Emanuele Zanini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emanuele Zanini
Nazionalità Italia Italia
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
1995-1999 Gabeca Montichiari 2° all.
1999-2000 Italia Italia 2° all.
2000-2003 Gabeca Montichiari
2003-2004 4Torri Ferrara
2004-2005 Tirol Innsbruck
2005-2006 Lupi Santa Croce
2006-2007 Perugia Volley
2007-2008 Blu Volley Verona
2008-2011 Slovacchia Slovacchia
2008-2009 Pallavolo Modena
2010-2011 UV San Giustino
2011-2012 Gabeca Monza
2012-2013 VT Bratislava
2013-2014 Beauvais Oise UC
2013- Turchia Turchia
Statistiche aggiornate al 22 luglio 2016

Emanuele Zanini (San Giovanni del Dosso, 15 aprile 1965) è un allenatore di pallavolo italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo esser stato una giovane promessa calcistica, militando anche nelle giovanili del Milan, a 19 anni passa al volley, disputando alcuni campionati minori come giocatore.

Terminata a 24 anni l'attività agonistica, inizia la propria carriera come allenatore in alcune formazioni giovanili e di secondo piano, per poi affiancare Andrea Anastasi come assistente e preparatore atletico, dapprima alla Gabeca Pallavolo dalla stagione 1995-96 alla stagione 1998-99 e quindi in Nazionale, vincendo il Campionato europeo 1999, due World League e la medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Sidney.

Da primo allenatore, è sulla panchina della Gabeca Pallavolo nel triennio 2000-2003 e del Volley Ferrara nell'anno successivo, per poi passare al Volleyball Team Tirol che guida alla vittoria del campionato nazionale e della Coppa d'Austria nella stagione 2004-2005.

Tornato in Italia, allena nella massima serie il Volley Lupi Santa Croce nel campionato 2005-06 e il Perugia Volley in quello successivo, per poi scendere in serie A2 a guidare l'API Pallavolo Verona, con cui conquista la Coppa Italia di categoria; alla vigilia dell'ultima giornata di regular season, tuttavia, Zanini e la società scaligera risolvono consensualmente il contratto che li vedeva legati[1]. Nel frattempo, Zanini viene ingaggiato dalla Federazione pallavolistica della Slovacchia come allenatore della Nazionale maggiore maschile, dove rimane dal 2008 al 2011 conquistando due European League di pallavolo maschile, nel 2008 e nel 2011. Nel corso della stagione 2008-09, sostituisce Andrea Giani sulla panchina della Pallavolo Modena in seguito all'esonero di quest'ultimo e, dopo un anno senza incarichi in formazioni di club, nel campionato 2010-11 è alla guida dell'Umbria Volley, tornando poi nel 2011-12 alla Gabeca Pallavolo.

Nella stagione successiva si trasferisce in Slovacchia sulla panchina del Volley Team Bratislava [2]. Nonostante i due anni di contratto con opzione[3], a causa delle difficoltà economiche della formazione slovacca interrompe il proprio rapporto con il club[4][5] Nella stagione 2013-14 è alla guida della formazione francese del Beauvais Oise Université Club, che abbandona prima del termine della prima stagione di contratto[6]; parallelamente, nell'estate 2013 viene nominato allenatore della Nazionale di pallavolo maschile della Turchia[7]. Alla guida della formazione Under 23 conquista nel 2015 l'argento al Mondiale di categoria.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

2004-05
2004-05
2007-08

Nazionale (competizioni minori)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato stampa Marmi Lanza Verona, legavolley.it. URL consultato il 22 luglio 2016.
  2. ^ Emanuele Zanini e la Slovacchia: è feeling, dallarivolley.com. URL consultato il 22 luglio 2016.
  3. ^ Slovacchia: Zanini al Volley Team Unicef Bratislava, volleyball.it. URL consultato il 22 luglio 2016.
  4. ^ Slovacchia: Zanini lascia il Bratislava in difficoltà, volleyball.it. URL consultato il 22 luglio 2016.
  5. ^ Zanini lascia Bratislava, va a Istanbul?, dal15al25.gazzetta.it. URL consultato il 22 luglio 2016.
  6. ^ Francia: Zanini saluta Beauvais in anticipo, volleyball.it. URL consultato il 22 luglio 2016.
  7. ^ Emanuele Zanini appointed coach of Turkey's men team, fivb.org. URL consultato il 22 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]