Emil Vogel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Emil Vogel (Wriezen, 1859Nikolassee, 1908) è stato un musicologo tedesco.

Da giovane ha affrontato studi di filologia, trasferendosi a Berlino, oltre a compiere studi di musica sotto la guida di Philipp Spitta.

Soggiornò per lungo tempo in Italia, assieme al suo collega Franz Xaver Haberl; collaborarono nelle ricerche sulla musica rinascimentale della penisola.

Vogel, in particolar modo, approfondì le sue conoscenze anche sulla musica seicentesca, che concretizzò con alcuni trattati e monografie, quali: Claudio Monteverdi (1887) e Marco da Gagliano e la musica a Firenze dal 1570 al 1650.

Tra gli altri suoi lavori rilevanti, si annoverano vari cataloghi, tra i quali una delle musiche vocali profane realizzate in Italia dal XVI secolo al XVIII secolo.

Inoltre è stato il direttore della Biblioteca Musicale Peters a Lipsia ed ha collaborato con il Jahrbuch Peters.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Dizionario di musica", di A.Della Corte e G.M.Gatti, Paravia, 1956, pag.675

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Johannes Emil Vogel, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
Controllo di autorità VIAF: (EN17213856 · BNF: (FRcb10716498p (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie