Elezioni parlamentari tedesche del 1903

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Elezioni parlamentari tedesche del 1903
Stato Bandiera della Germania Germania
Data
16 giugno 1903
Legislatura XI Reichstag
Affluenza 76% (Aumento 8%)
Partiti
Zentrum
SPD
DKP
Voti
1.875.000
19,7%
3.011.000
31,7%
948.000
10,0%
Seggi
100 / 397
81 / 397
54 / 397
Differenza %
Aumento 0,9%
Aumento 4,5%
Diminuzione 1,1%
Differenza seggi
Diminuzione 2
Aumento 25
Diminuzione 2
Cancelliere uscente
Bernhard von Bülow
1898 1907
I risultati delle elezioni del Reichstag per collegio elettorale. La numerazione delle circoscrizioni corrisponde a quella della tabella.

Le elezioni parlamentari tedesche del 1903 furono le elezioni dell'XI Reichstag tedesco. Si svolsero il 16 giugno 1903.

L'affluenza fu del 76% circa, significativamente più alta rispetto alle elezioni del Reichstag del 1898.

I sostenitori del governo del cancelliere del Reich Bernhard von Bülow, ossia i "partiti del cartello” ed il Centro rimasero stabili.

Tuttavia la crescita dei socialdemocratici fu per l'ennesima volta chiara. In termini di voti da molto tempo erano il partito più forte, ma il sistema di voto maggioritario in vigore nell'Impero li ha resi solo il secondo partito in parlamento. Nel “Regno Rosso” (Sassonia) riuscirono a vincere 22 delle 23 circoscrizioni. I liberali di sinistra ed i partiti minori subirono le perdite maggiori. Per la prima volta, Wojciech Korfanty, un candidato dei partiti polacchi, ha avuto successo in un collegio elettorale dell'Alta Slesia.

Nel nuovo Reichstag i socialdemocratici, rafforzati, si opposero alla politica del governo. Nel contesto della prima crisi marocchina e del riarmo generale, criticarono quella che ritenevano fosse una politica estera sbagliata per la Germania. Sul piano interno i socialdemocratici insieme ai liberali di sinistra spinsero per le riforme. Anche se non riuscirono a far passare una mozione per abolire il sistema elettorale a tre classi in Prussia nel 1906 riuscirono a introdurre le indennità parlamentari per i membri del Reichstag. In precedenza gli eletti, in particolare socialdemocratici che spesso non avevano beni significativi o entrate proprie, dipendevano dal sostegno della tesoreria del partito.

Alla fine del 1906 il Reichstag fu sciolto prematuramente e si tennero le elezioni del Reichstag del 1907 .

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Un manifesto elettorale del candidato liberal-conservatore nel ducato di Lauenburg (Schleswig-Holstein), il conte Bernstorff, che aveva rappresentato il collegio elettorale dal 1893. Nel ballottaggio, Bernsdorff ha perso contro il suo avversario socialdemocratico, Friedrich Lesche[1].
Orientamento Politico Partiti Voti Seggi[2]
in Milioni % Diff.1898 Seggi % Diff.1898
Conservatori Partito Conservatore Tedesco (DKP) 0,948  10,0 % −1,1 %  54 13,6 %   −2 Diminuzione
Partito del Reich tedesco (DRP) 0,333   3,5 % −0,9 %  21   5,3 %   −1 Diminuzione
Liberali Destra- Partito Nazionale Liberale (NLP) 1,317 13,9 % +1,4 %  51 12,8 %   +3 Aumento
Moderati Associazione Liberale (FVg) 0,243   2,6 % +0,1 %   9   2,3 %   −4 Diminuzione
Sinistra- Partito Popolare Liberale (FVp) 0,538   5,7 % −1,5 %  21   5,3 %   −8 Diminuzione
Partito Popolare Tedesco (DtVP) 0,091   1,0 % −0,4 %   6   1,5 %   −2 Diminuzione
Cattolici Partito di Centro Tedesco (Zentrum) 1,875 19,7 % +0,9 % 100 25,2 %   −2 Diminuzione
Socialisti Partito Socialdemocatico di Germania (SPD) 3,011 31,7 % +4,5 %  81 20,4 % +25 Aumento
Diversi e Indipendenti Partiti regionali, minoranze1) 0,559   5,9 % −0,2 %  32   8,1 %   −3 Diminuzione
Partiti/alleanze di agricoltori 2) 0,230   2,4 % −0,8 %   8   2,0 %   −3 Diminuzione
Partiti antisemiti 3) 0,245   2,6 % −1,1 %  11   2,8 %   −2 Diminuzione
Altri 4) 0,104   1,1 % −0,8 %   3   0,6 %   −1 Diminuzione
Totale 9,496 100 % 397 100 %

Osservazioni:

I Gruppi parlamentari del XI Reichstag[modifica | modifica wikitesto]

Nell'XI Reichstag non tutti gli eletti si unirono al gruppo costituito dal partito con cui si erano candidati. Alcuni dei parlamentari del DHP si unirono al gruppo del Centro. Il deputato del BdL Hufnagel (Ansbach) entrò a far parte del gruppo dei Conservatori. I restanti deputati del BdL si unirono ai socialisti ed ai cristiano-sociali, nonché ai deputati dell'Unione degli agricoltori per formare il gruppo parlamentare dell'Unione economica. All'inizio dell'XI legislatura i gruppi parlamentari avevano la seguente forza[3]:

Centro 101
Socialdemocratici 81
Conservatori tedeschi 52
Nazional-liberali 50
Partito Popolare Liberale 21
Partito del Reich tedesco 20
Polacchi 16
Unione Economica 12
Associazione Liberale 10
Partito Popolare Tedesco 6
Partito Riformatore Tedesco 6
Non Iscritti 22

Nel corso della legislatura la forza dei singoli gruppi parlamentari è cambiata più volte a causa delle elezioni suppletive e dei cambiamenti dei gruppi parlamentari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carl-Wilhelm Reibel: Handbuch der Reichstagswahlen 1890–1918. Bündnisse, Ergebnisse, Kandidaten (= Handbücher zur Geschichte des Parlamentarismus und der politischen Parteien. Band 15). Halbband 1, Droste, Düsseldorf 2007, ISBN 978-3-7700-5284-4, S. 580–581.
  2. ^ Kaiserliches Statistisches Amt (Hrsg.), Vierteljahreshefte zur Statistik des Deutschen Reichs - Ergänzungsheft 1903, IV, Berlin, 1903.
  3. ^ Reichstagshandbuch 1903, su Münchener Digitalisierungszentrum, S. 364.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carl-Wilhelm Reibel: Manuale delle elezioni del Reichstag 1890-1918. Alleanze, risultati, candidati (= manuali di storia del parlamentarismo e dei partiti politici. Volume 15). Droste, Dusseldorf 2007, ISBN 978-3-7700-5284-4 .

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]