Elisa Simoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elisa Simoni
Elisa Simoni daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato 15 marzo 2013 –
22 marzo 2018
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Partito Democratico (Fino al 18/07/2017)
- Articolo 1 - MDP (Dal 18/07/2017)
Circoscrizione Toscana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico (dal 2019)
Precedenti:
DS (fino al 2007)
PD (2007-2017)
Art1 (2017-2018)
Titolo di studio Laurea in Scienze Politiche
Università Università degli Studi di Firenze

Elisa Simoni (Figline Valdarno, 26 luglio 1973) è una politica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureata in Scienze Politiche, ha conseguito un master post universitario in formazione e gestione delle risorse umane.[1]

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

È stata segretario dei Democratici di Sinistra del Valdarno Fiorentino e assessore nel comune di Incisa in Val d'Arno nella giunta del Sindaco Manuele Auzzi.[1]

Una volta entrata nel Partito Democratico ha seguito il solco della tradizione diessina: infatti non ha sostenuto Matteo Renzi né alle primarie del centrosinistra del 2012, quando invitò a votare Pier Luigi Bersani,[1] né alle primarie del PD del 2013, quando stette dalla parte di Gianni Cuperlo[2], né alle primarie del PD del 2017, quando sostenne Andrea Orlando.

Nel 2017 decide di lasciare il Partito Democratico, colpevole secondo lei di essere diventato un partito di ideologia più moderata, paragonandolo a Forza Italia, per approdare ad Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista[3]. Nel 2018 abbandona Art.1-MDP dopo le elezioni del 4 marzo. L'11 marzo 2019 ritorna nel Partito Democratico dopo l'elezione a Segretario di Nicola Zingaretti.

Assessore provinciale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006 al 2009 è stata assessore all'istruzione nella giunta di Matteo Renzi alla Provincia di Firenze, mentre nel 2009 diviene assessore al lavoro per la stessa amministrazione, nella nuova giunta guidata da Andrea Barducci.[1]

Deputata nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2012 si è candidata alle primarie per la scelta dei candidati parlamentari del Partito Democratico in vista delle elezioni del 2013, risultando, con 10.535 voti, la prima classificata in provincia di Firenze, davanti a Dario Nardella e a Rosa Maria Di Giorgi.[4] Eletta quindi alla Camera dei deputati, si è dimessa da assessore provinciale.

Nella XVII legislatura, da agosto 2017, è componente della Commissione permanente X Attività produttive. In precedenza è stata, per un breve periodo, nella XIV Commissione sulle Politiche dell'Unione Europea. Inizialmente, dal 7 maggio 2013 al 9 luglio 2015, ha fatto parte della XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) e, successivamente, della IX Commissione (Trasporti, poste e telecomunicazioni) fino al 21 luglio 2017. Dal 19 luglio 2013 al 20 aprile 2016 ha fatto parte anche della Commissione parlamentare per le questioni regionali e della Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo (dal 7 marzo 2014 al 6 novembre 2014).

Alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 è candidata nella lista Liberi e Uguali senza essere rieletta.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Non esiste un legame di parentela con Matteo Renzi se non di ottavo grado, essendo i loro nonni cugini[5]. La legge italiana considera la parentela solo fino al sesto grado[6].

E' soprannominata "la zarina"[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Primarie Pd. Vince Elisa Simoni davanti a Nardella, Di Giorgi e Fossati, la Gazzetta di Firenze. URL consultato il 4 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  2. ^ Andrea Turco, Simoni (Pd): “Renzi ci ruba anche la sinistra, minoranza cambi”, Termometro Politico, 19 marzo 2014. URL consultato il 4 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  3. ^ Elisa Simoni, cugina di Matteo Renzi, all'HuffPost: "Lascio il Pd, è diventato simile a Forza Italia", su huffingtonpost.it. URL consultato il 14 luglio 2017.
  4. ^ Primarie Parlamentari PD 2012 - TOSCANA - Provincia di FIRENZE, l'Unità. URL consultato il 23 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2014).
  5. ^ Parla la cugina (di sesto grado) di Matteo Renzi, su http://www.la7.it/laria-che-tira/. URL consultato il 18 dicembre 2015.
  6. ^ Successione dei parenti, su DirittieRisposte. URL consultato il 16 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  7. ^ Simoni: è guerriglia parlamentare, Matteo si inventa i nemici e li combatte, su La Verità. URL consultato il 27 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2017).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Elisa Simoni, Oltre il Jobs act: eresie per una sinistra nell'era digitale, Roma, Rubbettino, 2016. ISBN 978-88-49848-88-5

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]