Enrico Melozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Melozzi
Melozzi duomo di teramo.jpg
Enrico Melozzi
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica sinfonica
Opera lirica
Musica elettronica
Periodo di attività musicale1999 – in attività
StrumentoVioloncello
Gruppi attuali100 Cellos / Orchestra Notturna Clandestina
Album pubblicati16
Studio13
Live3
Colonne sonore28
Opere audiovisive8
Sito ufficiale

Enrico Melozzi (Teramo, 22 giugno 1977) è un compositore, direttore d'orchestra, violoncellista e produttore discografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Enrico Melozzi - Concerto dei 100 Cellos / Orchestra Notturna Clandestina all'interno del Duomo di Teramo

Enrico Melozzi nasce a Teramo nel 1977. Dimostra fin da piccolissimo spiccate attitudini musicali. Inizia lo studio del pianoforte a 8 anni, e subito comincia a comporre come autodidatta, imparando le regole dell’armonia copiando centinaia di brani di Bach su un computer Amiga 500. Suo nonno era un ottimo chitarrista autodidatta. Si applica allo studio di diversi strumenti, e studia canto lirico, prima di diplomarsi in violoncello. A seguito della laurea in composizione gli è stato conferito il titolo di Fellow of the London College of Music.

Nel 1999 diventa assistente di Michael Riessler, con il quale collabora a decine di progetti, dapprima come copista, poi come arrangiatore e produttore artistico a progetti come Sirens, Concert Trouquè, Hamlet e alla colonna sonora del film Die Andere Heimat di Edgar Reitz; ciò lo fa accostare alla musica contemporanea mondiale e lo porta a collaborare anche con importanti musicisti quali: Sabine Meyer, Vinko Globokar, Jean Pierre Drouet, Michel Portal, Terry Bozzio, Markus e Simon Stockhausen e Paolo Fresu. Nel 2001 incontra il fonico Federico Savina, docente presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, col quale approfondisce le tecniche di musica applicata[1].

Nel 2002, terminati gli studi, si trasferisce a Roma dove, dopo aver lavorato per un breve periodo come turnista negli studi discografici romani, e come accompagnatore poli-strumentista in spettacoli di diversi autori attivi nella scena nazionale del teatro comico di narrazione, debutta come direttore d'orchestra all'Auditorium Parco della Musica con la sua opera su Oliver Twist. Melozzi inizia a comporre, inoltre, opere liriche, opere sacre, colonne sonore per cortometraggi, lungometraggi e spettacoli teatrali, inizia quindi a collaborare con vari registi[1]. Nel 2004 fonda il duo di musica elettronica Lisma Project insieme al dj Stefano De Angelis, inoltre nel 2007 fonda a Roma l'etichetta discografica indipendente "Cinik Records"[2], con la quale produce in pochi anni una trentina di titoli.

Nell'ottobre del 2007 in occasione della riapertura del Duomo di Teramo compone la Sinfonia Concertante Il Nuovo Tempio, scritta in soli 11 giorni nel mese di agosto.

Insieme a Giovanni Sollima, Melozzi è stato fondatore del gruppo "100 Cellos"[3], e promotore della prima maxi-reunion di violoncellisti in Italia, che si è tenuta al Teatro Valle dal 16 al 18 marzo 2012, e ha radunato più di 140 violoncellisti provenienti da tutto il mondo. L'edizione del 2013 ha visto i 100 violoncelli sul palco del Concertone del Primo Maggio a Roma in Piazza San Giovanni di fronte a una platea di oltre 800.000 persone. I 100 Violoncelli hanno proseguito l'attività artistica al di fuori del Valle, approdando alla Triennale di Milano (2014) al Teatro Regio di Torino (in diretta su Rai5), alla piazza del Duomo di Budapest (10.000 persone) al Ravenna Festival di Riccardo Muti (dove sono stati protagonisti di una permanenza artistica di una intera settimana "occupando" pacificamente la città) e al Circo Massimo di Roma per il countdown del Capodanno 2017 di fronte a 80.000 persone. Dal 9 al 14 luglio 2018 il gruppo dei 100 Cellos ha suonato per Como, occupando il teatro Sociale e i luoghi intorno al Duomo. E ancora lo Sferisterio di Macerata, il Teatro di Verdura di Palermo e la Sumida Triphony Hall di Tokio.

