Elvira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Elvira è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3][4][5][6] .

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Lance, oggetti da cui il nome potrebbe prendere spunto.

È un nome originario della penisola iberica, dall'origine dibattuta. Secondo la maggioranza delle fonti, sarebbe la forma spagnola di un nome germanico, in particolare visigoto, di incerta identificazione[1][8][10][9][5][6][12]. Potrebbe essere ricondotto ad un nome che appare nei documenti più antichi come Geloyra, Gelovira, Gelvira e Jelvira (perdendo poi la G iniziale per un processo comune in spagnolo; si pensi a enero, "gennaio", o enebro, "ginepro")[6]: esso potrebbe essere formato da gails ("lancia", "giavellotto") o gail ("allegro", postulato da gajlan, "rallegrarsi") e wêrs ("amica" o "amichevole") o wars ("prudente"), con possibili interpretazioni quali "amica della lancia"[2][3][6][4][13], "lancia soccorritrice"[5] o "amica allegra"[2], "allegra e amichevole"[6].

Alternativamente, la forma originale potrebbe essere Allovera, un composto di al ("tutto") e wer (un misto di varie radici, fra cui "vero")[8][11], una combinazione però non attestata nei paesi germanici[9]; altre fonti vi identificano il termine germanico alf ("elfo")[14], oppure i termini athal ("nobile") e wira ("guardiano")[7], o ancora lo considerano un derivato di Albreda, una forma medievale di Alfreda[9].

Interpretazioni minoritarie ipotizzano una derivazione semitica: alcune lo vogliono di origine araba[15], col significato di "la bianca"[14][15], altre di origine ebraica, da Elbirah, "tempio di Dio"[2]. Va inoltre notato che Elvira, o Illiberis, era un antico toponimo della città di Granada (un adattamento spagnolo dell'arabo Ilbirah[16]), al quale potrebbe essere dovuto l'uso spagnolo iniziale del nome[2][7].

Era molto diffuso durante il Medioevo[12], ma raggiunse una vera e propria popolarità solo nel XVII e XVIII secolo, quando venne reso celebre da varie opere teatrali, come il Don Giovanni di Mozart e Byron, il Dom Juan di Molière, I puritani di Bellini, L'Italiana in Algeri di Rossini, l'Ernani di Verdi e l'Ettore Fieramosca di D'Azeglio[2][3][4][9][6][12].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si può festeggiare in memoria di più figure, alle date seguenti:

Varie fonti riportano inoltre una sant'Elvira in data 27 gennaio; tale figura non appare però in alcun martirologio né nelle collezioni di santi dei bollandisti, e si tratta verosimilmente di un'invenzione[6].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Varianti femminili[modifica | modifica wikitesto]

Varianti maschili[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Accademia della Crusca, p. 634.
  2. ^ a b c d e f g Galgani, p. 244.
  3. ^ a b c d e f g La Stella T., p. 127.
  4. ^ a b c d e f g h De Felice, p. 8.
  5. ^ a b c Burgio, p. 142.
  6. ^ a b c d e f g Tagliavini, pp. 26-27.
  7. ^ a b c d e Albaigès i Olivart, p. 97.
  8. ^ a b c d (EN) Elvira, su Behind the Name. URL consultato il 16 novembre 2012.
  9. ^ a b c d e Sheard, p. 200.
  10. ^ a b (EN) Elvira, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 16 novembre 2012.
  11. ^ a b Förstemann, coll. 41, 158, 1258
  12. ^ a b c Hanks, Hardcastle, Hodges
  13. ^ De Felice, p. 143.
  14. ^ a b Yonge, pp. lii - 382.
  15. ^ a b Coleman, Veka, p. 7.
  16. ^ Diem, Schöller, p. 234.
  17. ^ a b Sante e beate di nome Elvira, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 15 luglio 2015.
  18. ^ (EN) Saint Elvira of Ohren, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 21 novembre 2018.
  19. ^ (EN) Blessed Elvira Moragas Cantarero, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 21 novembre 2018.
  20. ^ (EN) Blessed Elvira Torrentallé Paraire, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 1º marzo 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi