Emilio Rosini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Rosini

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature II
Gruppo
parlamentare
PCI
Collegio Verona
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Italiano
Titolo di studio laurea in giurisprudenza
Professione avvocato

Emilio Maria Pacifico Rosini (Falconara Marittima, 1º marzo 1922Venezia, 5 ottobre 2010) è stato un avvocato, politico e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Emilio Rosini ha ottenuto la laurea in Giurisprudenza all'Università di Bari.[1]

Dal 1951 al 1965 ha presieduto la carica di consigliere del Comune di Padova,[1] e dal 1953 al 1959 ha svolto le mansioni di deputato.[1]

Nel 1966 viene radiato dal Partito Comunista per indisciplina.[1]

Nel 1968 ha insegnato "Scienza delle Finanze e Diritto Fiananziario" all'Università di Urbino.[1]

Nel 1975 presiede la carica di consigliere del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Veneto,[1] di cui diventerà presidente nel 1986.[1] Nel 1980 è stato Consigliere di Stato.[1] Nel 1992 ha poi assunto il ruolo di presidente Onorario del Consiglio di Stato.[1]

Dal 1993 al 1997 è stato vicesindaco di Venezia.[2]

È stato inoltre presidente onorario dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR).[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]