Emilio Da Re

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Da Re
Emilio Da Re.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Ritirato 1991
Carriera
Giovanili
Giallo e Blu.png Santa Giustina
Conegliano
Squadre di club1
1977-1979 Conegliano 64 (8)
1979 Campobasso 3 (0)
1979-1980 Mestrina 27 (8)
1980-1981 Mestre 32 (9)
1981-1989 Padova 280 (31)
1989-1991 Trento 51 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 febbraio 2014

Emilio Da Re (Vittorio Veneto, 25 marzo 1958) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore o centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la sua carriera nel Santa Giustina di Vittorio Veneto esordendo in Terza Categoria.[1] Successivamente passa al Conegliano dove gioca in Serie D e Serie C2.

Passa nel 1979 ma solo per tre mesi al Campobasso in Serie C1 per poi essere ceduto al Mestre in Serie C2.

Nel 1981 approda al Padova dove gioca tra Serie C1 e Serie B, otto stagioni diventando anche capitano della squadra.

Con i biancoscudati ottiene due promozioni in Serie B e disputa la Coppa Anglo-Italiana nella stagione 1983-1984 arrivando in finale.

Chiude la carriera nel 1991 al Trento in Serie C1.

Con il Padova ha giocato 136 partite in Serie B segnando 11 gol.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Economia e Commercio all'Università degli Studi di Venezia, vive a Selvazzano Dentro in (Provincia di Padova), dove si occupa di servizi assicurativi bancari e finanziari.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Padova: 1982-1983, 1986-1987

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pino Lazzaro, Nella fossa dei leoni. Lo stadio Appiani di Padova nel ricordo e nei ricordi dei tanti ex giocatori biancoscudati - Ediciclo, 2003
  • Biancoscudo, cent'anni di Calcio Padova, a cura di Massimo Candotti e Carlo Della Mea (contributi di Paolo Donà, Gabriele Fusar Poli, Andrea Pistore, Marco Lorenzi e Massimo Zilio), EditVallardi 2009.
  • Almanacco Panini 1989, 1990 e 1991

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]