Eliad Cohen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eliad Cohen

Eliad Cohen (in ebraico אליעד כהן; Acri, 11 maggio 1988) è un attore, modello e imprenditore israeliano.

È diventato famoso nella comunità LGBT israeliana dopo essere apparso sulla copertina della rivista Spartacus International Gay Guide[1], e per aver fondato il sito Gay-ville, che aiuta turisti gay nel mondo a scambiarsi appartamenti e a trovare ambienti gay-friendly nei posti in cui viaggiano.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Eliad è nato ad Acri nel 1988. Dopo il servizio militare obbligatorio, si è trasferito a tel Aviv dove ha lavorato per un breve periodo come barista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 due fotografi tedeschi lo avvicinarono mentre stava lavorando come barista, chiedendo di poterlo fotografiare per la rivista Männer in merito ad un servizio sui ragazzi di Tel Aviv. Passano pochi mesi ed Eliad viene contattato per apparire sulla copertina dell'edizione 2011-2012 della Spartacus International Gay Guide.[3]

Eliad è famoso anche per aver presentato l'Arisa party, il primo festival internazionale dedicato alla musica mizrahì, la musica popolare degli ebrei provenienti dal Medio Oriente e dal Nord Africa[4]. I video dell'Arisa hanno iniziato a essere notati in breve tempo, tanto che, nel novembre 2011, il gruppo è andato fino a San Paolo, in Brasile, di fronte a un pubblico di circa 1000 persone.

Eliad ha inoltre co-fondato Gay-ville (detto anche G-ville), un sito di viaggi gay-friendly[5][6][7], e il PAPA party, promosso dal Gay Pride di Tel Aviv.

Vita Privata[modifica | modifica wikitesto]

Eliad è gay dichiarato, e ha fatto coming out con i suoi genitori quando aveva 20 anni. Porta spesso una collana col Chai, in segno di orgoglio per le sue origini. Nel luglio 2012 si è fidanzato col brasiliano Gustavo Oliva, morto d'infarto il 17 dicembre 2014.[8]

Voci Correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Size Doesn't Matter's One-on-one with the 2012 face of Spartacus – Eliad Cohen, SizeDoesn'tMatter website, 15 marzo 2012. URL consultato il 10 luglio 2013.
  2. ^ Eliad Cohen: da modello a imprenditore - Una rapida e fortunata carriera da modello, una vita in giro per il mondo e un sito internet per il turismo gay con un’ingegnosa formula alla base, Progress Online. URL consultato il 10 luglio 2013.
  3. ^ http://gayburg.blogspot.it/2012/06/eliad-cohen.html
  4. ^ https://www.youtube.com/watch?v=CcWGhp667mk
  5. ^ Justin Ocean, Travel and Nightlife - Out Goes to Israel: Eliad Cohen, Out.com, Oct 15, 201`2. URL consultato il 10 luglio 2013.
  6. ^ Michael Matson, Eliad Cohen's got a bod for sin and a head for business, 21 febbraio 2012. URL consultato il 10 luglio 2013.
  7. ^ אליעד כהן מהאריסה מתכונן לשרית חדד, Mako.co.il. URL consultato l'11 luglio 2013.
  8. ^ http://gayburg.blogspot.it/2014/12/e-morto-eliad-cohen.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]