Emmanuelle de Villepin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Emanuelle de Villepin (Francia, 1959) è una scrittrice francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in Francia nel 1959[1], trasferitasi giovanissima a Ginevra, si è laureata in legge per poi spostarsi a New York[2].

Tornata in Italia, ha esordito nel 2006 con il romanzo Tempo di fuga.

Con La ragazza che non voleva morire ha vinto nel 2009 il Premio Fenice-Europa mentre nel 2014 La vita che scorre è stato insignito del Premio Rapallo[3].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Cugina dell'ex Primo ministro francese Dominique de Villepin[4], è sposata con l'imprenditore Rodolfo De Benedetti[5]. La coppia ha tre figlie: Neige, anch'essa scrittrice[6], Alix e Mita.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La notte di Mattia, su skira.net. URL consultato il 30 giugno 2017.
  2. ^ Biografia dell'autrice, su wuz.it. URL consultato il 30 giugno 2017.
  3. ^ Emmanuelle de Villepin si aggiudica il premio letterario Rapallo-Carige, su ligurianotizie.it. URL consultato il 30 giugno 2017.
  4. ^ La vita che scorre di Emmanuelle de Villepin, su marieclaire.it. URL consultato il 30 giugno 2017.
  5. ^ Biografia di Rodolfo De Benedetti su cinquantamila.corriere.it
  6. ^ Emmanuelle e Neige: un legame profondo nella vita e nel lavoro, su huffingtonpost.it. URL consultato il 30 giugno 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]