato cadetto[7]. Chiude la carriera nelle categorie minori, con la Gaviese[8] e la Pergolettese.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 1962-1963
Palermo: 1967-1968

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Enrico Nova, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.