Emily Ruete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emily Ruete

Emily Ruete, nota anche come Salme (Zanzibar, 30 agosto 1844Jena, 29 febbraio 1924), fu una principessa, figlia del sultano di Zanzibar,[1] che visse nel XIX secolo.

Scrisse un libro autobiografico dal titolo Memorie di una principessa araba, descrivendo la propria vita a corte.[2] Quest'opera ha un grande valore per lo studio delle monarchie di Zanzibar e Oman, poiché si tratta dell'unico testo di questo genere scritto da una donna (sia a Zanzibar che nell'Oman, alle donne non veniva insegnato a scrivere, e l'unica lettura loro consentita era quella del Corano). A Salme è dedicata una stanza del Museo del Palazzo (Palace Museum) di Stone Town, a Zanzibar, un tempo dimora della famiglia del sultano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Royal Ark
  2. ^ Memoirs of an Arabian Princess: An Autobiography, su World Digital Library, 1888. URL consultato il 19 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN59135369 · LCCN: (ENn83149451 · GND: (DE118852736 · BNF: (FRcb122290351 (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie