Elezioni parlamentari in Israele dell'aprile 2019

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elezioni parlamentari in Israele dell'aprile 2019
Stato Israele Israele
Data 9 aprile
Benjamin Netanyahu 2018.jpg Benny Gantz 2019 (cropped).jpg Arye Derey (cropped).jpg
Leader Benjamin Netanyahu Binyamin Gantz Aryeh Deri
Partito Likud Blu e Bianco Shas
Voti 1.140.370
26,46 %
1.125.881
26,13 %
258.275
5,99 %
Seggi
35
35
8
Primo ministro
Benjamin Netanyahu
Left arrow.svg 2015 2019 (Sett.) Right arrow.svg

Le elezioni parlamentari in Israele dell'aprile 2019 si sono tenute il 9 aprile per eleggere i 120 membri della Knesset, il parlamento israeliano, per un periodo di quattro anni.[1]

Nonostante lo stesso numero di seggi ottenuti dai due partiti principali candidati alle elezioni, Likud ha la possibilità di formare una maggioranza più ampia alleandosi con altri partiti minori di destra.

Vicende politiche[modifica | modifica wikitesto]

Le prime instabilità all'interno della coalizione governativa sono iniziate quando il Ministro della difesa, Avigdor Lieberman, lasciò il governo il 14 novembre 2018, quando fu raggiunto un accordo per il cessate il fuoco con Gaza, criticando aspramente la decisione del governo.[2] Le dimissioni di Lieberman lasciarono la coalizione di governo con una ristretta maggioranza di 61 seggi su un totale di 120. Pochi giorni dopo, tuttavia, il leader de La Casa Ebraica Naftali Bennett annunciò che anche il suo partito avrebbe abbandonato il governo, non avendo ottenuto il posto di Ministro della difesa al posto di Lieberman.[3] In ogni caso, la situazione fu stabilizzata quando Bennett accettò di mantenere il posto di Ministro dell'istruzione, evitando di fatto un crollo del governo.[4] Queste instabilità lasciarono comunque la coalizione di Netanyahu estremamente indebolita, motivo per il quale il Primo ministro decise di sciogliere il Parlamento e di indire nuove elezioni per il 9 aprile 2019.[1]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Liste Voti % Seggi +/-
Likud 1.140.370 26,46 35 Aumento 5
Blu e Bianco 1.125.881 26,13 35 Nuovo
Shas 258.275 5,99 8 Aumento 1
Giudaismo Unito nella Torah 249.049 5,78 8 Aumento 2
Hadash - Ta'al 193.442 4,49 6 Stabile
Partito Laburista Israeliano 190.870 4,43 6 Diminuzione 13
Yisrael Beitenu 173.004 4,01 5 Diminuzione 1
Unione dei Partiti di Destra 159.468 3,70 5 Diminuzione 3
Meretz 156.473 3.63 4 Diminuzione 1
Kulanu 152.756 3,54 4 Diminuzione 6
Lista Araba Unita - Balad 143.666 3,33 4 Diminuzione 3
Nuova Destra 138.598 3,22 - Nuovo
Zehut 118.031 2,74 - Nuovo
Gesher 74.701 1,73 - Nuovo
Betah 4.618 0,11 - Nuovo
Lista Araba 4.135 0,10 - Stabile
Altri <0,10% 25.933 0,60 -
Totale 4.309.270 120

Situazione pre-elettorale[modifica | modifica wikitesto]

La tabella mostra i seggi ottenuti dalle varie forze politiche nelle elezioni del 2015 e i loro seggi alla fine della XX Legislatura.

Partiti Leader Voti (%) Seggi Seggi alla fine della XX legislatura
Likud Benjamin Netanyahu 23,40 30 30
Unione Sionista Avi Gabbay

Tzipi Livni

18,67 24 24
Lista Araba Comune Ayman Odeh 10,54 13 12
Yesh Atid Yair Lapid 8,81 11 11
Kulanu Moshe Kahlon 7,49 10 10
La Casa Ebraica Rafi Peretz 6,74 8 5
Shas Aryeh Deri 5,73 7 7
Yisrael Beiteinu Avigdor Lieberman 5,11 6 5
Giudaismo Unito nella Torah Yaakov Litzman 5,03 6 6
Meretz Tamar Zandberg 3,93 5 5
Nuova Destra Naftali bennett - - 3
Ta'al Ahmad Tibi - - 1
Indipendenti - - - 1
Altri[5] - 4,55 - -
Totale 100,00% 120 120

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Israel to Hold Elections in April, Netanyahu's Government Announces, su haaretz.com.
  2. ^ Israel Defence Minister Lieberman resigns over Gaza ceasefire, su bbc.com.
  3. ^ Israel heads toward elections as Jewish Home says it will leave coalition, su timesofisrael.com.
  4. ^ Israeli Government Crisis Raises Fresh Doubts for U.S. Peace Plan, su wsj.com.
  5. ^ Partiti minori che hanno ottenuto singolarmente una percentuale di voti inferiore alla soglia di sbarramento e che quindi non hanno ottenuto seggi nella Knesset.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (HE) CEC, su votes21.bechirot.gov.il.
Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica