Elio Erodiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Elio Erodiano o Erodiano il Grammatico (in greco antico: Αἴλιος Ἡρωδιανός ὁ τεχνικός, in latino: Aelius Herodianus technicus; Alessandria d'Egitto, 180 circa – 250 circa) è stato un grammatico greco antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Apollonio Discolo, Elio Erodiano fu anch'egli uno scrittore di grammatica. Nato ad Alessandria, visse a Roma all'epoca di Marco Aurelio, dal quale fu protetto e al quale dedicò l'opera in 20 libri Kαθολικὴ προσῳδία (Katholiké prosodía), un trattato sugli accenti[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i trattati erodianei[2] sono conservati solo in rielaborazioni o in frammenti eccetto Περὶ μονήρους λέξεως (Perì monérous léxeos, "Sulle particolarità del linguaggio"), un trattato sulle forme linguistiche che si sottraggono all'analogia.
Dagli scoli omerici sappiamo che si occupò anche di glossografia omerica, componendo gli ἐπιμερισμοί (Categorie), in cui spiegava parole inusitate in Omero: proprio da questa fonte derivano numerosi frammenti dell'opera.
Ancora, ai suoi studi di formazione delle parole rimanda un dizionario attico, il Φιλέταιρος (Philétairos), derivato, però, probabilmente da Corneliano Sulpicio, segretario di Marco Aurelio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ne restano due epitomi e un indice preservato in Fozio, cod. 99.
  2. ^ Cfr. l'edizione critica Herodiani Technici reliquiae, a cura di A. Lentz e A. Ludwuch, Leipzig, Teubner, 1867-70, ristampata a Hildesheim nel 1970.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN88626271 · ISNI: (EN0000 0001 2142 8274 · LCCN: (ENn88039759 · GND: (DE11870379X · BNF: (FRcb12361935k (data) · CERL: cnp00973563