Elisa Cusma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elisa Cusma
Elisa Cusma Piccione Berlin 2009.jpg
Elisa Cusma ai Mondiali di Berlino 2009
Nazionalità Italia Italia
Altezza 167 cm
Peso 49 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Mezzofondo (800 m - 1500 m)
Record
400 m 54"91 (2008)
400 m 57"94 (indoor - 2015)
600 m 1’25"90 (2006)
600 m 1'28"76 (indoor - 2010)
800 m 1'58"63 (2007)
800 m 1'59"25 Record nazionale (indoor - 2009)
1000 2'42"18 (indoor - 2013)
1500 m 4'04"98 (2009)
1500 4'17"17 (indoor - 2006)
4×400 m 3’39"94 (2012)
Ritirata 2015
Carriera
Società
1992-2004non conosciuta Mollificio Modenese Cittadella
2004-2015Esercito
Nazionale
2005-2015 Italia Italia 23
Palmarès
Europei indoor 0 0 1
DécaNation 0 1 0
Coppa Europa/Europeo
per nazioni
0 1 4
Coppa Europa indoor 0 1 0
Coppa dei Campioni per club 2 2 0
Giochi del Mediterraneo 2 0 0
Italiani assoluti 12 2 0
Italiani assoluti indoor 11 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 1º giugno 2011

Elisa Cusma Piccione (Bologna, 24 luglio 1981) è un'ex mezzofondista italiana, specializzata negli 800 e 1500 metri piani.

Ha vinto 8 medaglie a livello internazionale seniores: due titoli ai Giochi del Mediterraneo, un bronzo agli Europei indoor, un argento e tre bronzi in Coppa Europa/Europeo per nazioni ed un argento in Coppa Europa indoor.

Vanta 23 titoli italiani assoluti (indoor ed outdoor), tra individuali e staffette.

Detiene due record assoluti seniores: 800 metri piani indoor e staffetta 4x800 m per club.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi, il lavoro, la pausa agonistica e la ripresa degli allenamenti[modifica | modifica wikitesto]

Nata da padre campione italiano ed europeo di boxe nella categoria dei pesi leggeri nel biennio 1983-1984,[1] Elisa ha iniziato a praticare atletica leggera ad 11 anni in quinta elementare quando vinse una gara di corsa campestre[2]. Prima aveva provato con il nuoto, il pattinaggio e la danza[3]. Ha perso la mamma quando aveva 13 anni per un incidente sul lavoro[4]. Durante la sua prima parte di carriera ha gareggiato per il Mollificio Modenese Cittadella[1].
Una pausa agonistica è intervenuta a cavallo del biennio 1999-2000, quindi all'età di 19 anni si è dedicata agli studi e si è diplomata in agraria[1], poi è andata a lavorare come cameriera in un ristorante-pizzeria di Piumazzo, sua città natale, e successivamente in uno studio odontotecnico[5]. Nel 2004 dopo aver smesso di lavorare nel ristorante della sua città natale, decide di riprendere l'allenamento, dopo averlo abbandonato nel 2000[6].
Risiede a Castelfranco Emilia[1].

Ha una sorella, Denise, nata nel 2003 alla fine di una relazione (iniziata nel 2001) del padre Lucio con una cubana, relazione finita perché la compagna non andava d'accordo con Elisa[3].

Come hobby le piace ascoltare musica, leggere libri ed andare al cinema[7].

Tra il 2006 ed il 2011 ha partecipato a 6 edizioni della Coppa Europa più una di Coppa Europa indoor, vincendo complessivamente sei medaglie di cui due d'argento e quattro di bronzo.

2005-2006: il primo titolo assoluto, l'esordio con la Nazionale assoluta ed il primo tris di titoli[modifica | modifica wikitesto]

Vince il primo titolo italiano assoluto nel 2005 quando a Bressanone si aggiudica la medaglia d'oro sugli 800 m. A livello internazionale nello stesso anno esordisce con la Nazionale assoluta ai Giochi del Mediterraneo di Almeria in Spagna finendo settima sugli 800 m.
Ai Mondiali in Finlandia ad Helsinki esce in batteria.

Tris di titoli assoluti nel 2006: 800 m indoor (iscritta sui 1500 m, ma non ha gareggiato), 800 e 4x400 m all'aperto a Torino dove era tra le partecipanti anche sui 1500 m, ma non ha gareggiato.

Al Meeting Internazionale Città di Rieti è diventata la quarta atleta italiana di sempre a correre gli 800 m in meno di 2', stabilendo con 1'58”90 la seconda prestazione all-time. Sempre a livello internazionale gareggia ai Mondiali indoor di Mosca in Russia uscendo in batteria sugli 800 m e poi agli Europei in Svezia a Göteborg si ferma in semifinale.