Si fa promotore del primo laboratorio al mondo di composizione musicale collettiva, dove compositori di tutte le età e astrazioni artistiche, compongono collettivamente, al servizio di un regista e di uno spettacolo teatrale: un nuovo sistema di composizione musicale, che ha destato la curiosità e l'apprezzamento del regista Fausto Paravidino, con il quale Melozzi inizia la collaborazione e per il quale firma anche le musiche de "I Vicini"[4], Il Senso della Vita di Emma, La Ballata di Johnny e Gill.

Per il cinema ha composto colonne sonore per una decina di lungometraggi ed una quarantina di cortometraggi, molti dei quali hanno ricevuto riconoscimenti importanti; in particolare ricordiamo: il Nastro d'argento e il New York Short Film Festival con Il gioco di Adriano Giannini, il Premio Roma Videoclip come rivelazione per la miglior colonna sonora con La casa sulle nuvole di Claudio Giovannesi, l'Ovidio d'argento e la Menzione Speciale per la Colonna Sonora all'Olimpia Film Festival per L'uomo fiammifero di Marco Chiarini, il Busto Arsizio Film Festival (BAFF) come miglior colonna sonora con Le cose in te nascoste di Vito Vinci (premio assegnato direttamente da Luis Bacalov), la candidatura al David di Donatello per il miglior documentario di lungometraggio per il documentario Diario di un curato di montagna e tanti altri ancora. Del 2014 è l'incontro con il regista Gianni Di Gregorio (Pranzo di Ferragosto), per il quale firma la colonna sonora del terzo lungometraggio, "Buoni a Nulla".

Nel 2011 il West Australian Ballet gli commissiona la composizione del balletto sinfonico in due atti "Pinocchio"[5]. L'opera, coreografata da Ivan Cavallari, con le scene di Edoardo Sanchi, viene rappresentata con successo nel settembre 2012 a Perth, all'His Majestic Theatre[6], dalla West Australian Symphony Orchestra. L'opera viene ripresa nel 2014 dalla compagnia francese Ballet du Rhin[7], nata in seno all'Opera National du Rhin, e viene rappresentata in una tournée (Colmar, Mulhouse, Opéra di Strasburgo)[8] facendo registrare sempre il tutto esaurito.

Nel 2012, inoltre è chiamato come direttore d'orchestra durante il Festival di Sanremo 2012 per accompagnare Noemi in Sono solo parole, brano scritto da Fabrizio Moro; il brano durante la serata dei duetti nazionali viene eseguito in una versione rivisitata in duetto con Gaetano Curreri. Nella serata dei duetti internazionali, invece, Noemi duetta con Sarah Jane Morris in To Feel in Love (brano arrangiato da Melozzi insieme a Noemi), versione inglese di Amarsi un po' di Lucio Battisti, e in Fast Car di Tracy Chapman (brano arrangiato da Enrico Melozzi).[9] Anche nel 2014 Melozzi torna a dirigere a Sanremo per Noemi i brani "Bagnati dal Sole" e "Un Uomo è un Albero", di cui cura una versione speciale arrangiata per l'Orchestra di Sanremo (nel finale è presente un assolo di cornette che richiama le sonorità dei Beatles, non presente nella versione discografica). Nello stesso anno firma anche l'arrangiamento per archi dei brani "Acciaio" e "Bagnati dal Sole", pubblicato nell'album "Made in London" di Noemi, e del brano "Ho Scelto Me" di Rocco Hunt.

Nel 2016 fonda a Roma l'Orchestra Notturna Clandestina, di cui è direttore musicale. Per sostenere l'orchestra economicamente organizza a Roma i Rave Clandestini di Musica Classica, vero e proprio esperimento sociale in cui la musica classica è protagonista di un mega concerto di oltre 15 ore.

Nel 2017 debutta al Teatro Regio di Parma con la sua opera "Il Piccolo Principe".

Nel 2019 viene invitato da Achille Lauro a dirigere l'Orchestra del Festival di Sanremo, per il quale orchestra la canzone Rolls Royce, esibendosi tra gli altri con Morgan. Nel 2020 è il direttore con più artisti a Sanremo, e conquista il podio per la seconda volta dirigendo "Ringo Starr", brano dei Pinguini Tattici Nucleari. Nello stesso anno debutta al Teatro Sociale di Como la sua "Opera Crime", la prima opera lirica interattiva al mondo; al Donizetti Opera Festival, collabora con Elio e Rocco Tanica alla ricostruzione del quintetto perduto de Le nozze in villa di Gaetano Donizetti, andate in scena al Teatro Gaetano Donizetti di Bergamo. Nel 2021, l'anno dopo, dirige a Sanremo gli artisti Fasma (in gara con il brano "Parlami") e il gruppo rock Måneskin, in gara con il brano "Zitti e buoni", per cui realizza uno speciale arrangiamento di archi: quest'ultimo risulterà proprio vincitore della 71ª edizione, con il 53% del televoto.

Il 28 luglio 2021 gli viene affidato l'incarico di Maestro Concertatore della Notte della Taranta, ruolo che condividerà con la cantautrice Madame.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 - C'è solo molta confusione
  • 2010 - Sinfonia Concertante in C minor
  • 2017."A Clandestine Night in Rome", album di Giovanni Sollima accompagnato dall'Orchestra Notturna Clandestina, diretta da Enrico Melozzi. (Decca/Universal/Cinik)
  • 2018 - 100Cellos, Live, Giovanni Sollima & Enrico Melozzi (Decca/Universal)

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]
  • 2010 - Fratelli d'Italia con Muro orientale

Come duo "Lisma Project"[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Come "Supplemento Rapido"[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - Lisma Vive (album di Lisma Project)
  • 2009 - Upwards (album di Luisiana Lorusso)
  • 2009 - Tintura madre (album di Claudio Filippini)
  • 2009 - Ambu-danza (singolo di Cinzia Leone)
  • 2009 - 45 Haiku (album di Aldo Cusano)
  • 2010 - Engineering Institute of Joint (album di EIJ)
  • 2010 - Atlante (album di Luigi Pizzaleo & Ensemble Cafè Lunaire)
  • 2010 - Amigdala (album di Trem Azul)
  • 2010 - Esta soy yo (album di Jenny B)
  • 2011 - Cello Songs (album di Sarah Jane Morris)
  • 2013 - 100 Cellos con Giovanni Sollima Live at Teatro Valle Occupato
  • 2013 - "Die Andere Heimat Original Soundtrack" di Michael Riessler per Edgar Reitz.
  • 2014 - "Io vengo dal Sud" EP del cantautore Nosenzo.
  • 2015 - "Onyricon" album del compositore Giovanni Sollima (Decca/Universal/Cinik)
  • 2016 - "No Gender" album dell'organettista e fisarmonicista Danilo Di Paolonicola (Cinik/Edel).
  • 2017 - "Il Caravaggio Rubato" album del compositore Giovanni Sollima (Decca/Universal/Cinik)[10].
  • 2017."A Clandestine Night in Rome", album di Giovanni Sollima accompagnato dall'Orchestra Notturna Clandestina, diretta da Enrico Melozzi (Decca/Universal/Cinik)[11].
  • 2018 - 100Cellos, Live, Giovanni Sollima & Enrico Melozzi (Decca/Universal)
  • 2020 - Paolo Palumbo ft Achille Lauro Quella notte non cadrà.

Opera Lirica[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 - Il Piccolo Principe, opera in un atto su libretto di Stefano De Luca, Teatro Regio di Parma[12].[13]
  • 2018-2019 Don Giovanni all'Inferno su libretto di Marco Berardi
  • 2020 - Opera Crime, opera multimediale in un atto su libretto di Marco Berardi e testi di Stefano de Angelis. Teatro Sociale di Como (21 febbraio 2020)[14].
  • 2020 - Le Nozze in Villa di Gaetano Donizetti, completamento del finale dell'opera andato perduto, in collaborazione con Elio e Rocco Tanica, Teatro Donizetti di Bergamo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

