Emidio Casula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emidio Casula
Emidio Casula.jpg

Sottosegretario di Stato del Ministero della Difesa
Durata mandato 18 maggio 2006 –
12 maggio 2008
Presidente Romano Prodi
Predecessore ??
Successore Giuseppe Cossiga

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XI
Gruppo
parlamentare
Partito Socialista Italiano
Coalizione Pentapartito
Circoscrizione Sardegna
Collegio Cagliari
Incarichi parlamentari
  • Segretario della Giunta delle elezioni dal 13 novembre 1992 al 14 aprile 1994
  • Segretario della VI Commissione (Finanze) dal 17 giugno 1992 al 28 giugno 1992
  • Componente della Giunta delle Elezioni dal 17 luglio 1992 al 14 aprile 1994
  • Componente della Giunta per le autorizzazioni a procedere in giudizio dal 19 ottobre 1993 al 14 aprile 1994
  • Componente della IV Commissione (Difesa) dal 9 giugno 1992 al 14 aprile 1994
  • Componente della VI Commissione (Finanze) dal 10 giugno 1992 al 28 giugno 1992
  • Componente della Commissione speciale per le politiche comunitarie dal 24 giugno 1992 al 14 aprile 1994
  • Componente del Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione ed il funzionamento della convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen dal 30 novembre 1993 al 14 aprile 1994
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PSI
Titolo di studio Laurea in ingegneria
Professione Ingegnere

Emidio Casula (Gonnosnò, 14 gennaio 1939) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in ingegneria mineraria, è iscritto all'albo degli ingegneri della provincia di Oristano; è stato inoltre docente di tecnologia meccanica a Cagliari e funzionario dirigente dell'Ente minerario sardo.

Iscritto al PSI dal 1963. In politica fece carriera con il Partito Socialista Italiano: divenne consigliere comunale e sindaco del suo paese oltreché consigliere regionale ed assessore della regione Sardegna.

Venne eletto deputato al termine delle elezioni politiche del 1992 e aderì al gruppo del PSI. Il mandato parlamentare durò per tutta l'XI Legislatura, sino al 14 aprile 1994.

Dopo l'inchiesta Mani Pulite e lo scioglimento del PSI, ha aderito ai Socialisti Democratici Italiani (di cui è stato segretario regionale sardo) e successivamente alla Rosa nel Pugno.

Condannato in primo grado e assolto in appello per abuso d'ufficio per asseriti favoritismi al compagno di partito Domenico Cadeddu (PM De Angelis e Poddighe)[senza fonte].

Componente dell'esecutivo nazionale dello SDI, alle elezioni politiche del 2006 si candidò alla Camera dei deputati con la RnP nella circoscrizione Sardegna, ma non venne eletto. Dal 18 maggio del 2006 ha fatto parte del secondo governo Prodi in qualità di sottosegretario alla Difesa.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Sottosegretario di Stato del Ministero della Difesa Successore Italy-Emblem.svg
?? 18 maggio 2006 - 12 maggio 2008 Giuseppe Cossiga