2007-2008: i Mondiali giapponesi, i Mondiali indoor spagnoli, le Olimpiadi di Pechino e un'altra tripletta di titoli nel 2008[modifica | modifica wikitesto]

Altro tris di medaglie agli assoluti nel 2007: oro sugli 800 m indoor (iscritta anche sui 1500 m, ma non ha gareggiato), oro sempre sugli 800 m ed argento con la 4x400 m all'aperto.

Nel 2007 corre ai Mondiali in Giappone ad Osaka raggiungendo la semifinale degli 800 m, mentre agli Europei indoor di Birmingham in Gran Bretagna non era andata oltre la semifinale.

Altra tripletta di titoli assoluti nel 2008: oro sugli 800 m indoor (era le partecipanti sui 1500 m, ma non ha gareggiato), oro sugli 800 e con la 4x400 m all'aperto. Nella stagione indoor 2008 ha conquistato la finale degli 800 m al coperto ai Mondiali indoor di Valencia in Spagna, correndo in 2'00”36 e migliorando dopo 26 anni il record appartenente alla campionessa olimpica Gabriella Dorio.
Alle Olimpiadi cinesi di Pechino in Cina è arrivata sino alla semifinale degli 800 m.

2009: il record italiano “assoluto” sugli 800 metri indoor, il bronzo agli Europei indoor ed il doppio titolo ai Giochi del Mediterraneo[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 febbraio 2009, nell'esordio stagionale al BW-Bank Meeting di Karlsruhe in Germania, ha corso gli 800 m indoor in 1'59"25, ritoccando di un secondo il suo precedente record, e diventando così la prima donna italiana nella storia dell'atletica a scendere sotto il muro dei 2' minuti negli 800 m al coperto.
Il successivo 8 marzo conquista la medaglia di bronzo agli Europei indoor svoltisi in Italia a Torino.

Il 21 giugno 2009 a Leiria in Portogallo all'Europeo per nazioni con 4'08"72 stabilisce il suo personale sui 1.500 m giungendo terza e portando 10 punti all'Italia (sugli 800 m invece finisce settima).

Durante i Giochi del Mediterraneo, svoltisi in Italia a Pescara dal 26 giugno al 5 luglio 2009, fa doppietta di titoli su 800 e 1500 m[8].

Il 10 luglio 2009 si aggiudica il secondo posto sugli 800 m al Golden Gala di Roma.
Il 17 agosto 2009 si qualifica per la finale dei Mondiali tedeschi a Berlino, vincendo la terza semifinale. In finale, due giorni dopo, ottiene il sesto posto con il tempo di 1'58"81, suo primato stagionale e secondo tempo della carriera[9].

Poker di titoli durante gli assoluti sempre del 2009: accoppiata 800–1500 m indoor, 800 e staffetta 4x400 m all'aperto.

2010: un'altra tripletta di titoli agli assoluti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 non parte in batteria sugli 800 m sia ai Mondiali indoor a Doha in Qatar che agli Europei in Spagna a Barcellona.
Sempre in ambito internazionale, al DécaNation francese di Annecy conclude in seconda posizione sugli 800 m.

In Italia invece agli assoluti vince altre quattro medaglie con una tripletta: doppietta 800–1500 m agli indoor, oro sui 1500 ed argento con la 4x400 m all'aperto.

2011-2012: un altro titolo assoluto, l'Europeo per nazioni e il poker agli assoluti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 non prende parte agli assoluti indoor; agli assoluti di Torino invece vince la medaglia d'oro sui 1500 m e pur essendo tra le partecipanti negli 800 m, non gareggia.

In apertura di 2012 non termina la gara ritirandosi durante la batteria degli 800 m ai Mondiali indoor in Turchia ad Istanbul. Poker di titoli agli assoluti del 2012, come nel 2009: 800 e 1500 m indoor, 1500 e staffetta 4x400 m all'aperto (era tra le partecipanti anche sugli 800 m, ma non ha gareggiato).

2013-2015: un altro titolo assoluto negli 800 metri indoor, l'assenza agli assoluti outdoor e il ritorno con la vittoria del titolo sugli 800 metri indoor[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 vince il titolo assoluto sugli 800 m agli assoluti indoor di Ancona, mentre pur essendo tra le partecipanti sui 1500 m, non gareggia. Assente agli assoluti di Milano.

Agli assoluti indoor di Ancona nel 2014 non è partita sugli 800 m e si è ritirata nei 1500 m; poi è stata assente agli assoluti di Rovereto.

Ritorna a gareggiare gli assoluti indoor nel 2015 a Padova dove vince il titolo italiano indoor sugli 800 m.

Nel luglio del 2015 annuncia il ritiro dall'attività agonistica dopo 23 anni di carriera (1992-2015)[10].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Tra le ottocentiste-mezzofondiste italiane ha vinto 19 titoli assoluti individuali come Paola Pigni e meglio di loro due ha fatto soltanto Gabriella Dorio con 21 titoli italiani assoluti individuali conquistati in carriera.
  • Tra il 2007 ed il 2015 ha vinto 7 titoli assoluti sugli 800 m indoor (nel 2011 era assente, mentre nel 2014 non è partita pur essendo tra le partecipanti).
  • In carriera ha fatto due volte poker di titoli italiani assoluti nello stesso anno (800 e 1500 m indoor + 800 e 4x400 m nel 2009, 800 e 1500 m indoor + 1500 e 4x400 m nel 2012) e tre triplette (2006, 2008 e 2010).
  • È l'unica atleta italiana di sempre ad essere scesa sotto i 2' negli 800 m indoor[11].
  • Detiene 4 dei primi 8 (11 dei primi 20) migliori tempi italiani femminili all-time degli 800 m ed i restanti appartengono alla primatista nazionale Gabriella Dorio[12].
  • È allenata da Claudio Guizzardi[13].

Record nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Seniores[modifica | modifica wikitesto]

  • 800 metri piani indoor: 1'59”25 (Germania Karlsruhe, 15 febbraio 2009)[14]
  • Staffetta 4x800 metri piani club: 8'25”60 (Italia Roma, 5 maggio 2006)
    (Sara Palmas, Alexia Oberstolz, Elisa Cusma, Loredana Di Grazia)[15]

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

800 metri piani[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Tempo Luogo Data Rank. Mond.
2013 2'06"72 Francia Montreuil 3-6-2013
2012 2'02"64 Italia Pergine Valsugana 21-7-2012
2011 2'01"04 Svezia Stoccolma 18-6-2011
2010 1'59"13 Monaco Principato di Monaco 22-7-2010
2009 1'58"81 Germania Berlino 19-8-2009
2008 1'59"22 Italia Milano 2-7-2008
2007 1'58"63 Giappone Osaka 26-8-2007
2006 1'58"90 Italia Rieti 27-8-2006
2005 2'00"96 Italia Lignano Sabbiadoro 17-7-2005

800 metri piani indoor[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Tempo Luogo Data Rank. Mond.
2015 2'05"19 Austria Vienna 31-1-2015
2014 2'06"41 Francia Eaubonne 11-2-2013
2013 2'04"38 Belgio Gand 2-2-2013
2012 2'01"53 Francia Liévin 14-2-2012
2010 2'06"60 Italia Ancona 28-2-2010
2009 1'59"25 Germania Karlsruhe 15-2-2009
2008 2'00"36 Spagna Valencia 8-3-2008
2007 2'01"03 Grecia Pireo 24-2-2007
2006 2'01"87 Austria Vienna 31-1-2006

1500 metri piani[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Tempo Luogo Data Rank. Mond.
2014 4'25"39 Francia Cles 29-8-2014
2012 4'07"55 Italia Lignano Sabbiadoro 17-7-2012
2011 4'13"38 Italia Torino 25-6-2011
2010 4'08"53 Norvegia Bergen 20-6-2010
2009 4'04"98 Grecia Atene 13-7-2009
2008 4'13"68 Italia Firenze 27-6-2008
2007 4'09"34 Italia Milano 24-6-2007
2006 4'09"55 Italia Conegliano 26-5-2006
2005 4'16"53 Italia Trento 13-9-2005

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Tempo Note
2005 Giochi del Mediterraneo Spagna Almería 800 m piani 2'03"96 [16]
Mondiali Finlandia Helsinki 800 m piani Batteria 2'05"95 [17]
2006 Mondiali indoor Russia Mosca 800 m piani Batteria 2'04"95 [17]
Europei Svezia Göteborg 800 m piani Semifinale 2’01”17 [18]
2007 Europei indoor Regno Unito Birmingham 800 m piani Semifinale 2'01"42 [19]
Mondiali Giappone Osaka 800 m piani Semifinale 1'58"63 [17]
2008 Mondiali indoor Spagna Valencia 800 m piani 2'03"76 [17]
Giochi olimpici Cina Pechino 800 m piani Semifinale 1'59"92 [17]
2009 Europei indoor Italia Torino 800 m piani Bronzo Bronzo 2'00"23 [20]
Giochi del Mediterraneo Italia Pescara 800 m piani Oro Oro 1'59"87 [21]
1500 m piani Oro Oro 4'11"88 [22]
Mondiali Germania Berlino 800 m piani 1'58"81 [17]
2010 Mondiali indoor Qatar Doha 800 m piani Batteria np [17]
Europei Spagna Barcellona 800 m piani Batteria 1'59"80 [23]
2012 Mondiali indoor Turchia Istanbul 800 m piani Batteria nf [17]

