Elisabeth Schneider-Schneiter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elisabeth Schneider-Schneiter (2010)

Elisabeth Schneider-Schneiter (Basilea, 19 febbraio 1964) è una politica e avvocatessa svizzera, appartenente al Partito Popolare Democratico (PPD) e membro del Consiglio nazionale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Avvocato di professione, è stata eletta nel 1999 al Gran Consiglio del Canton Basilea Campagna, che ha presieduto dal 2006 al 2007. Dal 2007 al 2010 ha rappresentato il gruppo PDC / EPI al Gran Consiglio.

Il 29 novembre 2010 è stata eletta al Consiglio nazionale al posto di Kathrin Amacker, che ha rassegnato le dimissioni e viene poi rieletta nel 2015. È presidente della Commissione di politica estera del Consiglio Nazionale, fa parte della delegazione svizzera presso il Consiglio d'Europa a Strasburgo ed è membro della Presidenza del PPD svizzero.[1][2][3]

È inoltre presidente della Camera di commercio delle due Basilea ed abita nel commune di Biel-Benken (BL) con i suoi due figli.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Commissioni della politica estera CPE, su www.parlament.ch. URL consultato il 21 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2018).
  2. ^ Delegazione presso l'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa DCE, su www.parlament.ch. URL consultato il 21 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2018).
  3. ^ (DE) Parteipräsidium, su CVP Schweiz. URL consultato il 21 ottobre 2018.
  4. ^ Elisabeth Schneider-Schneiter punta a sostituire Doris Leuthard, in Corriere del Ticino: CdT.ch, 18 ottobre 2018. URL consultato il 21 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2018).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]