  • 2000 - Lo spazzolino da denti (film drammatico diretto da Marco Chiarini)
  • 2002 - Esercizi di magia (titolo originale Sei pezzi facili) (di Marco Chiarini)
  • 2004 - Dediche d'amore (commedia di Alessandro Merluzzi)
  • 2004 - Là Fuori (film drammatico di Christian De Mattheis)
  • 2009 - L'uomo fiammifero (film fantasy diretto da Marco Chiarini)
  • 2009 - La casa sulle nuvole (film drammatico di Claudio Giovannesi)
  • 2009 - Fratelli d'Italia (documentario di Claudio Giovannesi)
  • 2009 - La Madonna della Frutta (film drammatico di Paola Randi)
  • 2009 - Diario di un curato di montagna (documentario di Stefano Saverioni)
  • 2009 - Il Gioco, (western di Adriano Giannini)
  • 2010 - Colpa Nostra di Giuseppe Caporale e Walter Nanni
  • 2011 - Il viaggio di Kalibani (documentario drammatico italo/polacco in lingua tedesca di Alessandro De Michele)
  • 2011 - Omero bello di nonna (film fantasy diretto da Marco Chiarini)
  • 2011 - Faccio un salto all'Avana (commedia con regia di Dario Baldi)
  • 2011 - Papà (commedia di Emanuele Palamara)
  • 2012 - Fulgenzio (commedia di Aldo Iuliano)
  • 2013 - Hakuna Matata (film drammatico di Aldo Iuliano)
  • 2014 - Buoni a Nulla (commedia di Gianni di Gregorio)
  • 2014 - La Smorfia (cortometraggio di Emanuele Palamara)
  • 2015 - Io sono Mabin (cortometraggio di Elio Germano)
  • 2016 - Penalty (cortometraggio di Aldo Iuliano)
  • 2016 - Next Time (cortometraggio di Adriano Giannini)
  • 2017 - È Piccerella, di Elvira Notari, nuova colonna sonora commissionata da ZDF-ARTE[15]
  • 2020 - Space Monkeys, lungometraggio di Aldo Iuliano

Come duo "Lisma Project"[modifica | modifica wikitesto]

Musica per Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Musica per Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Catalogo delle Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1996 - Levigazioni (per flauto, pianoforte e violoncello)
  • 1997 - Variazioni su temi di Ennio Morricone (per pianoforte e violoncello)
  • 1997 - 3 immagini per violoncello e pianoforte (per violoncello e pianoforte)
  • 1997 - Piccola storia (per flauto, pianoforte e violoncello)
  • 1998 - Luna Bassa (rossa) (per pianoforte)
  • 1999 - Il grande Abete Rosso (fiaba sinfonica per voce recitante e orchestra)
  • 1999 - Improvvisazioni Telegrafiche (per clarinetto, pianoforte ad libitum)
  • 2000 - RagTime per 6 (per piccolo ensemble jazz)
  • 2002 - 3+3, come la forma cambia ciò che esprime (per pianoforte, 3 pianisti bambini, 3 pianisti adulti e orchestra)
  • 2003 - 26 novembre 2003 (per due violini, viola, violoncello e chitarra)
  • 2004 - Lisma Vive (per elettronica, visual art e 5 improvvisatori. In collaborazione con Stefano De Angelis (Lismaproject))
  • 2005 - La storia in musica di Oliver Twist (Concerto multimediale per voci, 2 flauti, archi, percussioni, pianoforte preparato, elettronica)
  • 2005 - Ride-Side (per 2 flauti, orchestra ed elettronica)
  • 2006 - Diverse Tonalità di Viola (per quartetto d'archi, trio jazz, 2 violini) Commissione: Paolo Fresu.
  • 2006 - FLATS (per pianoforte, elettronica e rock band. In collaborazione con Stefano De Angelis (Lismaproject) e Claudio Filippini)
  • 2006 - Instant Versatile (per 2 flauti. Dedicato a Maxence Larrieau)
  • 2007 - Io sono Nero (per voci radiofoniche, elettronica, violoncello e percussioni. In collaborazione con Stefano De Angelis (Lismaproject))
  • 2007 - Sinfonia Concertante (per organo, orchestra d'archi e percussioni)
  • 2007 - Syria (per pianoforte, violino e violoncello)
  • 2011/2012 - Pinocchio - The Ballet (per orchestra sinfonica ed organo meccanico)
  • 2014 - The Sound of Falling Walls (per due violoncelli solisti e orchestra di violoncelli).
  • 2014 - Melozzi-Brahms trascrizione dell'Andante dal concerto per pianoforte n.2, per due violoncelli solisti e orchestra di violoncelli.
  • 2015 - Follia della Battaglia. Per oboe, violino e orchestra. Commissione: Orchestra su strumenti originali Silete Venti!
  • 2015 - The never-ending Childhood, per violoncello e pianoforte
  • 2015 - Lighea Variations, per violoncello e pianoforte
  • 2016 - Minuetto nel cassetto, per violoncello e pianoforte
  • 2016 - The never-ending Childhood, versione per violoncello e orchestra
  • 2017 - Il Piccolo Principe, Opera Lirica, per orchestra, coro di voci bianche, 6 cantanti. Commissione: Teatro Regio di Parma.
  • 2018 - Trough My Door, balletto di Alessio Di Stefano, per violoncello e orchestra.
  • 2018 - La Fiaba del Colibrì, fiaba musicale per attore e dieci strumenti (doppio quintetto d'archi e fiati). Commissione: Colibrì Ensemble.
  • 2019 - Opera Crime, opera lirica
  • 2019 - Don Giovanni all'Inferno, opera lirica