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
2014
  • In batteria ai Campionati italiani assoluti indoor, (Ancona), 800 m - np[48]
  • In finale ai Campionati italiani assoluti indoor, (Ancona), 1500 m - rit[49]
2015

Altre competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

2006
2007
2008
2009
2010
2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Profilo su FIDAL.it
  2. ^ Intervista a Elisa Cusma, QuiMamme.it, 22 maggio 2012
  3. ^ a b Lucio Cusma: la rabbia, l'orgoglio Archiviato il 22 ottobre 2009 in Internet Archive., LaCarbonaraBlog.it, 24 novembre 2011
  4. ^ Monti Fabio, Pizze e sogni, la rivincita di Elisa, Corriere.it, 9 marzo 2009
  5. ^ Fausto Narducci, La famiglia Cusma, sfida di corsa e boxe, Gazzetta.it, 13 marzo 2009
  6. ^ Monti Fabio, Tre giornate per salvare l'Italia, Corriere.it, 19 agosto 2009
  7. ^ Atletica - Elisa Cusma Piccione, su Pechino2008.CONI.it
  8. ^ Idem, Cusma, Di Martino: oro, Corriere.it, 4 luglio 2009
  9. ^ Monti Fabio, Semenya, un oro e tanti dubbi La Cusma: «Non è una donna», Corriere.it, 20 agosto 2009
  10. ^ Giorgio Cimbrico, Nuovi traguardi per Elisa Cusma, FIDAL.it, 23 luglio 2015
  11. ^ Liste italiane assolute indoor all-time, FIDAL.it, 20 febbraio 2015
  12. ^ Liste italiane all time - Donne, 800 metri, FIDAL.it, 6 agosto 2014
  13. ^ Elisa Cusma: <<Felice di essere ritornata>>, GazzettadiModena.it, 24 febbraio 2015
  14. ^ Primati e migliori prestazioni italiane indoor - Primati italiani assoluti indoor - Donne, 800 m, FIDAL.it, 23 febbraio 2015
  15. ^ Primati e migliori prestazioni italiane - Migliori prestazioni italiane assolute - Donne, 4x800 m club Archiviato il 16 dicembre 2014 in Internet Archive., FIDAL.it,
  16. ^ Elisa Cusma settima con onore, GazzettadiModena, 2 luglio 2005
  17. ^ a b c d e f g h (EN) Athlete profile - Elisa Cusma Piccione, Honours, IAAF.org
  18. ^ a b Azzurri 2006 - Rappresentativa Assoluta Donne, Cusma Piccione Elisa, FIDAL.it
  19. ^ a b c Azzurri 2007 - Rappresentativa Assoluta Donne, Cusma Piccione Elisa, FIDAL.it
  20. ^ La bolognese Elisa Cusma conquista il bronzo negli 800 metri, IlRestodelCarlino.it,
  21. ^ Pescara 2009, Atletica: Cusma oro negli 800 metri, Repubblica.it, 2 luglio 2009
  22. ^ Benassi, doppio oro Di Martino e Cusma ok, Repubblica.it, 3 luglio 2009
  23. ^ Eliminate Rosa, Reina e Cusma, RaiSport.Rai.it, 27 luglio 2010
  24. ^ Albo d'oro - Campionati italiani assoluti - Donne, 800 metri, 2005 Archiviato il 3 maggio 2014 in Internet Archive., FIDALEmiliaRomagna.it
  25. ^ Campionati italiani assoluti indoor 2006 - 1500 metri donne, FIDAL.it
  26. ^ Campionati italiani individuali assoluti su pista 2006 - 800 metri donne, FIDAL.it
  27. ^ Campionati italiani individuali assoluti su pista 2006 - Staffetta 4 x 400 donne, FIDAL.it
  28. ^ Campionati italiani assoluti indoor 2007 - 800 metri donne, FIDAL.it
  29. ^ Campionati italiani individuali assoluti 2007 - 800 metri donne, FIDAL.it
  30. ^ Campionati italiani individuali assoluti 2007 - Staffetta 4 x 400 donne, FIDAL.it
  31. ^ Campionati italiani assoluti indoor 2008 - 800 metri donne, FIDAL.it
  32. ^ Campionati italiani individuali assoluti 2008 - 800 metri donne, FIDAL.it
  33. ^ Campionati italiani individuali assoluti 2008 - Staffetta 4 x 400 donne, FIDAL.it
  34. ^ Campionati italiani assoluti indoor 2009 - 800 metri donne, FIDAL.it
  35. ^ Campionati italiani assoluti indoor 2009 - 1500 metri donne, FIDAL.it
