Enrico Cassani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Cassani
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 2003
Carriera
Squadre di club
1997-2000Team Polti
2001-2002Domo
2003Alessio
 

Enrico Cassani (Melzo, 15 febbraio 1972) è un ex ciclista su strada italiano. Inizia a correre a Cassano d'Adda, per poi passare da Juniores alla Ciclistica Trevigliese, categoria che lo lancia all'attenzione nazionale grazie ad un titolo regionale nella Coppa Adriana (cronosquadre) ed un titolo regionale e Italiano nella cronometro individuale nello stesso anno con sette vittorie totali (1990) Professionista dal 1995 al 2003, l'unica sua vittoria in carriera fu una tappa al Giro d'Italia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Buon passista, debuttò tra i professionisti nel 1997 con il Team Polti, dove svolgeva compiti di gregariato.

Il momento più importante della sua carriera è datato 26 maggio 2000, quando regolò i sedici compagni di fuga, imponendosi nella dodicesima tappa del Giro d'Italia 2000[1].

Nel 2001 passò alla Domo-Farm Frites, con la quale ottenne buoni piazzamenti e si distinse per l'aiuto fornito al proprio capitano Johan Museeuw nelle classiche del Nord[2][3].

Nel novembre 2002, firmò con il team Alessio[4].

Tuttavia nel seguente mese di marzo fu trovato positivo a due controlli antidoping, effettuati durante la Tirreno-Adriatico e la Milano-Sanremo, che evidenziarono l'assunzione di EPO e provocarono la sospensione dalla propria squadra[5]. La successiva squalifica lo esclude dalle competizioni per un anno, con scadenza a giugno 2004[6].

Al termine della squalifica entrò in contatto con la squadra Vini Caldirola[7] senza tuttavia trovare l'accordo, situazione che di fatto pose fine alla carriera.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Campione d'Italia Cronometro individuale
Campione Europeo militari crono squadre
Coppa Caduti Nervianesi
Gp Papà Cioli
Gran Premio Delfo
Gran Premio Artigiani Sediai e Mobilieri
Coppa Mobilio Ponsacco

Con 4 successi stagionali e ben 12 podi

3º classificato Etoile de Besseges
2º classificato 4 jours de Dunkerque
12ª tappa Giro d'Italia (Bibione > Feltre)
3^ Kuurne Bruxelles Kuurne
7^ Ronde van vlaanderen
10^ Paris Roubaix
2^ alla terza tappa tour de Suisse
2^ trofeo Pantalica
5^ Freccia del Brabante

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1997: 106º
1998: fuori tempo (17ª tappa)
1999: 69º
2000: 76º
2000: ritirato (12ª tappa)
2001: 143º
2002: 124º
1999: non partito (14ª tappa)

Classiche[modifica | modifica wikitesto]

1997: 149
1998: 99º
2000: 13º
2001: 105º
2002: 24º
1998: 29º
1999: 30º
2000: 36º
2002: 7º
2003: 23º
1999: 28º
2001: 20º
2002: 10º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 12ª tappa - 26 maggio: Bibione-Feltre, 184 km, Cyclingnews.com, 26 maggio 2000.
  2. ^ (EN) «Dominio toscano nelle Fiandre», Cyclingnews.com, 7 aprile 2002
  3. ^ (EN) «Johan Museeuw domina l'edizione del centenario», Cyclingnews.com, 14 aprile 2002
  4. ^ (EN) «Cassani al team Alessio», Cyclingnews.com, 30 novembre 2002
  5. ^ (EN) «Trovato EPO nelle urine di Cassani», Cyclingnews.com, 18 aprile 2003.
  6. ^ (EN) «UCI Doping news», Cyclingnews.com, 1º novembre 2003
  7. ^ (EN) «No Vini Caldirola for Cassani», Cyclingnews.com, 2 gennaio 2004.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]