Enea Silvio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Enea Silvio (in latino Aeneas Silvius) è il terzo dei mitici re albani e, secondo la leggenda, è nipote di Ascanio e nipote di Enea in quanto figlio di Silvio figlio di Lavinia, figlia di Latino e seconda moglie di Enea. Pur non essendo citato da Ovidio nei re albani, Dionigi di Alicarnasso gli attribuisce un regno di circa 31 anni (presumibilmente fra il 1112 a.C. ed il 1081 a.C.) [1]. Secondo Dionigi e Livio, il suo erede al trono è nominato Latino Silvio (in latino Latinus Silvius).

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Anchise[2]
Afrodite/Venere
Latino
Creusa
Enea[2]
Lavinia[2]
Ascanio,[2] o Iulo
Silvio
Silvio
Enea Silvio
Bruto di Troia
Latino Silvio
Alba
Atys
Capys
Capeto
Tiberino Silvio
Agrippa
Romolo Silvio
Aventino
Proca
Numitore[2]
Amulio[2]
Rea Silvia[2]
Ares/Marte
Hersilia
Romolo
Remo
re di Roma

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re latini Successore LupaCapitolina.png
Silvio 1112 a.C. - 1081 a.C. Latino Silvio