  36. ^ Campionati italiani individuali assoluti 2009 - 800 metri donne, FIDAL.it
  37. ^ Campionati italiani individuali assoluti su pista 2009 - Staffetta 4 x 400 donne, FIDAL.it
  38. ^ Campionati italiani assoluti indoor 2010 - 800 metri donne, FIDAL.it
  39. ^ Campionati italiani assoluti indoor 2010 - 1500 metri donne, FIDAL.it
  40. ^ Campionati italiani individuali assoluti 2010 - 1500 m donne, FIDAL.it
  41. ^ Campionati italiani individuali assoluti su pista 2010 - 4 x 400 donne, FIDAL.it
  42. ^ Campionati italiani individuali assoluti su pista 2011 - 1500 m donne, FIDAL.it
  43. ^ Campionati italiani assoluti e promesse indoor 2012 - 800 m donne, FIDAL.it
  44. ^ Campionati italiani assoluti e promesse indoor 2012 - 1500 m donne, FIDAL.it
  45. ^ Campionati italiani individuali assoluti su pista 2012 - 1500 m donne, FIDAL.it
  46. ^ Campionati italiani individuali assoluti su pista 2012 - 4x400 m donne, FIDAL.it
  47. ^ Campionati italiani individuali assoluti indoor 2013 - 800 m donne, FIDAL.it
  48. ^ Campionati italiani individuali assoluti indoor 2014 - 800 m donne, FIDAL.it
  49. ^ Campionati italiani individuali assoluti indoor 2014 - 1500 m donne, FIDAL.it
  50. ^ Campionati italiani individuali assoluti indoor 2015 - 800 m donne, FIDAL.it
  51. ^ (EN) Athletics - 2006 Golden Gala - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  52. ^ (EN) Athletics - 2006 Rieti - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  53. ^ (EN) Athletics - 2007 Meeting de Atletismo Madrid - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  54. ^ (EN) Athletics - 2007 Athens Grand Prix - Tsiklitiria - Results Women - Women's 800 m, The-Sports.org
  55. ^ (EN) Athletics - 2007 Golden Gala - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  56. ^ (EN) Athletics - 2007 IAAF Grand Prix Final - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  57. ^ a b c d Azzurri 2008 - Rappresentativa Assoluta Donne, Cusma Piccione Elisa, FIDAL.it
  58. ^ (EN) Athletics - 2008 Meeting de Atletismo Madrid - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  59. ^ (EN) IAAF Golden League 2008 > Golden Gala > 800 Metres - women Final Result, IAAF.org
  60. ^ (EN) Athletics - 2008 IAAF Grand Prix Final - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  61. ^ a b Cusma trascina l'Esercito Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive., MollificioModenese.it, 31 maggio 2009
  62. ^ Cusma OK, Fiamme Gialle sul podio di Coppa, FIDAL.it, 1º giugno 2009
  63. ^ a b Azzurri 2009 - Rappresentativa Assoluta Donne, Cusma Piccione Elisa, FIDAL.it
  64. ^ Milano, mezzofondo spettacolo alla Notturna, FIDAL.it, 26 giugno 2009
  65. ^ Omar Carelli, Rieti, grande 800 di Rudisha Powell batte il vento nei 100, Gazzetta.it, 6 settembre 2009
  66. ^ (EN) Athletics - 2009 Meeting Paris Saint-Denis - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  67. ^ (EN) IAAF Golden League 2009 > Golden Gala > 800 Metres - women Final Result, IAAF.org
  68. ^ (EN) Athletics - 2008 IAAF Grand Prix Final - Results Women - 800 m, The-Sports.org
  69. ^ a b c Azzurri 2010 - Rappresentativa Assoluta Donne, Cusma Piccione Elisa, FIDAL.it
  70. ^ Coppa Campioni: finanzieri terzi, Cusma OK, FIDAL.it, 1º giugno 2011
  71. ^ Luigi Esposito, È già una gran Cusma regala otto punti all'Italia a Stoccolma, GazzettadiModena, 19 giugno 2011
  72. ^ Madrid: vince Vizzoni, terza la Cusma, FIDAL.it, 10 luglio 2011

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]