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Scheda di Enrico Melozzi, su trovacinema.repubblica.it.
  2. ^ Cinik Records, su cinikrecords.it.
  3. ^ Amadeus, Alla carica con 100 violoncelli, in http://amadeus1.indesign.it/news/2014/alla-carica-con-100-violoncelli, 20 maggio 2014.
  4. ^ Massimo Bertoldi, “I vicini” di Paravidino affascinano il pubblico, in http://altoadige.gelocal.it/tempo-libero/2014/05/10/news/i-vicini-di-paravidino-affascinano-il-pubblico-1.9201753, 10 maggio 2014.
  5. ^ Enrico Melozzi - Pinocchio The Ballet - excerpts from the Opera by Enrico Melozzi Full on SoundCloud - Hear the world's sounds
  6. ^ Copia archiviata, su altraparola.it. URL consultato il 18 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).
  7. ^ Culturbox, Pinocchio a la filature de Mulhouse, su culturebox.francetvinfo.fr, Casa Musicale Sonzogno - Cinik.
  8. ^ Egle Santolini, “Pinocchio”, opera-balletto tra Rossini e Nino Rota, in http://www.lastampa.it/2014/03/05/spettacoli/pinocchio-operaballetto-tra-rossini-e-nino-rota-MHNqWpWRkpLcRxKMVwBjtJ/pagina.html, 5 marzo 2014.
  9. ^ Enrico Melozzi a Sanremo, su altraparola.it.
  10. ^ Il Caravaggio rubato Sollima - Universal Music Classica - Album, cd, su www.universalmusic.it. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  11. ^ A clandestine night in Rome Sollima & Melozzi - Universal Music Classica - Album, cd, su www.universalmusic.it. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  12. ^ Parma, al Regio Young l'opera Il Piccolo Principe in prima assoluta, in Repubblica.it, 6 giugno 2017. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  13. ^ Diary: Teatro Regio di Parma, su operabase.com. URL consultato il 30 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2017).
  14. ^ Opera lirica con delitto, un successo per la prima al Sociale - Ciao Como, su CiaoComo, 22 febbraio 2020. URL consultato il 2 marzo 2020.
  15. ^ La Cineteca Nazionale a Francoforte con una rassegna su Elvira Notari – Portale Cinema Muto Italiano, su www.ilcinemamuto.it. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  16. ^ Fabiana Dantinelli, Recensione | I vicini di Fausto Paravidino, in Fermata Spettacolo, 26 aprile 2016. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  17. ^ (FR) La Boucherie de Job, su La Commune - Aubervilliers - centre dramatique national. URL consultato il 16 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2017).
  18. ^ Redazione, INSANAmente Riccardo III: Roberta Torre negli abissi umani - Teatro e Critica, in Teatro e Critica, 13 giugno 2013. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  19. ^ Volano sui nostri sogni gli «Uccelli» di Aristofane a Siracusa, in Il Sole 24 ORE. URL consultato il 16 ottobre 2017.
  20. ^ Astrelia.com, Il Natale romano avrà la musica del maestro teramano Enrico Melozzi. - ilQuotidiano.it, su www.ilquotidiano.it. URL consultato il 16 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9253149719124311130007 · ISNI (EN0000 0004 6044 2978 · WorldCat Identities (ENviaf-9253149719124311130007