Emy Eco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emy Eco, nome d'arte di Emilia Eco (Alessandria, 9 novembre 1936), è un'attrice italiana che è stata attiva nel cinema ed in televisione dagli anni sessanta in poi. È sorella dello scrittore ed accademico Umberto Eco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Come doppiatrice ha doppiato Patricia Bueno nella telenovela Dona Beija e nei cartoni animati è stata la voce di Linda in Sesamo apriti, di Belle nell'anime giapponese Charlotte e di Choppy ne La Principessa Zaffiro (56 episodi).

In teatro debutta nel 1960 da protagonista nella commedia Una rosa per Patrizia al teatro Pirandello di Roma, dove nel 1969 sarà protagonista di Cassandra 2000 per la regia di Trapani con Tony Cucchiara e i Pooh. Lavora al Piccolo Eliseo per quattro anni in una serie di gialli di Agatha Christie con Paola Quattrini, Laura Carli e Micantoni. Partecipa inoltre alla commedia Re Cervo per la regia di Andrea Camilleri insieme ad artisti come Gigi Proietti ed Arnoldo Foà.

Contemporaneamente partecipa a trasmissioni radiofoniche delle quali è anche a volte autrice (come Dama di Cuori e i Monologhi con Maurizio Costanzo).

Per il cinema è stata interprete in I fuorilegge del matrimonio e Metempsyco, entrambi del 1963.

In televisione è apparsa negli sceneggiati televisivi RAI Melissa (del 1966, regia di Daniele D'Anza), La fiera della vanità (1967, regia di Anton Giulio Majano), Sheridan, Squadra omicidi (1967, episodio Recita a soggetto, regia di Leonardo Cortese), I racconti del maresciallo (1968, episodio I Ravanin, regia di Mario Landi), Ti piace la mia faccia (1971, di Marchesi, Clericetti e di cui è anche coautrice), autrice e attrice di numerose ospitate in televisione fra le quali quattro puntate con I Gufi (Svampa e Patruno), una commedia per i Culturali Tv con Macario dove anche qui è la protagonista femminile.

Per la rivista fa ditta con Kessler, Villaggio e Massimini; Nude look ditta con Walter Chiari e Caiafa di cui è anche la protagonista femminile.

Per il cabaret partecipa come protagonista femminile per quattro anni al Puff prima Enrico Montesano, poi Lino Banfi e infine con Gianfranco D'Angelo; altri spettacoli con Leo Valeriano in via del Mattonato. Altri vari spettacoli da autrice e protagonista quali Di vita si muore, Lassù qualcuno ci chiama e Al cabaret "La Chanson"

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]