Enjera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Injera
Alicha 1.jpg
Origini
Altri nomiEnjera
Luoghi d'origineEtiopia Etiopia
Eritrea Eritrea
Dettagli
Categoriaprimo piatto
Ingredienti principalifarina di teff, acqua, carne e verdure

L'Injera (in ge'ez: እንጀራ, ənǧära) è il piatto base della cucina etiope ed eritrea e viene preparata con la farina di teff, un cereale originario degli altopiani etiopici.[1][2]

Con farina e acqua si ottiene un impasto cremoso che viene lasciato fermentare per 24 ore; per la cottura viene versato e spalmato su larghe piastre scaldate, chiuse da un coperchio (quelle tradizionali si chiamano mogogo), in modo che il calore sia più forte sul lato inferiore a contatto con la piastra e più diffuso sul lato superiore. In pochi minuti di cottura si ottiene una larga crêpe spugnosa di colore grigiastro, con numerose bollicine e un sapore leggermente acidulo, dovuti alla fermentazione.

L'injera è un ingrediente base dello zighinì[1], uno dei piatti della cucina eritrea.[2] Generalmente accompagna altre pietanze quali carne (dorowot, segawot) o verdure. Rotoli di injera vengono serviti a parte e, strappati a brandelli, servono per portare il cibo alla bocca.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Injera: un pane africano, su eritreiticino.ch. URL consultato il 5 novembre 2019.
  2. ^ a b Ricetta Pane injera etiope, su Donna Moderna. URL consultato il 5 novembre 2019.
  3. ^ Jean-Bernard Carillet, Etiopia e Eritrea. URL consultato il 5 novembre 2019.
  4. ^ Jean-Bernard Carillet, Etiopia e Gibuti. URL consultato il 5 novembre 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]